Cerca

Under 17

Il bomber fa doppietta nel giorno del suo compleanno, ma è tutto rimandato

Avanti di due gol, la Viscontini abbassa troppo il baricentro e viene ripresa sul pari

Nicolò Montrasi, Tommaso Scavone Viscontini Under 17

Nicolò Montrasi e Tommaso Scavone, coppia vincente nel vantaggio targato Viscontini

La guardia non va mai abbassata, perché rischia di costare carissimo. Lo sa bene la Viscontini, che contro la Calvairate gioca una grandissima prima parte di gara. Timbra ancora, sempre e inesorabilmente Nicolò Montrasi, due gol da centravanti vero nel giro di appena sette minuti portano i suoi sul doppio vantaggio. Poi i gialloneri calano, non pressano più con la stessa intensità e gli ospiti ne approfittano. Prima Iori finalizza il tap-in vincente che riapre i giochi, poi Fumagalli ad inizio ripresa finalizza alla grande un'azione ben manovrata. 2-2 il risultato finale, che lascia tutto aperto in vista di un nuovo ed entusiasmante Calvairate-Viscontini, Atto Secondo.

MONTRASI IMPLACABILE, CALVA FERMA AL PALO

La Viscontini parte subito fortissimo e spostando la palla dall'esterno al centro del campo cerca di prendere in infilata la difesa della Calvairate, e ci riesce al primo tentativo: al 3' Scavone si decentra sulla sinistra dopo una corta respinta della difesa e mette in mezzo col sinistro un pallone a mezza altezza, che Montrasi gira di testa schiacciandola in porta alla perfezione. Palla in fondo al sacco e 1-0 per i padroni di casa, con l'immancabile firma del bomber con la 10 sulle spalle. Ospiti che provano a reagire con veemenza al gol subito a freddo, ma l'ennesima disattenzione dell'inizio di gara è fatale: Montrasi sfrutta ancora una volta l'eccessivo spazio lasciatogli in piena area di rigore e sotto porta, ancora di testa, mette la palla alle spalle di Colombi per la seconda volta in nemmeno 10 minuti. É sempre il capitano giallonero a calciare verso la porta avversaria e pochi minuti più tardi dalla sua doppietta, ci prova ancora dalla distanza: Colombi si allunga alla sua destra e vola respingendo in corner. Dopo un momento di apnea totale nei primi scorci di gara, la Calvairate prova a prendere le misure e, grazie ad una trama veloce e tutta di prima con Iori e Petrosino alla ricerca della verticalizzazione vincente, e riesce ad affacciarsi alla porta difesa da Petrella: Iori serve Mannarà al limite dell'area che si gira e conclude. senza però impensierire l'estremo difensore dei padroni di casa che si abbassa e blocca in presa. Proprio quest'ultimi cercano di prendersi sulle spalle la squadra, combinando sulla fascia di destra e mettendo in mezzo con insistenza alla ricerca di Pia e Guarnieri, ma la difesa della Viscontini è bravissima a respingere, trovandosi sempre nel posto giusto al momento giusto. Alla mezz'ora ci prova Petrosino con un destro forte da fuori, ma sulla traiettoria c'è Raffuzzi che respinge in angolo con il corpo un pallone che viaggiava pericoloso verso la propria porta. Al 27' Guarnieri raccoglie il pallone sull'out di destra e ripropone all'indietro per Petrosino, che con un tocco di fino serve l'avanzata alle sue spalle di Basini che arriva incorsa e incrocia col sinistro colpendo il palo, poi Petrella raccoglie prima dell'arrivo di Mannarà. La fortuna sicuramente non alberga nel primo tempo della squadra di Pischetola, che nemmeno due minuti dopo il palo colpito da Basini sbatte ancora sul legno: questa volta è Iori a colpire, dopo uno schema che lo aveva liberato tutto solo al tiro dal limite. L'undici di Mariani appare in netta difficoltà dopo i primi venti minuti e il conseguente abbassamento del baricentro incide negativamente sui suoi ragazzi: al 34' Petrosino batte dalla destra un corner per la testa di Pia che schiaccia, palla respinta dalla difesa che però giunte ancora a Petrosino, accentratosi dopo il corner. Il numero 8 gira di prima intenzione con il sinistro ma trova ancora il palo, sulla respinta arriva come un fulmine Iori che deve solo appoggiare a porta sguarnita la palla del 2-1 che riapre meritatamente i giochi. Ancora una verticalizzazione porta Guarnieri davanti a Petrella, a due minuti dall'intervallo, ma Petrella è bravissimo ad anticiparlo in uscita sventando la minaccia. Nel finale si rivedono i gialloneri ancora con Montrasi che va al tiro da fuori ma non impatta nel migliore dei modi, facilitando la presa bassa di Colombi. Ed è anche l'ultimo atto di un primo tempo a due facce e a dir poco elettrizzante.

