Cerca

Under 17

Concorezzese-Biassono: Zaccarella spegne la rimonta rossoblù allo scadere, delirio biancorosso nel big-match

I ragazzi di Garofalo, avanti tre volte, trovano la forza di stoppare gli avversari imbattuti da quasi tre anni: sono Garofalo e Zaccarella gli eroi di giornata

Concorezzese Under 17

Garofalo e Zaccarella, la coppia-gol offensiva della Concorezzese

Dopo oltre due anni e mezzo finisce l'imbattibilità del Biassono targato 2005, battuto 4-3 dalla Concorezzese al termine di una gara semplicemente bellissima. L'ultimo stop dei rossoblù risaliva infatti alla stagione 2018/2019, penultima giornata del campionato Regionale in fase primaverile contro la Pro Sesto (finì 1-2). Inserita in un girone con diverse pretendenti al primo posto, la squadra di Tallarita esce con un punto dal doppio big-match e si appresta a vivere un momento delicato da cui dovrà saper uscire, con pazienza e lavoro. I biancorossi di Garofalo possono meritatamente gioire, al termine di una prestazione davvero encomiabile. Il grande sforzo della Conco viene premiato allo scadere dalla doppietta di Zaccarella, dopo che il Biassono era riuscito a rimontare per la terza volta.

Tridenti a due velocità. Il vero peccato della formazione ospite è quello di non capitalizzare i grandi spazi concessi dalla truppa di casa, che in fase d'attacco lascia quattro uomini al di sopra della linea del pallone. Una strategia rischiosa ma che sembra pagare ottimi dividendi, se abbinata a un buon pressing. La prima di tante uscite maldestre del Biassono produce il break di Affatato che appoggia subito per Zaccarella: l'attaccante si gira benissimo sul perno e trova una conclusione ben angolata per il vantaggio. I rossoblu pareggiano immediatamente su calcio d'angolo, grazie all'uscita sbagliata da Ratti: Lazzari ci arriva all'ultimo e ribadisce in rete. L'asset tattico dei biancorossi premia finalmente Martina, il quale crea due pericoli ravvicinati trovando il fondo, molto bene la difesa avversaria a spazzare via la sfera. Nonostante buoni movimenti che coinvolgono il trequartista Cuffari, sembra sempre mancare l'ultimo passaggio al Biassono. L'unico che può dare la svolta con un po' di qualità è Nappa, suo malgrado il pallone gli rimane incollato al piede dopo aver fatto tutto alla perfezione. Sull'altra sponda l'ispirazione è invece alle stelle, con Garofalo che partorisce un gol molto simile a quello del compagno: girata sullo stretto per costruirsi il tiro, angolino nuovamente centrato. Due annotazioni ulteriori da segnalare: l'uscita anticipata di Arzu per comportamento irrispettoso verso il proprio allenatore e l'infortunio accorso al direttore di gara, fortunatamente in grado di condurre in porto la sfida.

Finale thrilling. Tallarita prova a smuovere le carte già a inizio ripresa, passando al 3-5-2 con l'avanzamento alto di Mauri. Lo scenario si cristallizza prima di una serie di scelte arbitrali dubbie, per esempio la posizione probabilmente irregolare di Garofalo che viene comunque fermato molto bene da Radaelli in uscita. Un leggero accenno di nervosismo che costa il pareggio, abbastanza casuale, del Biassono: pallone scodellato in avanti, Ravasi spizza verso l'area e trova il taglio offensivo di Scarsi, bravo ad anticipare l'incertezza di Ratti. La successiva sequenza di episodi premia stavolta la Concorezzese: traversa fortuita di Serratore dopo un contrasto e sul ribaltamento fallo di mano di Foligno (braccio largo e pallone che sbuca all'ultimo). Iannarelli angola bene ed elude lo slancio di Radaelli che aveva intuito. La giornata no degli attaccanti in maglia blu continua, con Nappa che manda alto di testa l'ottimo lavoro di Mauri sulla destra. I cambi riescono a dare nuovo brio all'undici di Garofalo, che trova praterie sull'out di sinistra dove poi confezionerà il successo. Iannarelli spreca il match-point, Ratti salva due volte sulla punizione di Mauri e sul tap-in (in offside) di Canzi, capitolando però su un errore di inesperienza dei compagni. Brunello, ormai arrivato a fine-corsa, calcia via malamente un pallone che viene raccolto da Serratore, destro in buca d'angolo. Ma il recupero riserva ulteriori sorprese e la sentenza definitiva dice Concorezzese: l'azione del definitivo 4-3 è viziata da un tocco di mano dello stesso Brunello al limite della propria area, tuttavia i biancorossi ribaltano il campo in maniera impeccabile, con Zaccarella che completa l'opera da due passi per la vittoria meritata.

