Cerca

Under 16

L'esordio sognato diventa realtà: l'Aldini abbatte l'Accademia Inter

Temelin parte con una vittoria da urlo contro Bergomi: Sangiorgio mattatore con una doppietta

Aldini

ALDINI-ACCADEMIA INTER UNDER 16 • Alessandro Aina, difensore dell'Accademia Inter, difende la posizione su Niccolò Sangiorgio, attaccante dell'Aldini

Quando sei dell'Aldini e ti dicono che la 1ª giornata di campionato giocherai contro l'Accademia Inter, per giorni sogni un certo tipo di partita: quando poi quel sogno si trasforma in realtà, allora la goduria è massima. Quattro gol, zero rischi e risultato mai in discussione per i biancorossoblù: dal doppio vantaggio in appena 9 minuti al terzo e quarto gol finale che chiudono una partita tenuta in mano dall'inizio alla fine. Una "prima" da urlo per Gianluca Temelin, arrivato quest'estate dalla Cremonese: il nuovo allenatore ha di che essere contento, per la qualità del gioco espresso dai suoi ragazzi e per aver portato a casa la prima vittoria in maniera decisamente convincente. Dall'altra parte Giuseppe Bergomi non può sorridere: la squadra è partita male e ha finito peggio, è mancata la reazione dopo un inizio complicatissimo e ha faticato anche solo a farsi vedere dalle parti del portiere avversario. Ma prima di tutto c'è da sistemare la fase difensiva: visto il curriculum dello Zio, una soluzione verrà certamente trovata in poco tempo. Niccolò Sangiorgio (doppietta), Mattia Roberti e Gabriele Popovici sono gli eroi del giorno in casa Aldini: anche per loro un inizio migliore di questo era impossibile da immaginare.

Matteo Mangione, terzino destro e capitano dell'Aldini, tallonato da Stefano Chiaia, attaccante dell'Accademia Inter: sfida vinta dal difensore biancorossoblù

ALDINI CHAMPAGNE

Nove minuti, tanto basta all'Aldini per sbloccare e di fatto chiudere la partita. Dopo due minuti infatti i padroni di casa sono già in vantaggio con Sangiorgio che sfrutta una dormita della difesa accademica su una rimessa laterale per anticipare Mastroianni depositando in rete l'1-0. Nemmeno il tempo di capire cosa sia successo che arriva il raddoppio: punizione da sinistra di Lazzari, Roberti anticipa Adamo e con una zampata segna il 2-0. Un uno-due terribile per i ragazzi di Bergomi, che non riescono a trovare le contromisure al 4-3-1-2 aldiniano: Mangione a destra è un treno inarrestabile su cui D'Errico può fare ben poco, stesso spartito a sinistra con Leoni che costringe Sartorelli a rimanere sempre basso, ma è a centrocampo che i padroni di casa vincono la partita grazie ai ritmi altissimi di Giacco e al dominio tattico al centro di Lazzari, vero ago della bilancia della squadra di Temelin. L'Accademia è tutta in un tentativo estemporaneo ispirato da Carrara e concluso da Chiaia, bravo Speziale a mettere in angolo (10'). Per il resto è dominio Aldini: Scarpellini conclude alto dopo l'ennesima discesa di Mangione (14'), poi Zucca impegna Mastroianni che riesce a bloccare il tentativo dell'attaccante (22'). L'intervallo non schiarisce le idee degli ospiti, con Mastroianni costretto subito a mettere in angolo un tiro di Balestra (4' st), che però un tentativo di rientrare in partita lo fanno: Sartorelli di testa ha una buona occasione sul corner di Astori ma mette fuori (10'), poi è sempre il terzino a chiedere un rigore per una lieve trattenuta di Leoni, bravo il direttore di gara a far correre. Passato il pericolo, l'Aldini la chiude: prima con Sangiorgio che firma la doppietta personale sfruttando dal secondo palo la punizione di Lazzari e insaccando il 3-0, poi con Popovici che in contropiede fissa il 4-0 con un perfetto diagonale di destro. Temelin prova a darsi i pizzicotti, e sente dolore. È tutto vero: l'esordio dei sogni è diventato realtà.

IL TABELLINO

ALDINI-ACCADEMIA INTER 4-0
RETI: 2' Sangiorgio (Al), 9' Roberti (Al), 22' st Sangiorgio (Al), 39' st Popovici (Al).
ALDINI (4-3-1-2): Speziale 6.5, Mangione 7.5 (37' st Raimondi sv), Leoni 7 (25' st Balestrucci sv), Lazzari 7.5 (30' st Canella sv), Roberti 8, Giuffrida 7, Giacco 7 (17' st Notararigo 6.5), Scarpellini 6.5 (35' st Barra sv), Zucca 6.5 (25' st Popovici 7), Balestra 6.5 (17' st Silvestro 6.5), Sangiorgio 8. A disp. Benatti, D'Ostilio. All. Temelin 7.5.
ACCADEMIA INTER (4-3-1-2): Mastroianni 6, Sartorelli 7, D'Errico 6 (29' st Stradaroli sv), Landini 6, Aina 6 (12' st Brianti 6), Adamo 6, Colombari 6 (1' st Brescia 6), Fumagalli 6.5 (12' st Maggi 6), Colombo 6 (29' st Legora sv), Carrara 6.5 (10' st Astori 7), Chiaia 6 (23' st Ardito sv). A disp. Rizza, Di Palma. All. Bergomi 6.
ARBITRO: Di Domizio di Milano 7.
ESPULSO: 21' st Adamo (Ac).
AMMONITI: Lazzari (Al), Adamo (Ac), Zucca (Al).

