Cerca

Under 17 A-B

Gianluca Raimondi va al Monza: il talento classe 2006 lascia il Lombardia Uno dopo 11 anni

L'esterno rossonero si trasferisce tra i biancorossi: giocherà nel campionato Nazionale di Under 17

Gianluca Raimondi, è scattata l'ora Monza: il talento lascia il Lombardia Uno dopo 11 anni

Gianluca Raimondi, esterno classe 2006 del Lombardia Uno

Come suol dirsi, manca solo l'ufficialità che verosimilmente arriverà il prossimo 1 luglio. Nel frattempo la trattativa tra Lombardia Uno e Monza ha avuto esito positivo: Gianluca Raimondi lascia quella che è stata la sua casa calcistica per 11 lunghi anni e va nel professionismo, coronando nel migliore dei modi una stagione per lui a dir poco favolosa. Quello tra l'esterno classe 2006 e la società brianzola - neopromossa in Serie A - è un matrimonio che s'ha da fare: un anno intero sotto i riflettori dell'area scouting e tre allenamenti in via Ragazzi del '99 - uno dei quali da sotto età con i classe 2005, gli altri due con l'Under 16 di Alessandro Lupi - hanno convinto il Monza ad assicurarsi le sue prestazioni, pronto a inserirlo nella rosa della prossima Under 17.

SIRENE

Quello di Raimondi è un salto importante ma quasi tardivo, considerando che le sirene professionistiche sono iniziate a suonare ripetitivamente già ben prima della Pandemia. Sulle sue tracce c'era infatti il Brescia, il cui invito fu però rispedito al mittente: forse non era né il momento giusto né la piazza adatta. Fatto sta che la permanenza al Lombardia Uno per altri tre anni ha probabilmente fatto la differenza nel suo processo di maturazione, visto che oggi approda tra i biancorossi con sulle spalle esperienze di ogni tipo: da sotto età nell'Under 17 Élite del Lombardia Uno di Massimiliano Gagliardi, con la maglia della Rappresentativa Regionale - vari i raduni che lo hanno visto impegnato gli ultimi mesi della stagione - ma soprattutto con quella della Nazionale, avendo giocato da protagonista il Torneo Eusalp in Trentino Alto Adige. 

I NUMERI DI GIANLUCA RAIMONDI

  • PRESENZE UNDER 17: 14
  • GOL UNDER 17: 7
  • PRESENZE UNDER 16: 21
  • GOL UNDER 16: 16

ESPERIENZE

Il viaggio di Raimondi nel mondo del calcio ha avuto inizio nell'ormai lontano 2010, quando ha mosso i primi passi sul rettangolo verde all'Accademia Sandonatese. Nativo di Melegnano, paese nella periferia sud di Milano, si è trasferito dopo appena un anno in quella che negli anni si è consolidata come una delle piazze più blasonate del calcio giovanile del nord Italia: il Lombardia Uno. Quella appena trascorsa è stata addirittura l'undicesima annata tra le fila rossonera, le quali lo hanno reso quasi una bandiera dello storico club fondato da Paolo Gatti. Bandiera ma non solo, visto che ha rappresentato a tutti gli effetti uno dei giocatori più forti che sia mai passato in via Pozzobonelli. Se seguirà le orme di Sandro Tonali, anch'esso cresciuto nella sponda rossonera della Milano calcistica giovanile, è probabilmente presto per dirlo, intanto pare evidente che il Monza si sia assicurato un prospetto di assoluto spessore.

LA SCHEDA DI GIANLUCA RAIMONDI

  • NOME: Gianluca
  • ANNO: 2006
  • RUOLO: Esterno sinistro o trequartista
  • PIEDE: destro
  • SKILLS: Dribbling, rapidità e tiro

MOTIVI

I motivi sono molteplici. Numero 1: il talento. Quello di Raimondi lo accompagna dalla nascita e gli permette di fargli fare praticamente quello che vuole con il pallone tra i piedi. Predilige l'uso del piede destro, con il quale è capace sia di offrire assist illuminanti ai compagni, sia di concludere direttamente a rete. Da qui un altro motivo, il numero 2: le caratteristiche. Raimondi è nato e cresciuto sulla corsia di sinistra, sua fascia prediletta sulla quale sa come fare il bello e il cattivo tempo. È un giocatore di gamba, dotato di un dribbling bruciante e di una rapidità nel breve che in pochi possono dire di avere. Il tutto unito alla progressione, sia con che senza palla: la conseguenza? Mal di testa assicurato per chi se lo ritrova davanti. Spesso sono difensori, ma alle volte anche portieri. Ed ecco il terzo motivo, il numero 3: i numeri. Quest'ultimi sono impressionanti, specie quelli dell'ultima stagione. 35 presenze e 23 gol: tutto qui? Macché, visto che analizzandoli più profondamente acquisiscono ancor più significato. 7 di questi sigilli, infatti, sono arrivati nell'Under 17 Élite, il massimo campionato giovanile lombardo. E per lui che di anni ne ha 16 da poco più di un mese, è un dettaglio non indifferente.

E AL MONZA?

Ultimo ma non per importanza, è il motivo numero 4: la duttilità. Sebbene sia nato e cresciuto sulla corsia di sinistra, meglio ancora se in un reparto offensivo a tre, ha più volte ricoperto il ruolo di trequartista. Poi, per caratteristiche fisiche e tecniche, ovviamente, è spesso finito per giocare anche da seconda punta girando alle spalle di un numero 9. Da qui la risposta alla domanda: dove lo farà giocare il Monza? Analizzando il modulo utilizzato quest'anno da Alessandro Lupi, e considerando che l'ex Milan sembrerebbe l'indiziato numero 1 per accompagnare i classe 2006 biancorossi in Under 17, Raimondi potrebbe dire addio - almeno momentaneamente - al ruolo di esterno d'attacco. Lupi ha infatti utilizzato esclusivamente il 3-5-2, puntando su due "quinti" capaci di offendere ma anche di difendere: non proprio il massimo per Raimondi. Diversa la situazione in avanti, dove potrebbe andare a ricoprire il ruolo di seconda punta. Per intenderci, sarebbe l'uomo giusto per emulare quanto fatto da un giocatore molto simile a lui, per talento ma anche per caratteristiche: Simone Mascheroni.

LA CARRIERA DI GIANLUCA RAIMONDI

  • ACCADEMIA SANDONATESE
  • LOMBARDIA UNO
  • MONZA (?)
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400