Cerca

Under 16

Un super Breida inchioda il Beiborg sul pareggio

Pecetto avanti con la zampata di Dorna, pari Drissi. Nel finale Caputo si fa ipnotizzare da un miracoloso Breida

Andrea Breida Pecetto Under 16

Andrea Breida, portiere del Pecetto 2006

Un bel Pecetto ferma la capolista Beiborg, reduce da 9 vittorie consecutive, su tutti per la squadra di Raimondo Graci il numero 1 Andrea Breida che salva il risultato parando il calcio di rigore di Caputo. Il Beiborg resta al comando a +1 sul Canelli, il Pecetto aggrappato con le unghie e con i denti alla zona alta della classifica.

Beiborg a due facce. Per il big match del girone C, il tecnico padrone di casa Daniele Anzoletti si affida ad un 4-3-3 per far risaltare le qualità del tridente d'attacco: tra i pali c'è Franzè, capitan Radouni terzino destro, Barbero terzino sinistro, Caputo e Rigotti difensori centrali; il metronomi in mezzo al campo è Bindini, sostenuto dalle due mezze ali Aloisi e Crudelini; in attacco spazio a Marando ala destra, Guarnieri ala sinistra e Trabelsi centravanti. L'avvio del Beiborg è leggermente sottotono: i padroni di casa danno l'idea di poter gestire la partita, tengono il baricentro altro ma non giocano quasi mai rasoterra e faticano a creare palle gol utili. Tra i più propositivi dei primi 40' c'è senza dubbio Guarnieri, esterno sinistro di piede destro che in più di una occasione prova ad accendersi negli ultimi trenta metri, ma le sue conclusioni sono velleitarie e non mettono in difficoltà il numero uno avversario Breida. La ripresa si apre con il gol del Pecetto sugli sviluppi di un calcio piazzato dal limite dell'area. Il gol di Dorna scuote i ragazzi di Anzoletti che d'improvviso aumentano i giri del motore, iniziano a muovere palla più rapidamente e con più qualità. Passano poco più di 5' dal gol ospite e l'atteggiamento più aggressivo dei padroni di casa regala i suoi frutti: azione insistita sulla destra con protagonisti Aloisi e Radouni, i quali, non senza un pizzico di fortuna, collezionano un assist perfetto per il neoentrato Drissi, abile a ribadire il rete un pallone vagante in mezzo all'aria. Dopo aver trovato il pareggio il Beiborg non abbassa il ritmo: il tecnico inserisce forze fresche per mantenere alto il baricentro e continuare a stanziare nella metà campo avversaria. L'episodio decisivo arriva al 27', quando Guarnieri viene atterrato in area da Morrongiello; l'arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli 11 metri si presenta Caputo, ma il difensore di casa fino a qui impeccabile si lascia intimidire da Braida e calcia in modo troppo debole; l'estremo difensore avversario intuisce l'angolo, blocca la conclusione e si lascia andare in un'esultanza liberatoria. Nel finale il Beiborg prova con le ultime energie rimaste ad andare all'arrembaggio, ma l'eccesso di grinta causa il secondo giallo a Caputo che macchia ulteriormente una prestazione che fino al momento del rigore era assolutamente positiva. Al triplice fischio del direttore c'è tanta amarezza tra i padroni di casa, consapevoli di aver lasciato punti pesanti per strada contro una squadra, il Pecetto, ostica ma sicuramente non superiore per tasso tecnico.

Pecetto duro a morire. Il tecnico ospite Raimondo Graci decide di scendere in campo con un 4-4-2 ordinato e compatto in entrambe le fasi di gioco: l'estremo difensore è Braida, Novo terzino sinistro, Morrongielli terzino destro, Buzzachino e De Bartolo difensori centrali; i due mediani in mezzo al campo sono capitan Albrigi e Graziano, esterno destro Zecca, esterno sinistro Salomone; Quaglia e Dorna formano la coppia offensiva. L'approccio alla gara degli ospiti è attento in fase difensiva ma poco propositivo in fase di costruzione. I primi 40' scorrono via senza particolari emozioni, né da una parte né dall'altra. La seconda metà di gara invece è decisamente più ricca di chance e divertimento. Pronti via e gli ospiti passano in vantaggio: punizione calciata magistralmente da Albrigi, su cui Franzè vola a deviare sul palo; sulla respinta il più lesto di tutti è Dorna che insacca senza problemi. Il gol subito rianima i padroni di casa e gli ospiti in maglia verde si ritrovano costretti nella loro metà campo a difendere con i denti il gol del loro numero 10. Il muro ospite però regge pochissimo e dopo meno di 5' arriva il pareggio di Drissi. Nell'ultima mezz'ora il Pecetto non riesce più ad uscire, fatica nei duelli fisici e rischia in varie occasioni di subire il secondo gol. A salvare Graci e i suoi è Breida, provvidenziale non solo nel disinnescare il rigore di Caputo, ma anche molto attento sulle conclusioni da fuori degli avversari. Al termine della gara può essere decisamente soddisfatto il tecnico ospite: i suoi ragazzi non avranno brillato dal punto di vista della prestazione in fase offensiva, ma il carattere con cui hanno resistito agli assalti della prima in classifica denota grande determinazione e spirito di squadra.

