Cerca

Under 16 Serie C

Pro Sesto (quasi) ai playoff! Non basta il cuore della Pro Patria

I padroni di casa calano gol spettacolari e una prestazione convincente. I ragazzi di Tomasoni si arrendono dopo un bel primo tempo

Alex Di Noi e Davide Ceruti, Pro Sesto Under 16 Serie C

Di Noi e Ceruti, autori di due prestazioni magistrali. In due fanno 4 reti e un assist

La Pro Sesto è ormai ad un passo dalla qualificazione ai playoff (manca soltanto un punto per la matematica). L'emozionante sfida con la Pro Patria termina 6-2 per i padroni di casa, che grazie soprattutto a Di Noi e Ceruti mettono il punto sulla loro stagione praticamente perfetta. Se la partita parte subito forte però, è per merito degli ospiti, che dopo soli 4' di gioco trovano lo 0-1 che manda in confusione la prima in classifica. Il primo quarto d'ora pare essere l'ultimo: squadre lunghe, ampi spazi e grandi occasioni da entrambi i lati. L'inizio prepotente della Pro Patria, come anticipato, trova impreparato l'11 messo in campo da Schenato. A sistemare le cose ci pensa però Di Noi, che regala la prima perla del suo match, con un calcio di punizione. Al 12' sfrutta un lancio in profondità per guadagnarsi fallo e far ammonire Sagliocchi. Poi, senza troppe difficoltà scavalca la barriera con un perfetto destro a giro. Da lì in poi è in discesa per la Pro Sesto, che infatti con le combinazioni specialmente sulla sinistra trova altre due reti in pochi minuti. Il secondo tempo è poi facilitato da un avvio pazzesco di Marchetti, il quale fa 4-1. Quello di Vischioni e il terzo gol di Ceruti rendono poi meno grave la realizzazione di Fiorella.

Qualità senza frenesia. La squadra di Schenato si trova ad affrontare una partita totalmente diversa da quella che aveva preparato. L'allenatore dopo pochi minuti è infatti già furibondo con i suoi, non apprezza l'atteggiamento e la disposizione in campo dei ragazzi in maglia gialla. La rete di Ferrario mette in seria difficoltà la Pro Sesto, che nei primi giri di orologio fatica a trovare le combinazioni per saltare il pressing della Pro Patria, schierata apposta con una difesa molto alta. Dopo la punizione di Di Noi però, il match cambia radicalmente. Infatti, quel gol regala fiducia ed entusiasmo soprattutto al numero 10 ed a Ceruti, che si scatena già dopo 7', quando approfitta del palo del suo compagno per depositare il vantaggio. Lo stato confusionale della compagine di casa dura veramente qualche minuto, perché bastano due scintille per far tornare centrocampisti, attaccanti e soprattutto terzini fiduciosi e qualitativi. La qualità di Nucifero dà un apporto notevole in questo senso, le sue combinazioni con Bandara Manamperi e Di Noi sono decisive per le azioni offensive. Inoltre, la tripletta di Ceruti arriva grazie alle sue e alle abilità anche dei suoi compagni. Se il momentaneo 6-1 arriva da un sinistro imparabile all'incrocio dei pali, il 2-1 del primo tempo lo realizza con un assist, solo da appoggiare in rete, di Di Noi. Se a questo si aggiunge il gran tiro di Marchetti e l'azione avvolgente che porta al gol di Vischioni, la qualità, e la vittoria, sono servite.

