Cerca

Under 17 Élite

La Vis Nova fa il miracolo: Enotria battuta, ora si sogna in grande!

Con le reti di Pascuzzo, Severino, Piacenti e Lettieri i neroverdi vincono e passano in via Cazzaniga

Vis Nova U17

I neroverdi gioiscono dopo la vittoria in casa dell'Enotria

Sfida spettacolare tra Enotria e Vis Nova, entrambe determinate a superare i quarti di finale dei playoff. Le due compagini si erano già affrontate nel girone di qualificazione e i favori del pronostico erano tutti a favore dei rossoblù, ma i neroverdi quest'oggi hanno dato tutto in campo per portare a casa una meritata vittoria (4-2), firmata dalle reti di Pascuzzo, Severino, Piacenti e Lettieri, ma arrivata grazie ad una prestazione corale di altissimo livello; per l'Enotria servono a poco le belle prestazioni di Pellegrino e Bueti: i ragazzi di Ferraioli, inaspettatamente e contro ogni previsione, sono fuori dai playoff e dicono addio ai sogni iridati.

ALTA TENSIONE

La gara si apre subito con un'occasione per i padroni di casa, che al secondo minuto si rendono pericolosi con Pellegrino che ruba palla a centrocampo, si invola verso la porta e una volta arrivato in area di rigore scaglia un sinistro potente ma centrale, parato comodamente da Trolese. La risposta degli ospiti arriva al 7' ed è letale: Mastrolembo riceve palla sull'out di sinistra, la passa centralmente a Beraldo che di prima lancia sulla fascia per l'accorrente Dodero; il terzino effettua un cross basso in corsa perfetto sul quale si avventa Pascuzzo, che a pochi metri dalla porta colpisce con potenza impedendo l'intervento a Caviglia e portando in vantaggio la Vis Nova. Passa solo un minuto e l'Enotria ha la grande chance per agguantare il pari: un cross di Bueti dalla sinistra pesca sul secondo palo Russo, l'esterno calcia d'esterno ma colpisce il palo. Passata la paura, gli ospiti ritornano in controllo delle operazioni applicando un costante pressing sui costruttori di gioco avversari e ripartendo a tutta velocità; proprio da una situazione di aggressione alta i neroverdi sfiorano il raddoppio al 13', quando Mastrolembo recupera palla e lancia immediatamente Pascuzzo, la punta prova un pallonetto che finisce di poco alto sulla traversa. Il tempo scorre e l'Enotria sembra non trovare il modo per reagire, e ad approfittarne è la Vis che al 20' va nuovamente vicina al gol quando Mastrolembo salta un avversario in dribbling, entra in area ma al momento della conclusione viene fermato da Chiodi. Al 25' accenna la reazione l'Enotria, grazie ad un bel lancio di Cattaneo che pesca in area De Leo, il quale stoppa benissimo il pallone ma conclude debolmente, rendendo il compito facile a Trolese. Subito dopo quest'occasione gli ospiti tornano a macinare gioco e al 32' trovano il gol del doppio vantaggio: Dodero ruba palla a centrocampo e lancia immediatamente in avanti, Pascuzzo si avventa sul pallone e spizza di testa per Severino che in un istante controlla la sfera e la piazza di piatto sinistro sul secondo palo, lasciando immobile Caviglia e portando il punteggio sul due a zero. La reazione rossoblù arriva e a trascinare i compagni è Pellegrino, che parte dalla sinistra, dribbla due avversari e crossa per Russo, che da buona posizione calcia con poca convinzione e recapita la sfera tra le braccia di Trolese. Al 39' è De Leo a provarci mettendosi in proprio: la punta rossoblù ruba palla a Barbaro, unica sbavatura della sua partita, si invola verso la porta e prova a piazzare sul secondo palo, ma ancora una volta è attentissimo Trolese che devia in angolo. Sul finale di tempo arriva la grande occasione neroverde per chiudere i conti con quarantacinque minuti di anticipo: uno scatenato Dodero arriva nuovamente sul fondo e crossa sul secondo palo dove si fa trovare pronto Severino, il quale si coordina perfettamente e calcia al volo, ma trova sulla sua strada uno straordinario Caviglia che compie un autentico miracolo e tiene in vita i suoi; si va al riposo sullo 0-2.

