Cerca

Juventus-Torino Under 17: strepitoso Doratiotto, derby ai bianconeri

Esultanza juve Juve-Toro U17

Esultanza della Juve dopo l'1-0

Il derby della Mole è sempre il derby della Mole. Una partita a sé che, a prescindere dal risultato, regala sempre emozioni. Così è stato anche nel derby Under 17, alla fine del quale ha potuto esultare la Juve grazie ad un sonoro 3-1. Bianconeri che sono partiti più convinti fin dai primi minuti, contro un Torino che ha faticato ad ingranare ma che è venuto fuori bene soprattutto nel secondo tempo. I padroni di casa scendono in campo con un 4-3-1-2. Una linea difensiva solida e compatta guidata da Elefante e Dellavalle, e un centrocampo, tecnico e fisico, pronto a dare spettacolo. Maressa, Doratiotto e Costanza dimostrano fin da subito la caratura della mediana, e davanti, Galante in mezzo con Strijdonck e Condello sulle fasce fanno lo stesso. Dall'altra parte, Andrea Menghini schiera il Torino con un 3-5-2 con uno strepitoso Virano tra i pali; Rettore, Serra e Della Valle nella linea difensiva. A centrocampo un Broccanello. in grande spolvero dialoga e fa reparto con Ciammaglichella, dietro Toma e Ceica, tandem d'attacco. L'avvio. A partire meglio è la Juve. La squadra di Pedone parte subito all'attacco tanto che dopo 5' ha già l'occasione di portarsi in vantaggio. Galante, atterrato in area si procura un rigore e va anche a batterlo, a dirgli di no è però un grandissimo Virano che para il rigore e mette a referto la prima parata decisiva di giornata. La Juve però non molla e ci prova con la grandissima discesa di Strijdonck e i tentativi di Condello. E' proprio l'11 casalingo che si dimostra essere il recettore di tutte le azioni offensive bianconere. Il vantaggio juventino arriva a un quarto d'ora dall'inizio (16'), e a siglarlo è Maressa che si impone sulla difesa granata. Il Torino fatica ad uscire e proporsi in avanti, gli spunti migliori vengono da Ciammaglichella e Broccanello che dialogano sulla sinistra. Intanto la Juve si rende pericolosa anche sui piazzati grazie al destro di Doratiotto. Passano meno di cinque minuti a la Juve trova il raddoppio con il missile da fuori di Amansour, assolutamente imprendibile per Virano. Il pressing della Juve è asfissiante, i bianconeri non lasciano respirare i granata e li costringono al limite della loro area. Lo squillo ospite più pericoloso arriva da Della Valle, che colpisce di testa su una punizione di Cesari, ma la palla passa sopra la traversa. La Juve che continua a macinare gioco, abilissima a giocare nello stretto. Cambio di registro. Il Toro sul finire del primo tempo però prende coraggio e si rende pericoloso soprattutto con gli inserimenti di Toma, ma la prima frazione si chiude con il doppio vantaggio juventino. Il gruppo di Menghini entra con tutto un altro piglio. Vaiarelli impensierisce subito la difesa bianconera; Broccanello e Toma si fanno spesso trovare nei pressi dell'area avversaria e Vinotti ara la sinistra palla al piede. Anche l'ingresso di Azizi regala forze fresche al Toro che sembra essere tornato in partita. Al 17' ecco che i granata creano una ghiotta occasione: Rettore, dopo la discesa a destra, trova sapientemente Toma che ci prova, Daffara dice no, ma il rimpallo favorisce ancora Rettore che però spedisce sull'esterno della rete. Dopo i primi minuti della ripresa, la gara diventa più statica e contratta. Nessuna delle due squadre crea particolari pericoli, un po' più offensivo il Toro che trova qualche calcio d'angolo, nessuno dei quali, però, impensierisce la Juve. Doratiottolandia. Dopo aver dato spettacolo per tutta la gara a centrocampo (ereditata anche la fascia dopo l'uscita di Costanza), e aver battuto piazzati pericolosissimi, Doratiotto trova la gioia della rete. Al 32', dalla destra, batte una punizione a giro che, complice forse anche una deviazione, si insacca sul fondo della rete. Il Toro si fa poi vedere negli ultimi minuti, al 37' infatti il neo entrato Milazzo trova la gioia personale e il gol della bandiera: su suggerimento di Vaiarelli, tira potente dal limite e Cordaro (subentrato a Daffara) intercetta il tiro ma non riesce a respingerlo e la palla si insacca in rete. Il Torino, galvanizzato prende coraggio e ci riprova con la punizione insidiosa di Vinotti, su cui però si fa trovare pronto Cordero che allontana con una bella uscita di pungo. Il cronometro dice 45' ma c'è ancora tempo per una parata incredibile di Varano sul neo-entrato Pellitteri; ed è ancora Pellitteri, al 2' di recupero, ad avere sui piedi l'occasione di siglare il poker bianconero su suggerimento di Hasa, ma la palla si stampa all'incrocio dei pali. Triplice fischio e vittoria alla Juve. I bianconeri escono dal campo con un successo rotondo e meritato con un Torino che ha pagato, forse, un approccio contratto del primo tempo. Menghini può comunque essere soddisfatto della prova di carattere dimostrata dai suoi a inizio ripresa.

