Cerca

Motta (Alessandria)

Motta (Alessandria)

Under 17 A-B

Alessandria-Juventus: un grande Motta ipnotizza Vacca parando il rigore e con un gran colpo di reni la successiva ribattuta dell'attaccante bianconero, finisce 0-0

I Grigi fermano sul pari una discreta Juve che solo negli ultimi venti minuti si rende veramente pericolosa col suo pressing ed alcune conclusioni che il portiere di casa neutralizza sfoderando un paio di interventi da antologia

Finisce con un nulla di fatto l'incontro tra l'Orso e la zebra al cento grigio. L'Alessandria mette sotto l'albero una preziosa stellina, facendosi un bel regalo, fermando sullo zero a zero la più blasonata Juve, sicuramente più agguerrita e completa in tutti i reparti. Alla ribalta della partita salgono, in particolar modo, Edoardo Motta con le sue strepitose parate, e Josep Boende Nonge con la sua fantasia e le sue giocate che sul tappeto fanno, a volte, la differenza. Da sottolineare che, comunque, a parte tre o quattro occasioni, la gara non decolla per buona parte del tempo. I bianconeri buttano via una vera palla gol sul rigore, al 27' della ripresa, sprecato da Vacca, mentre i grigi spediscono alle ortiche l'ottima occasione che Biglia, tutto solo al 33' st, mette tra le braccia di Fuscaldo a pochi metri dalla porta. In definitiva non si sono vissute quelle grandi emozioni che fanno tremare i polsi ed alzare in piedi il pubblico presente. Che alla fine, soprattutto quello casalingo, esce dal campo soddisfatto di ciò che i propri ragazzi sono riusciti a dare con sacrificio e determinazione in questa difficile gara.

Grande equilibrio Nessun delle due contendenti scopre le sue carte, per almeno dieci minuti, ben coperte a centro campo e in difesa gli estremi difensori non corrono grossi pericolo limitando alla normale amministrazione il loro lavoro. Al 12' i primi a rendersi pericolosi nell'area avversaria sono proprio i grigi con Miglietta che, spintosi molto in profondità, entra in area palla al piede, di sinistro forte e preciso impegna Fuscaldo che in due tempi neutralizza a terra il suo fendente. Un minuto dopo risponde Firman sul versante opposto, ma la sua fiondata a mezz'altezza fa la barba al palo e si perde sul fondo. Lo segue a ruota Vacca che da ottima posizione tira troppo centrale tra le braccia del numero uno bianconero. Non succede nulla di che fino al 30', quando Nonge, uno dei pochi a mettersi in evidenza nell'uno contro uno e ispirare i suoi compagni in attacco, dopo uno scambio veloce con Firman e Vacca, di esterno destro chiama ad un grande intervento di piede l'attentissimo Motta. Al 41' Boscaro lanciato in area si vede portar via il pallone dall'anticipo di Fuscaldo in presa a terra. Il tempo si chiude sul tentativo di concludere a rete di Firman che perde l'attimo e viene chiuso dalla difesa alessandrina.

Show Motta Subito al 3' il portierone grigio, dato in prestito all'Alessandria proprio dalla Juventus, sale in cattedra neutralizzando col piede la bordata ravvicinata di Marino, sul suo lato destro. La Juve comincia a pressare ma i grigi non si scompongono e rintuzzano con tranquillità gli attacchi avversari. Al 19' è ancora Firman, dopo aver ricevuto da Vacca un bel pallone, a impegnare Motta a terra in una difficile parata. Insistono gli ospiti che al 23' sprecano ancora un'occasione con Vacca che non sfrutta a dovere, dopo essere stato servito da Nonge, con un delizioso tocco di esterno destro, in area. Trascorrono alcuni minuti e appena dentro l'area Bincoletto atterra Florea, per Bonomo da Collegno è rigore. Dal dischetto parte Vacca con una mazzata che Motta para ma non trattiene, arriva ancora l'attaccante e da un metro dalla porta ribadisce in rete, ma il portiere con un colpo di reni respinge ancora, con difficoltà libera  poi la difesa di casa. Disperazione in campo tra le file bianconere quasi come presagio di una gara che non si sbloccherà. Come poi sarà! Una buona occasione per i padroni di casa arriva un minuto dopo su angolo da destra, ma Boido colpisce scarso il pallone che gli batte sulla spalla e finisce tra le braccia di Fuscaldo. Dopo tre minuti ancora Boido perde l'attimo del tiro sotto porta e i difensori juventini lo bloccano, la palla finisce sui piedi di Biglia che, non credendo ai suoi occhi, la regala con un tiro lento e centrale al numero uno bianconero. Affondo di Marino al 37' che, di sinistro da brevissima distanza, si vede negare il gol dall'insormontabile Motta. Al 46' poteva essere la beffa per la Juve, ma De Francisci di sinistro sul palo vicino si vede neutralizzare il suo tiro dal bravo Fuscaldo. Insomma è Natale ed il pari potrebbe anche accontentare entrambe le squadre. Forse!

