Cerca

Under 17 Élite

Promossi, bocciati e rimandati, 6ª giornata: Ponte e Villa Valle a pieni voti, l'Alcione vede la vetta e il Brusa rallenta

Pareggio dal sapore amaro per Enotria e Masseroni, l'Universal non si ferma e il Manara dura solamente 55 minuti

Emanuele Serra, Accademia Inter

Emanuele Serra, classe 2005 in forza all'Accademia Inter

Torna la seconda rubrica dedicata all'Under 17 e all'Under 15 Élite: Promossi e Bocciati, ai quali aggiungiamo i rimandati. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione (Android e Ios), con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo, AllenaTalk e addirittura le partite a pagamento seguite il weekend successivo. In poche parole, bentornato Promossi e Bocciati! In attesa delle fotogallery, dei prossimi raduni delle Rapp e di "Regionali Unposted" e ovviamente di "AllenaTalk".

Prima di iniziare è doveroso chiarire subito qualche punto. Il primo riguarda nella finalità di questa rubrica, la quale non intendere offendere ed etichettare nessuno e in alcun modo. Un po' come facciamo nel pre-campionato con i nostri prospetti punti e le quote, anche questa rubrica non è altro che un modo diverso di raccontare il weekend calcistico. Senza la volontà, come detto, di etichettare o sparare sentenze. Dopodiché, anche in questo caso, siete invitati a fare uno screenshot della vostra "pagella" e salvarlo sulla vostra galleria: se la settimana seguente avrete meritato una promozione a pieni volti - oltre ad avere sicuramente il vostro spazio - potrete rivendicare quanto scritto da noi stessi. Che, lo ripetiamo ancora una volta dopo averli ribadito a più riprese - l'ultima volta qualche settimana fa con i nostri prospetti punti - storicamente ci abbiamo preso poco. Ma bando alle ciance, veniamo a noi: chi sono i promossi di questo weekend? I bocciati? I rimandati?

PROMOSSI

• ALCIONE

Finalmente l'Alcione a pieno voti. Domenica da sogno quella degli orange: per la prestazione di Cedrate, ovviamente, ma anche le notizie arrivate da Seguro la sera precedente visto il pareggio della Masseroni. Il che regala una grossa chance di primato in vista del recupero della quinta giornata fissato per il prossimo mercoledì (17 novembre) contro l'Accademia Bustese. Per puntare al bersaglio grosso bisognava però battere la Cedratese: missione compiuta. Prestazione di spessore quella dei milanesi, capaci di sbloccare la partita già nei primi minuti grazie a Torresani - migliore in campo per distacco - e poi di dilagare nella ripresa con la doppietta di Vecchi e il gol del subentrato Pacifico. A due settimane dal trionfo sofferto con il Mariano di via Olivieri occorre dirlo: ci voleva proprio.

• ACCADEMIA INTER

L'Accademia Inter fa il suo e non sbaglia contro la Vogherese. Tuttavia non è stata solo rose e fiori la sfida di via Cilea, per questo i nerazzurri entrano di diritto nella lista dei promossi a pieni voti. In primis bisogna parlare dell'avversario, una squadra che sa giocare bene a calcio ed ha dimostrato - nonostante i soli quattro punti conquistati nelle prime sei uscite - di poter mettere in difficoltà chiunque. Dopodiché l'aspetto mentale non può non essere messo sotto la nostra lente d'ingrandimento, visto che in virtù dei pareggi della Masseroni e dell'Aldini la squadra del duo Bergomi-Chieppa ha avuto la grossa chance di salire in vetta in solitaria, puntualmente sfruttata.

• UNIVERSAL

Universal seconda in classifica in solitaria dopo sei giornate: chi l'avrebbe mai detto? Noi di certo no, visto che i giallorossi a quota dodici li avevamo immaginati (forse) solamente alla ventiduesima giornata. Testa bassa e lavorare: questo il diktat di Giuseppe Puleo, che ha portato i 2005 di Solaro a battere con un rotondo 6-1 il Mariano e conquistare la quarta vittoria stagionale. Se analizzato, il risultato contro i comaschi è qualcosa di impressionante. Per l'avversario, una squadra allenata da un ottimo tecnico quale Francesco Muoio, e per i suoi numeri: tre gol subiti nelle prime cinque uscite, sei in una sola partita dai giallorossi. Serve altro per motivare i pieni voti?

