Cerca

Under 17

Cinisellese-Ardor Bollate: Doniselli chiama e Garufo risponde, ma quanti rimpianti per i rossoblù

Meglio gli ospiti nel primo tempo, poi la grande reazione dei ragazzi di Benenati che sbagliano anche un rigore: la Baranzatese ringrazia e va in fuga

Cinisellese-Ardor Bollate Under 17x

Antonio Mingrone (Ardor Bollate) tenta la rovesciata marcato da Pierluigi Vitulli (Cinisellese)

Un tempo per uno, un gol per uno, un rimpianto per uno. Cinisellese e Ardor Bollate si annullano a vicenda sotto tutti i punti di vista. Nei tempi: gli ospiti giocano molto meglio il primo e passano in vantaggio ma i padroni di casa reagiscono con una grandissima prestazione nella ripresa. Nei gol: Doniselli la apre dopo 3 minuti, Garufo impatta al 31' del secondo tempo. Nei rimpianti: per l'Ardor Bollate la traversa di Gentiloni, per la Cinisellese il rigore che Savarino para a Fausciana. Alla fine è 1-1, e il ruolo di "anti-Baranzatese" rimane nel limbo: la capolista infatti ne approfitta e piazza la prima vera fuga della stagione portandosi a +6 dagli orange bollatesi. Ma se per l'Ardor, tutto sommato, il pareggio è anche accettabile, tanti sono i rimpianti di una Cinisellese che per quanto fatto nella ripresa, e soprattutto negli ultimi 15 minuti, avrebbe sperato di raccogliere l'intera posta in palio per rilanciare le proprie ambizioni di primo posto. Poco male, giocando come nella seconda parte della ripresa tutto è possibile: il campionato è ancora lungo.

Solidità arancione. L'Ardor Bollate del primo tempo è una vera e propria macchina da guerra. Squadra ben messa in campo dal duo Martelli-Baldo con un 4-3-1-2 che esprime grande fisicità in difesa con il duo centrale Boniardi-Columpsi e in attacco con i gemelli del gol Bartezaghi-Doniselli e che sprizza qualità in zona mediana con Ciriello a dirigere le operazioni affiancato da Gentiloni e Pino e con il trequartista Mingrone a completare il reparto come vertice alto. La formazione orange gira a meraviglia, agevolata anche dal vantaggio che arriva dopo appena 180 secondi: angolo da destra di Cesaratto, sul primo palo arriva la spizzata di Doniselli che vince il duello aereo con Cendamo e insacca l'1-0 girando di testa sul secondo palo. La Cinisellese in questo frangente non ci capisce granché e va in affanno soprattutto su Bartezaghi, a tratti immarcabile: il bomber ci prova da lontano al 13', attento Rodas Rodriguez a distendersi in tuffo e respingere. L'Ardor è padrona del campo e al 17' va a un passo dal raddoppio quando Gentiloni colpisce una clamorosa traversa in pallonetto dopo un inserimento perfetto su un lancio che scavalca tutta la difesa rossoblù. Scampato il pericolo, la Cinisellese accenna a una prima reazione al 28' con una punizione da sinistra che porta Maturo vicino all'1-1, poi al 30' il pareggio sembra cosa fatta: Pino atterra Fausciana, rigore netto che però il numero dieci spreca calciando alla sinistra di Savarino che fa il miracolo portando l'Ardor Bollate all'intervallo ancora avanti di un gol.

