Cerca

Under 16

Pro Collegno-Mercadante: Rossoblù ammazzagrandi, match ball di Andreotti su assist di un monumentale Chiribau

Padroni di casa a punteggio pieno, vincono in 10 a nove minuti dalla fine, capitan Bellino: «Non ci siamo mai scoraggiati»

La Pro Collegno Under 16

Il mitra della Pro Collegno Under 16 a fine partita

Pro Collegno ammazzagrandi. Dopo il Barcanova, anche il quotatissimo Mercadante cade nella tela tessuta dai ragnetti rossoblù, bravissimi a incassare i colpi iniziali dei granata, riassettarsi una volta rimasti in dieci per la (severa) espulsione di Pili nel primo tempo, aspettare, piazzare la zampata vincente che questa volta porta la firma di Lorenzo Andreotti. E nei minuti finali si è vista di nuovo la "resistenza" rossoblù, il marchio di fabbrica di una squadra allenata da Francesco Ottembrini che finora ha dimostrato di saper trovare sfruttare i "momenti giusti" di quel gran film che è la partita.

Giovanni Abate, tecnico del Mercadante, ancora in "esilio forzato" assiste al match dalla partita, in panchina c'è l'allenatore dei 2007 Sandro Morreale. Le carte sono mischiate, mischiatissime, rispetto alla gara vinta sabato scorso con il Sanmauro: al centro della difesa c'è Divariu, alla sua prima apparizione in campionato, a centrocampo al fianco di Arcella e Di Gioia a sorpresa c'è Aiman El Badaoui, con Yahya Kharassane nel tridente con Coscino e il gemello Adam El Badaoui. Anche Ottembrini deve fare di necessità virtù, non c'è Cloralio, pedina importante per la Pro Collegno, nel 4-5-1 rossoblù agisce Vespa di punta con Jacopo Gonzales davanti alla difesa, magistralmente guidata dal capitano Edoardo Bellino e dal fondamentale Stefan Chiribau. Il Mercadante, abituato al sintetico, fa le prove su erba nei primi minuti, mandando al tiro tre volte Kharassane: sono tre ottime palle gol, la prima volta ci pensa il piedone di Dughera a metterci una pezza, al 9' dopo uno slalom di Aiman il numero 11 granata calcia fuori a botta sicura, al 10' il suo diagonale è fuori di poco. Poi in successione, i due episodi chiave della partita: al 16' Vespa involato a rete viene atterrato dal portiere ospite Bertolaso in uscita spericolata, il direttore di gara Angela Benfante di Collegno estrae il cartellino giallo; al 31' il NOOOO del pubblico di casa sottolinea il severo rosso diretto a Lorenzo Pili per un'entrata da dietro su Kharassane su lungo lancio di Divariu dalle retrovie, l'azione non è da "chiara occasione da gol", il metro di giudizio non sembra omogeno. Fatto sta che la partita cambia, in modo determinante, per la Pro Collegno: si abbassa Finotti, Vespa prende il suo posto sulla fascia sinistra e Andreotti va a fare la punta.

E così il Mercadante osa ancora di più, scendendo in campo nel secondo tempo con il 3-5-2, è il numero 2 granata Espinoza a giocare più alto sulla linea dei centrocampisti, in attacco ci sono Coscino e Kharassane. Al4' occasione per Arcella, il suo tiro è debole ma angolato, si distende Dughera a evitare il gol. La Pro Collegno inizia un'altra partita, più spavalda, meno timorosa, ha una buona occasione con D'Atri che a porta quasi vuota dopo un'uscita alta di Betolaso non trova la coordinazione per battere a rete. 13', Vespa per Chiribau, conclusione a volo alta da ottima posizione. Il centrale di casa un minuto dopo va a riprendere la sua posizione e salva sulla linea una palla che Coscino non avrebbe avuto difficoltà a spingere dentro. Ancora Pro, Vespa ha le ali sotto i piedi come cantavano i Lunapop, da un suo spunto sulla sinistra nasce l'assist per Tommy Fierro, forse la palla gol più limpida per i rossoblù. Al 31' il gol partita, Chiribau esce palla al piede "come cervo di foresta" (diceva Boskov), verticalizza per Andreotti che entra in area e in diagonale infila Bertolaso. C'è ancora il tempo per il gol del pareggio annullato al Mercadante, il centro di Adam El Baoudi viene ritenuto irregolare dal fischietto rosa di Collegno per un precedente fallo di Coscino. La resistenza tiene in piedi i rossoblù fino al sesto minuto di recupero, poi l'esultanza di Bellino e compagni e la foto di rito con la squadra di Ottembrini che fa il mitra. 

