Cerca

Under 17 Élite

Cristiano Gazzola può fare grande il Cimiano: 13 colpi da novanta per sognare

I rossoneri di via Don Calabria hanno iniziato questo martedì il ritiro in vista dell'inizio del campionato

Cimiano Under 17

UNDER 17 CIMIANO: a sinistra Federico Scano, ex Enotria, a destra Michele Flinto, Cimiano

Si sono fatti attendere per settimane, ma mai come questa volta bisogna dirlo: l’attesa ne è valsa la pena. Parliamo dei colpi in entrata dell’Under 17 del Cimiano, in totale 13, che andranno a rinforzare la formazione di Cristiano Gazzola. Confermato per il secondo anno consecutivo sulla panchina più prestigiosa del settore giovanile, l’ex campione d’Italia con la Rappresentativa Regionale avrà a disposizione, tra vecchie conoscenze e new entry, una rosa che ha tutto per puntare in alto. Come detto, i colpi in entrata sono 13: tre portieri, tre difensori, quattro centrocampisti e tre attaccanti.

I NOMI

Partendo dalla porta, Gazzola avrà a disposizione un tris tutto nuovo formato da Michele Flinto (di ritorno dopo sei mesi alla Calvairate), Federico Scano (in arrivo dall’Enotria) e Lorenzo Argento (in arrivo dall’Ausonia Academy). Passando ai difensori, questi i nomi che andranno a rinforzare il reparto - probabilmente a quattro - dell’Under 17 di via Don Calabria: Angelo Esposito (ex Accademia Inter), Tommaso Rossi e Marco Valagussa (entrambi ex Enotria). Ben quattro new entry a centrocampo, tra le quali spicca l’approdo di Giovanni Corleo dalla Giana Erminio. A quest’ultimo si aggiungono Francesco Nicastro dall’Alcione, Lorenzo Militello dall’Enotria ed Edoardo Del Soldà dalla Calvairate. Infine l’attacco, laddove Gazzola avrà un tris d’oro da amalgamare al meglio: parliamo di Jacopo Beccalli, Paolo Bianchi e Francesco Ratti. Il primo è un ex Sangiuliano, mentre il secondo e il terzo giocheranno nei Regionali dopo un’annata nei prof (rispettivamente alla Pro Sesto e alla Giana Erminio).

ATTESA

La rosa c’è, la formazione non ancora. Come normale che sia, sarà il raduno a chiarire le idee nella testa di Gazzola, che nel frattempo è sicuro di come schiererà il reparto difensivo: «Sarà a quattro - commenta l’allenatore - mentre davanti è tutto da vedere. Io amo il 4-3-3, ma valuterò in base alle caratteristiche dei ragazzi». La stagione del Cimiano prenderà ufficialmente il via il 23 agosto in via Don Calabria, dopodiché - causa termine dei lavori sui due campi, sia quello in erba che quello sintetico - si sposterà in via Graf (sede del Quartosport) prima del ritiro che avrà luogo dal 28 agosto al 3 settembre a Serina, in provincia di Bergamo. «La voglia di ricominciare è davvero tanta - analizza Gazzola - soprattutto perché vorrò capire sul campo la bontà del lavoro fatto in estate. In fin dei conti, è sempre il campo a parlare». Lo farà sicuramente dal 18 settembre, data d’inizio dei campionati Regionali. Il Cimiano è inserito per la seconda stagione consecutiva nel girone B, un raggruppamento - a detta di Gazzola - meno di ferro rispetto alla passata annata: «Per la prima volta sono soddisfatto perché il Comitato è riuscito a fare dei gironi equilibrati, ovviamente tralasciando eventuali sorprese. Hanno spostato Lombardia Uno, Villa Valle e Ponte San Pietro: tre squadre toste, ma tra noi, la Vis Nova, l’Ausonia, la Brianza Olginatese e l’Enotria la qualità non mancherà. Lo stesso negli altri due: nell’A ci saranno le solite Varesina, Alcione, Aldini e Accademia, mentre nel C si avrà un bel passo in avanti rispetto lo scorso anno».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400