Pro Patria a due volti. Se da un lato c'è una rosa prima in classifica e con una qualificazione aritmetica ai playoff, dall'altra ne troviamo una che cerca di fare il possibile per prendere meno gol possibile e segnarne quanto più riesca. Per questo la Pro Patria approccia alla sfida contro la Pro Sesto con tale determinazione e convinzione. E per questo va in rete dopo pochi minuti con Ferrario e sfiora il raddoppio con Fazio. La difesa alta proposta da Tomasoni mira fin da subito a limitare gli attacchi della squadra di casa, costringendola a lanci lunghi senza la giusta precisione. E la tattica si dimostra vincente fin da subito, come detto. Lo spirito combattivo della Pro Patria non si lascia abbattere nemmeno dal 3-1 con cui si va a riposo, ma è la ripresa che lascia pensieri contrastanti. Certamente il destro da fuori di Marchetti dopo pochi secondi dal calcio d'avvio non aiuta i piani difensivi e offensivi dei ragazzi biancoblù, però, complice l'inserimento di Locorotondo e il conseguente scivolamento di Miculi, la formazione ospite si abbassa notevolmente. E ciò non aiuta a contrastare le continue proposte offensive dei padroni di casa. Dal sesto gol le cose cambiano nuovamente. Arriva infatti il 6-2 e per 15' consecutivi la Pro Patria mette la tenda nella metà campo della Pro Sesto, tornando a mostrare uno spirito da combattenti che vogliono continuare a dimostrare i propri valori. 

IL TABELLINO

PRO SESTO-PRO PATRIA 6-2
RETI (0-1, 6-1, 6-2): 4' Ferrario (Pro P), 12' Di Noi (Pro S), 19' Ceruti (Pro S), 25' Ceruti (Pro S), 1' st Marchetti (Pro S), 15' st Vischioni (Pro S), 20' st Ceruti (Pro S), 24' st Fiorella (Pro P).
PRO SESTO (4-3-3): Saccone 6.5, La Bella 6 (21' st Foroni 6), Nucifero 7.5 (24' st Sommella sv), Vischioni 7, Russo 6.5 (17' st Mandelli 6), Milan 6 (1' st Albertazzi 6), Marchetti 7, Bandara Manamperi 6.5 (24' st Fabbri sv), Grossi 6 (17' st Istoc 6.5), Di Noi 8, Ceruti 8.5 (21' st Osnato 6). A disp. Bove. All. Schenato 7.
PRO PATRIA (4-4-2): Bongini 6 (20' st Marascio 6), Miculi 6, Garantola 6.5, Sagliocchi 6 (20' st Granai 6), Fornaro 6.5, Brazzelli 6 (22' st Locorotondo 6.5), Di Coste 6.5, Fiorella 7, Fazio 7, Ferrario 7.5, Zago 6.5 (20' st Prendi 6). A disp. Gavin. All. Tomasoni 6.
ARBITRO: Esposito di Bergamo 6.5.
ASSISTENTI: Cellamare di Bergamo e Ferrari di Bergamo.
AMMONITI: Sagliocchi (Pro P), Fornaro (Pro P), Mandelli (Pro S).

