Cerca

Under 17 Élite

Regionali Unposted, Sported Maris-Virtus Ciserano Bergamo: gran manita, la capolista impone la logica del più forte e con un Colleoni in giornata di grazia sfonda

Tutto facile per i ragazzi di Diego Guizzetti, a passeggio in quel di Cremona con Manzi, Ceruti, Coccia e un doppio Roberto Colleoni

Ceruti Virtus Bergamo

Francesco Ceruti, Virtus Ciserano Bergamo, a segno contro lo Sported con la quarta rete della gara: per l'esterno basso rossoblù è il terzo centro in stagione

Non c’è partita al Maristella fra Sported Maris e Virtus Ciserano Bergamo, con gli orobici a passeggio con una doppietta di un super Roberto Colleoni (nel primo tempo) e i sigilli di Manzi, Ceruti e Coccia nella ripresa. Con il passo falso del Sarnico, adesso la squadra di Diego Guizzetti prende la fuga e frappone 5 lunghezze fra sé e la prima inseguitrice (il Brusaporto). A due giornate dal giro di boa e con un calendario in discesa, l’obiettivo tondo tondo dei 30 punti sembra essere - ad oggi - pienamente alla portata dei virtussini. Invece lo Sported esce sconfitto dallo scontro contro la capolista con un passivo che punisce oltremodo i ragazzi di Matteo Borghetti i quali, nonostante le assenze di Spoti e Barbieri in difesa, per oltre un’ora reggono l'urto dei bergamaschi, dotati - quest’ultimi - di uno strapotere soprattutto fisico conclamato. Di certo i biancoverdi avranno altre occasioni per costruire il proprio campionato improntato ad uscire dalla zona playout.

Double. Prima occasione della partita dopo 8 minuti quando il portiere ospite Hila svirgola il rinvio su di un retropassaggio, la palla arriva a Chiesa che dal limite dell’area piccola sfiora il palo lontano. All’11’, però, sugli sviluppi di un corner, Palazzi salta secco il diretto avversario e mette dentro un pallone morbido che Colleoni appoggia comodamente di testa in rete (0-1). Subito Virtus in vantaggio. La risposta biancoverde non si fa attendere troppo visto che la rete subita non sembra aver per nulla demoralizzato i ragazzi di Borghetti. Dopo una rete annullata alla Virtus per fallo su Archetti, al 25’ Chiesa recupera un pallone al limite e serve Grimaldi che fa partire un tiro spiovente di poco alto sopra la traversa. Alla mezz’ora l’occasione per il pareggio è sui piedi di Tenconi, che entra in slalom in area saltando due avversari prima di concludere e costringere Hila alla deviazione in angolo. Poco più tardi semi girata di Fontana dal limite che colpisce il difensore avversario, il rimpallo arriva a Chiesa che di sinistro trova ancora la risposta di un super Hila, ben posizionato a centro porta. Ma verso il finale di tempo esce del tutto la Virtus che porta a 2 le reti di vantaggio. Aldenghi scappa sulla fascia sinistra e mette in area per Martinelli, il quale viene atterrato da dietro per un penalty sacrosanto: Colleoni realizza con un tiro all incrocio (36’). Nel finale c’è ancora tempo per un miracoloso recupero di Ghisolfi in chiusura su Pezzotta, ormai a tu per tu con Archetti; e ancora occasionissima per Grimaldi che, conquistata palla caparbiamente al limite, spedisce di poco sopra la traversa.

La ripresa. Nella ripresa gli ospiti aumentano la pressione e mettono più volte in difficoltà la difesa dello Sported, costretto a capitolare per la terza volta al 65’ dopo una bella azione corale bergamasca. Qui Martinelli imbecca Palazzi che, pur scivolando, riesce a saltare Fontana, servendo poi per Di Gennaro che da dentro l’area colpisce a botta sicura, Archetti è strepitoso ma sulla respinta Manzi insacca (0-3). A tris calato Borghetti dà allora spazio a tutte le riserve ma la Virtus, affamata e per nulla paga, continua a spingere in cerca di altre reti. Al 25’ Martinelli premia con un fantastico pallonetto Ceruti, che mette a sedere con una finta il difensore e di destro piazza nell’angolo lontano (0-4). Segue clamorosa occasione per accorciare le distanze al 75’ quando Grimaldi sfrutta un retropassaggio errato di Puccio e costringe Hila al miracolo di piedi. Ancora una volta la Virtus preserva il proprio clean sheet. Coccia chiude i conti in chiusura sempre su assist di un illuminato Martinelli (0-5).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400