Cerca

Under 17

Brianza come Donnaruma agli Europei; Di Lello insuperabile: le pagelle di Osl Garbagnate-SC United

Tanta grinta e tenacia da parte di entrambe le contendenti; super Marinello per gli ospiti

Mita Matteo e il tecnico Boccia

Mita Matteo, a segno durante il derby, accompagnato dal tecnico Marino Boccia

La gara scintillante tra Osl Garbagnate-SC United regala tre punti importantissimi per la formazione di Boccia, ora a meno un punto dall'Amor Sportiva. Da segnalare la splendida prestazione per i rossoblù di Brianza, il portiere che salva i suoi compagni su 2 rigori e mezzo. Sempre per la formazione di casa, in luce un ottimo Di Lello, insuperabile lì dietro come un faro in mezzo al mare. Per la formazione di Bulgarelli, da sottolineare la grande partita giocata da Marinello, il numero 3 dell'SC United lascia pochissimi spazi sulla fascia.



OSL GARBAGNATE

Brianza 9 Prodigioso. Non para solo il primo rigore del pareggio, ma anche il secondo, facendo esultare tutti i suoi compagni come se fosse un gol segnato. Rischia un po' sul rinvio fuori dall'area che gli costa una punizione spinosa dell'SC che assomiglia più ad un rigore, ma anche in questa situazione il portiere lascia sigillata la porta.
Stringhetti 7 Contenere l’11 avversario non è mica semplice, ma il difensore ci prova nel migliore dei modi e riesce anche a farlo. Ottima comunicazione con i compagni di reparto.
Tabacchi 7 Stesso discorso del compagno Stringhetti, il difensore argina benissimo le punte avversarie, non facendosi sfuggire nulla. Prestazione più che sufficiente.
Serati 6.5 Classe 2006, il ragazzo fa un bel lavoro sporco a centrocampo, riuscendo a recuperare e gestire non poche sfere che amministra nel migliore dei modi.
Di Lello 7.5 Ha l’altezza dalla sua parte, durante tutti i 90’ anticipa nei duelli aerei ogni punta. È un faro al centro dell'area a cui Boccia non può rinunciare. Peccato per le scintille finali che gli costano il rosso.
Magliano 6.5 Un po' nascosto durante il primo tempo, ma poi esce benissimo negli ultimi 45'. Il giocatore è sempre presente al posto giusto nel momento giusto.
Spreafico 6.5 Un po’ in sottotono durante la prima frazione di gioco, il giocatore non spinge come sa fare sulla fascia destra. Migliora la sua prestazione nel corso dei 45' successivi, ma non è lo stesso di tanti altri match in cui ha sempre brillato (25’ st Palio 6).
Olivieri 6.5 A centrocampo è un lottatore, con tantissimi palloni recuperati. L'eleganza e la tecnica sono evidenti, con movimenti precisi e puntuali (18’ st Baldini 6).
Zambosco 7 Parte un po’ in sordina, poi migliora e pressa in avanti qualsiasi pallone. È lui che procura il calcio di rigore. Meglio il secondo tempo in cui si spinge sempre in avanti, si rende anche pericoloso in più occasioni ma non inquadra lo specchio della porta (48’ st Deangelis sv).
Mita 7 La tenta dopo pochi minuti su una punizione che non esce di troppo dal palo esterno. Propone degli assist davvero interessanti che insidiano l’SC. Ottimo secondo tempo in cui si sacrifica parecchio per i suoi.
Milani 6.5 Fa a sportellate con Radice, che ogni tanto nei primi minuti se lo dimentica sulla fascia sinistra. Oggi ha un po' il freno a mano tirato, ma la prestazione non manca come sempre. Peccato per il rosso finale in una rissa che si potrebbe evitare.
All. Boccia 8.5 L'Osl ospita in casa la capolista del girone, ma non per questo si tira indietro, anzi. La formazione è ancora più agguerrita, complice un derby davvero sentito che si dimostra in campo. Davanti manca ancora qualcosa, dovuto sicuramente all'assenza di alcuni giocatori. Dietro, invece, è tutto perfetto. Grandissima prova per i rossoblù.