LE PAGELLE

PRO SESTO
Saccone 6.5 Nonostante qualche pecca sulle uscite, trasmette sicurezza alla squadra e quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Importante il suo contributo nell'ultimo quarto d'ora di gioco, quando effettua un paio di belle parate.
La Bella 6 Vince molti duelli aerei ed è deciso nei contrasti. Spinge meno del suo opposto ma il suo apporto in fase difensiva si sente.
21' st Foroni 6 Entra subito in partita con passaggi chiave e combinazioni interessanti. Ha poche possibilità di spingersi in avanti.
Nucifero 7.5 Il suo primo tempo è eccezionale. I continui scambi con i compagni lo portano diverse volte ad entrare dentro l'area e a farlo con qualità. Mette a disposizione la sua velocità per sfruttare al meglio la corsia di sinistra. Cala nel secondo tempo ma è un fattore di questa partita. (24' st Sommella sv).
Vischioni 7 Dietro è quasi impenetrabile. Il suo senso della posizione aiuta i compagni a tenere la linea ed è attento nelle letture. Si concede il lusso del gol quando appoggia un cross a pochi passi dalla porta, su sviluppo di calcio di punizione.
Russo 6.5 Per tutto il periodo in cui è in campo in fase di possesso scende tra i due centrali, iniziando ogni manovra. E' il regista della squadra e detta i tempi del gioco durante tutti i suoi 57'.
17' st Mandelli 6 Fa il suo compito, gestisce qualche passaggio in mezzo al campo e non si notano particolari sbavature. Quando entra in campo la gara è comunque già indirizzata.
Milan 6 Non molla mai nei contrasti e nelle marcatura, fa sentire il suo fisico andando spesso corpo a corpo. Bravo nelle uscite palla al piede.
1' st Albertazzi 6 Soffre nel secondo tempo le continue pressioni della Pro Patria, ma l'unico gol subito con lui in campo lo vede innocente.
Marchetti 7 La sua velocità impressionante si scatena nel corso dei primi minuti, quando cerca la rete o l'assist vincenti. Trova la gioia a pochi secondi dal fischio del secondo tempo, con un gran destro da fuori area. Si concede poi anche una traversa.
Bandara Manamperi 6.5 Mette la sua qualità a disposizione della Pro Sesto. Agisce da mezzala sinistra e insieme a Nucifero e Di Noi insiste con combinazioni a liberare gli spazi in profondità. Tocca innumerevoli palloni per tutta la gara. (24' st Fabbri sv).
Grossi 6 Fatica soprattutto nel primo tempo, ma il suo fisico aiuta i compagni ad appoggiarsi a lui quando in difficoltà. Difende bene la sfera e si abbassa per lavorare con la squadra.
17' st Istoc 6.5 Entra bene in campo, dà profondità alla rosa e tocca qualche palla importante. Non ha molte chance per lasciare il segno, ma aveva voglia di giocare dopo molto tempo e si nota.
Di Noi 8 La sua prestazione può essere oscurata da quella di Ceruti, ma in realtà il suo apporto è quasi equivalente. Sblocca la tensione iniziale e mette in discesa la partita, dai suoi spunti nascono il 2-1 e il 3-1 segnati dal compagno. Oltre a questo giocate di qualità, dribbling e passaggi filtranti decisivi. Sicuramente l'arma in più.
Ceruti 8.5 Fa tre gol in 3 modi diversi: di rapina, da attaccante vero e con un tiro da fuori. Il match di Ceruti si riassume così. Segna perché è sempre al posto giusto, anche quando prende il palo nel primo tempo. Corre per due ed è il migliore in campo anche per questo. Si porta a casa un pallone che vale l'ingresso ai play off.
21' st Osnato 6 Si piazza sulla destra ed è quasi sempre lasciato libero. Entra in campo con voglia e si vede da quanto si propone. Corre nello spazio ma poche volte viene servito a dovere.
All. Schenato 7 L'atteggiamento dei suoi a inizio gara è inaspettato. Gli errori in fase di costruzione sono più per disattenzione che per tecnica, ma ci mette la mano con le giuste parole e la corretta determinazione. Notevole la scelta accurata con cui dispone i suoi sui rinvii dal fondo. È poi bravo a concedere minutaggio a chi lo desiderava da tempo.

