Cerca

Under 16

Rapalino segno del destino! Gialloblù Regionali

Un gol del terzino sinistro da 25 metri decide lo spareggio

Missile di Rapalino, gialloblù festa Regionale

Una stagione in 80 minuti, la gioia infinita in un gol. Una prodezza del terzino sinistro Simone Rapalino, schierato sul lato mancino all'ultimo minuto dal tecnico gialloblù Matteo Toscano per il forfait di Alessio Martello. Quasi un segno del destino, che consegna al Leinì lo spareggio di Albiano D'Ivrea con il Saint Christophe e la partecipazione ai Regionali nella prossima stagione per la categoria Under 16. Una categoria che a Leinì non era Regionale dal lontano 2010, ancor prima dell'arrivo in gialloblù dell'attuale presidente Pierangelo Isolato, festeggiatissimo e acclamatissimo in campo dalla squadra. Applausi e onore per il Saint Christophe, formazione valdostana guidata dal giovanissimo Davide Carlotto, classe '98, alla prima esperienza su una panchina del settore giovanile. 

Le due squadre erano arrivate entrambe al secondo posto nel campionato di Aosta, a 44 punti dietro la capolista Strambinese, con il Leinì che aveva agguantato il Saint Christophe alla penultima giornata, vincendo 3-0 lo scontro diretto nel recupero della gara che era stata rinviata per il forte vento il 9 aprile. I gialloblù scendono in campo con il 4-3-3, a destra c'è Matarrese con il numero 17 e non Martelli, Rapalino viene dirottato sulla fascia opposta, in avanti Schiavo punta centrale con Mosca e Lacitignola sugli esterni. Carlotto schiera la difesa a tre, ben coperta dai ripiegamenti degli esterni D'Agostino e Linthy, davanti c'è Pierre Vierin, con Matteo Ariu che gli gira intorno. Sono loro due nei primi minuti a scaldare il pubblico valdostano, volata e diagonale fuori di poco da parte di Ariu e sinistro sull'esterno di Vierin. Il Leinì risponde con le accelerazioni di Lacitignola, che parte largo a destra e accentrandosi chiama Cerise all'uscita tempestiva, siamo al 10'.

Il Leinì col passare dei minuti prende campo e coraggio, Cerise deve respingere un assalto di Mosca al 26', poi il gol che decide la partita. Rapalino prende palla dietro alla linea di centrocampo sull'esterno basso, avanza alla chetichella fino alla trequarti e fa partire un missile di destro con una parabola a scendere che si incastra all'incrocio dei pali. 1-0. Il tempo di festeggiare il gol e il Leinì ha la palla del raddoppio con Mosca su assist di Schiavo.

Nella ripresa Carlotto inserisce un'altra punta Gregorio De Leo, passando al 3-4-1-2, creando qualche pericolo in più alla porta difesa da Bili. Il portiere del Leinì al 17' si lascia scavalcare da un cross, c'è sempre lui Simone Rapalino a salvare quasi sulla linea di porta. Uno sforzo che costa la sostituzione al numero 2 gialloblù, costretto a lasciare il campo per Dimase, con Carratello che scala nella posizione di terzino sinistro fino alla fine della partita. Il Saint Christophe inizia a spingere con maggior insistenza, buttando palloni in the box alla ricerca di una zampata vincente, al 23' Bili deve volare per smanacciare una punizione velenosa di D'Introno, subito dopo è colpo di testa di Angellotti su angolo battuto ancora da D'Introno a mettere i brividi alla difesa gialloblù, che negli ultimi 5 minuti più recupero viene rinforzata da Toscano indietreggiando capitan Ballarin nel ruolo di battitore libero in mezzo ai due centrali.

A tempo scaduto, in pieno recupero, il Saint Christophe ha ancora la forza di creare due palle gol, la più clamorosa quella del suo uomo migliore, Matteo Ariu che si ritrova a pochi passi dalla porta con Bili fuori causa e conclude fuori. Esplode incontenibile la festa del Leinì dentro e fuori dagli spogliatoi, qualche parola vola dalla tribuna mentre i ragazzi in campo si fanno i complimenti a vicenda con grande fair play, un esempio per tutti quando Nicolò Carratello vede Vierin a terra in lacrime e va tendergli una mano e ad abbracciarlo. E' il gesto più bello che si possa vedere su un campo di calcio.

IL TABELLINO

LEINÌ-SAINT CHRISTOPHE 1-0
RETI: 29' Rapalino (L).
LEINÌ (4-3-3): Bili An. 6.5, Rapalino 8 (19' st Dimase 6.5), Matarrese 7.5, Ballarin 8, Bruni 7.5, Cardillo 8, Mosca 7, Carratello 10, Schiavo 7 (9' st Pizzolo 7), Lacitignola 7.5 (34' st Nichita 6.5), Isolato 7.5. A disp. Dibiase, Abrate, Doddo, Manca, Martello, Pulitanò. All. Toscano 8. Dir. Manca.
SAINT CHRISTOPHE (3-5-1-1): Cerise 7, D'Agostino 6 (21' st Tillier 6), Angellotti 6.5, Lavdari 6.5 (34' st Timpano sv), Carlotto 6.5 (38' st Misiano sv), D'Introno 7, Tufano 6 (29' st Lanzo 6), Framarin 6 (8' st De Leo 7), Vierin 7, Ariu 7.5, Linthy 7 (38' st Cristiani sv). A disp. Come. All. Carlotto Davide 7.5. Dir. Carlotto Augusto - Raiteri.
ARBITRO: Ottino di Ivrea 7.5.
ANGOLI: 4-3 per il Leinì.
AMMONITI: 33' st Carlotto (S), 45' st Cerise (S).

