Cerca

Under 16

Da sfidante a condottiero, il nuovo allenatore dell'Aldini suona la carica

Per il neo tecnico dei falchi più di 100 gol in carriera da giocatore e anche una presenza in Serie A

GIANLUCA TEMELIN

UNDER 16 ALDINI: Gianluca Temelin, nuovo tecnico dei classe 2007

Gianluca Temelin è sbarcato sulla galassia Aldini dopo esperienze anche tra i professionisti e ha iniziato a condurre l'Under 16 con sapienza e determinazione. Il curriculum del tecnico nativo di Pescara è decisamente importante: in Lombardia ha guidato per una stagione l'Under 15 della Pro Patria per poi tornare a casa, in Abruzzo, al Pescara, dove ha allenato Under 15 e Under 16. La successiva tappa l'ha visto passare su una panchina di una prima squadra, nel ruolo di vice, al Francavilla Calcio in Serie D. La stagione seguente ha risalito la penisola ed è tornato in Lombardia per allenare la Cremonese. Qui ha passato quattro stagioni: una con l'Under 15, una con l'Under 16 e due con l'Under 17. Adesso una nuova sfida alla guida dell'U16 dell'Aldini per scrivere un'altra pagina importante della sua carriera. 

L'ALDINI NEL DESTINO

Temelin è un ex calciatore, ha esordito in Serie A e nella sua carriera ha segnato 119 gol. Il tecnico classe 1976 è passato da uno dei settori giovanili più floridi d'Italia, quello dell'Atalanta. Tanti ragazzi formati nel vivaio nerazzurro sono arrivati fino in Serie A e anche oggi sono diversi i giocatori della massima serie che sono stati allevati a Zingonia. Il tempo passato qui gli è stato molto utile per il suo sviluppo: «Ho avuto la fortuna di avere Favini come Responsabile e allenatori importanti come Prandelli, Vavassori e Modanesi che mi hanno insegnato tanto sotto il profilo umano e tecnico». Già nel suo percorso giovanile ha conosciuto l'Aldini: «L'ho affrontata in due finali giovanili, vincendole entrambe. Conoscevo la società per il suo blasone. Ringrazio il presidente e Rolando Bianchi per l'opportunità che mi hanno concesso. Porto la mia esperienza da calciatore e da allenatore». 

IN PREPARAZIONE

Temelin sta conoscendo la squadra e la sta amalgamando in vista dell'inizio del campionato. Le sue prime sensazioni sono positive perché sta ricevendo buone indicazioni da queste giornate di lavoro: «Da lunedì sono arrivati quasi tutti i giocatori. Ho a disposizione un buon gruppo, i ragazzi si stanno allenando con impegno. Devono conoscere le mie esigenze, ma stanno rispondendo bene». Il nuovo tecnico si è fatto un'idea delle caratteristiche della rosa e ha definito i diversi moduli che intende utilizzare: «Non siamo una squadra molto strutturata, siamo più tecnici che fisici. Giocheremo con la difesa a quattro e con tre centrocampisti, mentre il reparto offensivo potrebbe assumere forme diverse». 

LE AVVERSARIE

L'Aldini è stata inserita nel girone B e giocherà diversi derby, visto che in questo raggruppamento, oltre ai falchi, sono presenti tre squadre meneghine: l'Accademia Inter, il Lombardia Uno e la Masseroni. Temelin è contento di giocare queste sfide: «Per migliorare serve competitività. Ben vengano i derby, la crescita passa anche e soprattutto da queste partite. In generale la maggior parte delle squadre del girone sono ben attrezzate, è un campionato con valori alti». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400