IL TABELLINO

PRO COLLEGNO-MERCADANTE 1-0

RETI: 31' st Andreotti.

PRO COLLEGNO (4-5-1): Dughera 7, Pili 5.5, Gerace 6.5, Canavesi 7, Bellino 7.5, Chiribau 8, Vespa 7.5, D'Atri 7 (19' st Fierro 6.5), Gonzales 7 (24' st Romeo 6), Andreotti 7.5 (40' st Fulgori sv), Finotti 6.5. A disp. Quitadamo, Di Noia, Balboni. All. Ottembrini - De Chirico 8. Dir. Bellino.

MERCADANTE (4-3-3): Bortolaso 7, Espinoza Vargas 6.5, Vurchio 6, Divariu 6.5 (30' st Garofalo R. 6), Greco 7, Arcella 7, Di Gioia 6.5, El Baoudi Aiman 6.5 (24' st Joine 6.5), Coscino 6, El Baoudi Adam 6, Kharassane 6 (19' st Alcaro 6). A disp. Scalia. All. Morreale 6.5. Dir. Morales - Greco.

ARBITRO: Angela Benfante di Collegno 7.

AMMONITI: 16' Bortolaso (M), 25' Gonzales (P).

ESPULSO: 33' Pili (P). ANGOLI: 3-4.

LE PAGELLE

PRO COLLEGNO

Dughera 7 Si oppone alla grande, con mani e piedi, ogni volta che il Mercadante calcia in porta.

Pili 5.5 Gionata negativa non solo per l'espulsione, che poteva anche non starci, da quel lato il Mercadante insiste già dai primi minuti.

Gerace 6.5 Gara di sostanza, non si lascia sorprendere dagli attaccanti granata.

Canavesi 7 Prestazione preziosa in mezzo al campo, dove smista e arpiona palloni.

Bellino 7.5 Impeccabile il capitano rossoblù, ottimo di testa e negli anticipi in marcatura.

Chiribau 8 Migliore in campo in assoluto, con i suoi interventi contribuisce al clean sheet nel big match di giornata, sullo 0-0 esulta come se avesse fatto un gol quando salva sulla linea un pallone che in tutta probabilità sarebbe finito in porta, serve a Andreotti la palla del match ball. 

Vespa 7.5 Generosità e abnegazione fuori dal comune, gioca di punta e punzecchia, fa l'esterno e mette i compagni davanti alla porta. Per non parlare di quando lo vedi in difesa a recuperare palloni in scivolata.

D'Atri 7 Gran lavoro di supporto all'attacco della Pro Collegno, sale e scende sulla fascia finché resta in campo.

19' st Fierro 6.5 Acclamatissimo Tommy dalla tribuna, si rimbocca subito le maniche rendendosi pericoloso in un paio di occasioni.

Gonzales 7 Fa legna in quantità industriale, schierato davanti alla difesa con lo specifico compito di fare da argine, lo fa benissimo.

24' st Romeo 6 Non fa rimpiangere Gonzales, dando tutto per la causa rossoblù.

Andreotti 7.5 Figlio d'arte, suo padre giocava in Serie D insieme al tecnico del Mercadante, i due assistono insieme alla partita dalla tribuna da vecchi e buoni amici. E Lorenzo, con un preciso diagonale di destro, avanzato per necessità tecniche in un ruolo non suo, decide la partita che vale la vetta della classifica. Ottembrini lo cambia in pieno recupero concedendogli la standing ovation.

Finotti 6.5 Bravo anche lui a convertirsi a partita in corsa da esterno sinistro alto a esterno destro basso, elemento duttile che ogni allenatore vorrebbe avere.

All. Ottembrini 8 Dodici punti in quattro partite, il suo maggior pregio stavolta è stato quello di aver cambiato tatticamente la squadra una volta rimasta in dieci, battendo un avversario temibilissimo.

