Cerca

Under 17 Élite

Miracolo Vis Nova! Morgandi il re delle finali: la favola sta diventando realtà

Semifinale spettacolare senza esclusione di colpi: i neroverdi lottano e sudano per ottenere la finale e vincono in casa dell'Alcione

Clamoroso Vis Nova! Morgandi il re delle finali: la favola sta diventando realtà

Mattia Lettieri, Giovanni Pascuzzo, Tommaso Barbaro e Leonardo Piacenti: i marcatori del sogno Vis Nova

Il Villareal in Champions League si è dovuto arrendere ai Reds del Liverpool. La Vis Nova, invece, ha deciso di abbattere il muro orange dell'Alcione, rimontando l'1-2 dell'andata e vincendo 5-4 al Kennedy, a Milano. La gara è stata a dir poco spettacolare, con una serie di botta e risposta degni delle migliori nottate storiche del mondo del calcio. In finale, dunque, ci vanno i neroverdi, che incontreranno la Virtus Ciserano Bergamo, che poche ore prima ha vinto la lotteria dei rigori contro l'Accademia Inter di Beppe Bergomi. Ma la gioia più grande è esplosa in via Olivieri, quando l'arbitro al 50' ha fischiato la fine del match. Non è bastato all'Alcione l'impatto da top player che ha avuto Pacifico una volta entrato in campo - doppietta per lui - perché la squadra di Morgandi ha occupato ottimamente il campo per tutta la durata del match, trovando la rete per ben cinque volte e con un Piacenti mvp di giornata con due gol. «Non ricordo nemmeno quanti gol ho fatto», ha detto a fine gara il numero 7, preso dall'euforia per la finale conquistata. La favola Vis Nova, insomma, partita dopo partita si sta concretizzando sempre di più e manca un solo scalino per far diventare il miracolo sportivo di Morgandi e squadra un vero e proprio pezzo di storia, e conquistare il loro primo titolo Regionale Under 17.

La gioia incontenibile della Vis Nova a fine match: partita pazzesca e finale conquistata

RUGGITO NEROVERDE

Serve poco meno di un quarto d'ora alla Vis Nova per sbloccare la gara, perché la scelta di Dodero di scendere sulla fascia - dopo aver recuperato il pallone una manciata di istanti prima con un bell'intervento di testa - è vincente: il terzino arriva sul fondo, mette in mezzo e Pascuzzo si fa trovare pronto per il tap-in (12'). Da quel momento in poi, la gara si infiamma. Le squadre iniziano da subito ad allungarsi, per riuscire a mettere la partita sui binari giusti e ne guadagna ovviamente lo spettacolo. Nell'arco di sei minuti, poco prima dell'intervallo, l'Alcione prima pareggia con il tiro a giro perfetto di Caimi (35') e poi passa in vantaggio con il gol alla Pippo Inzaghi di Cenetti (41'), che sfrutta una ribattuta corta di un non perfetto Trolese.

Nella ripresa ancora Vis Nova, che si butta a capofitto in avanti: questa volta è la squadra di Morgandi a sfruttare una doppia sbavatura di Nocera tra i pali orange e Piacenti gonfia la rete da due passi (6'). 2-2, ma la partita ha ancora tantissimo da raccontare e infatti al colpo di testa di Barbaro per l'allungo della Vis Nova (13') risponde immediatamente il neo-entrato Pacifico, che parte dalla trequarti, si defila verso sinistra e incrocia un colpo da biliardo imprendibile (14'). Sugli spalti aleggia una convinzione: «il pareggio subito a freddo sarà troppo per la Vis Nova, adesso è difficilissimo tornare in avanti». Non sono d'accordo i neroverdi, che rimettono la testa in avanti di nuovo con Piacenti: il 7 entra in area dopo una percussione personale, sfrutta l'indecisione di Nocera e con un tocco morbido mette il pallone in rete (29'). La squadra di Brunetti però non è da meno e vuole ancora dire la sua e lo fa di nuovo subito dopo, con il gol più bello dell'incontro: Pacifico all'altezza del vertice dell'area destra inizia a danzare sul pallone in mezzo alle gambe di tre avversari; tocchi di suola, testa alta a prendere la mira e tiro a giro che va ad infilarsi alle spalle del portiere, forse colto di sorpresa da una conclusione così repentina (30').

Tutto finito? Assolutamente no, perché Lettieri viene lanciato da una palla lunga e a tu per tu col portiere non sbaglia, mettendola alle spalle di Nocera per la gioia definitiva della Vis Nova, che sente odore di finale. L'odore diventa effettivamente realtà prima grazie al super intervento di Trolese che manda la palla sulla traversa, evitando il quinto gol orange. Triplice fischio e festa pazzesca della Vis Nova. «Morgandi is on fire» cantano i ragazzi, per celebrare il loro tecnico, autore di questo incredibile miracolo sportivo.

Gli undici titolari mandati in campo da Brunetti per l'Alcione

NON PERDERTI IL GIORNALE IN EDICOLA LUNEDÌ!
 

 

  • UN'INTERA PAGINA DEDICATA ALLA PARTITA
  • PAGELLE CON FOTO PER OGNI GIOCATORE
  • ARTICOLO DEL MATCH
  • INTERVISTE
  • TABELLINO COMPLETO
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400