PARI E RIMPIANTI

La Calvairate inizia la ripresa esattamente come aveva concluso i primi quarantacinque minuti, gettandosi in avanti passando per le corsie esterne. Dal canto suo la Viscontini prova a riordinare le idee per riprendere in mano il pallino del gioco avuto nella prima metà di gara, affidandosi a lunghi suggerimenti in direzione di Montrasi e Scavone come riferimenti offensivi. All'8' minuto Colombi rinvia sull'esterno di destra trovando perfettamente Guarnieri che la fa scorrere per Iori, a sua volta il numero 7 imbuca per Fumagalli: il terzino, seppur leggermente in ritardo riesce ad allungarsi sul pallone prima dell'uscita di Petrella, che prova ad opporsi con il corpo ma la carambola non lo premia: palla che gonfia la rete ed equilibra il match, è 2-2. L'undici rossoblù però non ha la minima intenzione di accontentarsi e continua a spostare il pallone con velocità, soprattutto lanciando la corsa di Mannarà sulla fascia sinistra, per poi pescare il jolly da fuori con Iori e Petrosino. Gli ingressi di Benevelli e Rosetti non cambiano le carte in tavola, perchè è sempre la Calvairate a mettere in seria apprensione la retroguardia di casa. Al 24' ci prova ancora Mannarà che prende la mira dalla distanza, palla che però termina ancora una volta distante dalla porta. Ancora il numero 9 va alla conclusione pochi minuti dopo: Rosetti si allarga sulla sinistra e serve in area e serve Shalbi, che a sua volta l'appoggia indietro per Mannarà che arriva con la mancanza del piede di appoggio e calcia scivolando, Petrella non si scompone e ferma la sfera. In un secondo tempo di netta difficoltà arriva un lampo nel buio che riaccende la Viscontini: al 32' Maullu batte una rimessa laterale lunghissima pescando Scavone, che si insinua tra i due difensori, conta i rimbalzi e poi scarica in porta. Colombi vola e respinge con un grande intervento. Anche Montrasi, da vero leader, prova a far male ancora una volta a Colombi con il suo aguzzo mancino a giro, ma l'estremo difensore della Calva non ha problemi nell'opporsi in tuffo anche a questo tentativo. Ma non solo conclusioni per il capitano giallonero, perchè al 40' con una grandissima giocata lascia passare il pallone per la corsa di Giorgio Fumarola, sguardo alla porta e tiro potente ma centrale con Colombi che respinge di piede. Entrambe le squadre danno tutto per vincerla nel finale, e sul gong Montarsi rischia di combinarla grossa calciando all'incrocio una punizione dall'angolino destro del limite dell'area. Bravissimo ancora una volta Colombi a volare togliendo la palla da sotto il sette. Strada per la tripletta e la vittoria sbarrata, così come possibile capovolgimenti finali, perché l'intervento dell'estremo difensore della Calvairate è lo squillo che determina il 2-2 finale. 