• PONTE SAN PIETRO

Per 55 minuti all'inferno, poi il paradiso. È il più classico mix di emozioni quello che ha caratterizzato la mattinata del Ponte San Pietro, che batte sì il Manara con un risultato largo (5-1) ma la partita è stata solo apparentemente semplice. Questione di numeri: 55. Come i minuti nei quali il Manara è rimasto in partita, mettendo in grossa difficoltà il Ponte che a sua volta ha faticato come non mai a sbloccarla. Poi il gol di Gritti, un sospiro di sollievo e partita in discesa: vittoria fondamentale per i ragazzi di Pirovano, che riscattano come meglio non potevano un inizio di stagione positivo per gioco espresso ma, risultati e classifica alla mano, ben lontano dalle aspettative. Anche in questo caso, ci voleva eccome.

• VILLA VALLE 

Chi ferma la capolista? Villa Valle, pensaci tu. Missione compiuta. Nel modo più incredibile, Andrea Terzi fa il miracolo contro Alessandro Ferraioli e costringe i milanesi alla prima frenata stagionale dopo cinque vittorie consecutive. Attenzione, parlare di miracolo per un pareggio in casa può apparire giustamente azzardato, ma di questo si tratta analizzando la partita. Fine primo tempo: Villa Valle sotto di due gol e di un uomo, Enotria ovviamente avanti di due gol ed in superiorità numerica. Quello che accade nella ripresa è un vero e proprio miracolo: i giallorossi entrano in campo con un piglio decisamente diverso, prima la pareggiano e poi passano addirittura in vantaggio. Il sogno finisce però nel finale, quando Pellegrino salva l'Enotria e firma il definitivo 3-3. Poco male, visto che quanto fatto dalla squadra di Terzi è qualcosa di eccezionale.

• CILIVERGHE

La squadra di Sergio Persegani stavolta è riuscita ad ottenere una delle vittorie più importanti della sua stagione. Per farlo è dovuta ricorrere alle reti di Stefano Botta e Marco Fagoni. Il risultato però è stato rimesso in discussione dal ritorno della Crema e dunque verso il finale è stata necessaria anche la rete di Pietro Pisa per raddrizzare la partita gialloblù, ed arrivare al successo. La vittoria mancava da troppo tempo e ridà ossigeno alla formazione di Molinetto di Mazzano. La squadra ovviamente latita ancora in zona playout ma questa vittoria potrebbe scongiurare il pericolo retrocessione diretta. Promossa.

• UESSE SARNICO

Vittoria importantissima per il Sarnico di Mauro Pozzoni. La squadra è riuscita a vincere in casa contro il Franciacorta in uno scontro diretto che in definitiva la porta subito dietro a Brusaporto e Virtus Ciserano Bergamo. Fondamentale risultava questo passaggio di campionato, in quanto la squadra di Pozzoni era reduce dalla sconfitta nell'altro scontro diretto contro il Brusaporto del quinto turno. La vittoria iniziale contro la Virtus alla seconda giornata faceva ben sperare ma forse poteva essere addebitata ad una fortunosa circostanza. Stavolta invece questa vittoria è l'ennesima riprova che questa squadra può ambire ancora al vertice della graduatoria. Promossa.

BOCCIATI

• MANARA

Per 55 minuti al paradiso, poi l'inferno. In poche parole, l'opposto rispetto al Ponte San Pietro. Domenica da dimenticare per il Manara, non tanto per il ko contro i blues - che tutto sommato ci può anche stare - quanto per le proporzioni (5 gol), le tempistiche (passivo rimediato in meno di un tempo) e le modalità. Ciò che fa riflettere sono proprio quest'ultime, visto che dopo il vantaggio bergamasco i ragazzi di Santambrogio sono calati vistosamente senza riuscire a reagire. Un aspetto sottolineato dallo stesso tecnico, visto che l'incapacità di reagire sotto di un gol rappresenta la base per affrontare al meglio un campionato Élite. Tuttavia niente drammi, perché è impossibile dimenticare l'impresa di settimana scorsa contro il Lombardia Uno e i ragazzi di Barzanò hanno dimostrato di avere le qualità per fare bene. 

