Cerca

Under 17

Real Trezzano-Leone XIII: nel finale spunta Stampacchia e spezza l'equilibrio fra le due contendenti

I padroni di casa si impongono a fatica, tanto palleggio e poche occasioni per entrambe le squadre; il colpo di scena evita il pareggio

Mattia Stampacchia Real Trezzano Under 19

Mattia Stampacchia, ruolo terzino, autore del gol-vittoria in pieno recupero

È l'ultima giornata di recuperi per le due squadre, che sono pronte a tutto pur di strappare quei tre punti che farebbero chiudere la prima parte della stagione nel miglior modo possibile. Nel primo tempo le squadre si fronteggiano ad armi pari, con i padroni di casa che prendono più confidenza verso la fine dei 45 minuti. Per i gol bisogna aspettare l'inizio del secondo tempo, dove in una manciata di minuti va a segno Furio per il Real Trezzano e Scalpelli per gli ospiti. Un 1-1 che tiene in bilico le squadre per tutta la ripresa, fino alla zampata vincente di Stampacchia in pieno recupero che regala ai trezzanesi la tanto agognata vittoria.

Guerra fredda. Le squadre partono lunghe e mettono subito in mostra un buon palleggio e una buona intesa in fase di possesso, e sebbene entrambe mostrino qualche iniziale insicurezza nelle retrovie, gli attaccanti non hanno la prontezza di approfittarne. Al 5' è Palleroni a provarci per gli ospiti recuperando un pallone che prova a calciare da fuori area, ma Tucci non si lascia impensierire dal tiro. I minuti sul cronometro iniziano a scorrere scanditi da passaggi, scontri fisici e tentativi di verticalizzazioni da parte di entrambe le compagini, ma è solo verso la metà del primo tempo che la partita inizia ad avere un protagonista, e questo è il Real Trezzano. Beretta e Stampacchia spingono sulle fasce, e davanti ci sono Adinolfi, Galimi e Furio che provano la conclusione, ma che puntualmente non centra lo specchio. Ma i padroni di casa prendono terreno, e al 36' Serra si libera a bordo area e va al tiro, anche questo finisce fuori, ma solo dopo aver sfiorato la traversa e fatto sussultare la gente in tribuna. Furio al 38' mette la quarta e serve Fusetti libero in area, ma il suo tiro di prima intenzione finisce a lato – il Real Trezzano non riesce ancora a inquadrare la porta, ma ha decisamente aggiustato la mira. Nei minuti finali il gol arriva, ma un istante dopo arriva anche il fischio dell'arbitro col braccio alzato. La prima frazione di gioco termina senza reti, ma coi padroni di casa che iniziano a incutere timore.

Cambio di rotta. All'allenatore del Leone XIII non sono passati inosservati i segnali d'allarme di fine primo tempo, e nella ripresa cerca nuove soluzioni nelle retrovie facendo entrare Russo, ma al 3' il trezzanese Galimi ha l'occasione di capitalizzare una rimessa lunga provando di testa a scavalcare il portiere, ma il pallone costeggia lo specchio della porta e si spegne sul fondo. Ma l'1-0 non tarda ad arrivare per i padroni di casa, che devono ringraziare un momento di indecisione nella difesa avversaria che ha regalato il pallone a Furio, il quale non perdona l'errore e segna da posizione defilata. Il Real Trezzano sembra essersi conquistato un gol, meritato, che andrà a caratterizzare il proseguo del secondo tempo, ma il Leone XIII non ci sta, e dopo due minuti trova il pareggio grazie all'abilità di Palleroni. Il numero 10 ospite sembrava essersi risparmiato fino a questo momento della gara, in cui supera con disinvoltura l'intera difesa avversaria prima di servire Scalpelli, che deve solo appoggiare in rete il pallone dell'1-1. Con la partita sbloccata in così poco tempo, le squadre tornano lunghe e ricominciano a darsi battaglia, al 15' una punizione di Furio ha tutto il potenziale per tramutarsi in gol, ma trova solo la parte alta della traversa dopo una deviazione della barriera. Sono proprio i numeri 10 di entrambe le squadre a trainare i propri compagni e creare gran parte delle occasioni, anche grazie al supporto dei compagni lungo le fasce, ma ai puzzle tattici delle due formazioni manca qualche tassello: quello che porterebbe a segnare. E così i due allenatori provano a riempire i rispettivi spazi, entrano Cavaleri per gli ospiti e Ditrani e Risco Villon per i padroni di casa, e sono proprio questi ultimi ad arrivare in porta in un paio di occasioni, senza riuscire a superare l'estremo ostacolo del portiere. I minuti passano e lo spettro di un solo punto al fischio finale inizia a prendere forma, Al Real Trezzano non bastano più le giocate di Furio, che si fa anche espellere in un momento di nervosismo con un avversario, mentre Galimi manca il controllo in un paio di occasioni che l'avrebbero portato a calciare indisturbato. Si arriva all'ultimo dei due minuti di recupero concessi dall'arbitro, dalla difesa trezzanese parte un lungo calcio di punizione che arriva a limite area, da quelle parti c'è Stampacchia, la prova a controllare? Prova a mettere il pallone in mezzo? No, calcia al volo di prima, e dopo un istante eterno in cui tutti trattengono il respiro, il pallone si insacca nell'angolino del secondo palo e manda i padroni di casa nello spogliatoio a festeggiare la vittoria agguantata allo scadere.