IL TABELLINO

Viscontini-Calvairate 2-2
RETI (2-0, 2-2): 3' Montrasi (V), 7' Montrasi (V), 34' Iori (C), 8' st Fumagalli (C).
VISCONTINI (3-5-2): Petrella 6.5, Moiraghi 6.5, Forestieri 6 (14' st Marongiu 6), Ciaciulli 6, Canali 6.5, Raffuzzi 7, Rimini 6 (30' st Fumarola 6.5), Maullu 6.5, Scavone 7, Montrasi 8, Latella 7 (35' st Carreri sv). A disp. Fumarola, Torri, Peri, Pitalieri. All. Mariani 7.
CALVAIRATE (4-3-1-2): Colombi 7, Fumagalli 7, Basini 7, Nicora T. 6.5, Bordoli 6.5, Ghiacci 6, Iori 7.5, Petrosino 7 (12' st Benevelli 6.5), Mannarà 6.5, Pia 6.5 (20' st Rosetti 6.5), Guarnieri 6.5 (25' st Bevacqua 6). A disp. Gervasi, Bzovyy, Rovescala, Shalbi, Lentini, Del Soldà. All. Pischetola 7. Dir. Colombi.
ARBITRO: Cairo di Milano 6.5.
AMMONITI: Nicora T. (C), Maullu (V), Benevelli (C).

LE PAGELLE

VISCONTINI
Petrella 6.5 Salvato più volte dal palo, quando chiamato in causa risponde sempre presente opponendosi con facilità in presa. Tempi perfetti anche nelle uscite basse, non gli si puo' recriminare nulla in entrambi i gol da lui incassati.
Moiraghi 6.5 Gioca quasi nella posizione di interno di centrocampo, posizionandosi spesso sulla stessa linea dell'esterno di destra Rimini. Perfetto in fase di interdizione, e contro una potenza tecnica del calibro di Iori, Mannarà e Petrosino tra gli altri, non era scontato.
Forestieri 6
Nel momento di maggiore pressione della partita fatica ad imporsi e a tenere il pallone. Non riesce a a galoppare sulla fascia come vorrebbe, e di conseguenza si trova costretto ad impegnarsi in tutto e per tutto in fase di copertura (14' st Marongiu 6).
Ciaciulli 6 C
ome tutto il reparto difensivo inizia la partita mostrandosi solido e sicuro nei suoi interventi e nel posizionamento. Poi, quando la Calvairate sale in cattedra va in difficoltà. Partecipa al concorso di colpe in entrambi i gol, dove la difesa si mostra eccessivamente statica.
Canali 6.5
Alza spesso la sua posizione erigendosi a mediano davanti alla difesa, quasi a formare con successo un 3-1-4-2. Scherma alla perfezione i movimenti di Pia, Guarnieri e Mannarà, lasciando ai suoi compagni il compito di impostare l'azione.
Raffuzzi 7
Se il castello della Viscontini non è caduto nel momento di maggior pressione avversaria lui ha sicuramente gran parte dei meriti. Trovandosi a fronteggiare un attacco da oltre 150 gol non si fa spaventare minimamente. Solidissimo e sicurissimo in tutti i suoi interventi.
Rimini 6
Dall'esterno di destra ci si aspettava forse una costanza maggiore nella ricerca del movimento in profondità, ma non sempre ne ha l'occasione. Esegue tanto lavoro sporco che quasi passa addirittura inosservato (30' st Fumarola 6.5).
Maullu 6.5
Davanti alla difesa i compiti dovrebbero essere prettamente difensivi, ma non ne vuole sapere e si porta spesso in posizione avanzata. Propositivo quando ha la palla tra i piedi, prova a sfruttare la sua lunga rimessa laterale pescando la conclusione di Scavone, e ci riesce alla grande.
Scavone 7
Non avrà timbrato il cartellino, ma la sua partita è da applausi a scena aperta. Si sbatte spesso ondeggiando per il campo, cercando di allargare le maglie della difesa biancorossoblù e lo fa alla grande. Fornisce l'assist per il primo gol di Montrasi con un tocco morbido al centro dell'area.
Montrasi 8 Cosa si può dire di più e di nuovo di questi giocatore. Leader tenace e battagliero, segna due gol con l'istinto del bomber vero, quale è. Quando il gioco si fa duro non molla mai e sprona sempre i compagni, la Viscontini calcia in porta, Montrasi c'è sempre a metterci lo zampino. Colombi gli cancella più volte una tripletta che avrebbe certamente meritato.
Latella 7
Quasi in una posizione ibrida rispetto alla posizione dell'attaccante. Spazia dal centrocampo al cuore dell'attacco per non dare punti di riferimento. Non balza agli onori della cronaca per sortite offensive degne di nota, ma per l'impegno messo in ogni singola giocata(35' st Carreri sv).
All. Mariani 7
L'approccio alla partita è a dir poco spaziale, perchè per i primi venti minuti sembra esserci una squadra sola in campo. Poi il calo sino alla metà del secondo tempo rovina in parte il gran lavoro fatto, in vista del ritorno ci sarà sicuramente da sistemare qualcosa perchè sarà battaglia.