IL TABELLINO

JUVENTUS - TORINO  3 -1 RETI (3-0, 3-1): 16' Maressa (J), 20' Amansour (J), 32' st Doratiotto (J), 37' st Milazzo (T). JUVENTUS (4-3-1-2): Daffara 6.5 (34' st Cordaro 5.5), Amansour 7.5 (1' st Blesio 6.5), Rouhi 6.5, Maressa 7 (1' st Hasa), Elefante 7 (24' st Nobile 6.5), Dellavalle 7, Strijdonck 7.5, Doratiotto 8, Galante 6.5 (24' st Pellitteri 6.5), Costanza 7 (34' st Marangoni sv), Condello 7 (13' st Valdesi 6.5). A disp. Ratti, Antolini. All. Pedone 7. TORINO (3-5-2): Virano 7.5, Rettore 6, Cesari 6 (23' st Fioccardi 6), Vinotti 7, Serra 6, Della Valle 6.5, Broccanello 7 (23' st Barbagiovanni 6), Ciammaglichella 6.5 (1' st Vaiarelli 6.5), Toma 6.5, D'Agostino 6.5 (29' st Milazzo 6.5), Ceica 6 (1' st Azizi 6.5). A disp. Sattin, Fragomeni, Maniscalco, Bonelli. All. Menghini 6. ARBITRO: Esposito di Ercolano  6.5 COLLABORATORI: Umbrella di Nichelino e Cufari di Torino. AMMONITI: 39' Maressa (J), 12' st Strijdonck (J), 40' st Vinotti (T). NOTE: Rigore Fallito: 5' Galante (J).

