Cerca

Under 16

Sisport tre punti d'oro, che cuore il Beppe Viola, rimonta sfiorata

Spettacolo in via Palatucci, capitan Rodriguez trascina i bianconeri, Grasso gol e assist per Sirra Boys

Sisport Under 16

La formazione titolare Sisport che ha affrontato il Beppe Vila

Se questa partita fosse un film, la regia sarebbe sicuramente affidata ai migliori registi di thriller, mentre lo sceneggiatore non sarebbe necessario, poiché basterebbe abbondantemente quanto avvenuto in campo, con colpi di scena, rimonte, controrimonte e un'adrenalina che ci metterà del tempo ad essere smaltita per i giocatori e gli spettatori. 

Il big match del sabato pomeriggio torinese si conclude con uno spettacolare 3-2 per la Sisport, che all'ultimo minuto mette a segno il gol del definitivo 2-3, che pesa come un macigno per la classifica, dal momento che allontana sempre di più il Beppe Viola, sconfitto ma non vinto, e tiene invariato il distacco con il Cenisia secondo. I biancoblu sono consapevoli di non poter sbagliare nulla per tentare di riavvicinarsi e questa pressione li porta a giocare un inizio di partita timoroso, consci del valore dell'avversario. Il risultato si sblocca al 10' del primo tempo, quando Martin si avventa sul pallone giocato da Bessone e anticipa in corsa Palumbo, per poi scagliare il pallone in rete. La Sisport non cala di intensità e approfitta del momento di confusione della squadra di Siragusa per colpire sugli esterni, dove un Martin, galvanizzato dal gol, salta Terzulli che lo stende e si procura il calcio di rigore (generoso). Dal dischetto va Rodriguez che incrocia. Bessone intuisce ma la palla è troppo angolata per poterci arrivare. Il raddoppio sembra poter mettere in ghiaccio la partita, per quanto visto fino a quel momento, ma il Beppe Viola non si arrende e inizia a rendersi pericoloso con Di Todaro e Limonciello. Su un calcio d'angolo Limonciello viene atterrato in area da una trattenuta e Notaio di Torino concede il rigore, anche questo generoso. Il pallone pesa perché può riaprire la gara e se ne incarica il numero 8 Di Todaro, che apre il piattone, spiazza il portiere, ma il pallone finisce fuori. A conti fatti nel primo tempo sono gli episodi che condannano il Beppe Viola, dopo un primo tempo in netta crescita.

Nella ripresa la Sisport cambia modulo e interpreti, passa dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2 con Rodriguez che si abbassa a mezzala e Andaloro che subentra e gioca vicino a Lungu. L'inizio è a tinte bianconere, che riprendono il dominio del gioco e dimostrano di non aver patito il cambio di modulo, dal momento che la squadra lo conosce bene. Al 17' però avviene l'episodio che cambia una gara che sembrava destinata a concludersi senza colpi di scena: Giannella si tuffa in uscita bassa, ma non riesce a bloccare il pallone (forse subendo una carica). Grasso è il più lesto sulla respinta e insacca, portando poi il pallone a centrocampo con un esultanza che risveglia il pubblico di casa. Il Beppe Viola attacca a testa bassa e al 30' si guadagna una punzione sulla trequarti: Grasso batte una punizione perfetta, Giannella non esce in area piccola e Guido, l'altro esterno, colpisce di testa e segna la rete del 2-2, che completa la rimonta. Nei minuti finali il Beppe Viola crede nell'impresa e attacca, ma la Sisport reagisce e riprende ad attaccare, mettendo in mostra tutte le qualità tecniche dei giocatori in campo. Nel calcio, si sa, la grande squadra è quella che riesce a portarsi a casa comunque la vittoria anche nelle giornate meno brillanti, come quella odierna. Rodriguez batte un calcio di punizione dalla destra, il pallone spiove sul secondo palo dove c'è Lo, il quale rimette il pallone in mezzo dove trova Bledea (in posizione dubbia), che spinge in porta un pallone pesantissimo e consegna tre punti d'oro alla sua squadra, tra le proteste della squadra di casa per il fuorigioco non fischiato che vanifica una grande rimonta che sembrava impossibile.

