Cerca

Under 17 Élite

Regionali Unposted, Sported Maris-Darfo Boario: Grimaldi Lines, la crociera cremonese continua e condanna i camuni agli abissi

Sfida salvezza di cruciale importanza, neroverdi avanti con Zana nel primo tempo e poi raggiunti e superati dal subentrato Grimaldi

Gabriel Grimaldi

Gabriel Grimaldi, Sported Maris: col suo ingresso in campo decide la partitissima e alimenta così le speranze salvezza dei suoi

Darfo sul Titanic, Sported sulla Grimaldi Lines. Finisce 2-1 in favore dei cremonesi la sfida salvezza tra il fanalino di coda Darfo Boario e lo stesso Sported Maris, penultimo. La situazione in graduatoria per entrambe non cambia ma di certo alimenta le speranze dei ragazzi di Matteo Borghetti a discapito di quelli di Norman Fontana, ora chiamati ad un impresa disperata che - visto l’andazzo - ad oggi non sembra alla portata. Servono almeno 16 punti per evitare i playout, altri 13 per scongiurare la retrocessione diretta. E con una media di 0.45 punti a gara sarà difficile rivedere risorgere il Darfo, a meno che non arrivi una scossa a scuotere lo spogliatoi camuno. D’altro canto con questa vittoria lo Sported si regala un sereno Natale chiudendo il girone di andata con successo, ed evitando così l'ultimo posto in classifica.

Zana bianca. Partita sentita da entrambe le squadre e, anche se stavolta lo spettacolo ha lasciato spazio ai tanti errori su ambo i versanti, sicuramente non sono mancate le emozioni e il divertimento al centro sportivo del quartiere Maristella. I camuni cercano fin da subito di fare la partita e dopo soli due giri di lancette l’estremo di casa Balestreri è già chiamato in causa sul sinistro dal limite di Ghirardelli. Questo il biglietto da visita dei ragazzi di Norman Fontana. Soprattutto in apertura lo Sported fatica ad uscire dalla propria metà campo, schiacciata dalla pressione dei centrocampisti bresciani che recuperano palloni continuamente per poi provare a ripartire mentre i difensori biancoverdi si rifugiano spesso e volentieri nella confort zone del corner. Tutto questo finché la partita non cambia improvvisamente registro, cioè quando Canigiula e Tenconi prendono il controllo del centrocampo e le misure agli avversari, riuscendo così a far rifiatare i compagni di difesa per sgravarli dall’eccessiva pressione neroverde dei primi minuti. Così, dopo il quarto d’ora, prima clamorosa occasione da rete per i ragazzi di Matteo Borghetti. Fontana dalla destra mette in mezzo per Chiesa che scivola sul campo ghiacciato per un velo involontario in favore di Tenconi, il cui destro dal limite colpisce il palo, carambola sulla schiena di Fiorini, rimbalza sulla traversa e mentre sta per giungere dalle parti di Gastaldi, tutto solo per colpire a porta sguarnita, vede Fiorini velocissimo nel rialzarsi per anticipare tutti e mettere in salvo. Un flipper pazzesco. Poco dopo ecco arrivare la risposta del Darfo con Montini, il quale approfitta di un errore difensivo per concludere a rete in area piccola: Balestreri devia strepitosamente in corner. Sugli sviluppi dello stesso angolo la palla giunge lunga su Zana, ben piazzato sul secondo palo, e con un gran destro al volo porta in vantaggio i suoi per la gioia della panchina camuna (24’). Gol pesantissimo e secondo sigillo stagionale per l’esterno basso neroverde, dopo la rete segnata allo Scanzorosciate nel 7° turno. Una volta sotto lo Sported non demorde e delega l’offensiva a Gastaldi, il quale si allarga sulla fascia destra per mettere al centro verso l’accorrente Chiesa, che da pochi passi si divora una grande occasione spedendo alle stelle, con grandi probabilità tradito dal terreno ghiacciato. Chiude la prima frazione il tentativo velleitario di Olivadese da 30 metri. 

La crociera. La ripresa si apre con gli ospiti decisi a chiudere la partita. Di Muro e Scalvinoni alzano pericolosamente il baricentro prestando il fianco ai ragazzi di Borghetti, desiderosi di ripartire in contropiede. Le avvisaglie della riscossa locale già al secondo minuto: Fontana prende palla a centrocampo e si accentrata sino al limite tentando il sinistro, ma il suo tiro è debole e facile preda di Fiorini. Ora le occasioni in contropiede fioccano, vanificate da un ultimo passaggio impreciso che non consente agli avanti biancoverdi di essere innescati a dovere. Poi, al minuto 52, le sliding doors della gara. Entra Grimaldi. Intanto il Darfo continua a premere per trovare il raddoppio ma Carotti, Barbieri e Storti non concedono più nulla. E all'11’ Tenconi lancia lungo per Grimaldi, Scalvinoni liscia clamorosamente e il numero 17 è letale nel fulminare Fiorini con un piatto destro a fil di palo (1-1). Esplode il settore occupato dai sostenitori locali, si accende la gara, nessuno vuole più perdere e gli spazi si moltiplicano. Il Darfo si lancia generosamente in avanti arricchendo la sua personale collezione di corner, lasciando però a Grimaldi e Beretta intere praterie da sfruttare. Scavallata l’ora di gioco è Beretta sulla fascia destra a resistere alla carica e mettere in area per Gastaldi, il cui sinistro al volo sfiora l’incrocio. Adesso è la Sported a farla da padrone. Quindi Tenconi al 29’ prova il destro diretto agli incroci ma Fiorini risponde in angolo. Iniziative che aumentano l’autostima dei ragazzi di Borghetti, che ora ci credono di minuto in minuto. Quindi infine ancora Tenconi, ispiratissimo, a replicare al 34’ lo stesso lancio in profondità del precedente pareggio. Qui Grimaldi sul filo dell’offside ingaggia con Turano un duello, col difendente camuno che prova a portarlo esternamente senza però fare i conti con il destro ad incrociare della punta biancoverde da fuori: palla che spiove e si insacca alle spalle di Fiorini (1-2). È il tripudio. Una doppietta pazzesca quella di Grimaldi, al quale lo Sported dovrebbe intitolare almeno una via. Sportivamente drammatico invece il finale dei bresciani, alla disperata ricerca del pareggio con mischie furibonde nell’area cremonese. In pieno recupero Ghirardelli incorna da non più di 5 metri e Balestreri, di puro istinto, salva miracolosamente in angolo. Infine ecco Pezzotti, a tempo scaduto, centrare il palo sull’ennesima mischia in area. Finisce con i cremonesi alla loro terza vittoria di stagione, sempre per 2-1 e sempre in rimonta: la crociera verso la salvezza è partita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400