Cerca

Under 17

Lombardia Uno-Brianza Olginatese: Tarantino, Yte e Tinazzi fanno sorridere Gagliardi, Consoloni, Di Rienzo e i bianconeri devono arrendersi ai rossoneri

Nel test match di via Pozzobonelli brilla l'uragano Casiroli, nella ripresa le forze fresche schierate da Gnutti non bastano per rimontare

Lombardia Uno - Brianza Olginatese: Jamil Yte (a sinistra) e Mirko Casiroli (a destra)

Jamil Yte (a sinistra) e Mirko Casiroli (a destra), protagonisti della vittoria per 3-0 contro la Brianza Olginatese

Un bel match che apre tanti scenari, tutti imprevedibili, per quel che riguarda due delle squadre che saranno indiscusse protagoniste del girone B del campionato Élite. Si è concluso con 3 reti a 0 la gara amichevole tra Lombardia Uno e Brianza Olginatese, futuri sfidanti in campionato dal prossimo 3 ottobre. Da una parte i rossoneri di Simone Tarantino, Jamil Yte, Mirko Casiroli e Ricardo Tinazzi e compagnia bella, guidati dal tecnico-direttore sportivo Massimiliano Gagliardi. Dall'altra i bianconeri di Consoloni, Muletta e Di Rienzo, capitanati da un altro tecnico-direttore sportivo: Luca Gnutti. Due squadre equilibrate, sia sulla carta che sul campo, che hanno offerto un assaggio della loro potenzialità, in un momento dell'anno delicato essendo in piena preparazione. Siamo solo all'inizio della stagione, i tecnici vogliono provare e cercare di capire quale sia la formazione più corretta, quali giocatori impiegare in quali ruoli. E quale miglior banco di prova se non un amichevole di livello, contro non solo una parigrado, ma una futura sfidante per il titolo di campione.

Per rompere il ghiaccio. Pronti via la partita è subito frizzante, con continui ribaltamenti di fronte e un gran numero di occasioni. I primi a concretizzare una di queste, però, sono i ragazzi di Gagliardi: un'azione concitata, pallone che rimpalla a centrocampo e giunge infine tra i piedi di Chiarini, centrocampista di gran talento e dal pensiero rapido e il piede ben educato. Il numero 8 dimostra subito le sue qualità, alzando la testa e scorgendo il movimento in profondità di Tarantino sul filo del fuorigioco: palla imbucata alta che scavalca la coppia difensiva bianconera e raggiunge millimetrica davanti a Tarantino, tocco sotto e pallone che disegna un pallonetto perfetto su cui Rusconi non può nulla: 1-0. La squadra di Gnutti prova a reagire per rimanere in partita e un minuto dopo è Muletta che raccoglie un passaggio in posizione defilata sulla destra, si accentra e lascia partire un destro che Russetti devia in angolo. Il match si accende, il gol ha messo subito carne al fuoco e i ragazzi alzano il ritmo sotto un caldo cocente che ha tutta l'aria di essere tra gli ultimi di questa estate. Passano nemmeno cinque minuti però ed è di nuovo la squadra di casa a prendere l'iniziativa e inizia a spingere sulle corsie esterne. Qui che salgono in cattedra i due esterni rossoneri, Casiroli a destra e Yte a sinistra, i quali danno inizio ad un vero e proprio assalto alla difesa dell'Olginatese.

Treni ad alta velocità. Casiroli ingaggia il duello con De Marco, Yte con Maffezzini. Cervelli e Chiarini, in mezzo al campo, servono le due ali con frequenza, costringendo i terzini bianconeri agli straordinari. La partita di questi ultimi è di sacrificio, spesso riescono a contenere le due furie ma qualcosa devono concedere. Il gol arriva al 12', quando il solito Chiarini fa partire verso la corsia di sinistra un filtrante rasoterra insidioso al cui inseguimento si lancia con convinzione Yte, che giunge in anticipo sul pallone. Maffezzini non molla un centimetro, i due fanno a sportellate ma, in prossimità dell'area, il terzino deve cedere il passo all'esterno, che rimasto solo insacca da sinistra all'angolo opposto della porta difesa da Rusconi: 2-0. La squadra di Gnutti incassa il colpo ma tiene botta. Il caldo e la stanchezza si fanno sentire, anche per i padroni di casa, e gli spazi concessi aumentano. Alla mezz'ora è Di Rienzo a innescare l'azione più pericolosa dei bianconeri: da sinistra imbuca Sala, fino a quel momento braccato strettissimo da un impeccabile Inzaghi e un sempre attento Volontè, che con la coda dell'occhio vede l'uscita del portiere rossonero e tocca di prima provando a sorprenderlo, ma Russetti ancora una volta risponde presente. In mezzo al campo Consoloni e Garavini provano a mettere ordine nella manovra della Brianza Olginatese cercando di giocare palla a terra, ma il pressing di Cervelli e Chiarini non lascia spiragli.

Le forze fresche non bastano. All'intervallo Gnutti rivoluziona otto undicesimi. L'intento, ovviamente, è quello di testare la condizione dei ragazzi e fare le prove generali in vista del 3 ottobre. Sul fronte opposto, invece, l'ingresso di Corrias alto a sinistra fa spostare Yte e Casiroli insieme sulla corsia di destra, con il primo in posizione più avanzata rispetto al secondo. Casiroli è infermabile ed ha energia da vendere, lo si vede in ogni occasione: quando può spingere lo fa, anche partendo da più arretrato, e arriva fino in fondo, mettendo a dura prova chiunque si opponga in quella fascia. Al 12', in una delle sue incursioni, viene atterrato poco fuori dall'area di rigore. Si incarica lui stesso della battuta, calciando una bomba rasoterra molto tesa. Il nuovo entrato tra i pali Perillo respinge, ma non allontana abbastanza il pallone e Tinazzi, subentrato ad Aquilino, deve solo scartare il cioccolatino e appoggiare in porta da un passo: 3-0.

IL TABELLINO

LOMBARDIA UNO-BRIANZA OLGINATESE 3-0
RETI: 6' Tarantino (L), 11' Yte (L), 12' st Tinazzi (L).
LOMBARDIA UNO (4-2-3-1): Russetti 6.5, Specchio 6.5 (1’ st Corrias 6.5), Torres 6.5 (19’ st Richiusa 6.5), Cervelli 6.5 (31’ st Bonato 6), Volontè 6.5, Inzaghi 7, Casiroli 8, Chiarini 7.5, Aquilino 6.5 (10’ st Tinozzi 7.5), Tarantino 7.5 (5’ st Ferrari 6, 17’ st Scordo 6), Yte 7.5. A disp Scordo. All. Gagliardi 7.
BRIANZA OLGINATESE (4-4-2): Rusconi 6 (1’ st Perillo 6.5), Maffezzini 6 (1’ st Cipriani 6.5), De Marco 6.5, Consoloni 7 (1’ st Vitari 6), Stucchi 6.5 (26’ st Garavini), Marigliano 6.5 (31’ st Consoloni), Muletta 7 (Esposito 6.5), Garavini 7 (1’ st Salvadori 6), Sala 7 (1’ st Purita 6.5), Ravasio (1’ st Catagni 6.5), Di Rienzo 7 (1’ st Pisano 6.5). A disp. Parolini. All. Gnutti 6.5.
ARBITRO: D’Agostino di Milano 6.5.
AMMONITI: Esposito (O), Richiusa (L).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400