Cerca

Pro Vercelli-Lecco Under 16: zampata Akponine, capitan Ziu la pareggia sul gong

31
Al campo Ardissone di via Vicenza a Vercelli va in scena il test match valido principalmente per il morale e la tenuta atletica dei due gruppi: da una parte i padroni di casa della Pro Vercelli, reduci dalla frizzante vittoria esterna contro il Torino; dall'altra parte i lombardi del Lecco, determinati a dar battaglia su ogni pallone. Dopo un primo tempo molto tattico, combattuto perlopiù a metà campo, la partita si sblocca nella ripresa grazie all'istinto da rapace di Akponine. Nel finale Gallina e compagni tentano con le unghie e con i denti di salvaguardare il vantaggio, ma il muro difensivo della Pro Vercelli crolla nei minuti di recupero, quando Ziu capitano bluceleste traduce in gol l'ennesimo corner di Felice con uno stacco di testa perentorio. I ragazzi del tecnico Gianluca Mero sul più bello vedono sfumare la vittoria; possono invece gioire gli ospiti guidati da Alessandro Toscano Vicinanza, bravissimi nel mostrare tutto il loro carattere e recuperare in extremis una partita che sembrava compromessa. Pro Vercelli a un passo dal bottino pieno. Gianluca Mero sceglie di schierare i suoi con il consueto 4-3-3: Maftei tra i pali, capitan Ricotti terzino destro, Peritore terzino sinistro e il duo Gallesio-Gallina al centro della difesa; davanti alla difesa c'è Iaria, accompagnato dalle mezze ali Testa e Rezzaro; il tridente è composto da Bazzan a sinistra, Cornetti a destra e Coppola centravanti. I padroni di casa partono meglio, tant'é che dopo pochi minuti sfiorano il vantaggio con una splendida incornata di Coppola su corner da destra di Cornetti; Tasca sembra battuto ma ci pensa la base del palo alla sua destra a mantenere il risultato sullo zero a zero. Dopo una prima frazione avara di sussulti da ambe le parti, la ripresa si presenta subito decisamente più intensa. Dopo circa un quarto d'ora arriva il vantaggio dei bianchi: azione confusa e insistita sull'out di destra con la palla che schizza verso il centro dell'area; Akponine, da poco entrato al posto di Cornetti, è perfetto nel controllare la sfera, difenderla con il corpo e freddare l'estremo difensore ospite con un destro implacabile. I cambi di Mero, finalizzati a dare nuova linfa per mantenere il vantaggio, non sortiscono l'effetto desiderato, così gli ospiti alzano il ritmo e i padroni di casa iniziano a soffrire: Cucinotta prova a sbarrare la porta con un paio di interventi miracoloso, ma all'ultimo respiro è costretto a capitolare vedendo la vittoria andare in fumo. Nel complesso, i vercellesi giocano una partita ordinata e attenta, senza rischiare nulla per più di tre quarti della gara. Tra i più positivi sicuramente Testa, centrocampista tutto fare, Ricotti, stoico nel resistere in campo nei minuti finali nonostante i crampi, e naturalmente Akponine, bravissimo a capitalizzare l'unica vera palla gol avuta tra i piedi. Inesauribile Lecco. I blucelesti di Lecco scendono in campo con il 4-3-1-2 con il trequartista ad agire alle spalle delle due punte: l'estremo difensore è Tasca, Zulli terzino destro, De Simone e capitan Ziu al centro e Berti terzino sinistro; il metronomo davanti alla difesa è Ranfi mentre i due interni di centrocampo sono Lanotte e Ballabio; davanti spazio alla fantasia di Felice a servizio del tandem Bianchi-Bertolio. Dopo un avvio complicato i ragazzi di Vicinanza prendono le misure agli avversari e giocano una prima frazione di gare precisa, senza rischiare nulla ma creando pochissimi pensieri a Maftei. L'avvio di ripresa vede il Lecco andare sotto alla prima sbavatura difensiva, punita con grande cinismo dalla Pro. Lo svantaggio risveglia lo spirito combattivo degli ospiti che, con caparbietà, si gettano alla ricerca della parità. Il primo squillo arriva quando manca poco più di una dozzina di minuti al termine: pallone vagante al limite dell'area vercellese su cui si avventa Penzeri; il suo destro viene deviato in corner da Cucinotta. Sugli sviluppi del corner Cucinotta deve fare gli straordinari, volando sul colpo di testa a botta sicura di Pici. Nemmeno un minuto più tardi, sull'ennesimo corner arriva il meritato pareggio lombardo: sempre Felice dalla bandierina, ma stavolta a svettare è capitan Ziu che travolge i difensori e insacca in rete il pallone che significa parità. Vicinanza può essere soddisfatto della prestazione dei suoi che contro un avversario di livello riescono a reagire ad una situazione di svantaggio con grande cattiveria agonistica. Lanotte e Ranfi giocano una gare assolutamente perfetta ma il migliore in campo non può che essere Ziu, non solo leader della difesa ma anche goleador.

IL TABELLINO

PRO VERCELLI-LECCO 1-1 RETI (1-0, 1-1): 20' st Akponine (P), 43' st Ziu (L). PRO VERCELLI (4-3-3): Maftei 6 (1' st Cucinotta 7), Ricotti 7, Peritore 7 (34' st Bellini sv), Iaria 6 (1' st Mosca 6), Gallesio 6.5 (1' st Pici 6), Gallina 6.5, Testa 7 (34' st Lo Bello sv), Rezzaro 6.5 (4' st Franchin 6.5), Coppola 7, Bazzan 6.5 (21' st Mengozzi 6.5), Cornetti 6 (4' st Akponine 7). All. Mero 6.5. LECCO (4-3-1-2): Tasca 6 (1' st Maffi 6), Zulli 6 (7' st Grieco 6), Berti 6.5, Ranfi 7, De Simone 6.5 (28' st Colzani 6.5), Ziu 7.5, Bianchi 6 (7' st Bocchi 6), Lanotte 7, Bertolio 6 (28' st Panzeri 6), Felice 6.5, Ballabio 6 (21' st Galluccio 6). All. Vicinanza Toscano 6.5. ARBITRO: Mancuso di Ivrea 6. AMMONITI: 33' Peritore (P), 25' st Mosca (P), 40' st Ricotti (P).