LE PAGELLE

JUVENTUS Daffara 6.5 Si fa trovare pronto quando chiamato in causa. Rischia pochissimo, merito anche di una difesa sempre attenta, e dà indicazioni alla difesa. 34' st Cordaro 6 Un incertezza, poco dopo la sua entrata, che permette al Torino di accorciare. Si fa poi perdonare però con un uscita su un insidioso calcio d'angolo. Amansour 7.5 Instancabile. Un primo tempo in cui dà del filo da torcere a Cesari e Della Valle grazie alla sua velocità e tenacia in attacco. Sa sempre dove farsi trovare e si gode anche la gloria del gol del raddoppio con un siluro su cui nulla può Virano. 1' st Blesio 6.5 Entra bene, subito in partita. Un secondo tempo dispendioso dovuto anche al diverso approccio del Torino ma non si fa sorprendere. Attento. Rouhi 6.5 Sempre attento in copertura sulle incursioni che arrivano dalla destra granata (bene su Broccanello nel primo tempo). Si impone fisicamente sventando i pericoli creati dagli attaccanti granata. Maressa 7.5 Giocatore completo. Usa bene il suo fisico ma quello che colpisce è la tecnica. Capace di involarsi palla al piede verso la porta ma anche di aprire goniometricamente per i compagni ed è autore di aperture pregevoli. 1' st Hasa 6.5 Subito nel vivo dell'azione. Cerca le giocate e il dialogo con i compagni, buona prestazione. Elefante 7 Ottimo negli anticipi. Difficile da superare. Gli attaccanti granata con lui hanno trovato un ostico cliente. Granitico. 24' st Nobile 6.5 Grinta e personalità. Collabora alla costruzione. Dellavalle 7 Ottima prestazione anche per lui. Un primo tempo in cui, insieme ad Elefante, riesce a mettere alla museruola sia a Ceica che a Toma. Strijdonck 7.5 Una furia sulla corsia di destra. Forse un po' di indecisione in un paio di occasioni che gli avrebbero permesso di fare male sotto porta nella prima frazione, ma nel complesso dà spettacolo. Dribbling pregevoli. Doratiotto 8 Bravissimo in entrambe le fasi, innesca le ripartenza ma non si risparmia e si immola in mezzo al campo per recuperare palloni importanti. Ha un destro preciso e potente che raramente non spaventa la difesa avversaria. Faro della mediana. Galante 6.5 Unica pecca il rigore fallito. Non si fa però condizionare e lotta su ogni pallone, nel secondo tempo fa da perno, tiene palla e fa salire la squadra. Dialoga bene anche con Valdesi. 24' st Pellitteri 6.5 Pochi minuti giocati ma sufficienti per lasciare il segno. Nei minuti di recupero vicinissimo al gol, lo ferma solo l'incrocio dei pali. Costanza 7 Gran visione di gioco che gli permette di fornire ai compagni suggerimenti interessanti. Molto bene anche negli anticipi (34' st Marangoni sv) Condello 7 Spinge senza sosta sulla sinistra, ma non si risparmia nemmeno in fase di interdizione. Spesso e volentieri è a lottare a centrocampo. 13' st Valdesi 6.5 Nel finale di gara si rende pericoloso. Buona prestazione. All. Pedone 7 Squadra compatta, con le idee chiare. Giocano benissimo nello stretto e pressano incessantemente gli avversari. Solidi, concreti e tecnici. TORINO Virano 7.5 Magistrale in più di un'occasione. Si impone fin dai primi minuti parando il rigore, e si supera nel finale negando ai bianconeri almeno due gol fatti. Ottimo. Rettore 6 Dopo un primo tempo più improntato su chiusura e contenimento, nella seconda frazione viene fuori anche in fase offensiva. Cesari 6 Strijdonck è un difficile avversario. Lo contiene come può. Con il passare dei minuti diventa più sicuro. 23' st Fioccardi 6 Buon ingresso, prestazione solida e concreta. Vinotti 7 Tocca una marea di palloni. Quasi tutte le azioni passano da lui, bene in copertura nel primo tempo e molto offensivo nel secondo. Veloce e potente dialoga con le punte e si fa anche trovare pronto con i giusti inserimenti. Serra 6 Una svista ad inizio gara ma poi si riprende. Partita concentrata e di carattere. Della Valle 6.5 Un primo tempo nel è instancabile, cerca di chiudere su tutti i palloni e non si risparmia. Ha anche un buon senso della posizione che gli permette di essere nel posto giusto sui piazzati e di impensierire più di una volta Daffara. Broccanello 7 Si propone tantissimo in avanti, nel primo tempo le azioni più pericolose passano dai suoi piedi. Si sacrifica e aiuta anche in copertura. bene. 23' st Barbagiovanni 6 Contribuisce attivamente all'arrembaggio finale dei granata. Ciammaglichella 6.5 Una buona gara nel complesso. Gran visione di gioco, è il collante tra i reparti. Dialoga alla perfezione con Broccanello, con il quale triangola sulla destra per cercare di pungere i bianconeri. 1' st Vaiarelli 6.5 Impensierisce subito la Juve già dai primi minuti dopo il suo ingresso. Usa il fisico per arrivare sul fondo. Toma 6.5 Un primo tempo un po' in ombra nel quale si spende tanto e sgomita ma il Toro costruisce poco, verso la fine del primo tempo viene fuori. Chiuso benissimo da Elefante e Dellavalle, ma nel secondo tempo riesce comunque a rendersi pericoloso. E' però spesso lasciato solo. D'Agostino 6.5 Buona prestazione in mezzo al campo. Smista ed innesca, ma allo stesso tempo aiuta anche in chiusura e a creare intensità. 29' st Milazzo 6.5 Coglie l'occasione non appena gli si presenta. mette la firma sull'unico gol ospite e dà il via agli ultimi minuti di fuoco. Ceica 6 Primo tempo faticoso per la punta granata. Chiuso da Dellavalle non riesce a rendersi pericoloso. Meglio sul finale del primo tempo nel quale invece si fa vedere di più. 1' st Azizi 6.5 Dà il suo contributo, non appena entra infatti aiuta la squadra a salire più spesso. Lottatore. All. Menghini 6 Un inizio un po' contratto che pregiudica l'andamento della gara. Qualche disattenzione in difesa e i granata sono costretti a ricorrere fin dal quarto d'ora. Ottimo però l'approccio nella ripresa. juve toro u 17
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400