Ritmo rossoblù. La Cinisellese che torna in campo nella ripresa è tutta un'altra squadra. Il 4-3-1-2 speculare proposto da Benenati cresce in ogni reparto: in difesa, dove Cendamo e Maturo riescono a prendere le misure ai due colossi orange, a centrocampo dove Maisto impone la sua presenza fisica e agonistica e pure in attacco, con Garufo che alza i giri del motore diventando assoluto protagonista della partita. I padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco e non lo mollano più: la ripresa comincia con una punizione "maledetta" di Maisto che Savarino mette in corner con un bell'intervento e prosegue con un assedio nella metà campo bollatese. L'Ardor scompare dal campo, con l'unica occasione creata da Bartezaghi (destro rasoterra largo al 21') che non basta per alleggerire la pressione di una Cinisellese che vuole rimetterla in piedi a tutti i costi. La missione riesce al 31', quando Garufo entra in area da sinistra e dopo essersi liberato del diretto marcatore con una finta a rientrare insacca il gol dell'1-1 con un piattone destro all'angolino imprendibile per il portiere. Il pareggio non risveglia l'Ardor, anzi carica ulteriormente una Cinisellese che ora crede per davvero nella rimonta completa: al 33' ai bollatesi serve un altro miracolo di Savarino - stavolta su Garufo - per non soccombere, e poco dopo (37') sono pochi centimetri a graziare il portiere orange sul destro dai 16 metri di Mariotto che sibila di fianco al palo. Il forcing rossoblù è totale e nel finale il 2-1 sembra fatto in altre due occasioni: al 43' con Garufo che salta anche il portiere ma colpisce il palo da posizione defilata, poi al 45' sempre con il numero undici che arriva tutto solo davanti a Savarino e prova un pallonetto che finisce a lato.

Doniselli svetta di testa e infila in rete l'1-0 per l'Ardor Bollate

IL TABELLINO

CINISELLESE-ARDOR BOLLATE 1-1
RETI (0-1, 1-1): 3' Doniselli (A), 31' st Garufo (C).
CINISELLESE (4-3-1-2): Rodas Rodriguez 6.5, Mariotto 6.5, Vitulli 6.5 (32' st Ranzini sv), Cendamo 6, Maisto 7.5, Maturo 7.5, Milione 6 (18' st Lutaj 6.5), Ferreri 6.5, De Miceli 6.5, Fausciana 6 (41' st Ferrais sv), Garufo 7.5. A disp. Ossama, Moricca, Novellino. All. Benenati 7. Dir. Casaburi.
ARDOR BOLLATE (4-3-1-2): Savarino 8, Conti 6.5, Cesaratto 7, Pino 6, Columpsi 6.5, Boniardi 6, Ciriello 6.5 (24' st Villella 6), Gentiloni 7, Bartezaghi 7, Mingrone 6.5, Doniselli 7 (36' st Toffoletto sv). A disp. Pasqualotto, Cascio, Guarnera, Ratushnyak. All. Martelli - Baldo 6.5. Dir. Mingrone.
ARBITRO: Argentieri di Cinisello Balsamo 7.5.
AMMONITI: Ciriello (A), Boniardi (A), Pino (A).

LE PAGELLE

CINISELLESE
Rodas Rodriguez 6.5
Sul gol Doniselli colpisce dentro l'area piccola, ma ha almeno quattro uomini davanti e non può intervenire. Bravo poi in due respinte - una di piede e una in tuffo - su altrettanti tiri dalla distanza. Nella ripresa può rilassarsi ma non troppo, sbroglia un paio di situazioni intricate in uscita alta.
Mariotto 6.5 Bene sia quando c'è da difendere che quando c'è da attaccare. Nel forcing finale il suo destro radente meriterebbe miglior sorte. Ottima prova.
Vitulli 6.5 Attento in mancina, copre bene gli spazi: non spinge tantissimo ma fa bene la sua parte. (32' st Ranzini sv).
Cendamo 6 La differenza di centimetri con i due bomber avversari si sente, come in occasione dell'1-0 di Doniselli. Si rifà con una ripresa di buon livello.
Maisto 7.5 Una furia in mezzo al campo, sia quando c'è da recuperare palloni sia quando c'è da andare a creare situazioni nell'area avversaria. Stuzzica Savarino con una gran punizione dalla distanza e in generale guida la squadra alla rimonta con la sua grinta.
Maturo 7.5 Nel primo tempo se non ci fosse lui la squadra subirebbe almeno un gol in più. Determinante nelle chiusure, ed è anche il primo a rendersi pericoloso in zona gol.
Milione 6 Parte a destra, poi Benenati lo sposta a sinistra: non riesce a trovare la posizione ma con l'impegno e riesce a restare a galla.
18' st Lutaj 6.5 Entra benissimo nella partita, nel momento migliore della Cinisellese: aiuta la fase offensiva appoggiando sempre l'azione e buttando in area diversi cross interessanti.
Ferreri 6.5 Lavoro di cesello ma anche di sostanza quando ce n'è bisogno. Non si tira mai indietro.
De Miceli 6.5 Frizzante e sgusciante: soprattutto nella ripresa, ma anche nel primo tempo era stato uno dei pochi a metterci qualcosa di suo.
Fausciana 6 Buona prova dietro le punte, ha un bel passo e la giocata con cui si prende il rigore del possibile 1-1 è da applausi a scena aperta. Mezzo punto in meno perché dal dischetto si fa ipnotizzare dal portiere avversario. (41' st Ferrais sv).
Garufo 7.5 Tanto invisibile nel primo tempo quanto devastante nel secondo. Crea continuamente superiorità numerica saltando l'uomo, firma l'1-1 con un gol di classe e astuzia e crea almeno altri tre presupposti per il gol del 2-1: sul primo è bravo il portiere, sul secondo è sfortunato, sul terzo poteva fare qualcosina di più. Sarebbe stato da 8.
All. Benenati 7 La trasformazione della squadra tra il primo e il secondo tempo è qualcosa difficilmente spiegabile a parole. Primi 45 minuti da buttare, ma giocando come nella ripresa si può andare lontano.

