Cerca

Under 16

Caputo e Rigotti centrali goleador, Guarnieri gol dell'ex, Franzè salva il risultato

La capolista vince nell'insidiosissima trasferta di Candiolo, che contesta la dinamica del primo gol

Andrea Guarnieri Beiborg Under 16

L'esultanza di Andrea Guarnieri dopo il gol dello 0-1 (foto Cassarà)

Superato l'ultimo scoglio prima dello scontro diretto. La capolista Beiborg porta a casa 3 ottimi punti dall'insidiosa trasferta di Candiolo e, dopo aver festeggiato il successo negli spogliatoi, si proietta con la mente, e con un borsone carico di sogni, alla sfida di domenica prossima con il Canelli, in palio c'è la vittoria in campionato.

Il 4-0 finale è un punteggio severo per il Candiolo di Alessandro Scarsi, la squadra granata, che ha protestato molto per il modo in cui è arrivato il gol di Andrea Guarnieri, ha disputato un gran primo tempo, costruendo anche la palla del possibile pareggio, negato a Laganà da una strepitosa parata di Christian Franzè. La punizione bomba di capitan Manuele Caputo e il rigore di Filippo Rigotti, arrivati al tramonto della prima frazione, hanno messo in cassaforte il risultato per la squadra di Daniele Anzoletti e Francesco Addesi.

Partita sentitissima, 7 kilometri dividono Candiolo e Beiborg, in campo 7 ex Chisola: Hassani e Laganà nelle fila granata, Bindini, Franzè, Rigotti, Barbero e Guarnieri (anche e x Candiolo) nella squadra gialloblù. Scarsi schiera la difesa a 3, ben protetta da Abdel a destra e soprattutto da Spavara a sinistra, il Beiborg scende in campo con il tridente formato da Marando, Trabelsi e Guarnieri. La svolta della partita già al 12', Ceppa esce a valanga su una incursione di Guarnieri lanciato a rete, il Candiolo chiede carica su portiere, l'arbitro Andrea Rossi della sezione di Pinerolo lascia proseguire, Trabelsi tira a porta vuota, salva Foti con il corpo. Pochi secondi dopo c'è una palla a due sulla trequarti sinistra del Beiborg, che butta il pallone in mezzo, colpisce Godino di testa, Guarnieri raccoglie la corta respinta e con il destro la piazza nel sette.

Il Candiolo, dopo aver protestato sulla dinamica che ha portato al gol del Beiborg, si rimbocca le maniche e la reazione si fa sentire. Gli attacchi granata arrivano dal centrosinistra, dove agiscono gli ottimi Macario e Spavara, ma anche dalle lunghe punizioni calciate in the box da Zuiani. Prima della mezzora il Candiolo potrebbe pareggiare, suggerimento illuminante di Macario per Laganà che salta Caputo e si ritrova da solo, seppur defilato, davanti a Franzè. La risposta del numero 1 del Beiborg è da grande portiere, deviazione in angolo con la punta del piede sinistro, con il corpo che andava verso il lato opposto per coprire la porzione più ampia della porta. Ancora due palle lunghe di Zuiani: sulla prima c'è la torre di Macario per Spavara che ci arriva in extremis e la sua conclusione termina tra le braccia di Franzè; sulla seconda rischioso colpo di testa all'indietro di Caputo che trova anche stavolta Franzè attentissimo. Prima del riposo la capolista la chiude: 38', fallo di Foti su Trabelsi, alla battuta del calcio di punizione va il capitano Manuele Caputo, siluro sotto la traversa e 0-2 (in foto in alto l'esultanza). 40', angolo di Guarnieri, Rizzati tocca involontariamente con la mano, rigore, Rigotti forte rasoterra alla destra di Ceppa che intuisce soltanto, 0-3.

