Cerca

Under 17

Saffioti è spietato in una gara fatta di fischi e nervosismo

Una partita caratterizzata da numerose polemica arbitrali, viene decisa dal talento del capitano di casa

Saffioti Gescal Boys Under 17

Saffioti, capitano e mattatore dei padroni di casa.

Sfida di alta classifica tra Gescal Boys e Barona. Capitan Saffioti si rivela essere la chiave tattica del match, grazie alla sua grinta abbinata ad un’ottima tecnica, si mette da subito in mostra e riesce anche a sbloccare il match. La seconda frazione inizia sempre nel segno di Saffioti che realizza con freddezza un tiro dal dischetto. Il doppio vantaggio, però, illude i padroni di casa che sembrano abbassare la soglia di attenzione lasciando campo agli avversari. Momento chiave del match sono i minuti che vanno dal 20' al 28' del secondo tempo, lasso di tempo nel quale il Barona accorcia con Fouda e rimane in superiorità numerica per l’espulsione di Arbitrio. Nonostante i brividi nel finale i Gescal è riuscita a portare a casa il match, forse il Barona avrà qualcosa da recriminare visto l’atteggiamento messo in campo nella prima frazione di gioco. Le due squadre scendono in campo entrambe con il trequartista, Saffioti da una parte e Bravi dall’altra, pur utilizzando il ruolo in maniera differente. I padroni di casa scelgono il 4-2-3-1 come schieramento di riferimento, puntando su una manovra basata sulla verticalità; gli ospiti, anche grazie all’altezza del loro numero “dieci” cercano maggiormente di alzare la palla per creare situazioni pericolose. 
 
Nel segno del dieci. La gara non inizia in maniera altamente spettacolare, entrambe le compagini faticano ad entrare in gara commettendo diversi errori tecnici e di posizione che caratterizzano il ritmo della prima parte. La prima grande occasione del match arriva al 15' sui piedi di Ricci: Soffiotti riceve una rimessa laterale, si libera bene e trova con un bel pallone il suo bomber, che però colpisce male col sinistro e spreca un’incredibile opportunità. Le azioni offensive dei padroni di casa si concentrano sull’asse Soffiotti-Ricci che grazie alle loro capacità tecniche riescono a trovarsi con ottime combinazioni, mettendo in grossa difficoltà i difensori avversari. Al 20', attraverso una grande grinta, anche gli ospiti riescono a mettere il muso fuori. Bruno, dopo una combinazione con Scapaticci e Maccari, chiude troppo il destro ma non va lontano dalla porta. L’uomo più in vista del match, Saffioti, al 23' riesce a sbloccare la gara: il dieci di casa riceve palla direttamente da rimessa laterale, da Caruso, e dopo aver vinto lo scontro fisico con Samà riesce ad alzare una grande traiettoria col destro che si insacco poco sotto la traversa. Al 30' arriva la risposta ospite, incredibilmente sprecata da Bravi. Bruno si invola in solitaria sulla destra e serve con un preciso rasoterra Bravi, che però colpisce sporco il pallone che gli rimane tra le gambe. Nei minuti finali, quando il Barona sembrava iniziare ad essere a corto di idee, Scapaticci trova bene Maccari, in sovrapposizione, che pur avendo poco specchio a disposizione riesce a scheggiare il palo.
 
Gol e cartellini. Bosetti, per dare una scossa ai suoi, dopo aver fatto un cambio a fine primo tempo sceglie di farne altri quattro durante l’intervallo. Nonostante i cambiamenti operati è ancora la squadra di casa a rendersi maggiormente pericolosa: dopo soli due minuti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Scatamacchia colpisce di testa e solo il palo gli nega la gioia del gol. Il ritmo si mostra ancora piacevole, con le due squadre che dopo aver superato gli iniziali impacci sono riuscite ad affrontarsi a viso aperto. Al 16' Stagnani decreta un giusto calcio di rigore per un contrasto irregolare in area. Sul dischetto si presenta Saffioti che col destro non lascia alcun scampo a Ratta. Quando la partita sembrava ormai virtualmente chiusa, al ventesimo, Youssef trova Fouda in profondità, con un filtrante, e l’attaccante arrivato a faccia a faccia col portiere non perdona. Il finale di gara viene acceso ulteriormente dall’inferiorità numerica dei Gescal a causa dell’espulsione di Arbitrio. Nonostante il forcing finale, condito da un bel tiro in uno contro uno di Fouda, il Barona non riesce a sfondare il muro bianco blu. Quando la partita sembrava finita c’è gloria per Scatamacchia, che rubato il pallone dai piedi di Scarpiello, non sbaglia l’uno contro uno con il portare.