LE PAGELLE

PRO VERCELLI Maftei 6 Si sporca i guantoni solo per effettuare un paio di uscite alte; disinvolto nel giocare con i piedi in impostazione. 1' st Cucinotta 7 Sfodera due parate eccellenti quando il risultato è ancora di uno a zero per i suoi. Sul gol non può nulla. Ricotti 7 Il capitano dei padroni di casa è impeccabile in fase difensiva e talvolta supporta Cornetti quando ha campo da aggredire. Peritore 7 Preciso nelle chiusure e intraprendente in fase offensiva; spende un giallo per fermare una ripartenza ospite. (34' st Bellini sv). Iaria 6 più prezioso come incontrista che come regista 1' st Mosca 6 Da equilibrio alla manovra e cerca di arginare le ripartenze avversarie. Gallesio 6.5 Personalità da leader sia quando c'è da costruire gioco che quando c'è da anticipare il funambolo Bianchi. 1' st Pici 6 Entra al posto di un acciaccato Gallesio e lo sostituisce alla perfezione. Gallina 6.5 Eccellente nel gioco aereo, costringe l'attaccante ospite Bertolio ad una partita di grande sacrificio. Testa 7 Grande forza fisica abbinata anche a tanta qualità e lucidità con il pallone tra i piedi. (34' st Lo Bello sv). Rezzaro 6.5 Tanto dinamismo in mezzo al campo e qualche inserimento da vero incursore. 4' st Franchin 6.5 Personalità al servizio dei compagni nel momento più complicato della gara. Coppola 7 Lavora benissimo spalle alla porta cercando di far salire i compagni; sfiora il gol in avvio con un gran colpo di testa. Bazzan 6.5 Parte ala sinistra ma lo troviamo anche sull'out di destra; cerca di dare imprevedibilità alla manovra ma viene arginato bene dalla difesa ospite. 21' st Mengozzi 6.5 Entra con il piglio giusto e, oltre a sacrificarsi, dimostra di avere qualità tecniche non da poco. Cornetti 6 Tenta con intraprendenza a sorprendere il dirimpettaio Berti, aiutato dalle sovrapposizioni di Ricotti. 4' st Akponine 7 Destro implacabile per trafiggere Maffi e siglare il vantaggio dei padroni di casa. All. Mero 6.5 I suoi coprono bene in ampiezza il campo ma la manovra a volte fatica ad essere fluida. Prestazione da cui ripartire; peccato per la beffa all'ultimo respiro. LECCO Tasca 6 Mai realmente impegnato, disimpegna bene quando chiamato in causa in uscita. 1' st Maffi 6 Per poco non compie il miracolo in occasione del gol della Pro; per il resto spettatore non pagante. Zulli 6 Ha l'arduo compito di contenere Bazzan e lo porta a termine senza sbavature. 7' st Grieco 6 Entra con il piglio giusto e accompagna le azioni offensive dei suoi. Berti 6.5 Gara precisa in entrambe le fasi; fa su e giù sulla fascia sinistra con continuità. Ranfi 7 E' il leader tattico dei suoi, tocca tantissimi palloni e non sbaglia praticamente mai. De Simone 6.5 Centrale difficilissimo da superare e molto abile nel gioco aereo. 28' st Colzani 6.5 Impegna Cucinotta con un gran colpo di testa durante il forcing finale dei suoi. Ziu 7.5 Comanda la difesa, lotta tutta la partita con Coppola e nel finale è decisivo con il gol del pareggio. Bianchi 6 Primo tempo con alti e bassi, imbrigliato da Gallina; fatica a trovare spazio. 7' st Bocchi 6 Entra per dare peso alla manovra offensiva dei suoi. Lanotte 7 Qualità e quantità in ogni giocata; carisma da vendere. Bertolio 6 Tante sponde e tanti movimenti; nessuna vera chance per andare in gol. 28' st Panzeri 6 Con una sassata da fuori area sfiora l'eurogol. Felice 6.5 Si occupa lui di tutti i calci piazzati e lo fa con grande tecnica. Dal suo piede nasce l'assist per il gol del pareggio. Ballabio 6 Partita di sacrificio, soprattutto nel primo tempo; forse il meno brillante della mediana ospite. 21' st Galluccio 6 Con il suo ingresso in attacco Vicinanza cerca il tutto per tutto nei minuti finali. All. Vicinanza Toscano 6.5 I suoi ragazzi cercano sempre di iniziare la manovra dal basso, passando da Ranfi; tattica a parte, la grinta con cui riacciuffano il match nel finale è sicuramente figlia anche della mentalità vincente del tecnico. ARBITRO: Mancuso di Ivrea 6. Gara senza errori; sceglie bene in diverse situazioni contese, specialmente nel finale.

LA FOTOGALLERY DI GIROLAMO CASSARA'

[galleria columns="2" link="file" size="full" ids="265997,266005,266006,266007,265998,265999,266000,266002,266003,266004,266008,266009,266010,266011,266012,266013,266014,266015,266016,266017,266018,266019,266020,266021,266022,266023,266024,266025,266026,266027,266028,266029,266030,266031,266032,266033,266034,266035"]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400