Al rientro dagli spogliatoi Scarsi effettua subito due cambi, Risso per Laganà in attacco, Hassani per Termotto a centrocampo. Il Beiborg però dà il colpo di grazia alla partita, Guarnieri manda in porta Trabelsi che va a contatto con Zuiani, per l'arbitro è di nuovo rigore, stavolta batte Caputo che tiro violento quasi centrale realizza il punto del 4-0, Ceppa tocca soltanto il pallone. Anche qui è molto dubbia la posizione di partenza di Trabelsi. Gara praticamente archiviata, il Beiborg va vicino al gol ancora con Radouani, Trabelsi, De Robertis e Godino, il Candiolo gioca tutta la ripresa con il 4-4-3 e cerca senza fortuna il punto della bandiera, ci va vicinissimo con Pippoletti (non si lascia ingannare Franzè) e con un tiro-cross di Lai alto di pochissimo. Esultanza finale del Beiborg che va a salutare festosamente la tribune, poi cori e festeggiamenti che sfociano nello spogliatoio.

IL TABELLINO

CANDIOLO-BEIBORG 0-4

RETI: 13' Guarnieri AB (B), 38' Caputo (B), 40' rig. Rigotti (B), 9' st rig. Caputo (B).

CANDIOLO (3-5-2): Ceppa 6, Foti 6.5, Banchio 6 (14' st Freddo 6), Zuiani 6.5, Spavara 7, Abdel Faris 6 (26' st Lai 6), Laganà 6 (1' st Risso 6), Termotto 6 (1' st Hassani 6.5), Rizzatti 6, Scarpo 6 (14' st Pippoletti 6.5), Macario 7 (26' st Di Bari 6). A disp. Milan, Bilotta. All. Scarsi 6.5. Dir. Laganà.

BEIBORG (4-3-3): Franzè 7, Radouani 7 (25' st Crudelini 6.5), Barbero 7.5 (31' st Porcedda 6), Caputo 8, Rigotti 7 (27' st De Robertis 6.5), Bindini 7, Marando 7 (11' st Adamo 6.5), Guarnieri AB 7.5 (33' st Poerio 6), Trabelsi 7 (18' st Cattinelli 6.5), Aloisi 7 (23' st Sartiano 6.5), Godino 7. All. Anzoletti 7. Vice: Addesi. Dir. Aloisi - Adamo.

ARBITRO: Andrea Rossi di Pinerolo 5.5.

AMMONITI: 3' st Spavara (C), 21' st Radouani (B), 38' st Bindini (B), 41' st Poerio (B), 42' st Franzè (B).

ANGOLI: 3-2 per il Candiolo.

LE PAGELLE

CANDIOLO

Ceppa 6 Bene sulla prima punizione di Caputo, male sulla seconda, forte ma centrale, intuisce i due rigori, uno quasi lo respinge. Si immola senza paura su Guarnieri lanciato a rete sullo 0-0.

Foti 6.5 Centrale di destra, salva un gol opponendosi con la schiena e anche in altre occasioni.

Banchio 6 Contiene come può gli attacchi di Aloisi e Marando dal suo lato.

14' st Freddo 6 Con il suo ingresso il Candiolo passa a quattro dietro, lui agisce basso a sinistra dove deve fronteggiare il velocissimo Radouani.

Zuiani 6.5 Le sue punizioni lunghe impensieriscono la difesa del Beiborg, soprattutto nel primo tempo, in cui gioca anche bene, cala un po' alla distanza.

Spavara 7 Il migliore del Candiolo insieme a Macario, il Beiborg ci mette un po' a prendere le contromisure, sorpreso dalla sua posizione di quinto di centrocampo a sinistra.

Abdel Faris 6 Di contenimento il primo tempo, in aiuto su Banchio, nella ripresa fa l'esterno alto mettendoci corsa e gamba.

26' st Lai 6 Per poco non trova un incredibile gol della bandiera.

Laganà 6 Non al top della forma secondo il tecnico granata che lo cambia nell'intervallo, è sua la palla gol più pulita per il Candiolo, respinta dal suo ex compagno di squadra Franzè.

1' st Risso 6 Parte dalla panchina per dare più centimetri all'attacco, trova in Rigotti e Caputo prima e in De Robertis e Cattinelli dopo, degli spietati marcatori.

Termotto 6 Copre metri su metri in mezzo al campo, aiutando in marcatura soprattutto su Aloisi e Marando.