Cinisellese

ARDOR BOLLATE
Savarino 8 30 minuti di nulla, poi arriva il rigore che lo erge a protagonista: indovina l'angolo sinistro e mette in angolo. Una parata fondamentale anche nel finale, quando nega il 2-1 a Garufo. Gran parte del punto orange è nei suoi guantoni.
Conti 6.5 Controlla bene la zona di destra soprattutto nel primo tempo. Ripresa in affanno, ma non commette strafalcioni.
Cesaratto 7 Utile sia per difendere che per attaccare: il suo piede mancino è designato per gli angoli da destra, e sul primo di questi arriva l'assist per l'1-0 di Doniselli.
Pino 6 Prima sul centro-sinistra e poi centrale puro, la sua è una partita di buon livello. Penalizzato per l'intervento da rigore su Fausciana, ma Savarino gli toglie i sensi di colpa.
Columpsi 6.5 All'inizio controlla facilmente, nella ripresa deve fare gli straordinari perché gli attaccanti della Cinisellese si svegliano. Bravo in un paio di ripiegamenti in cui ci mette tutta la sua fisicità.
Boniardi 6 Anche per lui il primo tempo è ottimo, nel secondo invece cambia tutto: Garufo alza i giri del motore e va spesso sulle sue zolle a fare male.
Ciriello 6.5 In mezzo ai giganti non sfigura, al contrario la sua classe è il collante perfetto di una squadra che in avvio domina a tutto campo. (24' st Villella 6).
Gentiloni 7 Ottimo lavoro di taglia e cuci, tiene bene la posizione e si inserisce con i tempi giusti in fase offensiva. Colpisce anche una traversa, meritava il gol.
Bartezaghi 7 Non segna, non fa assist, ma è un carro armato. Fa a sportellate con tutti, togliergli il pallone spalle alla porta è praticamente impossibile.
Mingrone 6.5 Trequartista e poi mediano puro quando c'è da serrare le fila, mostra una buona duttilità tattica.
Doniselli 7 Meno appariscente di Bartezaghi in fase di gioco, ma letale in zona gol: bellissima l'inzuccata dell'1-0. (36' st Toffoletto sv).
All. Martelli-Baldo 6.5 Primo tempo da squadra che ambisce giustamente al primo posto, ripresa da dimenticare. Il bicchiere è comunque mezzo pieno visto che nel finale la Cinisellese sfiora più volte il 2-1.

I titolari dell'Ardor Bollate

ARBITRO
Argentieri di Cinisello Balsamo 7.5 Partita non semplice anche per le dimensioni di un campo molto stretto. Se la cava non bene ma benissimo, sbagliando poco o nulla. Perfetto il rigore assegnato alla Cinisellese, corretta anche la distribuzione dei cartellini gialli. Avercene di arbitri così nel Provinciali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400