LE PAGELLE

LEINI'


Bili An. 6.5 Ha un gran lavoro da fare soprattutto sul finale di partita con le palle alte messe in mezzo dal Saint Christophe, si concede un'indecisione e ci mette una pezza l'amico Rapalino.

Rapalino 8 Devono erigergli una statua nella piazza principale di Leinì, gol storico per la società gialloblù, dei 10 gol messi a segno in questa stagione è sicuramente il più importante e forse anche il più bello, si immola in un salvataggio a pochi passi dalla porta e chiede il cambio.

19' st Dimase 6.5 Si piazza esterno a sinistra e dà una mano a Carratello su quel lato.

Matarrese 7.5 Sa di giocare titolare 3 minuti prima dell'inizio della partita, offre una super prestazione sull'esterno basso a destra.

Ballarin 8 Monumentale in mezzo al campo, perno centrale della linea mediana a tre, tampona tutti gli assalti e nei minuti finali si esalta nella posizione di battitore libero in difesa, quando c'è da difendere il risultato con le unghie e con i denti.

Bruni 7.5 Perfetto al centro della difesa, concentrato fino all'ultimo minuto non sbaglia praticamente nulla.

Cardillo 8 Altro pilastro della difesa gialloblù, prende una botta e dalla tribuna gli urlano «Cardi, tieni duro, abbiamo bisogno di te!». Partita strepitosa.

Mosca 7 Pedala senza sosta sulla fascia sinistra, con i suoi inserimenti porta pericoli alla difesa del Saint Christophe.

Carratello 10 Partita infinita, gioca prima (alla grande) come mezzala sinistra e poi da terzino con intensità e qualità. Giocatore corretto e dà l'esempio con un grande gesto di sportività a fine partita andando a consolare Vierin a terra.

Schiavo 7 Ottime le sue sponde a innescare gli inserimenti degli esterni Mosca e Lacitignola, arriva poco al tiro ma fa un lavoro preziosissimo.

9' st Pizzolo 7 E preziose sono anche le sua cavalcate in contropiede, tenendo la palla lontano dalla porta difesa da Bili e facendo rifiatare la squadra.

Lacitignola 7.5 E' il più pericoloso nel primo tempo, costringe Linthy al raddoppio di marcatura su di lui, tante discese e tanti cross. Arriva anche al tiro con continuità.

34' st Nichita 6.5 Entra con una determinazione incredibile, va su ogni pallone senza paura rimediando anche qualche botta.

Isolato 7.5 Un mastino lì in mezzo, ha il compito specifico di coprire tutti i buchi del centrocampo e di far ripartire la squadra, lo vedi dappertutto.

All. Toscano 8  Al terzo anno con i 2006, è finalmente riuscito a completare l'opera iniziata nell'estate del 2019 conquistando la promozione Regionale della categoria. La società è fiera del suo lavoro sui 2006.

SAINT CHRISTOPHE

Cerise 7 Subito due belle parate, sempre attento anche quando deve uscire fuori dall'area piccola o tempestivamente sui contropiede finali del Leinì.

D'Agostino 6 Esterno di centrocampo a destra, si abbassa spesso sulla linea difensiva per dare man forte ai centrali.

21' st Tillier 6 Entra per equilibrare la difesa e agisce sull'esterno basso a destro, contendo gli attacchi del Leinì da quel lato.

Angellotti 6.5 Ha un bel lavoro da fare per fermare le avanzate di Lacitignola, bravo quando va a saltare sulle palle inattive in zona d'attacco.

Lavdari 6.5 Giocatore corretto e pulito, gioca sul centrodestra nella difesa a tre e salva in un paio di occasioni pericolose.

Carlotto 6.5 Comanda la linea difensiva cercando anche di far partire l'azione da dietro, bellissimo duello in marcatura su Schiavo prima e su Pizzolo nel finale.

D'Introno 7 Punto di riferimento davanti alla difesa e mente pensante del centrocampo valdostano, costruisce e tampona fino all'ultimo minuto, chiude con la fascia di capitano al braccio.

Tufano 6 Un po' in difficoltà nel centrocampo del Saint Christophe che soffre quello del Leinì, più dinamico e più propositivo.

29' st Lanzo 6 Buon apporto nel finale, alimenta l'azione buttando palloni nell'area del Leinì.

Framarin 6 Non in giornata brillantissima, lotta a centrocampo manca però il prezioso lavoro di costruzione.

8' st De Leo 7 Dà più peso offensivo all'attacco e crea problemi alla retroguardia del Leinì con le sue sgroppate.

Vierin 7 Il più pericoloso del Saint Christophe, punta difficile da contrastare, la difesa del Leinì deve superarsi per fermarlo.

Ariu 7.5 La maggior fonte di gioco dei valdostani, attaccante che non dà letteralmente punti di riferimento andando a prendere e giocare palla fino davanti alla sua difesa.

Linthy 7 Tatticamente svolge un lavoro importantissimo, abbassandosi sulla linea difensiva a sinistra e aiutando nel raddoppio di marcatura su Lacitignola.

All. Carlotto 7.5  Tra i tecnici più giovani in circolazione, arriva dalla Scuola Calcio e ha fatto quest'anno il suo esordio nel calcio a 11, guiderà i 2006 del Saint Christophe ai provinciali anche nella prossima stagione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400