MERCADANTE

Bortolaso 7 Coraggioso e spericolato, le sue uscite temerarie sono spesso determinanti, gioca altissimo ed è bravo a far ripartire subito l'azione dopo ogni intervento.

Espinoza Vargas 6.5 Bene in fase difensiva, dove riesce a esprimersi al meglio.

Vurchio 6 Gara senza grosse disattenzioni, il gol arriva non dal suo lato.

Divariu 6.5 Esordio stagionale, buon senso della posizione, deve ancora trovare la forma migliore, esce lui e un minuto dopo il Mercadante prende gol...

30' st Garofalo R. 6 Non fa in tempo nemmeno a posizionarsi che segna la Pro Collegno, intendiamoci: non ha colpe, bravi gli avversari a sfruttare il momento di riassestamento della difesa granata.

Greco 7 Disimpegni sempre eleganti e precisi, dimostra di essere difensore di grande affidabilità.

Arcella 7 Sale in cattedra col passar dei minuti, risultando tra i più continui tra le fila granata.

Di Gioia 6.5 Qualche difficoltà in più rispetto all'ottima gara di sabato scorsa, come gran parte dei suoi compagni paga la disabitudine al campo in terra.

El Baoudi Aiman 6.5 Schierato a sorpresa a centrocampo, per indole e caratteristiche è attirato verso la porta, autore di qualche bella azione.

24' st Joine 6.5 Subentra forse tardi, un po' di scompiglio in area avversaria lo crea sempre.

Coscino 6 Classe 2007, stavolta il gol non arriva, anche per l'ottima caratura dei centrali della Pro Collegno.

El Baoudi Adam 6 Non a suo agio sul campo di Collegno che ne limita l'enorme potenziale.

Kharassane 6 Ha la chanche per almeno tre volte di essere subito protagonista, ma quando la palla non vuole entrare non c'è storia...

19' st Alcaro 6 Si piazza esterno a sinistra senza demeritare.

All. Morreale 6.5 La sua squadra crea quel che basta per poterla sbloccare già nel primo tempo, manca solo la finalizzazione.

ARBITRO Angela Benfante di Collegno 7 Fiscale al punto giusto, da analizzare bene gli episodi chiave della partita: giallo per Bertolaso che atterra Vespa, in quel caso la difesa del Mercadante stava recuperando la posizione, sul rosso diretto a Pili forse è un po' severa, dato che i centrali della Pro Collegno erano piazzati bene, ha però la personalità di prendere una decisione forte. Come quando annulla con decisione il gol dell'1-1 al Mercadante.

LE INTERVISTE

Edoardo Bellino, capitano della Pro Collegno: «Abbiamo sofferto ma non ci siamo scoraggiati neanche in dieci, abbiamo cercato questo gol perché la volevamo vincere, mi trovo benissimo in coppia con Chiribau, c'è grande intesa tra noi, Stefan è un giocatore di alta classe».

Francesco Ottembrini, allenatore della Pro Collegno: «Partita simile a quella con il Barcanova, forse il Mercadante ha addirittura delle capacità tecniche superiori, non dimentichiamoci che abbiamo giocato quasi un'ora in inferiorità numerica e paradossalmente abbiamo giocato meglio e creato di più. A volte capita che in condizioni del genere cambiano tutti i meccanisimi, ci mancava anche una pedina importante come Cloralio e lo stesso Andreotti non era al meglio. Chiribau? Aveva il compito specifico di sganciarsi quando possibile con Gonzales che andava a coprire la sua posizione. Questa vittoria vale 6 punti».

Giovanni Abate, allenatore del Mercadante: «Giocare in erba ci mette in difficoltà, siamo abituati al sintetico, ma questo non vuole essere una scusante, dispiace aver avuto delle ottime occasioni e non averle sfruttate. La partita si era anche messa bene con l'espulsione che ritengo anche eccessiva, per assurdo abbiamo creato di più in parità numerica. Il gol? L'hanno imbucata bene, sfruttando il momento di assestamento della nostra difesa. Bravo Andreotti, figlio del mio amico Marco, abbiamo giocato insieme in D nel 2011. Gli ho detto scherzando: Mi ha punito proprio tuo figlio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400