Cerca

Under 17

Aiosa sale in cattedra e delizia la platea, Ausonia Academy corsara

I neroverdi, dopo una prima mezz'ora di difficoltà, stappano la partita grazie alle giocate sopraffine dei loro fuoriclasse e rovesciano le sorti dell'incontro

Francesco Mario Aiosa Under 17 Ausonia Academy

Francesco Mario Aiosa, trequartista a tutto tondo dell'Ausonia Academy

Nella sfida di recupero della sesta giornata per gli ospiti l'obiettivo era solo uno: vincere e agganciare la testa del girone D. La missione non può che dirsi compiuta per l'Ausonia Academy, che grazie alle tre reti siglate tutte nel primo tempo e alla perfetta gestione dei ritmi della partita nella ripresa, vince 3-1 in casa del Rogoredo e aggancia la Calvairate in testa al tabellone. Nei neroverdi è notevole la prestazione di Aiosa, il quale, oltre a segnare una doppietta decisiva ai fini del risultato, si è dimostrato il vero leader tecnico dei suoi, un faro ad illuminare le azioni della squadra di Padayachy. Tra i padroni di casa, che avranno ancora molto lavoro da fare nelle prossime settimane, si distinguono Longobardi, che con la sua rete in apertura aveva illuso tutti, e il capitano Alessandro Bazzano.

Aiosa sale in cattedra e disillude i rossoneri. Partono forte i padroni di casa, i quali, nonostante la situazione di classifica li vedesse ampiamente sfavoriti, grazie ad un approccio alla gara quasi perfetto trovano già al 9' minuto la rete del vantaggio: Napoli recupera un pallone nella trequarti avversaria e lo serve in area a Longobardi che scaraventa in rete con un destro violentissimo. L'onda positiva del gol permette ai rossoneri di avere il controllo della partita fino a metà della prima frazione, momento in cui inizia a cambiare il copione della gara. A suonare la carica per gli ospiti ci pensa Aiosa, che dà il via al suo spettacolo con un tiro da fuori di sinistro, con un beffardo rimbalzo che inganna Penna e termina in rete per il gol che vale la parità al minuto 27'. Da questo momento in poi la partita diventa un monologo a forti tinte neroverdi: Sala e Torti si ritrovano a tu per tu con l'estremo difensore avversario, che è bravo a disinnescare le loro conclusioni ravvicinate, ma il dominio incontrastato di Riggio e Bonsignorio a centrocampo non lascia dormire sonni tranquilli ai padroni di casa, che al 39' si vedono costretti a raccogliere un altro pallone dalla propria porta: calcio di punizione dai 30 metri battuto alla perfezione dal solito Aiosa, con Penna che non può nulla sulla splendida traiettoria disegnata dal numero 10, che porta l'Ausonia Academy meritatamente in vantaggio. Dopo qualche minuto proprio Aiosa ha la possibilità di segnare la sua personale tripletta, ma angola troppo un colpo di testa dal cuore dell'area di rigore e la palla sfiora solamente il palo esterno. È però solo il preludio di quanto accadrà da lì a poco. De Chiara, salito per accompagnare la manovra offensiva dei suoi, vede Penna leggermente fuori dai pali e decide di provare a scavalcarlo con un pallonetto precisissimo dal limite dell'area, e ci riesce, segnando un gran gol che chiude il primo tempo sul punteggio parziale di 3-1 ospite.

Lotta e governo. La ripresa si apre su ritmi molto più bassi di quelli del primo tempo, il solito Riggio detta perfettamente i tempi di gioco e permette ai suoi di mantenere un solido possesso palla che tiene lontano il Rogoredo dalla propria area di rigore. Gli ultimi venti minuti del match, probabilmente anche a causa della stanchezza, sono caratterizzati da un po' di nervosismo, che costringe il direttore di gara ad utilizzare qualche cartellino giallo per stemperare gli animi. Solo nel finale di match i padroni di casa provano concretamente ad accorciare le distanze, con una bella progressione di Napoli che scarta un paio di avversari e tira, ma vede la sua conclusione ribattuta dall'ottimo Cazzola, in quello che di fatto è l'ultimo sussulto del match. Neroverdi che dal canto loro possono esultare per una vittoria importante su un campo difficile, e per l'aggancio alla testa del girone, la formazione di Vecchia, all'esordio sulla panchina del Rogoredo, può pensare di ispirarsi ai primi ottimi venticinque minuti giocati contro un grande avversario per poter ripartire e trovare risultati migliori nel proseguo del campionato.