1' st Hassani 6.5 Corsa e dinamicità nel cuore del centrocampo, giocatore generoso che garantisce sempre il suo apporto.

Rizzatti 6 Pochi rifornimenti per lui che era al rientro e non al top, causa il rigore del terzo gol con un tocco di mano.

Scarpo 6 Vertice alto del centrocampo, con il compito di supportare le punte, non sempre ci riesce.

14' st Pippoletti 6.5 Mezzora in cui trova il tiro e salva un gol sulla linea in fase di ripiegamento.

Macario 7 Gran partita a centrocampo, di sostanza e qualità, recupera e gioca una marea di palloni.

26' st Di Bari 6 In campo per i 15 minuti finali, dà il suo contributo.

All. Scarsi 6.5 Gara preparata bene, bel primo tempo, la squadra ha reagito con grande intensità allo svantaggio, sfiorando in almeno un'occasione il gol del pareggio. 

BEIBORG

Franzè 7 Sliding doors, il suo intervento su Laganà è determinante sullo 0-1, in controllo su tutti gli altri palloni che capitano nel suo regno che è l'area di rigore.

Radouani 7 Prudente da esterno basso, arrembante con la sua velocità e la sua tecnica quando viene avanzato in attacco.

25' st Crudelini 6.5 Attaccante di destra nel finale di partita, molto attivo sul suo lato.

Barbero 7.5 Si auto clona, coprendo prima il ruolo di terzino sinistro, poi di quello destro e infine di punta centrale. Il tutto sempre con grande qualità. Giocatore apprezzatissimo da Anzoletti e Addesi.

31' st Porcedda 6 Punta centrale, buoni movimenti per fare spazio agli esterni.

Caputo 8 Letteralmente un muro al centro della difesa, gli attacchi del Candiolo sbattono contro di lui, poi quando c'è da spazzare non si fa pregare. Segna un gran gol su punizione e un altro su rigore, chiude la partita da terzino destro. 

Rigotti 7 Centrale di gran personalità, come quando va a calciare il delicato rigore del raddoppio. Esce per crampi.

27' st De Robertis 6.5 Gigantesco quando va a saltare sfiorando il gol del 5-0.

Bindini 7 Punto di riferimento in mezzo al campo, fa da raccordo tra difesa e attacco con grande senso della posizione.

Marando 7 Spinta costante sull'esterno di destra, si getta su ogni pallone senza paura.

11' st Adamo 6.5 Si piazza esterno basso a sinistra, offre un grande assist a Radouani.

Guarnieri 7.5 Carico a pallettoni per la partita dell'ex e la sblocca proprio lui con un tiro all'incrocio dei pali. Esultanza incontenibile, alla faccia degli ex che non esultano.

33' st Poerio 6 Si piazza davanti sulla sinistra e dà fastidio alla difesa del Candiolo.

Trabelsi 7 Non segna, ma è un preziosissimo uomo-sponda, ne fa tantissime e molto bene, ottimo perno centrale in attacco. Cerca il gol da prima pagina con una rovesciata volante su cross di Radouani.

18' st Cattinelli 6.5 Con eleganza al centro della difesa nei minuti di contenimento finale.

Aloisi 7 Mezzala destra che innesca gli esterni e aiuta Bindini nel lavoro in mediana.

23' st Sartiano 6.5 Fa rifiatare Aloisi e offre un buon contributo a centrocampo.

Godino 7 Classe 2007 ormai ben inserito negli schemi della squadra di Anzoletti, Pippoletti gli nega la gioia del gol.

All. Anzoletti 7  Serviva una vittoria per affrontare con serenità la settimana prima dello scontro diretto con il Canelli, vittoria che arriva puntualmente, festeggia con la squadra a fine partita.

ARBITRO: Andrea Rossi di Pinerolo 5.5 Giovane fischietto, fa discutere la dinamica della palla a due che porta al primo gol del Beiborg, il Candiolo reclama anche sull'azione del secondo rigore per un presunto fuorigioco di Trabelsi.

IN SETTIMANA AMPIA FOTOGALLERY DELLA PARTITA... E NON SOLO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400