Cerca

Under 17 Élite

Una vita con la 10 sulle spalle, poi la svolta con la Nazionale: ora Alessandro Pellegrino sogna in grande

Il classe 2005 dell'Enotria parla dell'esperienza in Rapp e del suo nuovo ruolo

Alessandro Pellegrino

Alessandro Pellegrino: a sinistra in maglia Enotria, a destra in maglia Rapp Nazionale

Un po' trequartista, un po' esterno d'attacco, un po' mezzala, un po' terzino. I milanisti più sfegatati penseranno a Urby Emanuelson, calciatore olandese - ora in forza all'Utrecht - con un passato tra le fila rossonere: precisamente dall'estate del 2011 al 2014, periodo nel quale ha collezionato 65 presenze, 3 gol e un'esperienza in prestito in Premier League al Fulham. Il tutto dividendosi tra difesa, centrocampo e attacco: forte di un mancino fatato, ha illuminato San Siro per la sua versatilità. Tuttavia, gli appassionati del calcio giovanile lombardo - perlopiù regionale - non possono non aver pensato ad Alessandro Pellegrino. Fresco di convocazione con la Rapp Nazionale per la Lazio Cup, i classe 2005 in forza all'Enotria è l'esempio perfetto di talento e duttilità: dopo anni vissuti con la 10 sulle spalle, ricoprendo sia il ruolo di mezzala che quello di trequartista/esterno alto, nell'ultima stagione è stato spesso impiegato da terzino sinistro. I risultati? A dir poco eccezionali.

Il rigore di Alessandro Pellegrino nella sfida d'andata contro il Lombardia Uno

CAMBIAMENTI

«Credo che il suo futuro possa essere in quel ruolo» raccontava Alessandro Ferraioli, suo allenatore quest'anno nell'Under 17 rossoblù, durante la regular season. E se a dirlo è uno che il "Pelle" lo conosce da diversi anni, avendolo avuto sotto braccio anche ai tempi dell'Under 15, c'è da credergli eccome. L'intuizione originale è però di Calogero Sanfratello, attuale selezionatore della Rapp LND Under 17 che nel percorso di avvicinamento al torneo di Benevento dello scorso settembre lo ha provato nel ruolo di terzino sinistro. Mai scelta fu più azzeccata, visto quanto accaduto nei mesi successivi: all'esperienze vittoriose con la Rapp (a Benevento e a Torre del Greco) va aggiunto un campionato di assoluto spessore con l'Enotria, giocando spesso con la 10 sulle spalle ma anche da terzino e, alle volte, da quinto di sinistra nel 3-5-2.

https://www.sprintesport.it/rappresentative/2021/11/26/news/lorenzo-caviglia-alessandro-pellegrino-e-nicolo-bernini-tra-i-convocati-di-calogero-sanfratello-per-il-raduno-della-nazionale-under-17-lnd-515443/

I NUMERI DELLA STAGIONE

  • PRESENZE: 23
  • MINUTI GIOCATI: 2015
  • GOL: 14
  • MINUTI/GOL: 160
  • RIGORI: 3
  • MEDIA VOTO: 7.2

Ferrari, Caviglia e Pellegrino in maglia Rapp

NUOVO RUOLO

«Questo nuovo ruolo lo sento mio. Sia Sanfratello che Ferraioli mi hanno provato spesso in quel ruolo e credo che, mettendoci anche del mio, i risultati siano stati positivi» racconta Pellegrino, uno che ha fatto dell'Enotria la sua seconda casa. Scoppiato definitivamente in maglia rossoblù, la sua ultima stagione - seppur conclusa anzitempo vista l'eliminazione precoce ai quarti contro la Vis Nova - è stata strepitosa: 23 presenze, 14 gol (3 dei quali dal dischetto) e una media voto - 7.2 - che non lascia spazio a equivoci. «Penso di aver fatto una bellissima stagione, segnando diversi gol e fornendo anche assist - racconta il 2005 -. Un grazie va sia ai miei compagni che alla società, è merito loro se sono diventato quello che sono». Circa il futuro, Pellegrino ha le idee chiare: «Sogno di giocare ad alti livelli e spero questo sia l'anno buono».

https://www.sprintesport.it/rappresentative/2022/05/13/news/tre-classe-2005-spiccano-il-volo-talento-a-servizio-della-nazionale-per-la-lazio-cup-519845/

CARATTERISTICHE E RUOLO

  • PIEDE: Sinistro
  • RUOLO ATTUALE: Terzino sinistro
  • RUOLI PASSATI: Mezzala, trequartista, esterno
  • CARATTERISTICHE: Fisicità e tecnica
  • SKILLS: Tiro da fuori e calci di rigore

Scatto amarcord di Alessandro Pellegrino in maglia Rapp

FUTURO

In attesa di scoprire quale sarà la sua prossima avventura calcistica, la recente esperienza con la Rapp Nazionale gli ha sicuramente fornito una vetrina niente male in una competizione come la Lazio Cup. «È un torneo molto prestigioso in cui abbiamo incontrato squadre forti. Peccato essere usciti presto ma resta un'esperienza importante: sono contento di come ho giocato e credo di aver fatto il mio per aiutare la squadra». Quest'ultimo aspetto viaggia inevitabilmente a pari passo con la fascia al braccio sinistro affidatagli da Sanfratello, dimostrazione di stima del calciatore ma anche del ragazzo: «Mi fa sempre piacere avere responsabilità. Essere capitano di ragazzi così forti e che, come me, puntano in alto, mi rende davvero orgoglioso». Tutte qualità importanti che, oltre alla tecnica e alla personalità, rendono Pellegrino uno dei giovani da tenere d'occhio. Una cosa è certa: ne sentiremo sicuramente parlare.

https://www.sprintesport.it/rappresentative/2021/12/02/news/conclusa-la-tre-giorni-di-tirrenia-dell-under-17-nazionale-lnd-sanfratello-risposte-positive-lombardia-e-piemonte-sono-fabbriche-di-talenti-515634/

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400