Cerca

Under 17 Élite

Ciliverghe-Vighenzi: Bara decide la partita più pazza del mondo con una doppietta e la Vighenzi s'impone con un pirotecnico 4-6 sul campo del Ciliverghe

La ripresa è uno spettacolo segnato da un botta e risposta continuo: l'undici di Sandrini alla fine supera i gialloblù anche grazie alla doppietta del subentrato Tirelli

Ciliverghe-Vighenzi Under 17 Elite - Bara (Vighenzi)

Il protagonista di giornata Moubarak Bara, autore di una doppietta decisiva nel trionfo della Vighenzi.

A volte capita che persino le partite di calcio si svolgano all'insegna della follia più pura: è quanto accade a Mazzano tra Ciliverghe e Vighenzi nel 4 a 6 tennistico che segna il sorpasso degli ospiti sui diretti rivali in classifica. Rigori, rimonte, occasioni e ribaltamenti di fronte continui dànno vita a uno spettacolo pirotecnico difficile da dimenticare, in cui spiccano le prove di Bara - centravanti dalle grandi doti fisiche e autore di una doppietta - e Tirelli, il numero 20 di Sandrini che spacca la partita con il suo ingresso. Persegani e i suoi vengono travolti dall'onda d'irrazionalità che segna la gara e non riescono a giocare in modo ordinato: i troppi errori contribuiscono perciò alla sconfitta, contro cui non possono nulla nemmeno le reti di Fagoni, Cristani, Rebolledo e Botta.

Equilibrio (apparente). L'avvio non fa presupporre ciò che poi effettivamente capiterà: un terreno scivolosissimo e insidioso rende imprecise le giocate di entrambe le squadre e le occasioni non fioccano. Si muovono però sicuramente meglio in fase offensiva i giocatori della Vighenzi, con Bara e Infantino che si trovano a meraviglia - pur non concretizzando mai nella prima fase. La lotta gladiatoria a centrocampo si risolve così al 30', quando Chiappini in area piccola approfitta di una respinta imprecisa della difesa di casa per appoggiare in rete la sfera. Il gol subito risveglia in qualche modo un Ciliverghe sottotono, che infatti nel giro di un minuto la ribalta: al 38' Fagoni trova il gollonzo dalla distanza, infilando da posizione defilata l'angolino alla sinistra del portiere; al 39' invece è capitan Cristani a far gioire il pubblico di casa, portando a felice compimento un'azione di ripartenza perfetta e infilando in gol l'assist illuminante di Botta. Ma prima dell'intervallo arriva Bara a riprenderla: il numero 9 sigla una marcatura piuttosto fortunosa in realtà, deviando in porta una punizione di Russo respinta malamente da Scarpari.

Pazza ripresa. Il secondo tempo, cominciato all'insegna del nervosismo con tre ammonizioni in cinque minuti, si trasforma, dal quarto d'ora in poi, in divertimento e follia allo stato puro. Borra riporta infatti presto avanti gli ospiti con una punizione a giro deliziosa sul primo palo; passa un minuto ed arriva il rigore per il Ciliverghe: Rebolledo è freddissimo e batte centralmente Doci: 3 a 3. Si arriva al 23' e il direttore di gara ravvisa gli estremi per un altro tiro dal dischetto per un fallo di Cristani, colpevole di aver messo a terra un indomabile Infantino lanciato a rete. Si incarica della battuta Tirelli, entrato da pochissimo eppure implacabile nel realizzare il nuovo vantaggio. Il ritmo è incalzante e l'illusione di una parvenza d'equilibrio finalmente raggiunto all'interno della partita si sgretola, perché sei minuti più tardi e dopo un altro gol annullato a Tirelli per fuorigioco, i padroni di casa trovano il pareggio con Botta: il bomber di Persegani approfitta degli sviluppi di un'azione confusa per calciare nella porta sguarnita una sfera vagante a mezza altezza ai limiti dell'area. Gli increduli spettatori del maturato 4 a 4 non hanno nemmeno il tempo di capacitarsi di ciò a cui stanno assistendo, dato che il tabellino cambia nemmeno un giro d'orologio dopo: al 31' infatti è subito cinquina per la Vighenzi, con il gol - che si rivelerà poi decisivo - ancora di Bara: l'attaccante infila ancora Scarpari incrociando di destro sul secondo palo e scatenando la conseguente festa dei compagni in campo e l'invasione della panchina. Il Ciliverghe si scopre per tentare l'ennesima incredibile rimonta, ma dopo il valzer dei cambi iper-offensivi attuati dal tecnico, si ritrova scoperto sui contropiedi veloci orchestrati dagli ospiti. Uno di questi, al novantesimo, vede la corsa forsennata del solito Tirelli: il numero 20 scappa a tutta la difesa locale e, dopo metà campo percorsa in velocità, trova il gol del definitivo 4 a 6. Strabiliato il pubblico al triplice fischio: applausi per tutti e una giornata da ricordare, nonostante la pioggia e il freddo. In classifica è dunque sorpasso, con la Vighenzi che allunga a quota 12 in un campionato bello ed equilibrato, dove tutto - ma proprio tutto, anche l'impensabile - può accadere.

