Cerca

Under 17 Élite

Promossi, bocciati e rimandati, 7ª giornata: Cedratese, Cimiano e Virtus a pieni voti, grande rammarico per la Masseroni e il Brusaporto

Da rivedere Vis Nova e Villa Valle, mentre l'Alcione sbatte contro il muro Universal; molto bene il Ciliverghe di Persegani

Andrea Moroni, Cedratese

Andrea Moroni, difensore centrale della Cedratese

Torna la seconda rubrica dedicata all'Under 17 e all'Under 15 Élite: Promossi e Bocciati, ai quali aggiungiamo i rimandati. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione (Android e Ios), con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo, AllenaTalk e addirittura le partite a pagamento seguite il weekend successivo. In poche parole, bentornato Promossi e Bocciati! Il tutto unito alle numerose altre rubriche che potete scoprire a questo link

Prima di iniziare è doveroso chiarire subito qualche punto. Il primo riguarda nella finalità di questa rubrica, la quale non intende offendere ed etichettare nessuno in alcun modo. Un po' come facciamo nel pre-campionato con i nostri prospetti punti e le quote, anche questa rubrica non è altro che un modo diverso di raccontare il weekend calcistico. Senza la volontà, come detto, di etichettare o sparare sentenze. Dopodiché, anche in questo caso, siete invitati a fare uno screenshot della vostra "pagella" e salvarlo sulla vostra galleria: se la settimana seguente avrete meritato una promozione a pieni volti - oltre ad avere sicuramente il vostro spazio - potrete rivendicare quanto scritto da noi stessi. Che, lo ripetiamo ancora una volta dopo averli ribadito a più riprese - l'ultima volta qualche settimana fa con i nostri prospetti punti - storicamente ci abbiamo preso poco. Ma bando alle ciance, veniamo a noi: chi sono i promossi di questo weekend? I bocciati? I rimandati?

PROMOSSI

• ACCADEMIA INTER

È un'Accademia Inter che pare infallibile quella vista nel settimo turno. Una prestazione spaziale quella della squadra di Bergomi, che ha battutto di misura la Masseroni nella classica milanese e si è consolidata al primo posto in classifica. A tutto questo c'è poi da aggiunger eil pari dell'Alcione contro l'Universal, il quale regala il primo posto aritmetico ai nerazzurri che anche in caso di trionfo orange nel recupero contro l'Accademia Bustese manterranno il primato in solitaria. Forti davanti, formidabili dietro: il 3-5-2 di Bergomi si sta dimostrando una schema di gioco affidabile, oltre ad essere diventato ormai un marchio di fabbrica.

• CEDRATESE

Finalmente la Cedratese! Una vittoria dall'importanza titanica quella della formazione di Renzo Birarda, protagonista di una prova solida in una sfida sulla carta già decisiva nello scontro diretto contro l'Accademia Bustese. Quattro gol ed una gara mai in discussione hanno permetto ai ragazzi di Cedrate di ottenere la seconda vittoria stagionale, allontanarsi dalla zona calda e prendersi una buona dose di fiducia in vista dello sprint finale prima della pausa natalizia. Le maggiorni difficoltà sembrano ormai superate, ed ora la trasferta di Solaro contro l'Universal...

• MANARA

Chiamatela "ammazzagrandi". Se la squadra di Paolo Santambrogio non è la più classica delle mine vaganti poco ci manca, visto che quindici giorni dopo aver battuto a Barzanò il Lombardia Uno i biancoceleste mietono un'altra vittima illustre. In questo caso il Villa Valle, costretto ad arrendersi per 3-2 contro una suqarda compatta, capace di soffrire ma brava ad imporsi sia dietro che in avanti. Vittoria fondamentale per il Manara, che meglio non poteva prepararsi alla sfida delicata di domenica contro i milanesi e rivali per la salvezza del Villa.

• CIMIANO

Finalmente anche il Cimiano! Dopo una miriade di grandi prestazioni, non sempre susseguite dai tre punti, i rossoneri tornano a fare bottino pieno che macava da oltre un mese in occasione dell'esordio contro la Tritium. Se erano stati i gol a tradire Gazzola nell'ultimo mese, gli stessi non sono mancati a Cernusco Lombardone contro la Brianza Olginatese: lo dimostra la clamorosa tripletta di Cirillo, che nel giro di appena mezz'ora ne fa tre e cotringe i bianconeri di Luca Gnutti a leccarsi le ferite.

• CILIVERGHE

Finalmente esce dall'incubo in cui si era cacciato dopo il brillante avvio di stagione. Questa vittoria, di certo non scontata perché ottenuta contro di un avversario ostico e di tutto rispetto nonché vera rivelazione del campionato, rilancia la banda di Sergio Persegani. Verso altri lidi? Chissà. Alcuni giocatori gialloblù sembrano infatti essersi sbloccati o ritrovati e potrebbero d'ora in avanti regalare altre soddisfazioni al club di Molinetto di Mazzano. La classifica inizia ad essere meno ansiogena. Promosso a pieni voti.

