Cerca

Under 16 Serie C

Trattenuta e contatto, il rigore non dato che ha indirizzato la finale: le foto di Pro Sesto-Virtus Entella

L'intervento di Lagomarsino su Vischioni non sanzionato dal direttore di gara: un penalty che avrebbe potuto cambiare la storia dell'epilogo Scudetto

Secondo minuto di recupero su quattro concessi nel secondo tempo regolamentare, calcio di punizione dalla destra di Marchetti e palla che sbuca sul secondo palo dove arriva Tommaso Vischioni pronto a colpire a rete: il capitano della Pro Sesto è contrastato da Lagomarsino - difensore dell'Entella - che prima tiene vistosamente per la maglia l'avversario, poi lo colpisce con il ginocchio sinistro sulla coscia sinistra. Contatto da rigore, che però il direttore di gara - Maccorin della sezione di Pordenone - non concede: una svista che potrebbe aver condizionato la finale Under 16 di mercoledì a Tolentino tra la formazione lombarda e quella ligure. Il condizionale solo perché poi i rigori vanno tirati e segnati, ma l'errore è grave e le immagini (anche tv) lo dimostrano.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO DELLA PARTITA

VIRTUS ENTELLA, VITTORIA MERITATA

La partita rimane quindi bloccata sullo 0-0 e ai supplementari la Virtus Entella sblocca e chiude la partita con una doppietta fantastica del suo centravanti Gabriel Perrone. Sia chiaro: la vittoria dei ragazzi di Andrea Scotto è assolutamente meritata per quanto visto in campo: l'Entella ha tenuto benissimo il campo, non ha concesso quasi nulla e in generale ha fatto qualcosa di più della Pro Sesto andando a prendersi il terzo Scudetto della sua storia dopo quelli con la Berretti nel 2011 e nel 2019.

COSI' PERO' FA MALE

Perché l'episodio ha inevitabilmente condizionato una partita nella quale la Pro Sesto di Agostino Schenato aveva comunque combattuto alla pari con gli avversari, e giocando anche meglio in alcuni tratti del match. La formazione sestese si ferma dunque a un passo dallo Scudetto al termine di una stagione in cui non ha mai perso nei tempi regolamentari: 22 partite giocate di cui 15 vinte, 7 pareggiate e 0 perse è lo score di una squadra che ha fatto sognare tutta Sesto San Giovanni. E che merita solamente applausi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400