IL TABELLINO

BEPPE VIOLA-SISPORT 2-3

RETI (0-2, 2-2, 2-3): 10' Martin (S), 14' rig. Rodriguez (S), 17' st Grasso (B), 30' st Guido L. (B), 41' st Bledea (S).

BEPPE VIOLA (4-2-3-1): Bessone 6, Terzulli 6 (13' st De Paoli Matteo 6), Rubbiano 6, Palumbo 6, Aboelala 6.5 (23' st Cassano 6), Zunino 6 (29' st Shaarawy 6), Grasso 7.5, Di Todaro 6 (10' st De Paoli Giorgio 6), Colangelo 6 (2' st Gotro 6.5), Limonciello 6.5 (23' st Fastampa 6), Guido L. 7. A disp. Bottazzo, Guido A., Imbriani. All. Siragusa 7. Dir. Colangelo.

SISPORT (4-2-3-1): Giannella 6, Tals 6.5, Vaschetti 6.5 (15' st Lauria 6), Zaffonte 6.5, Filippi 6, Scavone 6 (13' st Raoof 6), Fanotto 6 (10' st Andaloro 6.5), Rodriguez 7.5, Lungu 6.5 (13' st Lo 6), Celano 7, Martin 6.5 (5' st Bledea 7). A disp. Lentini, Elnaggar. All. Tiengo 7. Dir. Mangiacotti.

ARBITRO: Notaio di Torino 6.

AMMONITI: 19' st Rodriguez (S), 23' st Celano (S), 42' st Bessone (B).

LE PAGELLE

BEPPE VIOLA

Bessone 6 Comanda la difesa e sfodera parate importanti che tengono in vita la sua squadra. Tuttavia ha qualche colpa sul primo gol della Sisport, dove con un rilancio avrebbe risolto i problemi. 

Terzulli 6 Martin prima e Andaloro poi sono clienti difficili da arginare, ma tiene botta il più possibile, nonostante causi il rigore (generoso) del momentaneo 0-2 della Sisport per un fallo su Martin.

13' st De Paoli Matteo 6 Entra e contribuisce all'assalto della squadra apportando spinta offensiva e limitando le sgroppate di Andiloro

Rubbiano 6 Rodriguez e Celano sono due schegge quando partono in velocità, riesce comunque a limitare i danni.

Palumbo 6 Celano è un cliente difficile, ma non esce sconfitto dal duello personale. 

Aboelala 6.5 Contiene molto bene Lungu, uno degli attaccanti più pericolosi del girone, e guida la difesa con personalità e senza paura.

23' st Cassano 6 Subentra a Aboelala e non si fa mai saltare dagli attaccanti bianconeri

Zunino 6 Mette ordine in mezzo al campo e recupera diversi palloni che permettono alla sua squadra di ripartire.

29' st Shaarawy 6 Buttato nella mischia in mezzo al campo per l'assalto finale, riesce a farsi notare nonostante i pochi minuti giocati.

Grasso 7.5 Gol e assist, l'uomo della rimonta e il migliore in campo del Beppe Viola. Bravo a crederci sull'uscita di Giannella per il gol che riapre le distanze e confeziona un cioccolatino per la testa di Guido.

Di Todaro 6 Il rigore sbagliato lo condiziona e lo scoraggia, da apprezzare però il coraggio di calciare un rigore così pesante. Nel primo tempo inoltre è il più pericoloso dei biancoblu.

10' st De Paoli Giorgio 6 Sostituisce uno scoraggiato Di Todaro e riesce a dirigere le operazioni con qualità e quantità. 

Colangelo 6 Le marcature strette di Vaschetti e Scavone lo mettono in difficoltà nel trovare la posizione e lo spazio per giocare. Svolge però un ruolo importante in non possesso.

2' st Gotro 6.5 Sostituisce Colangelo ed entra con il piglio giusto. I suoi movimenti tra le linee mettono in difficoltà la difesa bianconera.

