Cerca

Under 16

Perdi i quarti, la testa e i regionali: la Coppa Disciplina colpisce ancora

Al termine del derby Cheraschese-Bra nei playoff per il titolo piovono squalifiche: rischio provinciali

Perdi i quarti, la testa e i regionali: la Coppa Disciplina colpisce ancora

Il Bra rischia di perdere l'Under 16 regionale

Il Bra è, sulla carta, il campione in carica del titolo Under 16 Regionale. Almeno fino a sabato 11 giugno quando si terrà la prima finale post 2019. Per questo farà ancora più rumore quando sul portale LND la somma dei punti disciplina supererà la famosa quota 100 punti facendo scattare in automatico l'esclusione della categoria Under 16 dai Regionali per la prossima stagione.

IL FATTO

Il Bra Under 16, come dimostra la Classifica Disciplina a chiusura della stagione sportiva è stata una delle squadre più corrette in categoria. A testimoniarlo sono i soli 36,80 punti. Nei quarti di finale, in una sola botta, i giallorossi però hanno racimolato una somma di punti assai elevata. Al termine del quarto di finale/derby con la Cheraschese, si scatena una rissa che per la società dell'Attilio Bravi costa cara. 

IL COMUNICATO

Il Giudice Sportivo infatti commina le seguente sanzioni: 

  • Dirigente Andrea Mazzoni, inibizione fino al 23/9/2022: Al termine della gara, inizialmente inserito in distinta come assistente di parte, sfondava la rete divisoria e forzava il cancello di accesso al campo, entrando senza autorizzazione sul campo per insultare ripetutamente i componenti della terna arbitrale. La sua condotta ha dato il via alla rissa scatenatasi tra i tesserati delle due società e che ha coinvolto anche parte della tifoseria. 
  • Al calciatore Raian Sammouni fino al 26/08/2022: Per condotta violenta, consistita nell'aver partecipato attivamente alla rissa scatenatasi in campo al termine della partita, colpendo diversi giocatori avversari con pugni, calci e manate al volto ed al petto. Inoltre, aizzava i tifosi avversari, divisi dal campo tramite una rete. 
  • Al calciatore Alessandro Mazzoni, squalifica fino al 22/07/2022: Espulso al minuto 47 del secondo tempo di gioco per comportamento irrispettoso nei confronti dell'arbitro, al termine della gara rientrava in campo senza autorizzazione e partecipava alla rissa scatenatasi in campo, provocando i sostenitori avversari con gesti triviali a chiaro riferimento sessuale. 
  • Al calciatore Alessandro Sapori, squalifica fino al 22/07/2022: Per condotta gravemente irrispettosa ed antisportiva al termine della gara, consistita nell'attingere per tre volte i tifosi avversari con sputi, gesto indegno di uno sportivo. 
  • Ammenda al Bra di 100€: Per il comportamento violento e pericoloso dei propri sostenitori che, al termine della gara, lanciavano in campo dei fumogeni che provocavano la bruciatura del manto erboso sintetico in due zone. Inoltre due tifosi della società forzavano il cancello di ingresso ed entravano su terreno di gioco, partecipando alla rissa scatenatasi dopo il triplice fischio.

30 punti per l'inibizione del dirigente, 15 per i tre calciatori e 3 punti per l'ammenda di 100€. Il tutto con l'aggiunta di 0,80 punti per due ammonizioni durante la partita. Totale: 78,80 punti disciplina che aggiunti ai 36,80 racimolati in campionato va a fare un totale di 115,60 punti disciplina. Il che vuol dire esclusione dell'Under 16 della prossima stagione dal campionato regionale. 

OPZIONE NICHELINO 

Il gioco potrebbe non essere finito, in quanto con un ricorso esteso sulle varie squalifiche il Giudice potrebbe ridurre le varie squalifiche e quindi il punteggio totale. In questo modo il Nichelino Hesperia qualche settimana fa è riuscito a ridurre le proprie squalifiche scendendo addirittura a 90,80 salvando la categoria Under 17 Regionale già salvata sul campo. 

Ora si aspetta un ricorso del Bra per sperare di abbassare di circa 16 punti la graduatoria disciplina e permettere quindi ai 2007 di giocarsi nuovamente i Regionali nei quali sono arrivati secondi in classifica quest'anno. 

LA VOCE DELLA SOCIETA'

pietro sartori

«Sono veramente demoralizzato - spiega Pietro Sartori, Direttore Generale del Bra - Perché da una stagione bellissima che abbiamo fatto e da una partita terminata 4-3 (che è il trionfo del calcio) esce questa cosa qui. Mi hanno detto cosa è successo, poi leggo sul Comunicato e queste cose mi fanno venire voglia di lasciar perdere tutto. Mi sono già scusato con la Cheraschese e oggi i ragazzi vanno sul loro campo per appacificare il tutto, che credo sia una cosa bellissima. Perché nessuno è santo, il risultato è sempre importante ed è giusto che si abbia una cattiveria agonistica, ma le cose devono finire nel campo di gioco. Un derby è un derby, però così non va bene e alcune cose è solo colpa dei genitori. Detto questo dalle squalifiche sembra che i killer siamo solo noi. Ora faremo ricorso sulle squalifiche che tutto sommato sono assolutamente eccessive».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400