Cerca

Under 17 Élite

AllenaTalk, le voci dai campi: Pirovano e Muoio fanno festa, rammarico per Fontana e Terzi, estasi D'Antuono

Gagliardi vuole rilanciarsi in vista del nuovo anno mentre Ronchi si conferma una delle sorprese più belle

Raffaele D'Antuono, tecnico della Folgore Caratese

Raffaele D'Antuono, tecnico della Folgore Caratese

Torna il consueto appuntamento settimanale con "AllenaTalk", la rubrica dedicata alle voci dai campi dell'Under 17 Élite. Una delle novità dedicate ai nostri abbonati e ai lettori del giornale - cartaceo o digitale - del lunedì. Come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione (Android e Ios), con la possibilità di leggere - sempre sulla nostra app - articoli come questo e le partite a pagamento seguite il weekend successivo. In poche parole, bentornato AllenaTalk! In attesa di tutte le altre rubriche che potete conoscere a questo link.

GIRONE A

• SESTESE-MASSERONI 0-4

Matteo Moffa, tecnico della Sestese, analizza così il ko rimediato dai suoi contro la Masseroni: «Sono stati più bravi, c'è poco altro da dire. In vista del girone di ritorno credo si possa fare qualcosa in più visto che abbiamo giocato anche ottime partite, certamente non sarà facile ma sicuramente ci proveremo». 

• ACCADEMIA BUSTESE-ALDINI 4-6

Quattro gol all'Aldini non si fanno per caso, come confermano le parole di soddisfazione da parte di Fabrizio Loi, tecnico dell'Accademia Bustese: «Purtroppo abbiamo fatto tanti errori dietro, loro giocavano molto con palle lunghe e ci hanno messo in difficoltà. Sono soddisfatto perché la squadra ha cambiato mentalità, la reazione c'è stata. Ora dobbiamo sistemarci dietro ma siamo sulla buona strada». Soddisfatto a metà Mariano Vaccaro, che si porta a casa i tre punti pur subendo quattro gol: «In attacco siamo stati bravi ma all'inizio abbiamo regalato due gol e non ce lo possiamo permettere, è stato un approccio sbagliato e non da noi. Poi la reazione c'è stata e di questo sono contento».

• MARIANO-VOGHERESE 2-1

Grande festa in casa Mariano come si evince dalle parole di Francesco Muoio: «Vittoria sofferta che ci voleva. Siamo andati avanti bene nel primo tempo, loro poi hanno spinto e l'hanno pareggiata. Un nostro schema da angolo l'ha decisa, sono molto soddisfatto». Ko con rammarico invece per la Vogherese di Davide Spalla: «Ho poco da recriminare ai miei, visto che abbiamo giocato bene come al solito. Peccato solo che nella ripresa si sia giocato poco, tra interruzioni e cose varie».

• UNIVERSAL-SEGURO 2-0

Roberto Silipo va ko ma elogia il lavoro dei padroni di casa: «Sono una grande squadra, noi abbiamo avuto le occasioni per pareggiare ma sono stati molto solidi e accorti». Anche lo stesso Giuseppe Puleo ci tiene a fare i complimenti agli avversari: «Complimenti al loro allenatore, è una persona educata e per bene. Loro meglio in avvio, poi nella ripresa abbiamo cambiato atteggiamento. Sono molto soddisfatto, in più posso dire che, insieme all'Alcione e alla Varesina, il Seguro è la squadra che più mi ha impressionato».

GIRONE B

•CISANESE-BRIANZA OLGINATESE 3-0

Tris pazzesco della Cisanese, com Andrea Ronchi che dichiara: «Oggi tanta roba. L'Olginatese la considero una nostra concorrente per la salvezza. Sono contento ma le prossime saranno toste.Abbiamo giocato un bel primo tempo, considerando che avevamo  5 o 6 da ragazzi che giocavano da loro ed hanno sentito la partita». Lucido il commento di Luca Gnutti: «Ci sta girando tutto storto e non ce l'aspettavamo, in più si sono messe le assenze. Peccato, stiamo perdendo contro squadre alla nostra portata, ma se non gira non gira. Primo tempo tirato e poco spettacolare, senza grosse occasioni e brutto da vedere. Nella ripresa abbiamo preso subito preso gol e questo ci ha condizionati».

