Cerca

L'intervista

Calvairate, Gabriele Caruana non si nasconde: «Coi 2005 abbiamo le carte in regola per vincere il campionato e approdare ai regionali»

L'allenatore dell'Under 17 si appresta a disputare il suo secondo anno sulla panchina rossoblù, sempre alla guida della squadra che più ha stupito nella passata stagione

Gabriele Caruana, allenatore Calvairate Under 17

Il tecnico, al secondo anno in rossoblù, punta alla promozione nei regionali

La Calvairate figura sicuramente come uno dei settori giovanili del panorama milanese più in crescita negli ultimi anni e la formazione classe 2005 guidata da Gabriele Caruana rappresenta pienamente questo concetto. Nella scorsa stagione la squadra in Under 16 ha giocato contro corazzate del calibro di Cimiano, Accademia Inter ed Enotria, dimostrando di essere allo stesso livello tecnico-fisico e di non temere alcun tipo di confronto. La prossima stagiona,tuttavia, vedrà Caruana e i suoi ragazzi affrontare il campionato Under 17 Provinciale, in quanto le formazioni delle annate precedenti, per circostanze extra-calcistiche, non sono riuscite ad ottenere la promozione tra i regionali. Il tecnico, ex Trebbiano ed Accademia Sandonatese, sa benissimo di avere tutte le carte in regola per vincere il campionato viste le qualità della squadra di cui egli dispone, ma è anche cosciente del fatto che ogni partita va giocata al massimo delle proprie possibilità se si vuole raggiungere i traguardi prefissati ad inizio stagione.

Mentalità vincente. Caruana in merito al prossimo campionato provinciale ha ben chiaro l’obiettivo promozione e, nonostante alcuni addii dolorosi, su tutti quello di Gianluca Stella approdato all’Enotria, la squadra mostra un ottimo potenziale. Questo però non è abbastanza per sperare di vincere un campionato, ciò che conta più di tutto è l’aspetto mentale: «Sappiamo di essere tra le favorite alla vittoria finale, è inutile nascondersi, però le partite si vincono solo se si scende in campo con la giusta attitudine e con la volontà di giocare da squadra. Non dobbiamo rilassarci perché anche in un contesto provinciale si trovano squadre molto ben allenate ed organizzate, perciò dovremo dare il 100% in ogni partita». L’allenatore ha anche analizzato l’organico a disposizione e si ritiene molto soddisfatto, soprattutto per via dei tanti ragazzi che hanno scelto di rimanere in casa Calvairate per permettere alla società di raggiungere la promozione nei regionali e per le buone impressioni destate nelle prime settimane di preparazione: «La squadra ha iniziato la preparazione con un ottimo piglio e con tanta voglia di tornare a giocare a calcio. Il livello è alto ma c’è da lavorare per trovare la giusta chimica di squadra e trovare altri due giocatori per chiudere la rosa a quota ventuno giocatori. Non ci sono titolari fissi, tutti i ragazzi hanno dimostrato di saper stare bene in campo, ognuno di loro troverà spazio per giocare ed esprimersi al meglio».

Tanto rammarico. Non è un segreto che la Calvairate avrebbe avuto a disposizione un organico molto valido per disputare un campionato regionale (includendo anche l’Élite) ed il dispiacere di Caruana nel vedere una rosa di tale qualità disputare un campionato provinciale è comprensibile, soprattutto vedendo le prestazioni offerte nelle prime amichevoli stagionali: «La squadra ha ottime potenzialità e lo si è visto già dopo due settimane di preparazione. Battere l’Accademia Inter per 4-1 è un risultato importante che ci inorgoglisce molto. I ragazzi meriterebbero di lottare per una categoria più prestigiosa, per,  come ho già detto, daremo il massimo per vincere il campionato. Il rammarico più grande per me è che questo anno per loro è l’ultimo del settore giovanile e sarebbe stato bello chiudere un ciclo, lottando contro i migliori settori giovanili del panorama lombardo». La rosa dei classe 2005 rossoblù, grazie all’esperienza del proprio allenatore, sarà sicuramente pronta all’inizio del prossimo campionato e lotterà per regalare alla società il tanto agognato campionato regionale per la categoria Under 17.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400