IL TABELLINO

REAL TREZZANO - LEONE XIII 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 3' st Furio (R), 9' st Scalpelli (L), 48' st Stampacchia (R).
REAL TREZZANO (4-4-1-1): Tucci 6.5, Beretta 6.5, Stampacchia 7.5, Di Marco 6.5 (35' st Berra 6.5), Albini 6.5, Ferri 6.5, Adinolfi 7 (22' st Risco Villon 7), Serra 6.5, Galimi 7 (40' st Esterilla Sanchez 6.5), Furio 7, Fusetti 7 (20' st Ditrani 6.5). A disp. Re Cristiano, Cavo, Volpari. All. Grimaldi 7.5. Dir. Stampacchia.
LEONE XIII (4-3-2-1): Lenzi 6.5, Aratri 6.5, Brovero 6.5, Matthaes 6 (1' st Russo 6.5), Spinola 6.5, Re 7, Jacini 6.5, Campanini 6.5 (23' st Cavaleri 6), Scalpelli 7, Palleroni 7, Salvato 6.5. A disp. Guglielmi, Speziali, Sidoti. All. Liberto 7. Dir. Salvato.
ARBITRO: Bonanno di Abbiategrasso 6.5.
ESPULSO: 43' st Furio (R).
AMMONITI: Salvato (L), Spinola (L), Matthaes (L), Lenzi (L).

LE PAGELLE

REAL TREZZANO
Tucci 6.5 Relativamente poco impegnato nell'arco della gara, si è comunque fatto sempre trovare pronto in uscita anche sulle palle lunghe.
Beretta 6.5 La sua spinta lungo la fascia ha permesso alla sua squadra di alzare il baricentro in diverse occasioni. Ha dato inizio a diverse manovre dal basso e non si è risparmiato col proporsi in fase offensiva.
Stampacchia 7.5 Ha messo in mostra una buona forma fisica e creatività, dando filo da torcere agli avversari lungo la fascia per tutta la partita. Autore dello splendido gol nel finale.
Di Marco 6.5 Sempre attento nella copertura per vie centrali, ha concesso ben pochi spazi agli avversari e non ha esitato in fase di possesso.
35' st Berra 6.5 Nei minuti finali ha dato nuova lucidità e freschezza alla manovra, recuperando palloni e smistandoli a dovere.
Albini 6.5 Ha compensato qualche iniziale incertezza in copertura con molti altri recuperi, dando anche inizio a svariate manovre in fase di possesso.
Ferri 6.5 Non ha lasciato spazi agli avversari e ha lottato su ogni pallone, la sua grinta e freddezza in mezzo al campo sono tra i fattori che hanno permesso ai suoi di mantenere il controllo del campo per buon parte della gara.
Adinolfi 7 Non ha esitato nel metter in mostra la sua velocità e l'ottimo controllo del pallone, con cui ha iniziato diverse aioni offensive lungo la fascia, anche quando non aveva compagni a sostegno.
22' st Risco Villon 7 L'allenatore cercava in lui nuovi spunti offensivi, e da subentrato non ha deluso le aspettative, recuperando palloni e immettendosi con buona tecnica in area avversaria in diverse occasioni.
Serra 6.5 Entrato in campo con la giusta mentalità sin dal primo minuto, è sempre risultato attento e propositivo sia in fase di possesso che di copertura.
Galimi 7 In attacco si faticano a trovare spazi, ma si è sempre fatto trovare in posizione durante le manovre offensive, che ha saputo rendere fluide coi suoi movimenti, il suo possesso palla e l'ottima intesa coi compagni di reparto.
40' st Esterilla Sanchez 6.5 Entrato in un momento delicato della gara, ha saputo tenere alto il baricentro - anche recuperando palloni - e cercando nuove soluzioni offensive.
Furio 7 Tra i migliori in campo, la sua creatività si è dimostrata fondamentale per la squadra. È stato l'autore del primo gol, peccato si sia anche reso protagonista di una scaramuccia nel finale, che gli è costata l'espulsione.
Fusetti 7 Propositivo per vie laterali con la sua velocità, ha mostrato un'ottima intesa coi compagni di reparto nel creare azioni offensive. A lui anche il merito di aver fermato sul nascere alcune manovre avversarie.
20' st Ditrani 6.5 Subentrato in campo col piede giusto, ha da subito attaccato la profondità e tenuto alta la squadra.
All. Grimaldi 7.5 La sua squadra ha mostrato un'ottima forma fisica e fraseggio, riuscendo a mantenere il controllo del pallone per buona parte della partita e a trovare il gol alla fine.