IL TABELLINO

Rogoredo-Ausonia Academy 1-3
MARCATORI: 9' Longobardi, 27' 39' Aiosa, 45' De Chiara
ROGOREDO (4-3-3): Penna 6, Rotelli 6, Sion Renzo 6(32' st Mejia De La Cruz 6), Bazzano A. 6.5, Bazzano N. 6, Berton 6, Napoli 6.5(38' st Jara Torres sv), Vecchia 6 (5' st Santi 6), Longobardi 7 (28' st Ritelli 6), Scotti 6.5(12' st Swidan 6), Cella 6(18' st Sif 6). A disp. Colombo. All. Vecchia 6. Dir. Berton.
AUSONIA ACADEMY (4-3-3): Cazzola 6.5, Ranzini 6.5, De Chiara 7, Riggio 6.5, Pighetti 6.5 (7' st Salazar Velasco 6.5), Miranda 6.5, Tagliarini 6(1' st Di Brisco 6.5), Bonsignorio 6.5 (17' st Spiniella 6), Sala 6.5(17' st Essaady 6?5), Aiosa 7.5(17' st Boccuzzi 6), Torti 6.5(16' st Recinato sv, 21' st Pacchioni 6). All. Padayachy 6.5. Dir. De Chiara.
ARBITRO: Vasile di Milano 6.
AMMONITI: Bazzano A. (R), Longobardi(R), Bonsignorio(A), Di Brisco (A).

LE PAGELLE

ROGOREDO
Penna 6 Può fare di più sul primo gol, incolpevole sugli altri. Nel mezzo, qualche ottima parata e buone uscite alte.
Rotelli 6 Spinge poco visto il lavoro che gli viene chiesto in fase difensiva, ha qualche buono spunto offensivo solo nel primo tempo, in fase difensiva protagonista di una buona partita.
Sion Renzo 6 Il terzino di spinta della squadra è lui e lo fa notare sovrapponendosi con costanza, i problemi arrivano in fase difensiva quando si trova a dover contenere un Aiosa in stato di grazia.
32' st Mejia De La Cruz 6 Entra in un momento spento della partita e contribuisce a riaccenderla con un paio di cross interessanti.
Bazzano A. 6.5 Vero lottatore del centrocampo, recupera tantissimi palloni con interventi duri ma sempre corretti e puntuali, una vera diga, soffre però la qualità del palleggio avversario e si vede costretto a non poter esprimere le sue doti da regista.
Bazzano N. 6 Contiene molto bene la punta avversaria, buon apporto anche in fase di costruzione della manovra e sempre pericoloso sui calci d'angolo a favore.
Berton 6 Prova a reggere l'urto delle offensive avversarie con anticipi e chiusure, ci riesce molto bene in alcuni momenti del match, rivedibile sulle marcature in area in situazioni di palla da fermo.
Napoli 6.5 Il più fantasioso dei suoi, con dribbling e passaggi illuminanti prova ad accendere la miccia del gioco offensivo dei suoi; suo l'assist per il gol del vantaggio, sfiora anche il gol sul finale: ottima prova per lui (38' st Jara Torres sv).
Vecchia 6 Mezz'ala più di contenimento che offensiva, recupera un buon numero di palloni ma non contribuisce molto alla manovra, può fare di più.
Longobardi 7 Ariete di sfondamento dell'attacco rossonero, è sempre pronto a dare battaglia ai difensori avversari; segna un gol da vero bomber e dà tutto per la squadra, il migliore dei suoi oggi.
28' st Ritelli 6 Entra con lo stesso spirito combattivo del proprio compagno ma non riesce ad avere lo stesso impatto sul tabellino.
Scotti 6.5 Un'altra fonte creativa per il gioco offensivo rossonero, si accende ad intermittenza ma quando lo fa crea sempre situazioni interessanti.
12' st Swidan 6 Sostituisce molto bene il suo compagno, cercando soprattutto nel finale di creare occasioni pericolose, buon impatto sul match per lui.
Cella 6 Agisce come equilibratore del tridente più che come attaccante puro, tanto lavoro sporco per i suoi compagni.
18' st Sif 6 Entra in partita in maniera un po' timida, cresce alla distanza regalandosi una buona prestazione.
All. Vecchia 6 I suoi ragazzi sbaragliano le aspettative quando passano in vantaggio dopo solo nove minuti, mostrando un bel calcio e un'ottima mentalità per la prima mezz'ora. Poi il tasso tecnico degli ospiti entra in gioco e, a quel punto, la differenza è netta e si vede.

