Cerca

Under 17 Élite

Pozzoni fa la bella vita: il Sarnico è inarrestabile

Il Crema va in vantaggio su rigore ma poi i blues escono alla distanza e la vincono

Pozzoni fa la bella vita: il Sarnico è inarrestabile

Uesse Sarnico: a sinistra Giuseppe Cosenza e a destra Luca Sebastian Ursea

Nell’anticipo della 20ª giornata il Sarnico batte 3-1 il Crema e, riscattando la sconfitta nell’andata, tiene fuori la pinna e come uno squalo continua la sua caccia nella scia della Virtus. Stavolta lo fa nella ripresa, andando a ribaltare una gara che per qualche minuto stava ancora prendendo una brutta piega dopo il vantaggio cremino firmato da Bellavita. Col successivo tris marchiato dal capitano Baldelli, dall’ispiratissimo Gibellini e da Cambiaghi nel finale, il Sarnico prosegue dunque la sua striscia di 6 risultati utili consecutivi contraddistinta da 1 pareggio (Darfo Boario) e 6 vittorie. Se da un lato la squadra di Pozzoni può sembrare umorale e a volte sottotono con formazioni meno blasonate, d’altro canto il ruolino di marcia testimonia la volontà di volersi giocare il campionato fino all’ultimo, magari sperando in qualche passo falso della Virtus, anch’essa seriale nella vittoria in questo ritorno. Menzione speciale per Mattia Gibellini che, in mediana insieme all’ucraino Bakalyar, ha mostrato il solito piglio industrioso che è un misto di qualità e quantità nel rifornire con costanza, precisione e puntualità i compagni nei settori più avanzati del campo.

LA PARTITA

Sarnico in campo con Betella tra i pali, Paganotti a destra e Cavalleri a sinistra mentre centrali agivano Bettoni e Vitali. In linea mediana Gibellini e Bakalyar, mentre Baldelli ai cui lati agivano Tosini ed Ursea giostrava dietro al terminale Maffeis. Rispondeva Carera proponendo un 4-3-3 dettato dalla contingenza del momento e da tante defezioni che lo costringevano a rinunciare al 3-5-2 visto nelle ultime apparizioni. Padroni di casa comunque sottotono nella prima parte anche se Baldelli e Maffeis avrebbero potuto rompere gli equilibri. Cremini in controllo senza grossi problemi e anzi era Martoccia a sfiorare il vantaggio di testa, ma Betella rispondeva presente. Nella ripresa i ritmi salgono e un po’ a sorpresa era Bellavita a portare avanti i suoi dagli undici metri, per un rigore causato da un tocco di mano di Vitali. Lo smacco scuote i locali che non ci stanno a perdere e allora iniziano ad attaccare. Qui Ripresa Abbà sprecava i raddoppio che avrebbe complicato - e non poco - il discorso. Ad impattare era Baldelli, raccogliendo una ribattuta corta di Grazioli su cross dalla destra di Tosini. Il bis lo forniva Gibellini con un gran tiro a fil di palo, dopo un’altra ribattuta carpita dal centrocampista al limite dell’area. La chiudeva Cambiaghi, subentrato da non molto, con una punizione del limite cassata da Bellavita, nella stessa circostanza mandato sotto le docce anzitempo.

I COMMENTI

Il sarnicense Mauro Pozzoni riscatta la sconfitta dell’andata e commenta così la prova dei suoi blues: «Il Crema è una buona squadra, è migliorata anche parecchio rispetto all’andata. Da loro avevamo perso ma c'è da dire che hanno fatto significativi miglioramenti. Ciò che fa la differenza in questo campionato è la continuità delle varie squadre, partite facili non ce ne sono. Nel primo tempo eravamo sotto ritmo, nella ripresa meglio ma abbiamo sempre bisogno di uno schiaffo per reagire. Il Crema ha avuto poche occasioni ma di certo non meno importanti, diciamo così». Questo la sintesi di Stefano Carera, tecnico Crema, sull’ultima uscita stagionale di suoi: «Eravamo davvero contati, ci mancavano nove giocatori. Il primo tempo è stato combattuto mentre nel secondo abbiamo sbagliato qualche occasione e l’espulsione di Bellavita in occasione della punizione del 3-1 mi è parsa eccessiva. Peccato, comunque fatto una buona partita, giocata bene a prescindere dal risultato. Diciamo che non abbiamo sfigurato contro la seconda forza del campionato».

IL TABELLINO

SARNICO-CREMA 3-1
RETI: 16' st rig. Bellavita (C), 20' st Baldelli (U), 26' st Gibellini (U), 41' st Cambiaghi (U).
UESSE SARNICO (4-2-3-1): Betella 6, Paganotti 6, Cavalleri 6, Bettoni 6.5, Vitali 6.5, Bakalyar 6.5, Gibellini 7.5, Tosini 6.5 (33' st Ferrari sv), Maffeis 6 (1' st Vanzulli 6), Baldelli 7 (21' st Gianotti 6), Ursea 6 (1' st Cambiaghi 7). A disp. Matrangolo, Cosenza, Arici, Ghezzi. All. Pozzoni 7. Dir. Gibellini - Poma.
CREMA (4-3-3): Grazioli 7, Cantile 6 (31' st Santorsola sv), Raimondi 6.5, Bellavita 7, Lodola 6, Martoccia 6, Parmesani 6 (18' Tassi 6, 37' st Verrilli sv), Monti 6, El Sherbeini 6, Facchinetti 6, Drief Imadeddine 6 (1' st Abba 6). A disp. Maglio F., Picco, Maglio M. All. Carera 6.5. Dir. Dede.
ARBITRO: Qoshja di Chiari 6.
ESPULSO: 41' st Bellavita (C).
AMMONITO: Bellavita (C).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400