Cerca

Under 17 Élite

Regionali Unposted, Lombardia Uno-Enotria: Pellegrino e Brenicci fanno volare Ferraioli, che stacca Gagliardi in classifica e può sognare in grande

Il match di cartello del girone B si conclude con una vittoria dei rossoblù, protagonisti di una prestazione superlativa in via Pozzobonelli

Lombardia Uno-Enotria

Uno scatto della sfida tra Lombardia Uno ed Enotria, che ha visto i rossoblù uscire con tre punti in tasca

Chi ferma l'Enotria? Ferraioli si coccola un Pellegrino letale dagli undici metri e una prova superlativa - con tanto di gol della sicurezza nel finale - di Brenicci, batte nella classica milanese il Lombardia Uno (2-0) e rafforza ancor di più il primato in classifica, facendo diventare addirittura cinque i punti di distacco dalle inseguitrici. Quest'ultime capitanate proprio dai rossoneri di Gagliardi, usciti sconfitti ma per nulla ridimensionati dalla sfida di via Pozzobonelli. Certo, aver accumulato cinque punti di distacco nelle prime quattro giornate non è certamente ciò che i rossoneri avrebbero voluto, ma a suonare la carica è stato lo stesso Massimiliano Gagliardi - ancora squalificato e sostituito da Massimo Innamorato - che nel post gara, senza giri di parole, ha dichiarato: «Il campionato è lungo, ora vogliamo vincere le prossime sei partite e poi vedremo dove saremo arrivati». 

Forza. Partiamo da un dato di fatto: quella di Ferraioli è probabilmente la formazione rossoblù più competitiva degli ultimi anni, almeno per quanto riguarda l'Under 17. Parlare di titolo Regionale a fine ottobre è sicuramente prematuro, ma i numeri - soprattutto nel mondo del calcio - non si possono mai ignorare: 12, 19, 0. Il primo rappresenta i punti ottenuti dai rossoblù in questo inizio di stagione: il più classico dei bottini pieni, capace tuttavia di far storcere il naso a qualcuno. " Brava l'Enotria ma ha vinto contro Cisanese, Folgore Caratese e Tritium" il commento che qua e là rimbombava nell'ambiente. Dubbi probabilmente anche leciti, messi però da parte dopo la prova di forza in casa del Lombardia Uno. Tornando ai numeri, 19 sono le reti messe a segno e 0 quelle subite. Se sulla qualità offensiva dei rossoblù c'erano pochi dubbi, visti gli acquisti top quali Inchingolo e De Leo che si sono aggiunti all'onnipresente Pellegrino and co, il dato lampante rappresenta i gol subiti. Merito della fase difensiva di Ferraioli, questo è certo, ma anche della qualità difensiva: dopotutto, quando in rosa hai uno come Danilo De Pasquale - autore anche di due gol in questo inizio di stagione - tutto è possibile. Se poi al fianco del punto fermo della Rapp Regionale e Nazionale c'è uno come Lacavalla, il gioco è presto fatto. Tornando alla vittoria di via Pozzobonelli, al solito Pellegrino - in gol dal dischetto in apertura di ripresa per la quinta volta in stagione - si è aggiunto un mediano a dir poco fenomenale: Mattia Brenicci. Prova superlativa quella del mediano rossoblù, arricchita con un gol nel finale che chiude definitivamente in conti.

Rammarico. Partiamo dalla fine. Siamo nel recupero di Lombardia Uno-Enotria, i rossoneri - giustamente - sono sbilanciati per trovare il pareggio e commettono una leggerezza difensiva che offre a Brenicci un cioccolatino solamente da ribadire in gol: 2-0 e big match all'Enotria. Ora, risultato e statistiche alla mano, sarebbe facile etichettare la sconfitta casalinga come un ridimensionamento per la formazione di Gagliardi, ma così non è. Anzi, i rossoneri possono anche sorridere per quanto messo in campo nei novanta minuti, visto che se la sono giocata alla pari contro una corazzata come quella di Ferraioli. Nulla di sorprendente, visto che il Lombardia Uno era, è tuttora e sarà anche nel futuro una delle favorite al titolo finale. Tralasciando il risultato, quanto visto in via Pozzobonelli può far dormire sonni tranquilli a Gagliardi: dal gioco - a tratti spumeggiante e basato su una chiara idea di calcio - alla mentalità, passando per singoli di assoluto talento. Ai soliti Russetti, Volontè e Casiroli va aggiunto e il neo acquisto Inzaghi, ancora una volta tra i migliori in campo. Il tutto ha portato i rossoneri vicini al gol per ben due volte nel primo tempo, con Tinazzi prima e con Yte poi. La ripresa è stata poi caratterizzata dall'episodio chiave della partita, sul quale De Martiis di Saronno ha assegnato un calcio di rigore all'Enotria costringendo così i rossoneri a sbilanciarsi per trovare il pari.

Le parole. Non nasconde il rammarico Massimiliano Gagliardi, che commenta così nel post gara: «Era una classica partita da 0-0, anche se noi abbiamo costruito qualche palla gol in più rispetto a loro. In generale abbiamo giocato un'ottima partita, nella quale ce la siamo giocata alla pari e dimostrando così di essere una bella squadra». Sull'episodio del rigore dichiara: «A mio avviso non c'erano gli estremi per assegnare un calcio di rigore, in quanto il mio difensore era molto vicino a Pellegrino prima del tocco di mano». Ben diverso lo stato d'animo di Alessandro Ferraioli, che ha di che sorridere dopo la conquista della quarta vittoria consecutiva in altrettante gare: «Nel primo tempo siamo stati molto bravi, giocando bene a calcio e costruendo buone opportunità. Peccato solo non averla sbloccata prima». Dopo il rigore di Pellegrino la reazione dei padroni di casa, a detta del tecnico, c'è stata ma senza far correre troppi pericoli ai suoi: «Dopo il vantaggio loro hanno alzato il baricentro ma non abbiamo mai rischiato nulla. Poi siamo stati bravi e fortunati a chiuderla nel finale, sono estremamente soddisfatto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400