AUSONIA ACADEMY
Cazzola 6.5 Dirige alla grande la difesa, sicuro nelle uscite e decisivo tra i pali.
Ranzini 6.5 Si fa trovare pronto in entrambe le fasi di gioco, limita al meglio le offensive avversarie e quando si sovrappone lo fa con ottimo tempismo.
De Chiara 7 Segna un gol fantastico, spinge costantemente e agisce anche da regista basso: prova ottima per lui.
Riggio 6.5 Regista della squadra, detta alla perfezione i tempi di gioco ed è un mastino quando si tratta di strappare palloni agli avversari.
Pighetti 6.5 Prova molto solida per lui, perfetto in marcatura e preciso negli anticipi, contiene alla grande la punta avversaria.
7' st Salazar Velasco 6.5 Bell'impatto sul match per lui, chiamato a ricoprire un ruolo delicato lo fa con grande precisone.
Miranda 6.5 Ha il suo bel da fare per contenere Longobardi ma ci riesce quasi sempre, una leggera sbavatura sul gol subito ma non si fa influenzare e conclude la partita alla grande.
Tagliarini 6 Rientrante dopo un infortunio, non è sicuramente al 100% ma fin quando riesce da una mano ai compagni ed è protagonista anche di un paio di spunti interessanti.
1' st Di Brisco 6.5 Ottimo ingresso il suo, porta forza fisica e grinta al centrocampo neroverde, facendosi notare anche in fase offensiva con ottimi inserimenti e conduzioni palla al piede.
Bonsignorio 6.5 Mezz'ala box to box, recupera una quantità impressionante di palloni e in fase offensiva è sempre presente, davvero prezioso nello scacchiere tattico dei suoi, grande partita.
17' st Spiniella 6 Non fa rimpiangere i suoi predecessori nel ruolo di mezz'ala, gioca una partita molto ordinata.
Sala 6.5 Lotta per i compagni e dialoga con loro dimostrando ottime capacità tecniche; poco lucido sotto porta ma ottiene la sufficienza piena grazie a tutte le altre ottime giocate di cui si è reso protagonista.
17' st Essaady 6.5 Giocatore dal tasso tecnico elevatissimo, all'ingresso in campo è un po' lezioso e perde qualche pallone di troppo, successivamente entra in ritmo e fa impazzire la difesa avversaria con dribbling e sgroppate sulla fascia.
Aiosa 7.5 Assoluto protagonista del match, firma una doppietta, autore di molti passaggi chiave e dribbling, oggi è lui il trascinatore della squadra.
17' st Boccuzzi 6 Schierato per lottare con i difensori avversari, ci riesce grazie alla suo fisicità e alla sua grinta.
Torti 6.5 Del trio offensivo è quello meno appariscente ma gioca una partita molto concreta, anche lui sfiora il gol che avrebbe sicuramente meritato (16' st Recinato sv).
21' st Pacchioni 6 Entra a freddo per sostituire lo sfortunatissimo Recinato, uscito per infortunio dopo soli cinque minuti dal suo ingresso, ma nonostante ciò non si fa cogliere impreparato e gioca una buona partita.
All. Padayachy 6.5 I piccoli aggiustamenti tattici a metà primo tempo permettono alla sua squadra di controllare il match e di vincere senza rischiare quasi mai nulla.

ARBITRO
Vasile di Milano
6 : si trova ad arbitrare un match a tratti nervoso ed ostico, ma riesce a tenere a bada gli animi dei ragazzi utilizzando i cartellini al momento giusto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400