IL TABELLINO

Gescal Boys-Barona Sp.1971 3-1
RETI (2-0, 2-1, 3-1): 23' Saffioti (G), 16' st rig. Saffioti (G), 20' st Fouda (B), 45' st Scatamacchia (G).
GESCAL BOYS (4-2-3-1): Stramacchia 6.5, Caruso 6.5, Arbitrio 6, Romani 6.5, Fajardo 7, Brioschi 6, Di Biase 6.5, Scatamacchia 7, Pozzi 6.5, Saffioti 7.5, Ricci 6.5. A disp. Caruso, Peedoly, Stellino, Premoli. All. Scatamacchia 7. Dir. Romani.
BARONA SP.1971 (4-4-1-1): Bosetti 6.5 (1' st Ratta 6.5), Bramè 6.5 (1' st Scata 6.5), Moreira Muniz 6, Maccari 6.5, Kryeziu 6 (1' st Gaboardi 6.5), Scarpiello 6, Samà 6 (1' st Moro Visconti 6.5), Youssef 7, Bruno 6.5, Scapaticci 6 (42' Corsini 6), Bravi 6 (1' st Fouda 7). A disp. Dell'Orco. All. Bosetti 6.5. Dir. Moreira Terranova.
ARBITRO: Stagnani di Milano 6.
ESPULSO: 28' st Arbitrio (G).
AMMONITI: Maccari (B), Arbitrio (G), Arbitrio (G), Scata (B), Bruno (B), Ratta (B).

LE PAGELLE

GESCAL BOYS
Stramacchia 6.5 Mostra ottime capacità comunicative, comandando bene la difesa, e interessanti riflessi.
Caruso 6.5 Riesce a gestire bene le situazioni nelle quali viene messo sottopressione in fase difensiva e si destreggia anche in impostazione.
Arbitrio 6 Gioca con molta grinta, caratteristica che lo porta sia ad effettuare buoni anticipi sia a sbagliarne qualcuno di troppo. La sua espulsione, evitabile, mette in grossa difficoltà la sua squadra nei minuti finali.
Romani 6.5 Vince molti contrasti aerei e si mostra sempre molto attento sia nei contrasti che nelle letture.
Fajardo 7 Prova numerose volte l’anticipo e le sue interessanti doti fisiche gli permettono di vincerne tantissimi.
Brioschi 6 Gioca molto defilato, sacrificandosi anche, ma questo non gli permette mai di entrare realmente in gara.
Di Biase 6.5 La fascia destra è quella che deve offendere nella visione di Scatamacchia, lui fatica nell’uno contro uno ma con i suoi passaggi riesce a migliorare la manovra dei suoi.
Scatamacchia 7 Gestisce bene il centrocampo lavorando con grande attenzione sui movimenti del reparto offensivo avversario. Nel finale riesce anche a togliersi la soddisfazione del gol.
Pozzi 6.5 Crea una buona diga di centrocampo con Di Biase, riesce ad abbinare buone doti difensive a interessanti capacità di impostazione.
Saffioti 7.5 È l’anima della sua squadra: si sacrifica, cerca di coinvolgere i compagni nel fraseggio e segna anche. Capitano.
Ricci 6.5 Lotta come un leone su ogni pallone e quando fraseggia con Saffioti riesce a creare le azioni più pericolose per i suoi.
All. Scatamacchia 7 La sua squadra riesce a tenere bene il campo, soffrendo poco e offendendo il giusto. Il suo capitano gli permette di alzare il livello da organizzato ad efficace.
 
