Cerca

Under 16

Endrizzi in formato Donnarumma: la lotteria dei rigori lancia l'Ausonia in semifinale

I gol di Pascarella e Di Maio pareggiano i gol di Lucianò e Palomba, ma al triplice fischio prevale l'equilibrio: decisivi i tiri dagli undici metri

Ausonia Under 16

I festeggiamenti dei neroverdi dopo la vittoria ai calci di rigore

È stata una partita tesa ed equilibrata quella tra Masseroni e Ausonia, forse il quarto di finale più incerto. Alla fine la spunta squadra di Di Benedetto, che accede alle semifinali vincendo ai calci di rigore. Nel primo tempo i neroverdi sbloccano subito la gara con Pascarella, al quale risponde il gol rocambolesco di Palomba, che si ripete sull'ultima palla della prima frazione portando i bianconeri in vantaggio all'intervallo. Nella ripresa ci pensa Di Maio - subentrato all'infortunato Colombo - a portare il match sul 2-2 dopo pochi minuti. Nel finale di gara entrambe le squadre hanno buone occasioni per vincere nei tempi regolamentari ma nessuno riesce a mettere la zampata decisiva. Ai calci di rigore vince l'Ausonia grazie alle parate di Endrizzi, capace di neutralizzare due rigori e alla freddezza dei neroverdi che realizzano tutte le conclusioni dal dischetto. L'Ausonia affronterà il Lombardia Uno in una semifinale che rappresenta il meglio del calcio milanese di categoria (vista l'altra in terra bergamasca tra Virtus Ciserano Bergamo e Brusaporto); per la Masseroni la sconfitta brucia tanto, ma non cancella una stagione straordinaria, con la squadra che è riuscita a rimanere imbattuta da ottobre in poi

PALOMBA LA RIBALTA

Nel primo tempo le squadre rinunciano alla canonica fase di studio dei primi minuti e provano subito a guadagnare campo: la Masseroni si schiera con un 4-4-2 che vede Braga e Sabatino come riferimenti offensivi; l'Ausonia si dispone con il 3-4-2-1 con Cristini e De Crescenzo a supporto dell'unica punta Colombo. Al 3' De Crescenzo guadagna fallo vicino alla linea del fallo laterale: Bombara calcia molto bene la punizione sul secondo palo trovando la testa di Pascarella che da pochi metri insacca portando i suoi subito in vantaggio. La Masseroni prova ad organizzare manovre volte a pescare gli scatti in profondità delle due punte ma non riesce a sfondare il muro composto da Pascarella, Latrell e Cravino. Al 13' arriva l'inaspettato pareggio dei padroni di casa: Lucianò batte un calcio di punizione sul cerchio di centrocampo a spiovere in area di rigore, il pallone è diretto verso la porta e sembra innocuo per Endrizzi, il quale però commette un errore di valutazione e raccoglie la sfera quando ha superato la linea di porta regalando il pareggio agli avversari. La fase centrale del primo tempo è molto nervosa e si assiste a molti falli che vanno a spezzettare il gioco. Al 24' la Masseroni ha una buona occasione con Deodato che tira a lato e al 28' De Crescenzo sguscia sulla fascia sinistra per mettere un cross molto pericoloso ma leggermente lungo per Cristini che non riesce a colpire da pochi metri. Negli ultimi minuti di gioco la Masseroni guadagna campo e riesce a passare in vantaggio al 40': Alagna crossa benissimo sulla testa di Palomba, che tutto solo insacca e firma la sua doppietta personale, portando i bianconeri in vantaggio al giro di boa.

LA SPIETATA LOTTERIA DEI RIGORI

Nella ripresa l'Ausonia approccia meglio la gara e riesce ad affacciarsi ripetutamente nella trequarti avversaria, trascinata dal capitano Gualtieri a centrocampo e dalle iniziative del tridente offensivo. Al 6' arriva il pareggio degli ospiti: Di Maio riceve un pallone alto al limite dell'area, salta con un sombrero Scarabelli, vince il duello fisico con Palomba e con un colpo di testa anticipa l'uscita disperata di Prati segnando un gol bellissimo. La Masseroni prova a rispondere al 12' con Braga che tira centralmente dopo l'ottima sponda di Sabatino. Due minuti dopo De Crescenzo nel giro di pochi secondi riesce a tirare in porta due volte, trovando la risposta puntuale di Prati in entrambe le occasioni. Il ritmo e la qualità delle giocate si alza e Alagna al 16' dopo un'ottima azione personale va al tiro dal limite che viene deviato da Pascarella e termina alto di poco. Tre minuti dopo arriva la migliore occasione per l'Ausonia, con Di Maio che riesce a girarsi bene in area di rigore dopo un buon passaggio di Cristini, ma la sua conclusione viene respinta in maniera esemplare da Sotelo che devia la conclusione con una scivolata disperata. Alagna al 29' ci prova con una conclusione dal limite ad incrociare ma il pallone termina a lato di un paio di metri. Negli ultimi minuti la Masseroni ha due ottime occasioni per vincere la partita: su un calcio d'angolo al 38' Cordera da pochi metri schiaccia troppo il colpo di testa in area, che termina alto. Subito dopo Villa Santa, dopo una buona azione corale, crossa trovando la testa di Braga, il quale spedisce alto il pallone da ottima posizione. Dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia la fine dei tempi regolamentari.