Limonciello 6.5 Nonostante giochi contro la miglior difesa, si rende comunque pericoloso in diverse occasioni e arriva più volte al tiro, dimostrando di essere in gran forma.

23' st Fastampa 6 Acclamato dalla tribuna, crea scompiglio sull'out di sinsitra, procurandosi la punizione da cui nasce la rete del pareggio.

Guido L. 7 Il pallone del 2-2 è solo da spingere in porta, bravo a trovarsi al posto giusto al momento giusto. Durante la partita poi le sue accelerazioni creano scompiglio nella difesa bianconera.

All. Siragusa 7 La squadra gioca un bel calcio, non rinuncia a proporre e a costruire dal basso nonostante subisca un gol. il Beppe Viola è un diesel che carbura nel secondo tempo e riesce a rimontare grazie ad una grande caparbietà, unita ai cambi indovinati.

SISPORT

Giannella 6 Risponde sempre presente alle conclusioni degli avversari, ma ha qualche responsabilità sui due gol subiti, peccando forse di personalità.

Tals 6.5 Terzino con i piedi di un centrocampista. Bada più alla fase difensiva, non offrendo il suo apporto offensivo alla squadra, ma difende bene e senza sbavature.

Vaschetti 6.5 Leader difensivo, riesce a limitare la pericolosità di Limonciello e fa partire l'azione con passaggi precisi.

15' st Lauria 6 Gestisce con attenzione gli attacchi del Beppe Viola e rimane concentrato nei momenti più difficili.

Zaffonte 6.5 Jolly del centrocampo, nel secondo tempo da regista dirige il gioco con pulizia e precisione.

Filippi 6 Come Tals anche lui non spinge, ma dà una mano importante ai difensori centrali nelle chiusure. Tiene botta nel duello con Grasso.

Scavone 6 Chiude tutti i buchi e contiene l'imprevedibilità di Limonciello, senza però riuscire ad annullarlo

13' st Raoof 6 Nonostante entri in un momento delicato gioca una partita ordinata e senza errori.

Fanotto 6 Manca il suo apporto offensivo alla squadra, ma non sbaglia un pallone, giocando in maniera semplice e attenta.

10' st Andaloro 6.5 Parte dalla panchina, ma subentra e approfitta degli spazi, risultando spesso imprendibile a campo aperto, ma non riuscendo a creare pericoli.

Rodriguez 7.5 Ha la palla sempre incollata al piede e fa spesso numeri da fuoriclasse, ma è anche concreto segnando il rigore dello 0-2 e ricoprendo i vari ruoli: esterno destro nel primo tempo e mezzala nel secondo. 

Lungu 6.5 Non riesce ad impegnare più di tanto Bessone, ma vince tutti i duelli e riesce a rendersi utile liberando spazi importanti per i suoi compagni. 

13' st Lo 6.5 Entra per portare fisico e velocità in campo, non riesce però a sfruttare gli spazi perché viene servito poco. Decisivo però nel gol finale dove rimette in mezzo il pallone giunto sul secondo palo, che poi Bledea spinge in porta.

Celano 7 Tecnica di lata classe unita ad una velocità spesso devastante. Da trequartista è letale tra le linee del Beppe Viola, non riesce però a trovare il gol in più occasioni che sarebbe stato meritato.

Martin 7 Segna il gol dello 0-1 avventandosi come un falco sul passaggio di Bessone. Si procura poi il rigore dello 0-2 superando in dribbling Terzulli.

5' st Bledea 7 Match winner. Si inserisce sulla punizione battuta da Rodriguez ed è il più lesto ed avventarsi sul cross di Lo. Gioca inoltre una gara di qualità in posizione di mezzala sinistra.

All. Tiengo 7 La sua squadra è camaleontica, capace di passare dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2 del secondo tempo, senza però perdere il dominio del gioco. I bianconeri oggi sono apparsi meno brillanti del solito sotto il profilo delle scelte e delle letture, ma riescono comunque a portarsi a casa altri 3 punti pesantissimi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400