• DARFO BOARIO

Battuta d'arresto pesantissima per il Darfo Boario di Norman Fontana. Le attenuanti generiche stavolta non sembrano reggere perché quando si subiscono così tanti gol è sintomatico di qualcosa che non torna nell’atteggiamento della squadra. Sono 7 i gol fatti e 19 quelli subiti, una differenza di -12: la peggior differenza-reti del girone. Certo, davanti c'era la squadra probabilmente più forte, ma un conto è perdere di 3-4 reti, un conto è prenderne 7. Tutte le energie nervose erano state spese la volta precedente contro la Vighenzi? Difficile dirlo, sicuramente questa sconfitta potrebbe lasciare molti strascichi in una fase molto delicata della stagione. Il prossimo avversario è lo Scanzorosciate, non sa di ultima fermata ma di certo da questo momento in poi i treni-salvezza (leggasi evitare i playout) saranno sempre più radi. Bocciato.

• SCANZOROSCIATE

Lo Scanzorosciate sta vivendo un autentico incubo dalla seconda giornata di campionato. Giorgio Gorrini ad inizio stagione aveva ipotizzato un difficile girone di andata per via delle tante assenze che minano soprattutto il reparto avanzato. Da lì però a trovarsi ad un punto dall'ultima posizione ce ne passa. Come detto, la squadra non vince dallo scontro col Crema (3-0) e stavolta raccoglie la sua terza sconfitta consecutiva. La prossima giornata contro il Darfo Boario sarà decisiva, perché rappresenterà un vero e proprio scontro salvezza. Giorgio Gorrini dovrà riuscire ad inventarsi qualcosa per coprire le posizioni scoperte dalle assenze e soprattutto lavorare sulla psiche dei suoi - parsi, fuori casa, come pesci fuor d’acqua (ancora nessuna vittoria).

RIMANDATI

• MASSERONI

Da rivedere la Masseroni, non tanto per il risultato e la prestazione di Seguro quanto per le disattenzioni difensive che hanno portato ai due gol subiti. Nulla di cui preoccuparsi, sia chiaro, ma l'essere andati per due volte avanti e puntualmente ripresi aumenta il rammarico di un pareggio che è costato il primo posto in classifica. In tutto ciò il centrocampo e l'attacco si sono dimostrati i reparti più pregiati per i bianconeri, che sebbene ora si trovino a inseguire l'Accademia Inter son o pronti a fare battaglia già da domenica prossima.

• ENOTRIA

Sedici punti in sei partite: "meglio de così se more" direbbe qualcuno. Difatti è proprio così, ma il rammarico per non aver fatto sei su sei c'è eccome per l'Enotria. Specie se all'intervallo ti ritrovi sopra di due gol e con un uomo in più. Tuttavia, ciò non è bastato: Ferraioli rallenta e quasi rischia di farlo bruscamente, ma a rimettere le cose a posto dopo il tris giallorosso ci ha pensato il solito Pellegrino. Pensare che l'Enotria le avrebbe vinte tutti era utopia, certo è che essere avanti 2-0 all'intervallo e in superiorità numerica rappresenta un'occasione persa per trovare la vittoria numero sei.

• FRANCIACORTA

Seconda battuta d'arresto consecutiva per la squadra di Davide Bertoni, incorsa inaspettatamente la volta precedente nella prima sconfitta di stagione contro la Trevigliese e stavolta uscita nuovamente sconfitta dal difficile campo di Sarnico. Inciampi che hanno chiaramente ridimensionato le aspettative di questa squadra che alle prime difficoltà ha accusato subito il colpo, perdendo quota. Adesso la squadra di Bertoni sarà chiamata alla reazione proprio contro il Vighenzi, una squadra sempre molto ostica da affrontare. Rimandato.

• BRUSAPORTO

Primo o poi doveva arrivare e difatti il Brusaporto di Tommy Rizzoli è incorso nella prima battuta d’arresto di stagione. Non una sconfitta ma solamente un pareggio, con l’attenuante di essere arrivato contro l'ostico Vighenzi di Vittorio Sandrini. In questo campionato se si vuole chiudere quantomeno in testa la regular season è opportuno ridurre al minimo i cali di velocità, in quanto ogni rallentamento potrebbe costare carissimo. Non per nulla - nonostante il grandissimo inizio di stagione - i gialloblù si ritrovano già il fiato sul collo della Virtus Ciserano Bergamo. La prossima sarà scontro in vetta e sicuramente ne vedremo delle belle e Algarotti e compagni dovranno cercare assolutamente quantomeno di non perdere. Rimandato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400