• TRITIUM-VILLA 4-2

Dino Tarabella è soddisfatto ma ha anche da recriminare per la gestione societaria della sua rosa: «Oggi gran partita ed eravamo pochi, ma in generale mi sono sentito abbandonato in questo girone d'andata. Ho sentito poco l'appoggio della società e mi dispiace. A parte questo sono soddisfatto per quanto stan facendo i ragazzi, ci stiamo meritando la posizione che occupiamo». Non ci sta invece Carlo Albore, tecnico del Villa: «Dispiace perché il risultato non rispecchia ciò che si è visto in campo. Siamo andato sotto di due gol senza praticamente subire veri tiri, poi l'abbiamo riaperta ma siamo stati anche sfortunati con gli infortuni».

• VIS NOVA-PONTE SAN PIETRO 0-1

Nelle parole di Gigi Nigro della Vis Nova si intravede un qualcosa che va oltre la semplice analisi della partita: «L'Enotria fa un altro campionato,credo che dietro si deciderà sui dettagli e sulla predisposizione mentale. Ora come ora non riusciamo a fare questo step: loro hanno fatto un gol in mischia e siamo andati in difficoltà. Bravi loro, ma per ora noi non ci siamo: perso sicurezza e certezze, ripartiremo». Soddisfatto invece Valerio Pirovano del Ponte San Pietro: «Stiamo dando continuità di rendimento e punti. Oggi non abbiamo giocato benissimo a calcio, potevamo fare meglio e i ragazzi lo sanno, però siamo stati compatti e concreti. Bene così»·

• FOLGORE CARATESE-CIMIANO 1-1

Finisce in pareggio la sfida tra Folgore e Cimiano, Raffaele D'Antuono racconta: «È come una vittoria, avevamo diversi 2006 in campo e ciò dimostra che la società sta lavorando bene. Noi stiamo crescendo, per questo sono molto fiducioso per il girone di ritorno, potremmo essere la sorpresa». Questo invece il commento di Cristiano Gazzola, tecnico dei rossoneri: «Non ce ne gira una, anche oggi un infortunio mi ha costretto a far giocare un centrocampista come terzino. Chiudiamo il girone con una buona classifica ma si dovrà fare meglio al ritorno».

• LOMBARDIA UNO-VILLA VALLE 3-2

Un tris che rende molto felice Massimiliano Gagliardi, tecnico del Lombardia Uno: «Con i bergamaschi non è mai facile, però siamo stati molto bravi ed abbiamo giocato un'ottima partita. Siamo dove volevamo, nel ritorno proveremo a risalire ancora di più». Rammarico invece per Andrea Terzi del Villa Valle: «Abbiamo regalato ancora una partita. In avvio c'è stata voglia e abbiamo iniziato bene, certamente meglio rispetto alle ultime uscite. Sono felice che arrivi la sosta, ne avevamo bisogno dal punto di vista mentale e ci permette di riposare sotto tutti i punti di vista. Approcceremo al ritorno come se fosse un nuovo campionato».