SC UNITED

Amato 6.5 Poco impegnato durante la prima frazione di gioco, ma sbaglia un po’ troppi rinvii che finiscono direttamente fuori dal campo. Nei 45' successivi si fa trovare pronto e attento sulle poche conclusioni in porta.
Radice 6 Contiene bene Milani, ma qualche volta se lo dimentica in avanti. Poi gli prende meglio le misure e il loro duello è tra i più interessanti individualmente.
Marinello 7 Il 3 del Cesate gioca una partita fantastica, sicuramente uno dei migliori in campo oggi. Subisce anche una butta entrata di Spreafico, ma non molla niente (32’ st Torchio sv).
Cattaneo 6.5 Guerriero. Mette il suo fisico davanti a tutti a centrocampo, recuperando non pochi palloni.
Borda 6.5 Il capitano contiene a dovere la grinta avversarie, sfruttando al massimo le sue capacità fisiche. Gli pesa sulla coscienza non solo il rigore degli avversari, ma anche quello che Brianza gli para. Migliora con i minuti però ed è tra quelli che recuperano più palloni.
Vitone 6 Un po' in sordina inizialmente, si fa vedere di più nel corso del secondo tempo in cui ci mette il piede quando serve. Esco con i crampi che non gli lasciano scampo (18’ st Pronari 6).
Liso 6.5 Fa un buon lavoro sulla fascia destra, proponendo verticalizzazioni interessanti per i compagni di reparto in avanti. Peccato per il rigore non realizzato (13’ st Hasalla 6).
Alberio 6 Stesso discorso di Vitone: a centrocampo è un po' in sordina, poi ha la meglio su tanti duelli fisici riuscendo a strappare qualche pallone all'Osl.
Beraun 6 Oggi non brilla subito come potrebbe, ma col tempo esce meglio. Si fa trovare al posto giusto in diversi momenti, ma non concretizza.
Lampariello 6.5 Fa un bel lavoro fisico, riuscendo a recuperare non pochi palloni durante i tanti duelli fisici (30’ st Bonanno sv).
Bravo Alzamora 5 Elegante. Non è semplice contenerlo quando mette il turbo e soprattutto quando dimostra tutta la sua tecnica. Riesce a conquistarsi il secondo rigore grazie alla sua velocità, peccato per il nervosismo che gli costa un rosso diretto.
All. Bulgarelli 6.5 L'SC United non ha niente che manchi, ma oggi davanti a sé trova una squadra agguerrita e pronta a rendersi pericolosa. Le due occasioni che ha per fare male non vengono sfruttate al meglio, il nervosismo è padrone e non si riesce a concretizzare. Resta comunque la capolista indiscussa, ma anche i migliori non possono sempre vincere.

LE INTERVISTE

Dopo la gara, il tecnico rossoblù Boccia dichiara: «Oggi non posso dire niente ai ragazzi, non gli ho nemmeno caricati tanto per un derby tra città vicine, con anche ragazzi che magari erano compagni di squadra o che domani si incontreranno a scuola. Tiri fuori energie che hai nascosto, sotto l'aspetto tecnico loro sono una squadra superiore, non posso dire niente, magari noi oggi però ci abbiamo messo quella grinta che non abbiamo mostrato domenica scorsa quando ci siamo adagiati. Oggi era una partita a sé, avrei preferito vincere settimana scorsa in quella partita in cui siamo stati nulli. Ero tranquillo per oggi, lo spirito era quello, sono contento perché è una bella squadra, vedremo come andrà a finire il loro scontro diretto. Noi abbiamo cercato di essere presenti fino a quando la matematica non ci condannava, sono partite che fanno bene soprattutto quando si vede la voglia di non perdere e di sacrificarsi. Siamo i giudici di questo risultato, poi se la giocheranno loro due com'è giusto che sia, noi rimaniamo al nostro posto. Abbiamo perso giocatori importanti, ma il sacrificio sopperisce a tante lacune, siamo stati presenti mentalmente. Il nervosismo era già scritto, sono piccole cose su cui purtroppo i giocatori devono ancora crescere. Parlo da giocatore, quando giochi con un avversario e vinci la partita, il silenzio fa male, le parole è difficile farsele scivolare addosso. Grande applauso ai miei ragazzi, quando loro sono uniti e hanno voglia di fare sacrifici si vede. Sono soddisfatto della nostra posizione, siamo lì e quello che volevamo fare era proprio questo, rendersi spigolose contro le più forti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400