LE DUE FACCE DELLA MEDAGLIA

L'inizio della seconda frazione porta con sé volti nuovi in casa Enotria: entrano Di Raco e Inchingolo per dare maggiore peso all'attacco rossoblù e per consentire il passaggio al 3-5-2. Questi cambi però non sembrano dare la scossa ai padroni di casa, anzi al 9' sono gli ospiti ad avere una grandissima occasione: Severino recupera palla sulla trequarti offensiva e crossa per Pascuzzo, l'attaccante tira dal centro dell'area a botta sicura ma il pallone centra la traversa. Dopo il pericolo corso, l'Enotria prova a spingere sull'acceleratore e al 17' i rossoblù sfiorano il gol: Cattaneo lancia lungo, Pellegrino spizza per De Leo che si avventura sul fondo ed effettua un bel cross rasoterra destinato ad Inchingolo, ma Trolese in uscita e tempestivo e impedisce all'attaccante rossoblù di calciare. Passano solo tre minuti e arriva la possibile svolta per la gara dei padroni di casa: siamo al 20' e Bernardo, salito in sovrapposizione, entra in area e al momento del cross viene steso da Mondella, è calcio di rigore; sul dischetto si presenta Pellegrino che calcia centralmente e dimezza lo svantaggio. Non c'è nemmeno il tempo di esultare per i ragazzi di casa perché arriva immediata la risposta della Vis: 23' minuto, Severino dalla fascia destra effettua un gran cambio di gioco e pesca Dodero, il terzino calcia ma trova sulla sua strada Caviglia; sulla ribattuta dell'estremo difensore rossoblù arriva prima di tutti Piacenti che a porta vuota segna il più facile dei tap-in e porta il punteggio sui tre a uno per gli ospiti. Passano i minuti e i padroni di casa spingono ma senza creare grandi pericoli alla porta avversaria; al 32' però arriva l'occasione per riaprire i conti per l'Enotria: De Leo combatte come un leone per proteggere palla su Mondella, finiti entrambi a terra è più rapido nel rialzarsi l'attaccante rossoblù che riesce a servire Bernardo, il quale viene steso da Borgonovo, per l'arbitro non ci sono dubbi, è rigore. Sul dischetto si presenta nuovamente Pellegrino, che decide di cambiare modo di calciare, spedendo la palla nell'angolino basso alla destra di Trolese, e porta il punteggio sul due a tre, ridando speranza ai suoi compagni. L'assalto finale dell'Enotria è molto emotivo e poco organizzato, e l'unica grande occasione per i rossoblù arriva al 36', quando un corner battuto splendidamente da Inchingolo arriva sulla testa di De Leo che impatta bene ma spedisce la palla di poco alta sopra la traversa. Proprio allo scadere, al 50', arriva il gol che certifica il passaggio di turno della Vis: da un corner a favore dei rossoblù la difesa neroverde ha la meglio e lancia lungo, a ricevere il pallone è pronto Lettieri che tutto solo si invola verso la porta e non lascia scampo a Caviglia: è questo il gol del definitivo 4-2 neroverde. 

IL TABELLINO

ENOTRIA-VIS NOVA 2-4
RETI (0-2, 1-2, 1-3, 2-3, 2-4): 7' Pascuzzo (V), 21' Severino (V), 21' st rig. Pellegrino (E), 23' st Piacenti (V), 33' st rig. Pellegrino (E), 50' st Lettieri (V).
ENOTRIA (4-3-3): Caviglia 6.5, Chiodi 6 (33' st Buonocore sv), Bernardo 6.5, Cattaneo 6 (33' st Serpa sv), Colombo 6, Lacavalla 6 (44' st Corrarati sv), Bueti 6.5 (18' st Zenesini 6), Benedini 6 (1' st Di Raco Mattia sv), De Leo 6.5, Pellegrino 7, Russo 6 (1' st Inchingolo 6). A disp. Labruna, Piraino, Stella. All. Ferraioli 6. Dir. Pajola.
VIS NOVA (4-3-3): Trolese 7, Mondella 6.5, Dodero 7.5, Barbaro 7, Rizzi 7, Borgonovo 6.5, Piacenti 7.5 (40' st Matraxhiu sv), Beraldo 7 (45' st Fusco sv), Pascuzzo 8 (45' st De Lauso sv), Severino 7.5 (25' st Lettieri 7), Mastrolembo 7 (34' st Pozzoli sv). A disp. Vecchi, Fanelli, Ferracane, Acquati. All. Morgandi 8.5. Dir. Borgonovo.
ARBITRO: Ronchi di Monza 7.
AMMONITI: Beraldo (V), Lettieri (V).