GIRONE C

• SPORTED MARIS-DARFO BOARIO 2-1

Grande soddisfazione per il tecnico dello Sported Maris Matteo Borghetti, dopo il successo casalingo sul Darfo che riporta i biancoverdi quasi in superficie, a soli tre metri dalla linea di galleggiamento. Matteo Borghetti: «Normale che questa partita non sarebbe stata spumeggiante, un po' per il campo ghiacciato e un po' per la posta in palio. È stata una partita giocata sul filo del rasoio, sui nervi, dove si cercava di approfittare di ogni errore altrui. Una partita che viveva di lampi. Il primo tempo, senza creare chissà cosa, lo stava vincendo il Darfo. Nel secondo abbiamo ribaltato la gara forse complice anche la propensione del Darfo di continuare a giocare palla: per questo faccio i complimenti a loro. Ma stavolta servivano i 3 punti e noi, meno fluidi e più sporchi nella manovra, sicuramente ne abbiamo approfittato anche se questa non è una via che amo molto percorrere. Comunque era una partita aperta a qualsiasi risultato, non abbiamo rubato niente portando a casa la vittoria: era fondamentale». Forse nel momento più difficile della stagione, questa l’amara analisi del tecnico camuno Norman Fontana: «Entrambe le squadre hanno giocato bene, il campo non permetteva un gran gioco ma questo fattore valeva per entrambe. Questa partita è l’esatta sintesi della nostra andata: loro due tiri 2 gol, noi dieci occasioni e fatto solo un gol. Purtroppo segniamo poco, e se poi qualche gol lo si incassa sempre alla fine non si porta a casa mai nulla. Vediamo di sistemare qualcosa durante la pausa, ci proveremo fino alla fine e - anche se è dura - non ci daremo per vinti».

• CILIVERGHE-SCANZOROSCIATE 3-2

Finisce l’ondata vittoriosa dello Scanzorosciate in quel di Molinetto di Mazzano, tuttavia il tecnico bergamasco Giorgio Gorrini argomenta così la sua interpretazione del match: «Giocato su di un campo completamente ghiacciato, non è stata una partita di calcio. Dispiace perché questo fattore ci ha completamente penalizzato, stavamo attraversando un bel momento di forma e di bel gioco. Tra l’altro la prima punizione del Ciliverghe secondo me non c'era, è stato il nostro portiere ad aver subito il fallo. Noi però siamo stati bravi a stare sempre nella loro metà campo, sia nel primo che nel secondo tempo. E dopo una prima frazione terminata in parità (2-2), nella ripresa ci siamo mangiati l'impossibile e abbiamo subito gol nell'unica ripartenza loro. Comunque è stata una partita molto spezzettata, ci sono state interruzioni di 5-6 minuti per infortuni vari: e nonostante ciò l'arbitro ha dato solo pochi minuti di recupero. Certo, preferivamo chiudere prima della pausa con una vittoria ma in base a questi risultati siamo ancora in corsa per i playoff. Attenzione però anche alle squadre dietro, non sono poi così lontane. Per cui adesso stacchiamo la spina e ricaricheremo le pile e nel ritorno ci prenderemo delle rivincite. Nell'andata abbiamo perso diversi punti per nostri demeriti ma rimarremo sul pezzo, questa classifica non ci compete».

• CREMA-VIRTUS CISERANO BERGAMO 1-5

Dopo una gara persa pesantemente ma combattuta per almeno un tempo (1-1 al duplice fischio, apriva il solito Colleoni per la Virtus ed impattava dagli undici metri Thomas Bellavita, al terzo centro dopo quelli segnati al Ciliverghe e al Sarnico), ecco il sintetico commento di Stefano Carera: «Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, mentre nel secondo siamo calati. Di certo loro sono la squadra più bella che abbia visto in questo campionato».

• TREVIGLIESE-VIGHENZI 2-6

Partita pirotecnica in cui la Vighenzi impone il tennistico e si avvicina - non senza scivoloni clamorosi lungo il percorso - alla zona playoff. Il commento del tecnico gardesano Vittorio Sandrini: «Siamo una squadra pazza! Dobbiamo trovare equilibrio perché alterniamo prestazioni di gioco, qualità e spirito come questa ad altre prestazioni irriconoscibili come quelle dalla settimana scorsa. Dobbiamo ancora migliorare molto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400