IL TABELLINO

ALESSANDRIA-JUVENTUS 0-0
ALESSANDRIA (4-2-3-1): Motta 8, Ascoli 6.5, Miglietta 7.5, De Ponti 6.5, Merlo 6.5, Sciutto 6.5 (25' st Bincoletto 6), Borgia 6 (25' st Brasolin 6), Zani 6.5 (41' st Defrancisci sv), Boido 6, Boscaro 6 (41' st Gemello sv), Stickler 6 (25' st Biglia 6). A disp. Gerlero, Aiachini, Cociobanu, Poletti. All. Rebuffi 6.5.
JUVENTUS (4-3-3): Fuscaldo 6.5, Savio 6.5 (35' st Ghibaudo sv), Marino 6.5, Morleo 6.5, Huijsen 6.5, Tarantola 6, Firman 6.5 (35' st Aurino sv), Nonge Boende 7.5, Vacca 6, Panic 6 (35' st Bandolo sv), Ghirardello 6 (17' st Florea 6). A disp. Vinarcik, Owusu, La Malfa, Rutigliano, Cavalieri. All. Pedone 6.
ARBITRO: Bonomo di Collegno 6.5.
ASSISTENTI: Fornaro di Vercelli e Ruggeri di Vercelli.
AMMONITI: 41' Marino (J), 12' st Nonge Boende (J), 13' st Sciutto (A), 14' st Huijsen (J).

NOTE: 28' st Motta (A) para rigore a Vacca (J).

LE PAGELLE

ALESSANDRIA

Motta 8 Grandi parate che sicuramente salvano il risultato, para anche il rigore. D'altra parte se ha ricevuto già tre convocazioni in nazionale un motivo ci sarà?
Ascoli 6.5 Fa buona guardia sulla sua fascia limitandosi soprattutto a compiti di copertura e contrasti.
Miglietta 7.5 Si è reso artefice di una gara superlativa chiudendo tutti i varchi e anticipando avversari in fase di conclusione. Ma si rende pericoloso anche in avanti con le sue percussioni in fascia sinistra.
De Ponti 6.5 Stringe la maglia davanti alla difesa, ma quando serve sa anche appoggiare in avanti.
Merlo 6.5 A centro della difesa fa buona guardia nei contrasti aerei anche da palle inattive.
Sciutto 6.5 Chiude bene i pertugi che si aprono in area sotto gli attacchi avversari, sicuro di sé.
25' st Bincoletto 6 Commette un fallo da rigore per sua fortuna finito bene.
Borgia 6 Lavoro di normale amministrazione sulla fascia in fase di copertura, poca spinta. Non osa.
25' st Brasolin 6 Spende le sue energie in fase difensiva.
Zani 6.5 Portatore di palloni soprattutto in fase di ripartenza, ma anche abile in fase di ripiegamento.
Boido 6 Polveri bagnate, ma anche controllato a vista, difficile sfuggire ai difensori bianconeri.
Boscaro 6 Buone giocate, ma soprattutto nervosetto anche quando c'era bisogno di calma e gesso.
Stickler 6 Di poco aiuto sulla fascia sinistra in fase offensiva. si rende utile in fase difensiva.
25' st Biglia 6 Non finalizza al meglio una bella gol in area al 33'.
All. Rebuffi 6.5 I suoi ragazzi rispondono come meglio non potevano alle sue sollecitazioni.

JUVENTUS
Fuscaldo 6.5 Non impegnato come il compagno sul lato opposto ma dimostra sicurezza tra i pali.
Savio 6.5 Pressing alto sul portatore di palla.
Marino 6.5 Al 3' della ripresa Motta gli nega il gol. Personalità in fase offensiva.
Morleo 6.5 Davanti alla difesa in posizione centrale sa coprire ma anche sa ispirare giocate in avanti.
Huijsen 6.5 Imperioso in fase aerea, ma sa anche battere delle punizioni al veleno.
Tarantola 6 Poco lavoro al centro della difesa, raddoppi su Boido, sempre efficaci.
Firman 6.5 La sue conclusioni trovano sulla loro strada un grande Motta.
Nonge 7.5 Piedi deliziosi, visione di gioco e tanta fantasia. In mezzo al campo si fa notare per eleganza ed i tanti palloni ai compagni in attacco. 
Vacca 6 Purtroppo per lui sbaglia un rigore decisivo. Comunque una buona prestazione la sua.
Panic 6 Prestazione senza infamia e senza lode, pochi spunti degni di nota alle spalle di Vacca.
Chirardello 6 Poche percussioni sulla fascia sinistra e pochi cross dai suoi piedi.
18' st Florea 6 Pressing in fase offensiva, si procura il rigore che Vacca non capitalizza.
All. Pedone 6 Discreta prestazione dei suoi ragazzi che non riescono perforare la porta alessandrina.

L'INTERVISTA

Rebuffi, allenatore Alessandria: «Abbiamo sofferto ma siamo riusciti a fare una bella gara con tanto sacrificio in tutti i reparti, portando a casa un risultato positivo con una blasonata come la Juve».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400