IL TABELLINO

BEIBORG-PECETTO 1-1

RETI (0-1, 1-1): 5' st Dorna (P), 8' st Drissi (B).

BEIBORG (4-3-3): Franzè 6.5, Radouani 6, Barbero 6.5, Caputo 6, Rigotti 6, Bindini 6, Marando 6 (1' st Godino 6), Guarnieri AB 6.5, Trabelsi 6 (21' st Bellantoni 6), Aloisi 6.5, Crudelini 6 (1' st Drissi 7). A disp. Di Gianni, Abbate Daga, Porcedda, Poerio, Borla, Adamo. All. Anzoletti 6. Dir. Adamo - Aloisi.

PECETTO (4-4-2): Breida 8, Novo 6 (35' st Maggio sv), Morrongiello C. 6, De Bartolo 6.5, Albrigi 6.5, Buzzacchino 6, Salomone 6.5, Graziano 6, Quaglia 6.5 (25' st Singh 6), Dorna 7, Zecca 6 (13' st Morellato 6). All. Graci 7. Dir. Morrongiello - Mattio.

ARBITRO: Coggiola di Nichelino 6.5.

AMMONITI: 5' Caputo (B), 16' st Barbero (B), 20' st Morellato (P), 28' st Morrongiello C. (P), 32' st Caputo (B).

ESPULSO: 32' st Caputo (B).

LE PAGELLE

BEIBORG

Franzè 6.5 Grandissima parata sulla punizione di Albrigi (peccato per il tap-in); per il resto pochi interventi importanti ma grande confidenza con i piedi nell'impostare dal basso.

Radouani 6 Bene in fase difensiva ma a tratti poco lucido quando può supportare l'azione.

Barbero 6.5 Limita bene Zecca nel primo tempo; nel finale alza il suo raggio d'azione e mette dentro un paio di cross interessanti.

Caputo 6 Prima di sbagliare il rigore e farsi espellere gioca una gara ai limiti della perfezione; peccato per il finale negativo.

Rigotti 6 Molto bravo nel gioco aereo e nelle letture difensive, meno abile in fase di costruzione.

Bindini 6 Si fa trovare bene davanti alla difesa ma non sempre smista con la necessaria precisione.

Crudelini 6 Non tocca molti palloni; fatica a trovare la posizione giusta per incidere come vorrebbe.

1' st Drissi 7 Entra con grande personalità e trova il gol da rapace pochi minuti dopo l'ingresso in campo.

Aloisi 6.5 Nel primo tempo un po' in ombra; meglio nella ripresa dove lascia intravedere un'ottina tecnica individuale.

Guarnieri 6.5 È tra i più brillanti dei suoi, le sue accelerazioni sono difficili da arginare; manca forse qualcosa in fase di conclusione dell'azione.

Marando 6 Gara sufficiente, senza grandi acuti né errori.

1' st Godino 6 Si posiziona al centro dell'attacco; non ha occasioni da gol ma lavora molto bene per la squadra.

Trabelsi 6 Nel primo tempo è sempre costretto a giocare spalle alla porta; nella ripresa si allarga sulla destra e la sua prestazione migliora.

21' st Bellantoni 6 Entra per alzare la linea di difesa e permettere ai suoi di mantenersi alti in zona offensiva.

All. Anzoletti 6 I suoi ragazzi iniziano a giocare solo dopo essere andati sotto; con un primo tempo più intenso i tre punti sarebbero stati decisamente alla portata del Beiborg.

PECETTO

Breida 8 Risponde presente sulle conclusioni da fuori degli avversari ma soprattutto blocca il rigore di Caputo con grande sicurezza; sul gol non ha responsabilità.

Novo 6 Bene in fase difensiva in marcatura su Marando; in fase offensiva si limita a gestire il possesso.

De Bartolo 6.5 Difensore centrale roccioso che costringe Trabelsi a giocare costantemente spalle alla porta.

Buzzachino 6 Non va per il sottile in fase di impostazione e gioca diversi palloni lunghi verso i suoi attaccanti; attento in copertura.

Morrongiello 6 Nel primo tempo talvolta va in difficoltà sulle accelerazioni di Guarnieri; nella ripresa la sua presentazione cresce d'intensità.

Albrigi 6.5 Comanda la linea mediana dei suoi; la punizione da cui nasce il gol di Dorna è una perla.

Graziano 6 Si preoccupa di più di chiudere le linee di passaggio avversarie che di impostare l'azione dei suoi; prestazioni da interdittore.

Salomone 6.5 Buona tecnica e grande velocità per questo esterno sinistro che prova a dare brio all'azione dei suoi.

Zecca 6 Prestazione un po' timida; viene contenuto bene da Barbero.

13' st Morellato 6 Ingresso un po' timido; aiuta i suoi a resistere agli attacchi avversari.

Quaglia 6.5 Lavora bene per la squadra, tentando di tenere palla e fare salire i compagni.

25' st Singh 6 Non ha molti palloni utili per mettersi in mostra, ma con la sua fisicità fa bene legna a metà campo nei minuti finali.

Dorna 7 Diversi strappi interessanti e un gol da rapace che regala un punto al Pecetto.

All. Graci 7 Tecnicamente c'è da migliora, ma i suoi ragazzi si dimostrano un gruppo coeso e ostico da affrontare per tutte le avversarie.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400