CALVAIRATE
Colombi 7 Viene colpito a freddo per due volte da pochi passi e nel giro di appena 7 minuti di gioco. Praticamente perfetto in uscita, respinge sempre con sicurezza e maestria le impervie conclusioni avversarie, nel finale cala la paratona togliendo dall'incrocio dei pali il calcio di punizione tirato da Montrasi.
Fumagalli 7
Dopo una prima parte di gara giocata in maniera più accorta ecco che viene fuori, alla grande. È una fonte di appoggio costante quando il pallone passa dai piedi di Petrosino e Iori, ha il grande merito di crederci fino in fondo seguendo e poi finalizzando l'azione in ripartenza che porta al 2-2 finale.
Basini 7
Anche nel momento di enorme difficoltà dei suoi è sempre pronto a proporsi in fase avanzata e con discreti risultati. Colpisce anche il palo nel bel mezzo degli assalti ospiti alla ricerca della rete del pareggio.
Nicora T. 6.5
Con la squadra continuamente presa in mezzo dalle verticalizzazioni avversarie fatica enormemente a carburare, ma una volta preso in mano il pallino del gioco è fatta. Sale in cattedra come perfetto elemento in fase di interdizione.
Bordoli 6.5
Guida e carica la sua squadra da gran capitano anche quando la situazione sembra essere compromessa, poi aumenta i giri del motore e Montrasi con Scavone faticano e non poco a creare occasioni da gol.
Ghiacci 6 Meno sicuro negli interventi rispetto a capitan Bordoli, sicuramente come i suoi compagni ha responsabilità non indifferenti sulle reti incassate, acquista fiducia e sicurezza nei tempi d'intervento col passare dei minuti.
Iori 7.5
Tra tutti i calciatori di qualità a disposizione della Calvairate è nettamente quello più in giornata. Dispensa palloni di qualità e combina perfettamente in entrambe le fasi, venendo ripagato a pieno titolo con il tap-in che accorcia le distanze. Partecipa al festival del palo, edizione terza, che organizzano i biancorossoblù nel forcing esercitato nel corso del primo tempo.
Petrosino 7
Regista avanzato della squadra, agisce da mezz'ala di quantità ma anche e soprattutto di qualità. Avvia spesso l'azione a spaziare sulle corsie esterne con tocchi rapidi e ben precisi in direzione dei propri compagni (12' st Benevelli 6.5).
Mannarà 6.5
Non è al meglio della condizione e si vede da come si approccia quando parte in volata, solitamente devastante, verso la porta avversaria. Si impegna con tutte le proprie forze trasmettendo grinta alla squadra, ma non ne impiega altrettanta quando calcia verso la porta.
Pia 6.5
Fonte di collegamento preziosa tra il centrocampo e il duo Mannarà-Guarnieri, non trova però la stessa precisione ed efficacia quando guarda alla porta di Petrella. Prestazione comunque positiva e di piena sostanza (20' st Rosetti 6.5).
Guarnieri 6.5
Come Pia flirta silenziosamente con il gol ma senza mai affondare il colpo decisivo. Fulgido esempio è quando si trova tutto solo davanti ad un Petrella in uscita ma invece di scaricare con forza in porta sceglie, e non fa bene, di toccare piano la sfera (25' st Bevacqua 6).
All. Pischetola 7
Dopo un approccio disastroso che poteva costare caro, i suoi ragazzi la rimettono in carreggiata mostrando tutto l'estro e la superiorità principi nella vittoria finale del proprio girone. Ma per staccare il pass decisivo per i Regionali, servirà ben altra prestazione.

ARBITRO
Cairo di Milano 6.5
Fischietto autoritario ma che lascia giustamente correre il gioco quando gli è concesso. Bravo a tenere a freddo gli animi in una gara soggetta a grande tensione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400