LE PAGELLE

Caviglia 6.5 L'estremo difensore tiene in vita i suoi con grandi parate e belle uscite: uno dei più positivi nei rossoblù.
Chiodi 6 Partita difficile per il terzino messo a dura prova dalle tante offensive avversarie sulla sua fascia; riesce a non commettere gravi errori ma è costretto sempre sulla difensiva, contribuendo poco alla manovra offensiva (33' st Buonocore sv).
Bernardo 6.5 Tiene a galla i suoi procurandosi due rigori, certificando che quando si affaccia in avanti è sempre pericoloso; inoltre gioca anche venti minuti da terzo centrale e non sfigura nel ruolo.
Cattaneo 6 Mediano di grande tecnica e visione di gioco, ha ottimi spunti ma viene sovrastato dall'intensità fisica degli avversari (33' st Serpa sv).
Colombo 6 Il centrale è bravo negli anticipi che spesso gli permettono di limitare Pascuzzo, ma commette vari errori in fase di costruzione, alcuni dei quali costano caro ai suoi.
Lacavalla 6 Messo estremamente alle corde dalla velocità degli attaccanti avversari, l'altro centrale difensivo migliora la sua prestazione con il passaggio alla difesa a tre (44' st Corrarati sv).
Bueti 6.5 Uno dei più propositivi in zona offensiva dei suoi, sia da esterno offensivo che da trequartista prova a mettere la sua tecnica al servizio dei compagni, pescandoli con ottimi filtranti che non vengono però concretizzati.
18' st Zenesini 6 Entra e si piazza tra i tre centrali, disputa una porzione di gara ordinata e senza sbavature.
Benedini 6 La mezzala inizia bene la gara, combinando a memoria con Russo, ma poi viene quasi annullato dalla fisicità e intensità degli avversari.
1' st Di Raco 6 Chiamato a dare la scossa al centrocampo rossoblù, ci riesce solo in maniera troppo sporadica.
De Leo 6.5 Anche se non trova la via del gol, è autore di una prestazione generosa: combatte costantemente con i difensori avversari e riesce molte volte a far risalire la squadra.
Pellegrino 7 Il capitano è il migliore in nei padroni di casa, e soprattutto è l'anima della squadra, provando a trascinare a suon di iniziative personali i compagni; la mezzala non molla davvero mai e con la doppietta dal dischetto tiene vive, fin quando possibile, le speranze dei suoi.
Russo 6 L'esterno ha la grande occasione per il pari immediato ma il palo gli impedisce di gioire, da lì in poi cala anche la sua prestazione che nei primi quindici minuti era stata ottima.
1' st Inchingolo 6 Entra per fare da spalla a De Leo, ma a parte qualche bel movimento a portare via un difensore non si fa vedere abbastanza; nota di merito per i suoi corner, sempre battuti con precisione e pericolosità.
All. Ferraioli 6 Non si può dire che non le abbia provate tutte a livello tattico per portare a casa la qualificazione oggi; i suoi ragazzi forse hanno sentito troppo la pressione dei favori del pronostico, ma il tecnico ha poco da rimproverarsi dal punto di vista tattico.

VIS NOVA



Trolese 7 Il portiere neroverde è stato autore di grandi parate e grandi uscite alte che hanno infuso sicurezza in tutto il reparto arretrato.
Mondella 6.5 Il capitano ha disputato un'ottima gara in fase difensiva, macchiata solo dall'episodio calcio di rigore; in fase offensiva ha contribuito poco principalmente per permettere all'altro terzino di spingere.
Dodero 7.5 Prova superlativa del terzino che è stato una minaccia costante per la difesa avversaria, due assist per lui e c'è il suo zampino anche nel terzo gol; anche in fase difensiva gioca alla grande.
Barbaro 7 Il centrale con marcature strette e grandi coperture è riuscito a tenere a bada il più possibile la punta avversaria, terminando la gara senza sbavature.
Rizzi 7 Nonostante la differenza di stazza tra lui e la punta avversaria, il centrale è sembrato per larghi tratti della gara praticamente insuperabile, anticipando quasi sistematicamente De Leo anche sui palloni alti.
Borgonovo 6.5 Diga davanti alla difesa, gioca una partita precisa in fase di costruzione ma è in fase di rottura che dà il meglio, recuperando moltissimi palloni grazie al suo ottimo posizionamento.
Piacenti 7.5 La mezzala si è fatta valere in entrambi le fasi, mettendo in campo tecnica e grinta; ha il merito di segnare il gol del tre a uno che taglia le gambe alla squadra avversaria (40' st Matraxhiu).
Beraldo 7 Ottima prova per la mezzala che, soprattutto nel primo tempo, è una minaccia costante per i difensori avversari; anche in fase difensiva gioca bene intercettando molti passaggi ed essendo uno dei più attivi nel pressing neroverde (45' st Fusco sv).
Pascuzzo 8 L'MVP di giornata, firma un gol e un assist ma soprattutto trascina i suoi con grande generosità, sia nelle battaglie contro i difensori avversari, sia fungendo da iniziatore del pressing dei suoi; inoltre grande lavoro tattico di schermatura sul mediano rossoblù. Prestazione davvero maiuscola per il bomber neroverde (45' st De Lauso sv).
Severino 7.5 Il fantasista è la principale fonte di gioco dei neroverdi, infatti riesce sempre a creare situazioni molto pericolose con la sua tecnica e la sua visione di gioco; si toglie anche la soddisfazione personale del gol.
25' st Lettieri 7 Entra per dare energia e dinamismo all'attacco neroverde e ci riesce alla grande; suo il gol che chiude definitivamente i conti.
Mastrolembo 7 L'esterno gioca un primo tempo stellare, risultando uno dei più pericolosi della squadra; nel secondo tempo si sacrifica di più con molte corse all'indietro, risultando meno pericoloso ma rimanendo fondamentale per i suoi (34' st Pozzoli sv).
All. Morgandi 8.5 Oggi può essere più che orgoglioso della sua squadra, che è messa benissimo in campo e riesce per lunghi tratti della gara ad annullare degli avversari sulla carta molto più forti; solo complimenti per il tecnico.

ARBITRO

Ronchi di Monza 7 Arbitra la gara applicando un metro di giudizio uniforme dall'inizio alla fine; non utilizza cartellini a sproposito e nelle occasioni dei due rigori fa la scelta giusta.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400