Cerca

Oratoriana Vittuone Under 17: Giuseppe Carrozzo continua l'avventura in rossoblù anche il prossimo anno

oratoriana vittuone under 17
Giuseppe Carrozzo è la guida dell’Under 17 dell’ Oratoriana Vittuone, allena i 2004 da due anni, ma a causa dello stop, la sua squadra ha giocato veramente poco, mezzo campionato l’anno scorso e una partita quest’anno. Ma attenzione, perché Carozzo proseguirà anche il prossimo anno la sua avventura in rossoblù. Il tecnico in passato ha giocato a calcio, iniziando nel settore giovanile dell’Inveruno, città dove abitava, poi successivamente smise di giocare. Riprese a giocare quando era un ragazzo, all’Arconatese e al Bareggio, entrambe ai tempi militavano in Prima Categoria. Dopo, smise definitivamente e iniziò - grazie a suo figlio - a riavvicinarsi al campo, iniziando ad allenare. Nel frattempo, Carrozzo fece qualche corso e la passione aumentava sempre di più, fino a quando iniziò la sua avventura all’USOB, dove vinse un campionato Allievi provinciali. Successivamente si trasferì al Bareggio, l’esperienza durò un anno, dopo di che la società fallì. Attualmente allena l'Oratoriana Vittuone da diversi anni, il tecnico ha guidato tutte le categorie fino alla Juniores, partendo dagli Esordienti, passando ai Giovanissimi e ora gli Allievi, categoria che preferisce rispetto alle altre. Lo stesso Giuseppe Carrozzo racconta: «Mi trovo molto bene qui all'Oratoriana Vittuone, è una buona società con le idee chiare e ben organizzata. Le aspettative a inizio stagione erano quelle di far crescere i ragazzi per poterli tenere in società e portarli a giocare nella nostra prima squadra che milita in Seconda Categoria. Il gruppo che alleno è molto valido: ci sono ragazzi di qualità e secondo me potevamo ambire a vincere il campionato. A mio parere, per quel poco che abbiamo giocato in campo e per i pochi allenamenti che abbiamo fatto in due anni, i ragazzi sono cresciuti molto; c’è chi ci mette poco tempo e chi qualcosa di più, ma quello che non manca è la voglia dei ragazzi, hanno passione per il gioco, sono sempre presenti e si impegnano molto. Il capitano della rosa è Luca Gornati, leader dentro e fuori dal campo, ha le qualità giuste per farlo e i compagni lo seguono molto. Peccato aver avuto poco tempo per allenarci e per dimostrare le nostre qualità, spero migliorino le cose il prima possibile. L’anno prossimo rimango a disposizione della società, sia se dovessi continuare con la mia attuale squadra o sia se dovessi cambiare categoria». Il tecnico conclude l’intervista presentando il suo staff: «Il mio vice è Luca Arnaldi, adesso che sto studiando per il patentino UEFA D, si sta occupando lui della squadra, è molto valido e mi fido ciecamente; il lavoro lo gestiamo sempre insieme. Per quanto riguarda la dirigenza, c’è Daniele Portalupi, sempre presente dentro l’ambiente societario, molto valido e disponibile, oltre che ad essere sempre presente, anche agli allenamenti».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400