I calci di rigore decideranno chi avanzerà alle semifinali: inizia l'Ausonia che realizza il primo rigore con Laddaga; la Masseroni pareggia il conto con Intini, entrato pochi minuti prima; Formichella realizza il secondo rigore con un brivido, visto che Prati tocca ma non abbastanza per spedire il pallone fuori dallo specchio; per la Masseroni si presenta sul dischetto il capitano Palomba che si fa ipnotizzare da Endrizzi, che para la conclusione a mezz'altezza; Di Maio porta il punteggio dei rigori sul 3-1 spiazzando Prati con freddezza; anche Illario si fa parare il rigore da Endrizzi, ancora una volta bravo nel tuffarsi sulla sua destra e a respingere il tiro; Cravino ha il match point sulla racchetta e non lo sbaglia, spiazzando Prati e regalando all'Ausonia l'accesso alle semifinali, dopo una partita a dir poco memorabile. 

IL TABELLINO

MASSERONI-AUSONIA 2-2 (3-6 d.c.r.)
RETI (0-1, 2-1, 2-2): 3' Pascarella (A), 13' Lucianò (M), 40' Palomba (M), 6' st Di Maio (A).
SEQUENZA RIGORI: Laddaga (A) GOL, Intini (M) GOL, Formichella (A) GOL, Palomba (M) PARATO, Di Maio (A) GOL, Illario (M) PARATO, Cravino (A) GOL.
MASSERONI (4-4-2): Prati 7, Scarabelli 6.5 (7' st Sotelo 7), Deodato 6.5 (30' st Galantucci C. sv), Bassani 6.5 (12' st Villa Santa 6), Lucianò 7.5, Palomba 8, Cordera 6.5 (42' st Intini 6.5), Martino 6.5 (10' st Wade 6.5, 42' st Illario sv), Sabatino 7 (26' st Villa Santa Mattia sv), Alagna 7, Braga 7. A disp. Cataldi, Palomba. All. Piccirillo 7. - Lucianò
AUSONIA (3-4-1-2): Endrizzi 8, Borghi 7 (38' st Braiotta sv), Bombara 7, Pascarella 8, Cravino 7, Latrell 7.5 (41' st Formichella 7), Salerno 7 (33' st Zanca sv), Gualtieri 7.5, Colombo 6.5 (34' Di Maio 8.5), De Crescenzo 7.5, Cristini 7.5 (31' st Laddaga 7). A disp. Lattisi, Rubin. All. Di Benedetto 8. Dir. Spiniella.
ARBITRO: Panariello di Cinisello Balsamo  6.5.
AMMONITI: De Crescenzo (A), Martino (M), Scarabelli (M).

LE PAGELLE

MASSERONI
Prati 7
Il numero uno dei bianconeri effettua buone parate durante tutto l'arco della partita, soprattutto nel secondo tempo quando salva due volte su De Crescenzo.
Scarabelli 6.5 Schierato come terzino gioca una buona gara, chiudendo bene alcune iniziative avversarie e facendo ripartire bene i suoi in un paio di occasioni.
7' st Sotelo 7 Il salvataggio effettuato sul tiro a botta sicura di Di Maio è da incorniciare. Vince tanti duelli fisici e si fa vedere con ottimi anticipi.
Deodato 6.5 Il terzino sinistro si propone tanto in attacco, portando superiorità numerica sulla fascia. Ha anche l'occasione per il tiro ma non centra lo specchio (30' st Galantucci C. sv).
Bassani 6.5 A centrocampo è il metronomo della squadra e mostra le sue capacità innescando molte azioni con ottimi lanci verso gli attaccanti.
12' st Villa Santa F. 6 Tanto dinamismo al servizio della squadra; corre fino alla fine raddoppiando intelligentemente gli avversari e recuperando qualche buon pallone.
Lucianò 7.5 Ottima partita del centrale difensivo che risulta micidiale intervenendo con degli anticipi in grande stile che permettono alla squadra di ripartire. Segna il gol del pareggio per i suoi.
Palomba 8 Il centrale è stato il migliore in campo dei suoi; il secondo gol dei suoi è un grandissimo stacco di testa che porta in vantaggio i suoi. Nel secondo tempo difende benissimo ogni spazio con intelligenza tattica. Sbaglia il rigore ma d'altronde sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli.
Cordera 6.5 Gioca come esterno destro e fa valere la sua fisicità difendendo bene il pallone. Non riesce a trovare lo spunto per la conclusione.
42' st Intini 6.5 Entra all'ultimo secondo di partita e trasforma a freddo il calcio di rigore, cosa assolutamente non facile.
Martino 6.5 A centrocampo soffre la fisicità di Gualtieri, ma la sua tecnica lo aiuta negli spazi stretti.
10' st Wade 6.5 entra molto bene in partita recuperando tanti palloni e servendo ottimi passaggi per i compagni (42' st Illario sv).
Sabatino 7 Partita di sacrificio del centravanti che fa vedere tutte le sue qualità spalle alla porta: prende posizione e non si fa mai strappare il pallone, facendo salire la squadra, un lavoro preziosissimo, soprattutto nel primo tempo (26' st Villa Santa M. sv).
Alagna 7 Il numero dieci riesce a liberarsi per il tiro in un paio di circostanze ma non riesce a trovare la porta. Serve l'assist da angolo per il gol del vantaggio.
Braga 7 Il centravanti gravita attorno a Sabatino e gioca un'ottima partita, scattando bene in profondità e allargando le maglie avversarie. Ha una grandissima occasione per vincere la partita ma il suo colpo di testa termina alta.
All. Piccirillo 7 Mette in campo una squadra aggressiva che gioca insieme e che mette in difficoltà una delle squadre più attrezzate e pericolose della categoria. La crescita dell'organico rispetto ad inizio stagione si vede tutta, ma la lotteria dei rigori non è favorevole. Una grande stagione a prescindere per la Masseroni.

