Cerca

Under 17 A-B

Luca Di Maggio sale in doppia cifra e fa volare l'Inter: «Un sogno segnare qui, siamo fortissimi»

Il centrocampista nerazzurro ci ha messo la firma nella semifinale contro la Roma: «Ora testa al Bologna»

Luca Di Maggio

Luca Di Maggio, talento classe 2005 dell'Inter

«Siamo fortissimi». Basterebbero queste parole di Luca Di Maggio, centrocampista dell'Inter, per raccontare quanto stanno vivendo i classe 2005 nerazzurri. Come dargli torto? Quella della formazione di Tiziano Polenghi è stata - ed è tuttora - una cavalcata strepitosa, iniziata lo scorso settembre e culminata domenica scorsa nella nottata di Ascoli, quando il 2-1 alla Roma è valso la qualificazione alla finale Scudetto. Il sigillo di Leonardo Bovo ha sbloccato la partita, quello di Luca Di Maggio l'ha virtualmente chiusa: pallone recuperato al limite da Martins e transitato sui piedi del centrocampista della Nazionale, che da fuori ha lasciato partire un destro terrificante che ha fatto venire giù lo stadio. «Segnare in un campo come questo, per di più in una partita come questa, è un sogno e mi rende molto soddisfatto» le parole del classe 2005, salito a quota 10 gol stagionali.

I NUMERI DI LUCA DI MAGGIO

  • PRESENZE: 27
  • MINUTI GIOCATI: 2023
  • MEDIA VOTO: 6.9
  • GOL: 10
  • RIGORI: 1
  • MINUTI/GOL: 183
  • AMMONIZIONI: 1
  • SOSTITUZIONI IN: 3

DOPPIA CIFRA

Un traguardo già di per sé strepitoso per un centravanti, figuriamoci per uno che di mestiere fa la mezzala. Dalla doppietta alla Spal nella terza giornata - gara terminata 7-4 in favore dei nerazzurri - sono seguite altre sei gioie in regular season, prima di una fase finale coi fiocchi: gol alla Lazio nel 4-2 della gara d'andata dei quarti di finale, gol alla Roma in semifinale. Nel mezzo prestazioni (e gol) da top player anche con la maglia della Nazionale, con la quale ha giocato da protagonista lo scorso Europeo in Israele. «Il merito di questo traguardo è anche della squadra: siamo fortissimi» racconta Di Maggio, il quale - scherzosamente - evidenzia anche un giallo relativo ai suoi gol: «Sono 10 ma forse lo erano già. C'è infatti un giallo attorno un gol contro il Pordenone». Poco male per Dima, visto che l'occasione per salire ufficialmente a quota 11 ce l'avrà già questa sera (21 giugno), sempre al Del Duca di Ascoli, quando andrà in scena la finale Scudetto contro il Bologna per concludere al meglio la cavalcata nerazzurra: «Sarà la partita più importante di tutte. La soddisfazione di aver battuto la Roma c'è, ma la testa è già proiettata al Bologna».

DOVE VOGLIAMO ARRIVARE? NOI SIAMO AMBIZIOSI, VEDREMO QUELLO CHE SUCCEDERÀ CONTRO IL BOLOGNA E DOVE RIUSCIREMO AD ARRIVARE. SIAMO UNA SQUADRA FORTISSIMA

TASSELLI

Un ultimo tassello per riscrivere la storia: Inter, sei pronta? Luca Di Maggio non ha dubbi: «Dove vogliamo arrivare? Noi siamo ambiziosi, vedremo quello che succederà contro il Bologna e dove arriveremo». Parole che non lasciano spazio a particolari interpretazioni, così come l'analisi del prossimo avversario dei nerazzurri. Sulla falsariga di quanto detto da Tiziano Polenghi, il centrocampista rimane coi piedi per terra e non sottovaluta minimamente gli emiliani: «Meglio affrontare il Bologna del Milan? Loro li hanno battuti, e se questo è accaduto un motivo dovrà pur esserci. Li rispettiamo molto, poi bisogna considerare che è una finale dove tutto può accadere. Noi certamente speriamo che tutto possa andare per il meglio». Magari replicando quanto successo contro la Roma, con i nerazzurri vittoriosi al triplice fischio nonostante la sofferenza per l'assalto finale dei giallorossi: «Soffrire è un elemento che fa parte di queste partite - racconta di Maggio - visto che si gioca contro avversari molto preparati. La gara contro la Roma l'abbiamo giocata bene e l'allenatore l'ha preparata altrettanto bene: sia sotto l'aspetto tattico che sotto l'spetto mentale, visto che ci ha preparati a quello che sarebbe potuto succedere».

LA SCHEDA DI LUCA DI MAGGIO

  • NOME: Luca Di Maggio
  • ANNO: 2005
  • PIEDE: Destro
  • RUOLO: Mezzala sinistra/destra
  • CARATTERISTICHE: Tecnica, fisicità, dinamismo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400