BARONA SP.1971
Bosetti 6.5 Riesce a stare alto ed uscire con il giusto tempismo riesce a fermare molte azioni potenzialmente pericolose.
1’ st Ratta 6.5 Entra bene e con molta attenzione, cosa non scontata per un portiere che subentra.
Bramè 6.5 Fatica a distendersi sulla fascia, ma in fase difensiva riesce a non commettere errori e condurre una partita pulita.
1’ st Scata 6.5 Entra concentrato in partita riuscendo a non subire i problemi dovuti al subentro.
Moreira Muniz 6 Quando si trova a dover difendere le avanzate avversarie non riesce a gestire al meglio la situazione, anche a causa del poco aiuto degli esterni offensivi. (30’ st Dell’Orco).
Maccari 6.5 Il suo dinamismo si dimostra fondamentale per i suoi, pur aiutando tantissimo in fase difensiva, con le sue sovrapposizioni è una vera e propria spina nel fianco per la difesa avversaria.
Kryeziu 6 Saffioti lo costringe a rincorrerlo per tutto il campo e questo gli crea non poco difficoltà.
13’ st Gaboardi 6.5 La minore pressione avversaria gli permette di entrare in partita con maggior facilità.
Scarpiello 6 Le combinazioni tra gli attaccanti avversari lo trovano spesso arrivare in ritardo.
Samà 6 Perde il duello con Saffioti sul gol nel primo tempo e per tutto il corso del match non si mostra tranquillo.
1’ st Moro 6.5 Con la sua freschezza tiene impegnato il suo diretto avversario, limitandolo offensivamente.
Youssef 7 In fase offensiva si eclissa troppo dalla manovra rimanendo troppo vicina alla linea, in quella difensiva non riesce ad aiutare con i giusti tempi. Nel secondo tempo cambia la sua partita e prende sicurezza, riuscendo anche a servire l’assist per Fouda.
Bruno 6.5 Si trova costretto a fare reparto da solo e, nonostante la grande voglia che mostra e le numerose sponde effettuate, questo lo porta a correre a vuoto molte volte.
Scapaticci 6 Viene sostituito prima della fine della prima frazione a causa delle difficoltà in fase difensiva.
42’ Corsini 6 La sua squadra soffre tanto a centrocampo e anche con lui non cambia il risultato.
Bravi 6 Gli viene richiesto di spizzare e accorciare per fraseggiare con Bruno, ma oggi fatica sia di testa e soprattutto con i piedi.
1’ st Fouda 7 Riesce in ciò che non è riuscito a Bravi, collegare i reparti controllando il pallone e facendo sponde per i centrocampisti e il compagno di reparto. Il suo lavoro viene premiato con un gol che ha permesso ai suoi di riaprire la partita.
All. Bosetti 6.5 I suoi ragazzi faticano a costruire la manovra, la giornata storta di Bravi rende il tutto più difficile. Grazie ai cambi riesce a donare nuovo vigore ai suoi e a giocarsi in maniera migliore il secondo tempo.
 
ARBITRO
Stagnani di Milano 6
 La giovane età incide molto sulla sua gestione della partita, numerosi fischi lasciano dei dubbi negli allenatori e comportano la creazione di un clima molto teso che solo per fortuna non ha comportato nervosismi oltre il limite.

LE DICHIARAZIONI 

Scatamacchia, allenatore Gescal: «Siamo calati nel secondo tempo perché eravamo stanchi. Abbiamo fatto quattro allenamenti questa settimana e anche la pressione del match ha influito sui nostri ultimi minuti. Nel primo tempo siamo stati più liberi e abbiamo giocato bene. Con le nostre risorse abbiamo fatto più del nostro dovere e con dignità stiamo conducendo una buona stagione».

Bosetti, allenatore Barona: «Abbiamo fatto una buona partita. Nel primo tempo siamo stati più tattici e abbiamo inciso meno, nel secondo anche per lo svantaggio ci siamo sciolti. È la terza partita di fila che viene caratterizzata dall'arbitraggio. Cerco di protestare il meno possibile per non far arrabbiare i ragazzi, ma non è possibile ricevere sempre arbitri del genere».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400