Cerca

Under 17 Élite

Caos Seregno, Claudio Curcio non è più l'allenatore dell'Under 17 Élite: tutti i retroscena

Cesare Bertolino ha già scelto il sostituto: Carmelo Dato

Caos Seregno, Claudio Curcio non è più l'allenatore dell'Under 17 Élite: tutti i retroscena

UNDER 17 SEREGNO: a sinistra Cesare Bertolino, a destra Claudio Curcio

Anno nuovo, vecchie abitudini. Dopo aver cambiato un numero importante di allenatori nell’anno appena trascorso, il Seregno inaugura la nuova stagione - quella che segna il ritorno nei dilettanti del settore giovanile blues - con un altro cambio in panchina, l’ennesimo sotto la gestione Cesare Bertolino. A dire addio prematuramente ai little spartans è Claudio Curcio: approdato in Brianza nel mese di luglio per guidare i classe 2006 nell’Under 17 Élite, l’ex Tritium e Concorezzese lascia Seregno a pochissimi giorni dall’inizio del campionato, fissato per domenica 18 settembre.

LE PAROLE

«Volevano raggiungere risultati immediati, ma sono dell’idea che serva tempo, specie quando si parla di settore giovanile. A mio avviso - commenta Claudio Curcio dopo l’addio ai brianzoli - non stavamo andando male, soprattutto perché sono stato allontanato nel bel mezzo della preparazione. Abbiamo giocato contro Aldini, Club Milano e Universal: dal punto di vista del punteggio potevano andare meglio, ma io guardavo altro e devo dire che ero anche soddisfatto per certi aspetti legati alla squadra». Viceversa, Cesare Bertolino ha voluto sottolineare come la scelta di separarsi sia «arrivata a seguito di problematiche personali legate al lavoro».

VOLTO NUOVO

Una versione diametralmente opposta quella fornita dal settore giovanile dei little spartans, che nel frattempo non ha perso tempo ed ha individuato il sostituto. Si tratta di Carmelo Dato, nome di spicco nella zona con un passato sia nel settore giovanile (Aldini su tutte) che con le prime squadre (varie esperienze tra Promozione ed Eccellenza con squadre come Altabrianza e ACD Brianza). «La scelta di affidare la panchina a Dato? I numeri parlano da sé - spiega Cesare Bertolino - e raccontano di un allenatore esperto e di qualità. Il nome giusto per una squadra come l’Under 17: siamo reduci da un campionato Nazionale, dunque credo che abbiamo tutte le carte in regola per fare bene. Il gruppo dei classe 2006 è davvero molto valido: siamo pronti per dire la nostra».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400