• VIRTUS CISERANO BERGAMO

Se ne è già parlato molto nel weekend, la Virtus Ciserano Bergamo ha vinto la partitissima che le ha consegnato la prima piazza in solitaria a completamento di una lunga rincorsa iniziata dalla terza giornata. E non in maniera fortunosa, ma con una prova ampiamente convincente in cui spiccano le grandi capacità dei ragazzi di Diego Guizzetti a gestire le sfide decisive. Il secondo tempo rimane da manuale per tranquillità di gioco e costanza nell’attaccare e nel ricercare la vittoria. Con questo primato la promozione è d'obbligo.

BOCCIATI

• VIS NOVA

Manca nell'esame più importante la Vis Nova, che esce sconfitta nella sfida di vertice contro la Tritium. Un campionato fino a questo momento altalenante quello della Vis Nova, il quale avrebbe potuto prendere una piega ben positiva in caso di trionfo contro i biancocelesti. Così non è stato, visto che la Tritium si è dimostrata superiore e si è presa con meriti il bottino pieno. Tuttavia non bisogna fare drammi, visto che i neroverdi rimangono una delle favorite per i playoff e avranno già domenica prossima la chance contro la Brianza Olginatese di rialzarsi come hanno dimostrato di poter fare.

• VILLA VALLE

Non riesce al Villa Valla il definitivo salto di qualità. Dopo un buon filotto di risultati utili consecutivi, i giallorossi si fermano bruscamente a Barzanò. Una prova ben distante da ciò che hanno in canna i giovani bergamaschi, in partita solamente per un tempo prima di andare in netta difficoltà nella ripresa. Anche in questo caso il campioanto è comuqnue positivo, anche se per puntare alle zone più nobili della classifica servirà un cambio di passo e più continuità.

• BRUSAPORTO

Tommy Rizzoli è rimasto pienamente soddisfatto della prova dei suoi, i quali effettivamente per un tempo abbondante hanno fatto sperare tutto il popolo gialloblù. L’impresa sembrava a porta di mano. La ripresa però ha tradito forse una fragilità mentale riguardante la gestione degli ultimi 45 minuti. Algarotti e compagni difatti sono crollati di schianto sotto i colpi incessanti dei rossoblù, denotando qualche limite a livello di tenuta nervosa. Rizzoli dovrà scacciare le scorie della sfida al più presto e motivare i suoi ragazzi per non far perdere loro quota.

• DARFO BOARIO

La sfida nell'anticipo del sabato ha visto tornare alla vittoria lo Scanzorosciate dopo un avvio davvero complicato. Questo era un big match che la squadra di Norman Fontana non doveva perdere, o quantomeno poteva perdere ma non nel modo mostrato in campo. I camuni sembravano aver perso lo spirito vichingo che li ha sempre contraddistinti. Che la testa fosse già alla coppa? Difficile dirlo, di certo siamo al punto cruciale della stagione. Adesso contro la Veronese si deciderà il prosieguo nel Bresciaoggi, ma visto l'atteggiamento arrendevole dell'ultima uscita rimangono apprensioni circa il campionato.

RIMANDATI

• MASSERONI

Partiamo da un presupposto: niente drammi. Una sconfitta di misura contro l'Accademia ci può anche stare, ma se consideriamo il recente pari di Seguro e la sconfitta tra le mura amche contro l'Aldini, viene facile un pensiero: questa Masseroni soffre con le grandi? Forse sì o forse no, probabilmente poco importa. Rimane il fatto che i bianconeri si allontanano dalla vetta, nonostante la prova di via Madruzzo sia stata ababstanza positiva. Serve cambiare ritmo e la squadra di Viola ha tutto per poterlo fare già domenica prossima.

• ALCIONE

Battuta d'arresto per l'Alcione, che contro ogni pronostico sbatte contro il muro giallorosso alzato dall'Universal di Puleo e, almeno per ora, dice addio al sogno primo posto. Il motivo è sì la vittoria dell'Accademia contro la Masseroni ma soprattutto il proprio pari casalingo, appunto, contro l'Universal. Una partita complessa per i classe 2005 orange, costretti ad arrendersi al cospetto di una squadra quadratta, volenterosa e capace di mettere in difficoltà chiunque. E ora c'è la sfida milanese contro l'Aldini...

• FRANCIACORTA

Difficile rimandare questa squadra che ancora una volta è andata vicinissima alla vittoria mostrando di possedere un gioco convincente, sotto l’aspetto qualitativo, ed intenso, sotto l’aspetto ritmico. Purtroppo può capitare un periodo come questo, nel quale la sfortuna ha il sopravvento sulle buone iniziative e sugli episodi. La vittoria manca da 3 turni, ma Davide Bertoni deve semplicemente aspettare il volgere degli eventi perché sicuramente continuando su questi binari il momento del Franciacorta sarà prossimo a tornare.

• TREVIGLIESE

Battuta d'arresto inaspettata per la Trevigliese di Pietro Galbiati. Il tecnico, rimasto ai bordi del campo per la squalifica ricevuta, non è riuscito ad infondere la giusta carica consueta nei suoi ragazzi da oltre la rete di cinta. Questo forse ha fatto sì che il Ciliverghe ne approfittasse per piegare le resistenze orobiche, stoppando l’ascesa al vertice degli undici di Treviglio. I biancoceleste rimangono comunque la sorpresa di questa parte di stagione, ma a pochi giornate dalla pausa invernale dovranno sapersi trasformare in una realtà capace di stare pienamente nella lotta playoff.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400