LE PAGELLE

ALDINI

Speziale 6.5 Bene su Chiaia in avvio, poi non deve fare praticamente più nulla. Solo qualche uscita alta, tutto ok.
Mangione 7.5 Gamba, cuore e qualità. Ara la corsia destra dal fondo fino in cima, anche perché può concentrarsi sulla fase offensiva. (37' st Raimondi sv).
Leoni 7 Anche lui gioca praticamente da centrocampo su, con incursioni anche dentro al campo. (25' st Balestrucci sv).
Lazzari 7.5 Mamma mia! Corre dietro a tutti, recupera un'infinità di palloni e va a contrasto contro chiunque. In più, ci mette il piede su tutti i piazzati a favore: su due di questi nascono il secondo e il terzo gol. Monumentale. (30' st Canella sv).
Roberti 8 Perfetto in difesa, decisivo in attacco: si fionda sulla punizione di Lazzari con l'istinto del bomber dell'area di rigore, anticipa il collega Adamo e infila il 2-0 manco fosse un numero 9 consumato. Poi si dedica alla marcatura di Chiaia e Colombo, senza mai soffrire.
Giuffrida 7 Preciso e pulito, bravo sia quando c'è da difendere che quando c'è da impostare l'azione da dietro.
Giacco 7 Motorino inesauribile sul centro-destra, sembra abbia benzina infinita. Lavoro fondamentale in fase di copertura e nel collegare l'azione difensiva a quella offensiva.
17' st Notararigo 6.5 Entra benissimo nel match, costringe pure Adamo alla seconda ammonizione regalando ai suoi la superiorità numerica.
Scarpellini 6.5 A volte non lo vedi, ma c'è sempre. Va anche al tiro ma calcia alto, comunque sempre sul pezzo. (35' st Barra sv).
Zucca 6.5 Fisicamente top, aiuta la squadra tenendo palloni importanti che permettono ai suoi compagni di avanzare il raggio d'azione.
25' st Popovici 7 Si piazza là davanti e colpisce al momento giusto: destro chirurgico in contropiede e nome scolpito nel tabellino.
Balestra 6.5 Tra le linee fa male quando si accende. Ottima tecnica e visione di gioco, stuzzica anche Mastroianni a inizio ripresa.
17' st Silvestro 6.5 Guizzante, buon apporto nel finale di gara. Ci prova anche con un bel colpo di testa che non è di certo il suo marchio di fabbrica.
Sangiorgio 8 Impressionante per decide la partita. Dopo nemmeno 120 secondi stappa il match con un gol d'astuzia, a metà ripresa chiude i conti facendosi trovare al posto giusto. Fa impazzire la difesa dell'Accademia, che non riesce mai a prendergli le misure.
All. Temelin 7.5 Meglio di così non poteva andare. Risultato limpido e prestazione già da grande squadra nonostante sia solamente la prima uscita stagionale.

ACCADEMIA INTER

Mastroianni 6 In difficoltà come tutta la difesa sui primi due gol, si rifà parando su Zucco e Balestra.
Sartorelli 7 Il migliore dei suoi, si aiuta col fisico e prova a fare male anche nell'area avversaria. Difensivamente la partita è difficile per lui come per tutti, ma riesce a farsi notare.
D'Errico 6 Non ha un avversario diretto e quindi deve disimpegnarsi tra la potenza di Zucco e la velocità di Giacco. Impresa complicata da portare a termine. (29' st Stradaroli sv).
Landini 6 Perde il duello diretto con Lazzari, anche se di colpe vere e proprie non ne ha. Anzi, prova comunque a dare ordine al gioco.
Aina 6 L'ex di turno sperava certamente in una gara diversa. Riesce a contenere Zucco, ma fermare Sangiorgio stavolta è impossibile.
12' st Brianti 6 Prova a tenere ma la situazione non cambia di molto.
Adamo 6 Anticipato sul primo gol, poi espulso per due cartellini gialli. Nel mezzo però battaglia alla grande con Zucco e prova a guidare la squadra con il suo carisma.
Colombari 6 Non malissimo, nonostante paghi per tutti all'intervallo. In mediana aveva combattuto con Scarpellini riuscendo anche a vincere alcuni contrasti.
1' st Brescia 6 Dentro nella ripresa ma la squadra non trova il bandolo della matassa.
Fumagalli 6.5 Gara complessa e prestazione salvata con l'impegno con cui si guadagna mezzo punto.
12' st Maggi 6 Prova a dare il suo contributo.
Colombo 6 Si sbatte parecchio ma non riesce mai a conlcudere verso la porta o comunque a creare qualche pericolo. Ha l'alibi dei pochi rifornimenti. (29' st Legora sv).
Carrara 6.5 Lazzari gli lascia pochi centimetri di spazio, lui comunque riesce a trovare una bella giocata per Chiaia nel primo tempo.
10' st Astori 7 Il migliore dei subentrati dalla panchina: pennella un bel corner per la testa di Sartorelli e più in generale si mostra guizzante e ispirato.
Chiaia 6 Fa a sportellate con l'intera difesa avversaria e tanto basta. (23' st Ardito sv).
All. Bergomi 6 Male la prima, la squadra è ancora indietro. Ma se c'è un uomo che può sistemare le cose è proprio lui.

ARBITRO
Di Domizio di Milano 6.5 Giusto sorvolare sul contatto Sartorelli-Leoni, sacrosanto il secondo giallo ad Adamo. Direzione ottima fino a quando non rischia di macchiare tutto negli ultimi cinque minuti cercando di "impedire" il settimo cambio dell'Aldini, cosa peraltro non di sua competenza. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400