Cerca

Audace Boschese Under 16: Le mille idee di Giuseppe Ravetti

Audace-Boschese-U16
La crescita sportiva deve sempre essere abbinata ad una crescita personale. Questa è la convinzione di Giuseppe Ravetti, tecnico dell’ Audace Boschese Under 16. Ravetti, educatore e da sempre impegnato nel sociale, è il condottiero dei 2005 biancoverdi solo da questa stagione, dopo l’esperienza Regionale con la Pozzolese nel 2019-2020. «Sono molto contento di essere all’Audace Boschese – esordisce il tecnico – sono un gruppo nuovo ma che si conosce da sempre fuori dal campo, perciò sono affiatati e si riesce a lavorare molto bene». E, infatti, il lavoro si vede. Dopo tre gare il gruppo di Ravetti è primo in classifica a punteggio pieno e con nessuna rete subita ( 4-0 con l’Ozzano Ronzonese, 3-0 con il Bergamasco e 5-0 con l’Asca). «L’obiettivo? Vincere il campionato – si espone il tecnico – Le possibilità ci sono, i ragazzi sono validi e, soprattutto, sono disposti a mettersi in gioco e ad accettare e seguire tutte le mie indicazioni, è una squadra che ascolta. Ho degli ideali e dei valori che cerco di trasmettere a loro. Rimango dell’idea che la formazione e la crescita personale siano assolutamente la prima cosa a cui pensare quando si allena un gruppo di settore giovanile, ma è pur sempre una competizione, vincere è bello e si può fare». Come raggiungere quindi l’ambizioso traguardo? Giocando all'attacco. «Giochiamo con il 4-4-2 ma è una squadra assolutamente offensiva. Ho un buonissimo reparto difensivo, quindi posso anche permettermi di chiedere ai ragazzi di concentrarsi sulla spinta in avanti». Reparto difensivo costituito da bandiere della Boschese e da nuovi ingressi. Tra i pali ci sono Giovanni Crudele (classe 2006 ed ex Pozzolese) e Edoardo Meloni (ex Lions). In difesa Gabriele Cairo e Solayman, entrambi già alla Boschese, Giorgio Duta (ex Don Bosco Alessandria) e Diego Pinardi e Alessandro Cavo che hanno seguito Ravetti da Pozzolo. A centrocampo Giovanni Giordano e Emanuele Bettelle dal Don Bosco, Niccolò Menido (ex Boys Calcio), Davide Carlone (ex Pozzolese), Leonardo Gallina (ex Capriatese) e Lorenzo Pastore già all’Audace Boschese. Davanti Ravetti si affida ai veterani biancoverdi Luigi Gazzaniga e Marco Massobrio, a Eugenio Ferraro e a Luca Lucibello, ex Pozzolese e anche ex difensore centrale, rivisitato come attaccante: «Ho spostato Luca in avanti e ha giocato molto bene trovando anche il gol – commenta Ravetti – se c’è armonia e si gioca per la squadra è più facile anche adattare i giocatori e cambiare loro il ruolo se e quando necessario». Ma Giuseppe Ravetti si preoccupa dei suoi ragazzi anche quando escono dal campo. Il tecnico infatti, insieme al suo staff composto dai dirigenti Franco Gazzaniga e Stefania Demichelis e dal preparatore dei portieri Pietro Santamaria, ha creato un progetto per tenere attivi i ragazzi, chiedendo loro di scrivere le loro opinioni sul difficile periodo attuale e di cercare di sintetizzare in poche parole cos'è per loro il calcio. [caption id="attachment_239542" align="aligncenter" width="900"] Audace Boschese Under 16 Il progetto dell'Audace Boschese Under 16[/caption] Audace Boschese under 16 «L’idea è nata in un momento particolare – racconta Giuseppe Ravetti – eravamo in campo ed è arrivato il Presidente, Rossano Falciani, a comunicarci che molto probabilmente quello sarebbe stato il nostro ultimo allenamento. Allora mi si è accesa una lampadina. Mi sono chiesto ‘Cosa posso fare per tenere attivi i ragazzi e allo stesso tempo sensibilizzare il territorio a livello sociale e sportivo?’ Così abbiamo pensato a queste locandine. Ma abbiamo in mente altro». Ravetti infatti è molto attento all'aspetto sociale, e cerca sempre nuove idee per riuscire a tenere occupati i ragazzi. «A mio avviso mancano progetti (sportivi) utili ai giovani e protocolli forti su cui lavorare per dare continuità durante questi momenti di disagio. Per questo cerco sempre nuove idee. Abbiamo deciso di realizzare questo con l'Audace Boschese per stare vicino moralmente alle famiglie e, allo stesso tempo, per dare uno spunto riflessivo». E questi nuovi spunti sono già in programma infatti «come squadra abbiamo in programma una video chiamata su Zoom – continua Ravetti – per un incontro con Pier Luigi Sterpi (ex Presidente dell’AIAC di Alessandria prima di Marco Giovannetti, ndr), i ragazzi potranno fargli delle domande e lui darà loro dei consigli, anche sul come tenersi attivi in questo periodo di stop». Ma non è tutto, c’è infatti già in progetto un nuovo un altro incontro, i ragazzi dell’Audace Boschese potranno porre le loro domande anche a Marco Nosotti, giornalista Sky. «Sto aspettando una conferma da Marco Nosotti – conclude Ravetti – non potremmo incontrarci in video chiamata, ma gli ho chiesto se può fare un video che riguarda la Nazionale, visto che lui segue gli Azzurri, da far vedere ai ragazzi, e loro potranno fare a lui alcune domande registrandole in video, alle quali poi Nosotti risponderà». Iniziative, idee e interesse per i ragazzi anche fuori dal rettangolo verde. Giuseppe Ravetti le pensa tutte per tenere i suoi ragazzi motivati e stimolati. «C’è la possibilità di fare tante cose – conclude il tecnico – Bisogna avere progetti e metterli in pratica per cercare di alleggerire ai ragazzi questo durissimo periodo e renderlo comunque utile. E' necessario usare il tempo che abbiamo a disposizione per la loro formazione e crescita».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400