Cerca

Under 16

Barracuda-Cenisia 0-6: Ondata viola, Giacoletto perfetto, Corrarati spacca la partita

Gara correttissima, Fair Play durante e dopo la partita tra i ragazzi delle due squadre

Under 16 Cenisia

Il Cenisia 2006 prima della gara con il Barracuda

La forza di una squadra, oltre che dai risultati, si vede dal gioco. Il Cenisia di Simone Tabarrani sbanca via Dandolo con un 6-0 perentorio, quello che fa drizzare in piedi il pubblico sugli spalti è la qualità della manovra, la fattura bellissima dei gol delle azioni create, la regia di Stefanucci, i cambi gioco di Di Chiara, gli inserimenti di Giacoletto, la furbizia di Di Stefano, le uscite palla al piede di Di Ditria dalla difesa, i tagli spacca partita di Corrarati, i lanci fendinebbia di Peyron. Tutto questo e non solo è la squadra viola che insegue il sogno Regionale tallonando la Sisport capolista, un sogno che può diventare realtà, in un campionato bello e interessante, con molte altre formazioni che possono insidiarti in classifica o toglierti punti. Come poteva essere il Barracuda di Michele Barberi, avversario rispettosamente temuto dalla truppa viola, i rossoblù però hanno sofferto molto il tridente formato da Corrarati, Di Stefano e Di Chiara e seppur con qualche buona prestazione dei singoli non sono riusciti a ribattere colpo su colpo alle offensive avversarie. Da sottolineare la bellissima atmosfera di Fair Play, sia in campo, dove più di una volta i ragazzi si sono dati la mano dopo qualche scontro di gioco, sia al rientro degli spogliatoio, dove i giocatori si sono scambiati i complimenti. Non è poco per quello che si vede in giro ogni sabato e domenica.

Per scardinare la difesa del Barracuda, il Cenisia sfrutta i cambi di gioco, la maggior parte dei quali finalizzati a mettere in moto Corrarati, attaccante di destra nel tridente viola. E' sublime la palla giocata di prima al 9' da Di Stefano, quasi un no-look che va a pescare Corrarati che intimorito dalla pronta uscita di Attorre calcia alto con il tocco sotto. Solo due minuti dopo azione quasi fotocopia, il cambio di gioco è di Di Chiara, stavolta Corrarati è un campione di altruismo e serve l'assist per l'accorrente Giacoletto che in corsa entra in porta col pallone: 0-1. La giocata più bella del Barracuda, e forse anche della partita, è una pazza genialata di Milia che dalla fascia destra tira in porta forte a spiovere, sono più di 30 metri, serve un colpo di reni di Carantoni per evitare che la palla finisca in fondo al sacco. Il Cenisia la vuole chiudere, ci provano Di Tria e Di Stefano. Il numero 9 ci riesce al 26: azione molto bella, Peyron pesca Corrarati, tiro respinto coi piedi da Attorre, Di Stefano è lì e di testa appoggia in rete per lo 0-2. Corrarati scatenato, al 32' riceve una palla lunga e riesce a trovare il tempo e lo spazio per concludere a rete e costringere il portiere del Barracuda in calcio d'angolo. Il Barracuda riesce a ripartire raramente, nonostante le buone giocate di Palermo e soprattutto di Daniele Amo a centrocampo, "Chinghiale" Chaouay in avanti combatte come un leone senza trovare il modo per andare al tiro, ben ingabbiato dai centrali viola De Marco e Di Tria.

Nella ripresa, dopo un salvataggio di Petrencic su Peyron, il Cenisia la chiude: Giacoletto ruba un pallone e calcia in porta con sicurezza per il 3-0. Poi Peyron cala il poker con la rete personale, scavalcando la difesa del Barracuda in dribbling e piazzando il pallone con il sinistro di precisione. Il 5-0 arriva in contropiede, Di Chiara parte a testa bassa come un toro quando vede rosso, si fa tutta la fascia sinistra arrivando all'altezza dell'area di rigore in cui vede uno spiraglio di 30 cm tra portiere e secondo palo e lui in diagonale la mette proprio lì, in quello spazio utile dello specchio della porta. Mette la firma sul punteggio finale anche Cavallo, che in area di rigore non fallisce per il gol del 6-0. Premiati con 30 punti per il Pallone d'Oro di Sprint: Luca Giacoletto e Filippo Stefanucci, centrocampisti del Cenisia.

IL TABELLINO

BARRACUDA-CENISIA 0-6

RETI: 11' Giacoletto, 26' Di Stefano, 11' st Giacoletto, 14' st Peyron, 19' st Di Chiara, 31' st Cavallo.

BARRACUDA (3-5-2): Attorre 6.5, Uzoetoh 6, Matees 6, Palermo 7, Chiapperini 6 (22' st Bergamo 6), Amo 7, Haissouf 6 (8' st Ayad 6.5), Ovia 6.5, Chaouay 6.5, Milia 6.5 (16' st El Anbar 6), Petrencic 6. A disp. Lanzi, Piras, Ravera. All. Barberi 6. Dir. Fioretta - Petrencic.

CENISIA (4-3-3): Carantoni 6.5, Actis 6.5 (26' st Testore 6.5), Grande 6.5 (19' st Di Carlo 6.5), Stefanucci 8, Di Tria 7, De Marco F. 6.5, Corrarati 7.5 (8' st Stagnitto 7), Giacoletto 8 (19' st Mocciola 6.5), Di Stefano 7 (8' st Losito 6.5), Peyron 7.5 (20' st Aluisio 6.5), Di Chiara 7.5 (26' st Cavallo 7). A disp. Scoffone, Barone. All. Tabarrani 7.5. Dir. Stefanucci - Aluisio.