PRO PATRIA
Bongini 6 La valutazione è inevitabilmente condizionata dai sei gol presi, perché su nessuno di questi è colpevole. Effettua anche qualche bella parata e trasmette fiducia alla squadra con i suoi richiami in continuazione.
20' st Marascio 6 Quando entra il match si gioca quasi solo dall'altra parte del campo. Infatti non ha modo di intervenire, ma è certamente soddisfatto del minutaggio concessogli dal suo allenatore.
Miculi 6 Inizialmente parte da terzino e interpreta il ruolo molto bene, sale e copre in alternanza. Poi, quando si abbassa e stringe a fare il centrale cala un po' di rendimento.
Garantola 6.5 È certamente il più positivo del reparto difensivo. Propositivo ed efficace nelle giocate, costruisce combinazioni interessanti. Corre molto per cercare il terzo gol nella ripresa.
Sagliocchi 6 E' sfortunato in occasione dell'1-1, perché causa il fallo da cui nasce la rete. Ciononostante non si fa abbattere e continua a lottare su ogni contrasto, uscendone spesso vincente. 
20' st Granai 6 Non ha grandi opportunità di difendere per mostrare le sue doti, ma si fa comunque trovare pronto per farlo.
Fornaro 6.5 È attento e concentrato, non si lascia confondere dalle continue pressioni avversarie. Fa tutto ciò che può per contrastare gli attaccanti della Pro Sesto, anche a costo di farsi ammonire.
Brazzelli 6 Deve lasciare il terreno di gioco dopo soli 22' per un infortunio. Fino a quel momento nessuna sbavatura da parte sua.
22' st Locorotondo 6.5 Si fa subito trovare pronto ed entra immediatamente in partita, nonostante un riscaldamento inevitabilmente precario. Corre su tutta la fascia di destra, interpretando due ruoli insieme.
Di Coste 6.5 Fa da motore per la Pro Patria, la sua energia è fondamentale per far rifiatare i compagni. Fa filtro come può in mezzo al campo e regala anche qualche giocata di qualità.
Fiorella 7 Il gol è solo una nota di merito per la bella prestazione. Le sue doti si intravedono nel primo tempo ed escono nella ripresa, quando cambia ruolo e si accentra maggiormente. Notevole anche la sua leadership all'interno del gruppo.
Fazio 7 Difende palla egregiamente, aspetto fondamentale per i compagni quando sono sotto pressione. Fa reparto da solo quando deve farlo ed è solo sfortunato a non trovare la rete. Al 20', infatti, si costruisce una grande opportunità, ma conclude largo alla destra di Saccone.
Ferrario 7.5 Certamente il migliore in campo della Pro Patria. Sblocca il match con un tiro da fuori area, poi offre qualità e continua grinta, la quale cerca di trasmettere per tutti gli 80'. Oltre alla sua gioia personale, entra anche nel gol di Fiorella. 
Zago 6.5 Corre su tutta la corsia di sinistra, anche se la sua velocità non viene sfruttata al meglio da se stesso e dai compagni. Tuttavia la sua prestazione è positiva per sacrificio e dedizione.
20' st Prendi 6 Entra in partita con la voglia di incidere. Prova qualche triangolazione che non ha successo, ma non si abbatte.
All. Tomasoni 6 Come per l'estremo difensore, anche il suo voto è figlio del risultato, ma non tutto è da buttare, anzi. Dalla sua restano l'approccio alla gara e la reazione dell'ultimo quarto d'ora. La base solida da cui ripartire è sicuramente lo spirito dei suoi.

ARBITRO
Esposito di Bergamo 6.5 Estrae pochi cartellini e sono tutti corretti. Utilizza lo stesso metro di misura per l'intera gara, con determinazione e dialogo.

L'INTERVISTA

Al termine della gara, l'allenatore della Pro Sesto Agostino Schenato ha commentato così la prestazione dei suoi: «Un ottimo risultato e un buon secondo tempo. Il primo non mi è piaciuto per l'atteggiamento della squadra: eravamo spesso lunghi e dopo l'1-0 abbiamo rischiato di capitolare per ben due volte su errori nostri. Il risultato ci dà soddisfazione e adesso con la pausa possiamo ricaricare le pile, perché siamo arrivati abbastanza tirati. Siamo felici e adesso lavoriamo per mantenere questo primo posto, che comunque non è ancora scontatissimo. Siamo a buon punto». Torna poi sull'approccio: «Negli ultimi 30 metri oggi siamo andati bene, non mi è piaciuto invece l'approccio alla gara perché sbagliavamo i tempi soprattutto in fase di non possesso. Siamo comunque poi cresciuti e il quarto gol in apertura di ripresa ci ha aiutati». Infine, aggiunge: «Abbiamo avuto l'opportunità di far giocare ragazzi fermi da tempo, abbiamo dato minutaggio anche a loro e sfrutteremo la sosta anche per questo. Vogliamo arrivare a fine stagione e giocarci le nostre chance». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400