Cerca

Under 16 Serie C

Tiro al volo di destro e gol da tre punti: il Renate blinda il secondo posto

I padroni di casa conquistano il risultato minimo con una performance quadrata e concreta, il Lecco non va alle finali

Renate-Lecco

L'MVP e autore del gol Gabriel Disca (Renate)

È un lampo al 17’ del primo tempo l’atto spartiacque della bella gara tra Renate e Lecco. Le Pantere escono vincitrici dallo scontro proprio con il risultato di 1-0 ed approdano alla fase finale con una performance solida e caratterizzata da poche sbavature. La squadra di Marcandalli entra in campo con il giusto piglio e la pressione paga già nelle fasi iniziali con il vantaggio conquistato poco dopo il primo quarto d'ora. Nel secondo tempo il Lecco cresce sensibilmente e cerca di riaprire la gara alzando il proprio baricentro, ma la difesa di casa al netto di qualche rischio riesce a proteggere il risultato minimo e sfiora anche il raddoppio in un paio di occasioni. Il Renate tira i remi in barca rispettando il pieno il proprio piano gara che strappa l'accesso alle finali attraverso il secondo posto. Per il Lecco, invece, la stagione finisce qui: i 17 punti fatti non bastano, a qualificarsi come miglior quarta sarà il Pescara.

PRESSIONE E VANTAGGIO

La partita si apre nel segno di un sostanziale equilibrio tra le parti: tanto studio e qualche timido tentativo per scardinare le difese dell’avversario. L’inerzia iniziale sembra favorire il Renate che tende a presenziare con maggior insistenza nella metà campo avversaria e con la prima occasione maturata all'8’: Disca pesca il taglio intelligente di Rastelli che sorprende la linea difensiva avversaria e si invola verso la porta, il numero 11 viene però fiancheggiato da Oliva e temporeggia troppo finendo con il calciare a lato della porta. Poco dopo è Simeone a provarci liberando un affilato sinistro da posizione defilata che costringe Chiappini all’intervento. Il Lecco cerca ancora di trovare la quadra offensiva provando a puntare sulle ripartenze  e sulla rapidità degli interpreti, ma la difesa di casa è attenta a non lasciare spiragli troppo ghiotti. Al 16’ Villone prova ad inseguire un pallone per poi involarsi in area ma Gobbo è bravo a schermare l’iniziativa facendo sua la sfera: il rinvio però non è abbastanza preciso e rischia di innescare Locati, il quale però non riesce ad arpionare il pallone sfruttando la posizione a ridosso dell’area. La pressione casalinga presenta il conto al 17’: su una rimessa laterale Rastelli spizza in pallone che spiove nei pressi di Disca, il numero 9 è eccellente nel tempismo e prima lo alza con il petto e poi si coordina calciando al volo per l’1-0 del Renate. I lecchesi cercano di ritrovarsi e al 21’ conquistano un corner che però si rivela infruttuoso con il pallone che termina la sua corsa a lato. Il Renate sfiora il raddoppio al 24’ quando un cross di Deviardi va lungo e colpisce l’incrocio della traversa: il pallone resta in area e arriva sui piedi di Disca che calcia di fretta e si divora la rete del 2-0. Al 32’ ci prova Marrosu a infondere una scossa al Lecco con con un buon cross che però Donvito è abile a fare suo prima che gli innesti offensivi avversari vengano attivati. Gli ospiti in questo frangente sembrano trovare una maggior consistenza presentandosi oltre la trequarti e muovendo la catena per trovare degli spazi utili come in occasione della bella salita collettiva al 36’.

RISCHI E RISULTATI

Il secondo tempo si apre con una buona attitudine da parte di entrambe le squadre con il Lecco che opera due sostituzioni per tentare di riaprire la gara. Il primo vero tentativo però porta la firma del Renate con Disca che scarta un avversario spalle  alle porta e apre il tiro che però è centrale e non sollecita eccessivamente Chiappini. Al 7’ ci prova Marrosu aprendo il tiro dalla corsia di destra: la posizione però è defilata e il pallone termina sul fondo. Il Renate risponde al 10’ con la bella punizione di Simeone: il pallone scende nel centro della mischia e Disca riesce a colpire il pallone con la testa, accentuando però eccessivamente la torsione con la traiettoria che termina di poco a lato. Con il passare dei minuti cala lievemente la brillantezza offensiva per entrambi i team che non riescono a presentarsi con costanza nei pressi delle porte avversarie. Al 21’ ci prova il neo entrato Kamal con un tiro dalla lunga distanza che però non trova il risultato sperato. Bella iniziativa del Lecco al 25’ sotto forma di un lancio lungo di De Angelis che trova Locati in area: il numero 9 ha un buon pallone sui piedi ma la difesa locale riesce a ricompattarsi in tempo per evitare maggiori complicazioni. Grande occasione per i padroni di casa al 28’ quando ancora Kamal esegue un buon taglio e si invola verso la porta palla al piede: lo spazio però è poco e il numero 16 non riesce ad incidere abbastanza potenza al tiro, con la difesa ospite che ha il tempo di sopraggiungere e spazzare la sfera. L’opportunità più netta per il Lecco arriva invece al 31’ quando un cross basso pesca Locati davanti alla porta di Donvito: l’attaccante però manca di pochi centimetri l’appuntamento con il pallone facendo sussultare gli spalti. I ragazzi di Bianchessi cercano di alzare le marce per riaprire la gara e ci vanno davvero vicino con una traversa al 38’ annullata per lieve posizione di fuorigioco. Nonostante qualche rischio nei minuti conclusivi il Renate riesce a preservare il vantaggio fino al triplice fischio che regala la qualificazione ai ragazzi di Marcandalli.