ARBITRO: Maria Giulia Buccheri di Torino 7.

LE PAGELLE

BARRACUDA

Attorre 6.5 Inizia con un rilancio coi piedi da brividi, poi però deve fare gli straordinari per respingere i tentativi del tridente viola.

Uzoetoh 6 Giocatore di gamba, gioca sul centrodestra cercando lo sganciamento quando l'azione glielo consente.

Matees 6 Partita non facile per lui, sorpreso dalle giocate degli attaccanti del Cenisia.

Palermo 7 Motorino che non molla mai, tampona e costruisce la manovra, esce dal campo con la maglia sudata come piace al suo allenatore.

Chiapperini 6 La rincorsa ai centrocampisti viola ne limita il raggio d'azione.

22' st Bergamo 6 Entra a partita compromessa, fa quel che può.

Amo 7 Sicuramente il migliore dei suoi, per coraggio e intraprendenza, quello che cerca la giocata senza paura aiutando sia il centrocampo che la difesa, anche molto corretto.

Haissouf 6 Cambia posizione senza trovare spazi per rendersi pericoloso.

8' st Ayad 6.5 Dentro per rinforzare la mediana, qualche pezza ce la mette.

Ovia 6.5 Giocatore dinamico che corre e spinge tanto, si vede la sua qualità.

Chaouay 6.5 Scende in campo carichissimo, è un attaccante scomodo da marcare, cerca il gol arrivando solo poche volte al tiro.

Milia 6.5 Esterno a destra, è suo il tiro più pericoloso del Barracuda, avrebbe fatto un gol pazzesco se quel pallone fosse entrato.

16' st El Anbar 6 Si piazza in avanti largo a sinistra, sbattendo contro il muro viola.

Petrencic 6 Gioca con il numero 11 da centrale di sinistra, dove fatica tantissimo a prendere le misure a Corrarati che ha un passo più lungo.

All. Barberi 6 Ha in mano una squadra con cui sta facendo bene in un girone molto difficile, aveva qualche assenza tra cui Tals in difesa che è un titolare fisso, non era facile fronteggiare un Cenisia sceso in campo con grande determinazione.

CENISIA

Carantoni 6.5 Intervento decisivo e difficile sull'1-0, a fine partita i giocatori del Barracuda gli fanno i complimenti.

Actis 6.5 Capitano in assenza di Barone, gioca bene sulla corsia di destra, rimedia un colpo e stringe i denti rimanendo in campo finché riesce.

26' st Testore 6.5 Non fa rimpiangere Actis per attenzione e copertura.

Grande 6.5 Ha un po' di lavoro sulla sinistra, soprattutto quando Chaouay si allarga e cerca l'affondo, gestisce bene la sua zona.

19' st Di Carlo 6.5 Venti minuti senza correre grossi rischi.

Stefanucci 8 Un punchball davanti alla difesa su cui rimbalzano gli attacchi del Barracuda, non solo, organizza anche il gioco, da applausi una sua verticalizzazione di prima che manda in porta Stagnitto.

Di Tria 7 Esce palla al piede dalla difesa a testa alta come un cervo dalla foresta a primavera.

De Marco F. 6.5 Bravissimo anche lui in marcatura, partita senza errori.

Corrarati 7.5 Spacca la partita nei minuti iniziali mettendo in crisi la difesa del Barracuda con i suoi tagli, non segna ma mette a referto un assist e mezzo.

8' st Stagnitto 7 Entra con la cattiveria giusta, la sua chioma bionda sfreccia sulla fascia sinistra in attacco, propizia il gol di Cavallo.

Giacoletto 8 Fa rima con perfetto, il suo voto in pagella è uguale al suo numero di maglia, come uguali e puntuali sono i minuti del primo e del secondo tempo in cui va a timbrare la sua doppietta.

19' st Mocciola 6.5 Raccoglie e distribuisce palloni in mezzo al campo con grande attenzione.

Di Stefano 7 Da bravo ex centrale conosce i segreti e i movimenti dei suoi marcatori, tatticamente intelligente, tecnicamente bravissimo a fare sponde e farsi trovare al posto giusto per raccogliere la palla del 2-0.

8' st Losito 6.5 Subentra bene, bravo a ritagliarsi i suoi spazi nella manovra viola.

Peyron 7.5 I suoi lanci sono come un faro nella nebbia, le sue gittate azionano il tridente viola e si concede anche qualche inserimento alla ricerca del gol personale.

20' st Aluisio 6.5 Fiato e qualità nei 20 minuti finali in mezzo al campo, gestendo un buon numero di palloni.

Di Chiara 7.5 Preciso come un tiratore di freccette che azzecca sempre il bersaglio. Oltre ai tanti assist si va a prendere gli applausi con un gol bello quanto difficile.

26' st Cavallo 7 Non si lascia sfuggire l'occasione di buttarla dentro, facendosi trovare pronto all'appuntamento.

All. Tabarrani 7.5  Il Cenisia ha una sua identità per come gioca la palla, per come arriva in porta, per come i viola interpretano i singoli ruoli, squadra tecnica, organico profondo composto da ragazzi molto corretti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400