Cerca

Pro Patria-Como Under 16: A Colombo risponde Catani, è un punto d'oro per i lariani

Bashi
Una partita emozionante quella tra Pro Patria e Como. I tecnici schierano uno speculare 4-2-3-1 ma con connotazioni differenti: il Como, soprattutto nella prima frazione, si trasforma spesso e volentieri in un 3-3-1-3 di Bielsaniana memoria, con un terzino che a turno si sgancia dalla difesa per provare a creare superiorità nella trequarti avversaria. La Pro Patria subisce molto la pressione dei lariani nella prima frazione e riesce poche volte a disturbare l'attento Piombino. Le uniche occasioni dei padroni di casa arrivano da calcio piazzato: prima con un calcio d'angolo battuto da Grillo che attraversa tutta l'area senza trovare l'incornata vincente di un compagno, poi con una punizione laterale dal limite di Zanaboni, che centra in pieno il palo. Per gli ospiti invece le occasioni sono molteplici, tra cui alcune da mangiarsi le mani. Tutte le azioni più pericolose sono uno spettacolo per i tifosi, poiché nate da ottime giocate individuali, dribbling incredibili e triangolazioni di rara fattura. Da notificare certamente l'occasione di Zappa che, sull'unico svarione della difesa della Pro Patria, si presenta a tu per tu con Pica, ma l'esterno del Como si fa ipnotizzare e l'estremo difensore tigrotto compie un vero e proprio miracolo mantenendo il risultato sul momentaneo 0-0. Al Como basta però solo un minuto dall'errore per siglare la rete del vantaggio: Marmo, in stato di grazia, innesca il bomber in area di rigore. Il numero 9 protegge il pallone e sfrutta il corpo del difensore per girarsi e calciare in diagonale. Pica è battuto e il risultato cambia agli sgoccioli di fine primo tempo. Il blackout dei padroni di casa è evidente, al punto tale che dopo la rete subita Di Mauro perde un pallone in area di rigore, che Colombo non sfrutta a dovere per la doppietta personale. Nel secondo tempo, il tecnico Gentilini sostituisce Grillo, Zanaboni e Di Marco, non alla loro migliore gara della carriera, per fare spazio a Sofia, Ippolito e Ferrari. Il cambio di passo c'é e si vede: il pallino del gioco passa nelle mani della Pro Patria, che però non riesce ad essere particolarmente pericolosa. Il Como, meno padrone del campo, riesce a farsi vedere davanti con qualche occasioni ma non sfruttate a dovere da Colombo e Lipari. Serve una giocata da campione di Ferrari al 20' del secondo tempo per rimettere in parità il risultato: l'esterno della Pro percorre tutta la metà campo palla al piede ed entra in area, dove riesce a saltare un esausto Cannizzaro e a servire un assist al bacio per Catani che lo sfrutta a dovere, siglando l'1-1 finale. Prima del triplice fischio, sui piedi di Colombo arriva il pallone dell'ipotetico 1-2: l'attaccante lariano calcia ma Bashi si immola e salva sulla linea di porta. E' l'ultima azione di una gara tra due compagini coraggiose e in grado di proporre un ottimo calcio.

IL TABELLINO

Pro Patria- Como 1-1 (0-1, 1-1) (34'pt Colombo(C), 21'st Catani(P)) Amm: 16'st Settimo(C), 5'st Ferrari(P) Pro Patria (4-2-3-1): Pica, Tamborini (12' st Irali), Arcangelo, Bashi, Giamberini, Badnjevic, Grillo (1' st Sofia), Lamperti, Catani, Zanaboni (1' st Ferrari (37' st Del Vecchio)), Di Marco (1' st Ippolito). A disp. Monaco, Facco, Del Vecchio, Rubino, Spreafico. All. Gentilini. Como (4-2-3-1): Piombino, Angelini, Anghel, Cannizzaro, Brescia, Pecis, Marmo, Settimo (35' st Verga), Colombo(40' st Suarato), Lipari (37' st Boccardo), Zappa. A disp. Frigerio, Grandi, Bossi, La Monaca. All. Corti Terna: arbitro Spinelli, assistenti Adragna e Damato(Sezione di Milano): 6. Gestiscono bene una gara non semplicissima.