AUSONIA
Endrizzi 8
Sbaglia in occasione del gol del pareggio della Masseroni ma si riscatta parando due rigori che consente alla squadra di accedere alle semifinali.
Borghi 7 Gioca come esterno a tutta fascia e porta tanta quantità, chiudendo alcune iniziative di Cordera e lanciando qualche buon pallone verso gli attaccanti (38' st Braiotta sv).
Bombara 7 A sinistra si fa vedere con tanta corsa e qualità, trovando scambi interessanti con i compagni. Serve l'assist del primo gol con  un cross telecomandato sul secondo palo.
Pascarella 8 Il fuori quota gioca una partita monumentale difendendo tutti gli spazi e trovando anche il gol del vantaggio. Prova monumentale. 
Cravino 7 Il centrale di difesa gioca una partita ordinata, facendosi valere soprattutto nel gioco aereo. Ha il merito di segnare il rigore decisivo. 
Latrell 7.5 Ottima partita del centrale difensivo che si fa notare per ottime aperture che danno il là a molte azione dei suoi, oltre che per grandi interventi in anticipo. 
41' st Formichella 7 Entra e trasforma a freddo ottimamente il secondo calcio di rigore, impresa tutt'altro che scontata.
Salerno 7 A centrocampo (33' st Zanca sv).
Gualtieri 7.5 Il capitano è l'ancora della squadra. Gioca una partita eccellente box to box, recuperando tanti palloni e aprendo spazi nella difesa avversaria con passaggi precisi. La sua personalità è straripante e fa salire di livello la squadra nel secondo tempo.
Colombo 6.5 Il capocannoniere del girone mostra le sue qualità da vero attaccante ma è costretto ad uscire per un riacutizzarsi di un precedente infortunio alla caviglia dopo una brutta caduta.
34' Di Maio 8.5 Sostituire Colombo non era di certo un'impresa semplice, eppure riesce a proteggere palla alla grande e mettendo sempre in difficoltà la difesa avversaria. Segna un gol bellissimo dopo un'azione personale e sfiora la doppietta complice un grande intervento di Sotelo; corona la prestazione segnando il terzo rigore.
De Crescenzo 7.5 Il numero dieci trascina i suoi nel primo tempo nel momento più difficile della squadra con la sua velocità e con una grande proprietà tecnica nello stretto. Sfiora il gol in un paio di occasioni.
Cristini 7.5 Il numero undici semina il panico nella difesa della Masseroni con ottime discese palla al piede, servendo molto bene Di Maio in profondità. Non trova il gol ma gioca una grandissima partita.
31' st Laddaga 7 Trasforma con coraggio il primo calcio di rigore con tanto sangue freddo.
All. Di Benedetto 8 Il tecnico mette in campo la migliore formazione disponibile e trova subito il vantaggio. Il campo non permette alla squadra di giocare al meglio e alla fine del primo tempo la squadra è in svantaggio. Nell'intervallo carica i suoi che scendono in campo un grande cattiveria agonistica e trovano meritatamente il pareggio. I rigori sorridono all'Ausonia che dimostra di avere giocatori di grande personalità e sangue freddo, caratteristiche essenziali per arrivare in fondo ad una competizione come questa. 

ARBITRO
Panariello di Cinisello Balsamo 6.5
Il direttore di gara gestisce molto bene l'andamento della gara, estraendo pochi cartellini e fischiando con puntualità. Blocca sul nascere ogni accenno di nervosismo da parte dei giocatori. 

NON PERDERTI IL GIORNALE LUNEDÌ IN EDICOLA CON UNA MEZZA PAGINA DEDICATA A DICHIARAZIONI E CONTENUTI SULLA PARTITA

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400