Cerca

Under 17 A/B

Milan, Lorenzo Torriani spicca il volo: da oggi a Milanello con Maignan e agli ordini di Dida e Pioli

Il classe 2005 di Cologno è attualmente aggregato alla prima squadra rossonera

Milan, non solo Maignan! C'è un classe 2005 che sarà a disposizione di Pioli

Amarcord a sinistra, attualità a destra: Lorenzo Torriani, baby bandiera del Milan

Parlando di portieri, che il Milan ci abbia sempre visto lungo lo dice la storia. Mettendo momentaneamente da parte figure epiche quali Fabio Cudicini, Giovanni Galli e Sebastiano Rossi, dal 2000 ad oggi in casa rossonera si contano cinque numeri 1 di tutto rispetto: tre del passato, uno del presente e uno del futuro. Nella prima decade del nuovo millennio la porta del Diavolo è stata chiusa col lucchetto da Nelson Dida da Irará e da Christian Abbiati da Abbiategrasso, negli anni '10 la scena se l'è presa tutta il predestinato Gianluigi Donnarumma da Castellammare di Stabia, negli anni '20 l'attuale re è Mike Maignan da Caienna. Un passato e un presente niente male, ma anche il futuro è da tenere d'occhio visto che tra le fila dell'Under 17 del Milan c'è un classe 2005 che studia da grande.

Lorenzo Torriani nel derby d'andata contro l'Inter

STORIA

Parliamo di Lorenzo Torriani da Vimodrone, uno che ad appena 17 anni avrà la chance di allenarsi al fianco di Mike Maignan, sotto gli occhi di Stefano Pioli e agli ordini di Nelson Dida. Il primo allenamento è avvenuto quest'oggi, 13 aprile, quando gli si sono aperte le porte di Milanello: questa volta niente sessione con la formazione Primavera di Federico Giunti, bensì con la prima squadra di Stefano Pioli. All'esperienza odierna seguirà un'intera settimana di lavoro con Nelson Dida, da quest'anno preparatore dei portieri nonché da sempre l'idolo di Lorenzo. Nato a Vimodrone e cresciuto con una passione irrefrenabile per calcio, era proprio del portierone brasiliano il poster appeso in cameretta.

Che ci fosse proprio il Milan nel destino di Torriani lo si percepisce già nel 2011, quando lascia la squadra del suo paese - il Città di Cologno - per iniziare la propria trafila in via dei Missaglia. Ne conseguono undici anni da assoluto protagonista: dai Pulcini alla prima squadra, passando per vari allenamenti con la formazione Primavera e una trafila strepitosa nel settore giovanile. Lo stesso settore giovanile che, probabilmente, Lorenzo abbandonerà a fine anno. Non è infatti un caso la chiamata di Stefano Pioli, che conferma l'attenzione che il Milan sta prestando nei suoi confronti: sembrerebbe infatti cosa fatta il salto diretto dall'Under 17 alla Primavera, della quale ha tutte le carte in regola per diventare uno dei punti fermi.

Amarcord:  Torriani al tempi dell'Under 14 sotto gli occhi di Filippo Galli

LA CARRIERA DI LORENZO TORRIANI

  • CITTÀ DI COLOGNO
  • MILAN

Per pensare al prossimo anno ci sarà tempo, nel frattempo il focus è senza dubbio sull'esperienza di Milanello al fianco di campioni come Kjear, Leao e Tonali. Senza tralasciare poi l'Under 17 di Christian Lantignotti, visto che ci sarà una fase finale da giocare e uno Scudetto da portare a casa. La conquista matematica del primo posto, il quale - assieme alla seconda piazza - garantisce l'accesso diretto alle fasi finali, è arrivata domenica 10 aprile contro l'Udinese (clicca per il tabellino): un gol del solito Jordan Longhi ha fatto cantare i baby rossoneri, chiudendo al meglio un percorso fatto di 19 vittorie, 3 pareggi e sole 3 sconfitte. Il dato emblematico è però rappresentato dalla differenza reti: 68 gol fatti e 27 subiti. Tralasciando le indiscusse qualità offensive, merito di giocatori del calibro di Mangiameli, Benedetti, Longhi, Nahrudnyy, Rossi e Perrucci, spicca il dato dei gol presi.

Lorenzo Torriani in maglia rossonera

NUMERI E CARATTERISTICHE

Secondo solo a quello dell'Atalanta (24 gol subiti, tre in meno dei rossoneri), il reparto difensivo del Milan è la vera arma in più di Lantignotti. Dopotutto, se appena dietro a giocatori come Paloschi, Ferroni e Bartesaghi hai un portiere del calibro di Torriani, il riscontro non potrà che essere positivo. Il classe 2005 è sceso in campo 22 volte, collezionando 1976 minuti e mantenendo per ben 8 volte la porta inviolata: 197 centimetri come il collega Gianluigi Donnarumma, l'ex Città di Cologno è il numero 1 nelle uscite alte e sa esattamente come sfruttare il proprio fisico statuario. Bravo anche a utilizzare i piedi in fase di costruzione, si distingue per una tenuta mentale non indifferente. Come spesso accade per i portieri delle grandi squadre, infatti, capita di dover intervenire in massimo due o tre volte in novanta minuti, dovendo rimanere sempre sul pezzo per farsi trovare pronti quando necessario: quando chiamato in causa, manco a dirlo, ha sempre risposto alla grande

LE STATISTICHE DI LORENZO TORRIANI

  • PRESENZE: 22
  • MINUTI GIOCATI: 1976
  • MEDIA VOTO: 6.5
  • RETE INVIOLATA: 8
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400