Cerca

Under 17 Élite

Road to Finals, Cristian Morgandi torna nel suo regno per riscrivere la storia: sarà di nuovo Re?

3 anni dopo il successo con i 2004 il tecnico neroverde punta al bis

Road to Finals, Morgandi torna nel suo regno: sarà di nuovo incoronato Re?

Cristian Morgandi con Ciro Schiavo, capitano dell'allora

Domenica saranno passati più di 1000 giorni, per l'esattezza 1085, dal pomeriggio in cui Morgandi salì sul trono della Lombardia e venne incoronato Re. Era il 19 maggio del 2019 e l'Under 15 della Vis Nova, trascinata da Ciro Schiavo, batteva la Virtus Bergamo di Luca Cavalli, grande favorita, grazie a un gol da trenta metri del suo capitano. Allora la cornice fu il Missaglia di Agrate Brianza, lo stesso centro sportivo che, ironia della sorte, ospiterà le finali Regionali di domenica prossima. Sarà dunque un ritorno a casa sia per Cristian Morgandi e che per la Vis Nova i quali, a tre anni di distanza, hanno tutte le carte in regola per replicare il successo del 2019. «Tornare ad Agrate sarà speciale - racconta Morgandi - ed è soprattutto inaspettato. Nel gruppo con gli altri allenatori (della Vis Nova, ndr) ho scherzato dicendo che, tra tutte le similitudini con il 2019, avremmo giocato ancora lì. E così è stato».

La festa della Vis Nova Under 15

DIFFERENZE E SIMILITUDINI

Nel frattempo di cose ne sono cambiate eccome: a scendere in campo non saranno i 2004 (toccherà ai 2005) ma soprattutto non ci si giocherà il titolo di Under 15 (in palio la corona di Under 17). Altre cose sono rimaste invece le stesse: su tutte l'avversario, i pronostici e il percorso. Morgandi affronterà nuovamente la Virtus Bergamo, oggi Virtus Ciserano Bergamo, e non lo farà da favorito. Un po' come accaduto tre anni fa, quando la vittoria dei bergamaschi di Luca Cavalli sembrava quasi un gioco da ragazzi, anche oggi sono i brianzoli a dover inseguire. Tutto ciò si lega inevitabilmente al percorso: quello che fu per i 2004 e quello che è stato per i 2005, simile per la trama ma diverso per le tappe. Se nel 2019 i neroverdi approcciarono alle fasi finali forti di una vittoria convincente nel proprio girone, oggi la consapevolezza è venuta man mano: prima il tris al Cimiano, poi il poker all'Enotria e infine i 7 gol nella doppia sfida contro l'Alcione. 

CLICCA PER LA CRONACA DELLA FINALE UNDER 15

Uno scatto di Morgandi durante la finale

RACCONTO

Dunque, se è vero che l'appetito vien mangiando, l'ultimo atto di domenica ha tutto per rappresentare un menù degustazione coi fiocchi. In cucina ci sarà ovviamente Cristian Morgandi, al timone dell'Under 17 da neanche un mese ma artefice numero uno del miracolo Vis Nova: «Tutto ciò che sta accadendo non era previsto. Ho iniziato con i 2007 ma per problematiche varie, con il passaggio di Gigi in prima squadra (Nigro, ndr) e tutto ciò che ne ha comportato, mi sono ritrovato a finire la stagione qui». Per il tecnico neroverde sarà la seconda finale Regionale nel giro di tre stagioni: in Lombardia nessuno come lui, tant'è che sarà l'unico a difendere una corona. «Le sensazioni nella settimana di avvicinamento sono sempre bellissime, è un po' come fosse la prima volta. Forse percepisco un po' meno tensione - dichiara - e questo aspetto cerco di trasmetterlo ai ragazzi, cercando di impartire loro tranquillità».

IL PERCORSO DELLA VIS NOVA

La premiazione dei classe 2005 della Vis Nova dopo la finale persa contro l'Alcione

RIVINCITA

Se quello di Morgandi sarà un ritorno al Missaglia dolce come pochi, la situazione è ben diversa per coloro che saranno i veri protagonisti: i classe 2005. Anche loro, infatti, furono tra i protagonisti delle finali Regionali di Agrate Brianza. Per la precisione quella di Under 14, che vide l'Alcione alzare al cielo la coppa grazie a una vittoria sudata e rocambolesca contro gli stessi neroverdi, allora guidati da Davide De Laurentis, oggi all'Enotria. Un rigore, a dire il vero alquanto discutibile - le immagini video lo hanno poi confermato -, permise agli orange, precisamente a Moscheo, di mettere la freccia nel finale: 3-2 e Gasparro sul trono della Lombardia. Una piccola rivincita i brianzoli se la sono presa già domenica quando, grazie a un delizioso 5-4 esterno, hanno eliminato la stessa Alcione in semifinale. La faccenda in sospeso riguarda però il titolo Regionale: sarà questa la volta buona?

CLICCA PER LA CRONACA DELLA FINALE UNDER 14

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400