LE PAGELLE

Pro Patria All. Gentilini 6: Ribalta la gara scegliendo i giusti cambi. Pica 6.5 Miracoloso in più occasioni, guida bene la linea difensiva. Sul gol non può nulla, ma ha rischiato di rovinare la prestazione con un'uscita errata nel finale. Tamborini 6 Si impegna molto, non è una domenica facile. (12' st Irali 6). Arcangelo 6.5 Spinge di più rispetto al compagno di corsia. Bashi 7.5 Sempre concentrato, salva un gol già fatto allo scadere. Giamberini 6 Fa quasi sempre la cosa giusta per la squadra. Badnjevic 6 Roccioso e concreto. Grillo 5.5 Non riesce a creare azioni pericolose per i suoi. 1'st Sofia 6.5 Cambia volto al centrocampo. Lamperti 6 Una discreta prova, ma corre sempre per tutti. Catani 6.5 Un gol d'attaccante d'area. Sfrutta la distrazione della difesa e insacca. Zanaboni 5.5 Sottotono, prestazione da rivedere. Da lui ci si aspetta di più. 1'st Ferrari 7 Decisivo con una giocata incredibile. (37'st Del Vecchio Sv). Di Marco 5.5 Più volte rallenta l'azione dei suoi. Bravo tecnicamente, ma troppo innamorato del pallone. 1' st Ippolito 6.5 Crea pericoli dalle parti di Piombino. Como All. Corti 5.5: I suoi calano nel secondo tempo anche se non subiscono eccessivamente. Serviva qualche mossa dalla panchina per conquistare i tre punti. Piombino 6 Inoperoso per lunghi tratti, ma ispira sempre sicurezza al reparto. Angelini 6 Attento e ordinato. Pochi problemi dalle sue parti. Anghel 6.5 Attacca molto sulla fascia, sfruttando a dovere la propria velocità. Cannizzaro 6 Buona prova, cerca sempre la giocata intelligente. Brescia 7 Granitico, ferma la maggior parte delle azioni dei padroni di casa. Pecis 6.5 Dai suoi piedi nascono le azioni più pericolose dei suoi. Marmo 7 E' ispirato e si vede. È lui ad innescare l'azione che vale il momentaneo vantaggio del suo Como. Settimo 7.5 È il vero leader di questa squadra. Grintoso e senza paura. (35'st Verga Sv). Colombo 6 Autore del gol, ma si divora la rete che sarebbe potuta valere i 3 punti. (40'st Suarato Sv). Lipari 7 Sfugge sempre via al suo marcatore. (37'st Boccardo Sv). Zappa 6.5 Una prestazione positiva, ma occorre maggiore freddezza sotto porta.

LE INTERVISTE

Giuliano Gentilini, tecnico della Pro Patria, analizza la prestazione dei suoi: «I cambi mi hanno aiutato. Noi cerchiamo di preparare tutto il gruppo, quindi è giusto dare la possibilità a tutti di esprimersi in campo. I ragazzi hanno fatto meglio nel secondo tempo, ma alla fine abbiamo comunque rischiato tanto. Sono contento della mia difesa, è sempre stata ordinata durante il match nonostante la pressione ospite». Gianmario Corti del Como è amareggiato a fine gara: « Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, abbiamo creato tante palle gol ma non siamo riusciti a segnare il 2-0. Nel secondo tempo c'è stata una reazione da parte loro, ma non ci hanno creato grossi grattacapi. Guardando le occasioni potevamo pretendere di più. Il gol preso è stato ingenuo, stavamo attaccando e abbiamo subito un ripartenza evitabile. Faccio comunque i complimenti ai ragazzi».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400