IL TABELLINO

RENATE-LECCO 1-0
RETE: 17’ Disca (R).
RENATE (4-3-3): Donvito 6, Mugnai 6 (20’ st Meroni 6), Polara 6.5, Gobbo 6.5, Garavello 7, La Ruffa 6.5, Deviardi 6.5, Valsecchi 6 (35’ st Sassudelli sv), Disca 7.5, Simeone 6.5 (35’ st Fornazieri sv), Rastelli 6.5 (20’ st Kamal 6.5). A disp. Zapparoli, Raimondi, Lezo. All. Marcandalli 6.5.
LECCO (4-4-2): Chiappini 6, Marrosu 6.5, Dugo 6.5, De Angelis 6, Oliva 6, Gianola 6, Villone 6.5 (1’ st Wade 6), Bellani 6 (3’ st Pasini 6), Locati 6.5, Trevisan 6 (24’ st Pasina 6), Sarpa 6.5. A disp. Russomando, Gualtieri, Doldi, Del Prete, Mapelli, Gjepali. All. Bianchessi 6.
ARBITRO: Marchetto di Gallarate 6
ASSISTENTI: Chiappini e Missaglia di Monza. 
AMMONITI: Rastelli (R)

LE PAGELLE

RENATE

Donvito 6 Viene sollecitato sporadicamente nel corso della gara e può limitarsi ad amministrare. 
Mugnai 6 Presidia bene la propria zona ma sa anche salire con qualità.
20' st Meroni 6 Lavora bene in difesa offrendo freschezza e letture attente. 
Polara 6.5 Bravo nel gioco attraverso gli spazi stretti e nell’aiutare la squadra ad alzare il baricentro. 
Gobbo 6.5 Prova di leadership sia nei gesti che nelle parole, unendo a una performance solida il giusto atteggiamento. 
Garavello 7 Lavora molto bene a centrocampo dove è abile a gestire i palloni e a fare sempre la scelta giusta anche sotto pressione. 
La Ruffa 6.5 Lavora bene con il compagno di reparto e si rende protagonista di alcune buone letture.
Deviardi 6.5 Ampiamente coinvolto nella manovra offensiva, sa farsi notare per i movimenti con e senza palla. 
Valsecchi 6 Ordinato lavoro di raccordo seguendo con ordine il piano tattico. (35' st Sassudelli sv).
Disca 7.5 Suo il gol che apre e chiude la gara. Disputa una partita concreta andando anche ad abbassarsi per agevolare la squadra. 
Simeone 6.5 Grande prova tecnica la sua, abile sia a lavorare per sè che a servire i compagni. (35' st Fornazieri sv).
Rastelli 6.5 Non segna ma si muove bene offensivamente e sa rendersi sempre pericoloso.
20' st Kamal 6.5 Entra nel migliore dei modi: corre, sportella e va anche vicino alla rete. 
All. Marcandalli 6.5 Non esistono partite facili e lui lo sa: confeziona un piano gara ordinato e senza fronzoli che gli consegna il risultato. 

LECCO

Chiappini 6 Tendenzialmente incolpevole sul gol ma non è sempre preciso nelle uscite. 
Marrosu 6.5 Si fa valer per il piglio messo in campo spingendo ogni volta che può sino all'ultimo minuto a disposizione.
Dugo 6.5 Mette in mostra buon piglio e buona gamba, anche se le aperture per i compagni non sono sempre precise. 
De Angelis 6 Buon palleggiatore che si impegna per fluidificare la manovra meglio che può.
Oliva 6 Opera qualche chiusura di spessore e si fa notare per l’approccio quasi sempre concentrato. 
Gianola 6 Cerca di lavorare al meglio con il compagno di reparto anche se paga dazio per il lungo utilizzo. 
Villone 6.5 Ha diverse buone intuizioni e quando riesce ad aprirsi in fascia può dire la sua.
1’ st Wade 6 Lo spirito messo in campo è quello giusto e in un'occasione ha sul piede il pallone della svolta.
Bellani 6 Cerca di coadiuvare il centrocampo anche se non sempre compie la scelta migliore. 
3’ st Pasini 6 Cerca di offrire un buon contributo e aiuta a costruire nella ripresa.
Locati 6.5 Si fa valere portando pressione e lottando per capitalizzare i palloni che riesce ad ottenere dai propri compagni.
Trevisan 6 Buon profilo offensivo il suo: dà mostra di cose interessanti anche se la giornata non è propizia e sul finale ne risente. 
24' st Pasina 6 Il momento non è facile e i minuti non sono molti ma si fa valere.
Sarpa 6.5 Si impegna come pochi altri in campo consumando km fino all’ultimo minuto e spingendo sempre per riaprire la gara.
All. Bianchessi 6 La partita è complicata sin dalle prime fasi. I suoi riescono a entrare in ritmo con il passare dei minuti ma non è abbastanza. 

ARBITRO

Marchetto di Gallarate 6 Arbitra ordinatamente fischiando il giusto e mantenendo il ritmo di gara scorrevole. 

LE INTERVISTE

Soddisfatto e consapevole il tecnico di casa Marcandalli: «Devo dire in primis che i ragazzi del Lecco hanno fatto una buona partita e che paradossalmente il ritmo di gara poteva pendere dalla loro parte, venendo da un situazione in cui non si ha nulla da perdere. Noi abbiamo rischiato poco con una gara quadrata e ordinata contro una squadra con grande potenziale in tutti i reparti. Credo che questo risultato sia meritato così come la qualificazione alle finali: la dedichiamo a Cisana, Ceresola e Viscardi indisponibili per infortunio. Adesso non ci resta che aspettare di conoscere l’avversario e sapere dove ci porterà la trasferta».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400