Cerca

Under 17 A-B

10 ore di calcio, 26 gol segnati e due squadre che conquistano la finalissima: Coppa Calligaris, la giornata

Inter e Lazio le formazioni che si contenderanno la prima edizione del trofeo a San Pellegrino Terme nella bergamasca

Inter Under 17

Marco Vanzulli, attaccante che l'Inter ha appena prelevato dall'Uesse Sarnico: che doppietta contro il Monza!

È un'Inter già in palla quella che conquista la finalissima della Coppa Calligaris. La prima edizione del torneo internazionale Under 17 nonché "antipasto" del Quarenghi che andrà in scena settimana prossima, verrà assegnata nell'ultimo atto di sabato - alle 17:30 in quel di San Pellegrino Terme - e vedrà affrontarsi i nerazzurri di Tiziano Polenghi e la Lazio di Christian Terlizzi. La finale più giusta al termine di una "dieci ore" no-stop di grande calcio: l'Inter ha (stra)vinto il proprio girone battendo il Monza e la Cremonese, la Lazio ha avuto vita più dura ma ha sfruttato al meglio il risultato più clamoroso della giornata e cioè la vittoria per 4-3 del Lugano contro l'Atalanta. La formazione capitolina aveva sommerso gli svizzeri con un roboante 5-0, e la sconfitta per 1-0 contro la Dea è risultata quindi indolore. Inter e Lazio si contenderanno dunque il trofeo, e sarà già importante farsi trovare pronti: il campionato comincia solamente tra due settimane, fatto che trasforma questa manifestazione da semplice competizione amichevole a vera e propria prova generale in vista dell'inizio della regular season.

L'ESPLOSIONE DEL POCHO

Un nome - Matteo - e un cognome, Lavelli, a prendersi la scena assoluta della giornata: due gol con il Monza, uno con la Cremonese e la candidatura lanciata a degno erede di Francesco Pio Esposito, ultimo attaccante nerazzurro dell'Under 17 e immenso protagonista della stagione conclusa con le lacrime di Ascoli Piceno nella finale persa contro il Bologna. Polenghi spera che il finale di quest'anno possa essere diverso, e a giudicare da questa prima uscita ufficiale i motivi per sorridere sono tanti. Soprattutto dal reparto offensivo. Detto del "Pocho" Lavelli, vogliosissimo di riscatto dopo una stagione non entusiasmante in Under 16 con 2 gol in 17 presenze, da segnalare anche il debutto di Marco Vanzulli - ex Uesse Sarnico - autore di due reti, ma anche la vivacità di tutti i trequartisti impiegati a San Pellegrino: su tutti Giacomo De Pieri, ispiratissimo, poi l'onnipresente Daniel Fois - il vero e proprio segreto del centrocampo - fino al nuovo acquisto (dal Como) Manuel Pinotti, autore del gol del definitivo 2-1 sulla Cremonese che ha certificato l'accesso alla finalissima dei nerazzurri.

 

SORPRESA CREMONESE, STECCANO ATALANTA E MONZA

La formazione di Luca Belingheri è stata una delle note liete della giornata: il 3-1 sul Monza firmato dalla tripletta di Giacomo Gabbiani è stato il picco per una Cremonese che contro l'Inter - seppur rimasta in dieci già nel primo tempo per l'espulsione di Bassi - ha fatto vedere i sorci verdi ai nerazzurri riaprendo partita e qualificazione nel finale con Gashi che ha segnato l'1-1 con una pregevole girata di destro. Ai grigiorossi serviva la vittoria, e invece a tempo scaduto è arrivato il piattone vincente di Pinotti (imbucata di Sotgia, anche lui tra i migliori in mediana, e assist rasoterra di Vanzulli) che ha consacrato l'accesso alla finale per l'Inter. Il bilancio grigiorosso rimane comunque ampiamente positivo, e non si può dire altrettanto dell'Atalanta: la Dea si è rifatta battendo la Lazio, ma il ko contro il Lugano dà da pensare. Avanti di due reti, i bergamaschi si sono fatti rimontare fino al 3-2 e poi, una volta rimessa in piedi la gara con lo scatenato Ngue Ndongue, si sono arresi definitivamente alla stoccata di Bakwetila. Male, infine, il Monza: se il ko con l'Inter ci può anche stare (ma non nelle dimensioni), quello contro la Cremonese fa decisamente male. Le note positiva in casa biancorossa sono il debutto di Thiane, ex Scanzorosciate e autore di due buone prove, e la consacrazione della tecnica di Simone Mascheroni, autore di un eurogol - destro a giro sotto l'incrocio - contro l'Inter. Ancora poco per Vito Lasalandra, ma almeno ci sono un paio di punti da cui (ri)partire.  

Ruben Bakwetila, attaccante del Lugano: la sua esultanza subito dopo aver segnato il gol della vittoria contro l'Atalanta

GIRONE A

LAZIO-LUGANO 5-0
RETI: 5' Silvestri (La), 7' Ceccarelli (La), 22' Serra (La), 10' st Serra (L), 16' st Cesari (L).

LUGANO-ATALANTA 4-3
RETI: 10' Mencaraglia (A), 18' Arrigoni (A), 35' Salkoski (L), 6' st rig. Salkoski (L), 8' st Rossetto (L), 16' st Ngue Ndongue (A), 32' st Bakwetila (L).

LAZIO-ATALANTA 0-1
RETI: 12' st Bernardello (A).

GIRONE A • CLASSIFICA

  • LAZIO - 3 punti (5 GF / 1 GS / +4 DR)
  • ATALANTA - 3 punti (4 GF / 4 GS / 0 DR) 
  • LUGANO - 3 punti (4 GF / 8 GS / -4 DR)

Mattia Bernardello dell'Atalanta urla tutta la sua gioia dopo aver girato in rete l'1-0 che "mata" la Lazio

GIRONE B

INTER-MONZA 5-1
RETI: 5' Lavelli (I), 14' Lavelli (I), 15' rig. De Pieri (I), 4' st Vanzulli (I), 14' st Mascheroni (M), 16' st Vanzulli (I).

MONZA-CREMONESE 1-3
RETI: 21' Nenè (M), 2' st Gabbiani (C), 11' st Gabbiani (C), 12' st Gabbiani (C).

INTER-CREMONESE 2-1
RETI: 13' Lavelli (I), 26' st Gashi (C), 36' st Pinotti (I).

GIRONE B • LA CLASSIFICA

  • INTER - 6 punti (7 GF / 2 GS / +5 DR)
  • CREMONESE - 3 punti (4 GF / 3 GS / +1 DR)
  • MONZA - 0 punti (2 GF / 8 GS / -6 DR)

COPPA CALLIGARIS • PROGRAMMA FINALI

  • 5°/6° POSTO: LUGANO-MONZA (11:00)
  • 3°/4° POSTO: ATALANTA-CREMONESE (15:00)
  • 1°/2° POSTO: LAZIO-INTER (17:30)

Scontro ad alta quota tra Riccardo Vismara, difensore del Monza, e Stefano Cantaboni, centrocampista della Cremonese

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400