Cerca

Rebaudengo Under 16, il nuovo "Reba" di Beppe Migliaccio, specialista degli Allievi

Under-15-Rebaudengo
Per 23 stagioni ha allenato alla Pro Collegno, tra Regionali, Provinciali e Promozione, quest'anno ha accettato la "sfida" Rebaudengo con cui, anche se stiamo parlando solo di tre giornate, è primo nel girone B Under 16 di Torino: il tecnico Giuseppe Migliaccio è già sul pezzo con i suoi nuovi 2005.

«Non guardo solo i 9 punti in tre partite - analizza Migliaccio -, la squadra si sta formando a livello di mentalità, è cambiato l'approccio agli allenamenti e alle gare. L'organico è buono, forse manca solo una prima punta di mestiere, ruolo in cui stanno ruotando i vari Tiano, Collino, De Franco, ci sarebbero stati anche degli innesti importanti, ragazzi che si stavano allenando già con noi. Con il capitano Andrea Renda a centrocampo siamo copertissimi in quella zona, tecnicamente lui c'è, deve solo trattenersi un po' caratterialmente, poi ha tanta voglia di giocare, è sempre il primo da arrivare agli allenamenti, si vede che ci tiene molto». Ottimo prospetto anche nel pacchetto difensivo, dove Alessandro Handra si sta dimostrando centrale di sicuro affidamento, andato anche a segno nell'ultima partita vinta con il Fiano Plus (5-2): «Non ho mai visto un giocatore così a livello atletico alla sua età, Alessandro è bravissimo nell'uno contro uno, sta migliorando sotto l'aspetto tattico, micidiale di testa quando sale sui calci piazzati». Il Rebaudengo ha anche dei 2006 in rosa, due arrivano dal Mercadante, Cristian Collino, giocatore offensivo anch'egli in gol e tra i migliori in campo nella sfida con il Fiano, l'altro ex granata è Kevin Mariggiò, trequartista, di cui in società si parla un gran bene: «Ragazzo molto intelligente calcisticamente, ha grandi mezzi tecnici, deve solo crescere un po' fisicamente e credo che crescerà». Tutto questo in un 4-2-3-1 che può variare in corse e in base agli avversari, il più ostico secondo Migliaccio è la Torinese, in cui gioca anche l'ex di turno Nino Iachetta, che fino all'anno scorso era il bomber del Reba.

[caption id="attachment_241371" align="aligncenter" width="1400"] Beppe Migliaccio ai tempi della Pro Collegno[/caption] Tornando alla sua carriera, lunghissima, fortemente caratterizzata dalle 23 stagioni alla Pro Collegno dove ha vinto tantissimo sia livello provinciale che Regionale, Beppe Migliaccio parla dei suoi inizi: «Ero giovanissimo quando ho allenato per la prima volta, avevo 18 anni ed ero al River Mosso, avevo i Giovanissimi '75, dopodiché sono partito per il servizio militare. Al rientro ho preso gli Esordienti '82 sempre al River Mosso, che all'epoca era affiliato con il Parma, eravamo in collaborazione anche con il Salus: avevamo prima squadra e Juniores sotto il nome di Polo Stura. Poi dal 1996 al 2018 alla Pro Collegno: tanti successi, sopratutto con il biennio Allievi, di cui può essere definito uno specialista. L'accesso alle fasi finali e il campionato vinto davanti a Lascaris e Alpignano con i '93, il titolo provinciale battendo in finale la Cbs e la Coppa Piemonte superando 2-1 il Bra con i '95. Inoltre Beppe Migliaccio ha allenato anche in Prima Categoria e Promozione nelle società rossoblù, insieme al suo vice Francesco Ottembrini. Prima del Rebaudengo, una breve parentesi come Direttore Tecnico alla Junior Torrazza, società da cui insieme a lui è arrivato in via Gottardo anche il Dg  Roberto Arena (che del Torrazza era il presidente). «Quest'anno volevo rimanere fermo - rivela Migliaccio - mi sono fatto da Arena, lui ha tanta esperienza, è stato team manager del Canavese in Serie C, oltre a noi sono arrivati qui al Reba anche Franco Pignatiello, Carlo Nobile, Abdullah Fusseini, Antonio Licciardi». E di questo staff tecnico/dirigenziale è sicuramente contento il presidente del Rebaudengo Pasquale Giglio, lui che sottolinea sempre che la sua società è come una famiglia, «Casa Reba», come a lui piace chiamarla. [caption id="attachment_241388" align="aligncenter" width="900"] Pasquale Giglio, presidente del Rebaudengo[/caption]

LA ROSA DEL REBAUDENGO UNDER 16

PORTIERI: Enrico Cravero, Edison Kapinova DIFENSORI: Martins Obayagbona, Alessio Cavalieri, Michael Valguarnera, Alessandro Handra, Enzo Fabbricatore, Nicolas Rizzello. CENTROCAMPISTI: Aboulaye Ndiaye (2006), Andrea Renda (Capitano), Leonardo Greco, Francesco Tiano, Kevin Mariggiò (2006), Mostafa Said, Matteo Paun. ATTACCANTI: Yousef Saleh, Cristian Collino (2006), Andrea De Franco, Daniele Muriglio. ALLENATORE: Giuseppe Migliaccio DIRIGENTE: Fabio Renda
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400