IL TABELLINO

CILIVERGHE-VIGHENZI 4-6
RETI (0-1, 2-1, 2-3, 3-3, 3-4, 4-4, 4-6): 30' Chiappini (V), 38' Fagoni (C), 39' Cristani (C), 45' Bara (V), 13' st Borra (V), 15' st rig. Rebolledo (C), 24' st rig. Tirelli (V), 30' st Botta (C), 31' st Bara (V), 45' st Tirelli (V).
CILIVERGHE (3-5-2): Scarpari 5.5, Sorlini 6 (35' st Verosimile sv), Boldini  6, Pisa 5.5, Fagoni 7, Abeni 6 (16' st Grumelli Lorenzo  6), Cristani 7.5 (31' st Amighetti sv), Rebolledo 7, Botta 7, Mostarda 6 (34' st Jadid sv), Ouzounov 5.5 (28' st Montella 6). A disp. Zanetti, Monteleone. All. Persegani 6. Dir. Fagoni.
VIGHENZI CALCIO (4-4-2): Doci 6, Forlano 6.5, Contrasto 6.5, Borra 7.5, Danzi 6, Gelmini 6 (32' st Alberti sv), Bettini 6.5, Russo 6, Bara 8.5 (50' st Papaleo sv), Infantino 7.5 (45' st Traversi sv), Chiappini 7 (21' st Tirelli 8). A disp. Dikouk, Merico, Touzani, Ghinelli, Contrasto. All. Sandrini 7.
ARBITRO: Goffard di Brescia 6.
AMMONITI: Abeni (C), Fagoni (C), Pisa (C), Forlano (V), Gelmini (V).

LE PAGELLE

CILIVERGHE

Scarpari 5.5 Troppe indecisioni ne segnano la valutazione negativa: male sulle respinte corte.Può fare meglio e sicuramente avrà modo di riscattarsi.
Sorlini 6
Qualche sbavatura di troppo sulla corsia di destra: può far meglio (35' st Verosimile sv)
Boldini 6
Lascia spazi che diventano pericolosi nelle retrovie e fatica nella ripresa.
Pisa 5.5
Costretto spesso a rincorrere, non riesce a carburare come dovrebbe e si fa bucare da Tirelli nel finale.
Fagoni 7
Conclude in rete siglando un grandissimo gol: sfrutta l'episodio per lottare fino al triplice fischio.
Abeni 6
Impalpabile in mezzo al campo, il suo filtro non sempre funziona.
16' st Grumelli 6
Prova complessivamente sufficiente, all'interno di una frazione in cui succede di tutto.
Cristani 7.5 Capitano dalle ottime capacità tecniche e preciso in occasione del gol; peccato per l'entrata che l'arbitro decide di punire assegnando il tiro dagli undici metri agli avversari (31' st Amighetti sv).
Rebolledo 7
Ultimo baluardo di un centrocampo che si mette in moto solo a momenti: realizza su rigore e combatte su tutti i palloni.
Botta 7
Lottatore nato, non tutte le giocate gli riescono come vorrebbe, ma il suo lavoro di sacrificio è encomiabile e lo porta al gol del 4 a 4.
Mostarda 6 
Sparisce dal match nella ripresa e spreca un paio di grandi occasioni; tutto sommato però è anche artefice di qualche grande idea (34' st Jadid sv).
Ouzounov 5.5
Non in giornata, sbaglia tanto e a sinistra non offre la spinta necessaria a ribaltare il match.
28'st Montella 6
Ci prova, ma il suo contributo alla squadra non basta per riacciuffare gli avversari.
All. Persegani 6 Sul piano del gioco qualcosa sicuramente è mancato, ma di fronte a una partita così pazza l'imprevedibile ha preso il sopravvento sulla squadra.

VIGHENZI

Doci 6 Indeciso in un paio d'occasioni che portano poi a gol avversari.
Forlano 6.5
Gran lavoro a destra, dove spazia bene avanti e indietro.
Contrasto 6.5
Chiude gli spazi e lavora con grande intelligenza tattica.
Borra 7.5
Trascinatore straordinario: la sua punizione apre un secondo tempo memorabile.
Danzi 6
Meglio in avvio, rispetto a quanto poi è costretto a subire nell'ora di gioco finale.
Gelmini 6
Piccole sbavature nella chiusura degli spazi e nella scelta del tempo d'intervento (32'st Alberti sv).
Bettini 6.5
Ottimo lavoro, da mediano vero, in fase di chiusura. Può migliorare a livello di intraprendenza offensiva.
Russo 6
Assist ma anche un rigore causato per un tocco di mano. Alti e bassi, ma il risultato alla fine premia i suoi.
Bara 8.5
Lotta come un ossesso e segna due gol da rapinatore d'area vero: migliore in campo (50'st Papaleo sv).
Infantino 7.5
Il suo lavoro è preziosissimo e quando parte palla al piede una delizia per gli occhi: s'insinua ovunque e guadagna un rigore (45' st Traversi sv).
Chiappini 7
Suo il gol che sblocca il match: poi si limita all'indispensabile.
21' st Tirelli 8
Ingresso da fuoriclasse: si prende la responsabilità dal dischetto e insacca il gol che chiude una folle gara indimenticabile.
All. Sandrini 7 Maestro di tattica e di lotta: i suoi non mollano davvero mai e portano a casa tre punti straordinari.

ARBITRO

Goffard di Brescia 6 Non ha sempre pienamente in pugno la situazione. Nel complesso comunque una direzione sufficiente per lui.

L'INTERVISTA

Il tecnico Sandrini della Vighenzi si presenta soddisfatto a fine gara e commenta così il match: «Abbiamo assistito a una partita pazza, la più assurda che mi sia mai capitato di vedere. Arriva al termine di una settimana difficile per noi, in cui siamo stati bravi a reagire, quindi. Bravi i ragazzi, perché non hanno mai mollato, dimostrando un approccio e un atteggiamento dei quali sono molto contento. Ne avevamo bisogno. Ci sono ancora molte cose su cui dobbiamo lavorare per migliorare, ma sono sicuro che, col tempo, riusciremo a farlo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400