LEONE XIII
Lenzi 6.5 Ha compensato qualche insicurezza coi piedi con delle buone parate, soprattutto in uscita e anche quando si è trovato solo davanti all'attaccante.
Aratri 6.5 In una buona prestazione generale, il suo più grande merito è stato quello di essere riuscito a contenere la velocità degli avversari sulle fasce in molte occasioni.
Brovero 6.5 Buona lettura delle azioni offensive e ottimo senso di posizionamento, dal suo lato di campo gli avversari hanno trovato pochi spazi.
Matthaes 6 Nonostante i momenti di affanno e qualche spazio concesso, è riuscito a gestire la difesa con ordine e a non farsi superare nell'uno contro uno.
1' st Russo 6.5 Attento ed efficace in copertura, ha anche mostrato il suo ottimo controllo del pallone rimanendo lucido propositivo in entrambe le fasi.
Spinola 6.5 Tempestivi molti dei suoi interventi in chiusura, a dispetto del buon palleggio avversario sulla trequarti.
Re Matheus 7 Grazie al suo senso della posizione è riuscito a recuperare molti palloni e dare inizio alla manovra. Non si è lasciato sopraffare dalla velocità avversaria sia per vie centrali che laterali.
Jacini 6.5 Ha saputo apportare fluidità alla manovra di possesso palla, cercando con successo la profondità in più di qualche occasione.
Campanini 6.5 In mezzo al campo ha concesso pochi spazi e lottato su ogni pallone, mantenendo costante il baricentro della squadra e fungendo da cardine in fase di possesso e ripartenza.
23' st Cavaleri 6 Ha faticato a verticalizzare, ma in compenso ha recuperato molti palloni preziosi che ha smistato con precisione. 
Scalpelli 7 Sempre presente in fase offensiva, la sua buon intesa coi compagni di reparto gli hanno permesso di rendersi pericoloso e trovare il gol del momentaneo pareggio.
Palleroni 7 Ha coordinato l'attacco e costruito interessanti manovre offensive. Nel secondo tempo si è acceso e si è messo in mostra tutta la sua abilità palla al piede, fornendo anche un assist vincente.
Salvato 6.5 Propositivo e attento in fase offensiva. Gli spazi concessi sono pochi ma non ha smesso di cercarne per tutta la durata della gara.
All. Liberto 7 La sua squadra non si è dimostrata inferiore all'avversaria. La difesa ha saputo contenere gli avversari e non è mai stata in balìa del loro gioco. Con un maggior possesso palla e incisività in attacco, la partita sarebbe potuta andare diversamente.

LE INTERVISTE

La partita si è combattuta fino all'ultimo, ma alla fine dei 90 minuti l'allenatore del Real Trezzano Grimaldi può tirare un sospiro di sollievo. «Abbiamo creato tanto, magari l'ultimo passaggio decisivo era sempre troppo lungo o troppo corto... ci può stare, sono comunque contento della prestazione dei ragazzi: dopo due mesi in questa situazione era difficile tenerli sul pezzo, anche mentalmente, ma devo dire che loro hanno risposto alla grande». La prestazione dei suoi è stata completa, dal punto di vista fisico, tecnico e mentale, motivo per cui sono riusciti a vincere una partita che sembrava destinata a un pareggio. «Il morale è alto - spiega Grimaldi - e nonostante fossimo in 10 abbiamo tenuto un'idea di attacco e non ci siamo chiusi. Alla fine, penso, il risultato sia giusto per quanto abbiamo creato. Sono soddisfatto, avevo paura soprattutto dell'approccio, ma devo fare un applauso ai ragazzi».

Con qualche rammarico, l'allenatore ospite Liberto commenta così la loro prestazione: «Nel secondo tempo non abbiamo mai verticalizzato, non abbiamo giocato da squadra per provare a vincere la partita. È la terza volta che prendiamo gol in superiorità numerica, ed è la terza volta che prendiamo gol all'ultimo minuto... probabilmente non abbiamo ancora capito che quest'anno si giocano 45' e non 40'». Sorriso amaro per il tecnico del Leone XIII, che però non boccia del tutto la prestazione: «Sono contento dei movimenti della difesa, i gol sono arrivati per delle distrazioni. Oggi abbiamo saputo contenere la loro velocità, ma ci sono cose che non si possono prevedere, come il loro bel gol nel finale, su questo non si può lavorare, ma sulla testa sì».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400