IL TABELLINO

Concorezzese-Biassono 4-3
RETI (1-0; 1-1; 2-1; 2-2; 3-2; 3-3; 4-3): 10', 49' st Zaccarella (C), 13' Lazzari (B), 36' Garofalo (C), 12' st Scarsi (B), 23' st rig. Iannarelli (C), 46' st Serratore (B). 
CONCOREZZESE (4-3-1-2): Ratti 6.5, Brunello 7.5, Saba 7.5, Martina 7 (42'st Fiorotto sv), Villa 6.5 (20' st Mariani 7), Affatato 7, Brusca 6.5, Iannarelli 7, Zaccarella 8, Besana 7 (10' st Perugini 7), Garofalo 7 (35' st Giordano 6.5). A disp. Caccia, Merlino, Casasole, Bitonte. All. Garofalo 8.
BIASSONO (4-3-1-2): Radaelli 6.5, Mauri 7, Scarsi 7, Lazzari 7, Motta 7 , Canzi 7, Ravasi 7, Medici 6.5 (1' st Ciabattoni 6.5), Arzu 5 (11' Nappa 6), Foligno 6.5 (33' st Fazio 6.5), Cuffari 6.5 (1' st Serratore 7). A disp. Porta, Fumagalli, Pappalardo, Zagaria. All. Tallarita 7.
ARBITRO: Beretta di Monza 6.5.
AMMONITI: Ratti (C), Affatato (C), Martina (C), Garofalo (C).
ESPULSO: Cuffari (B).

LE PAGELLE

CONCOREZZESE
Ratti 6.5
 Va bene guadagnare qualche secondo ma non in maniera così plateale. Parlando di campo, gravi errori alternati a parate d'istinto notevoli.
Brunello 7.5 Arrivato agli sgoccioli con un problema muscolare serio, non riesce a richiamare l'attenzione della panchina e regala il pallone del 3-3 a Serratore. Prestazione solidissima.
Saba 7.5 Anche lui "approfitta" del metro arbitrale permissivo sull'uso delle braccia e ha vita facile, nonostante Martina sia spesso alto. Poche incertezze e tante cose buone.
Martina 7 Viene probabilmente poco sfruttato da un punto di vista offensivo per puntare più sulla sua duttilità di esterno a tutta fascia. (42'st Fiorotto sv).
Villa 6.5
 Un po' sulle sue ma ha ugualmente il merito di non mollare mai l'avversario quando puntato. Partecipa alla festa.
20' st Mariani 7 Entra in un momento complicato e con lo spirito giusto si ritaglia il suo ruolo.
Affatato 7 La sua posizione è il vero jolly, prima a uomo su Cuffari, poi da centrale aggiunto. Ottimo l'intercetto sulla prima rete, unico lampo offensivo.
Brusca 6.5 Deve mettere ancora la marcia superiore in fase di costruzione, mentre ha già registrato la centralina quando si tratta di recuperare il possesso.
Iannarelli 7 Nel primo tempo rimane basso per curare la sua metà campo, nella ripresa si alza più spesso e trova il ruolo da protagonista, incluso l'assist per il 4-3 finale.
Zaccarella 8 Semplicemente impeccabile nell'applicazione del piano partita con due reti di diversa fattura: prima di tecnica e furbizia poi tira fuori l'istinto del bomber sotto porta.
Besana 7 Sotto il profilo qualitativo è tra i migliori insieme a Garofalo. Finché rimane in campo dà il suo contributo senza dare riferimenti.
10' st Perugini 7 Porta in mediana tutta la sua tempra nei contrasti, a volte esagerando con irruenza.
Garofalo 7 Bel duello in corsia con Scarsi, uno difficile da superare, non a caso trova la rete accentrandosi. Nella ripresa si perde in qualche protesta di troppo. 
35' st Giordano 6.5 Paga e parecchio la taglia ma gioca rilassato e concentrato.
All. Garofalo 8 Lo studio dell'avversario è una mossa che spesso paga, ma lo spirito di squadra è tutta farina del proprio sacco.

BIASSONO
Radaelli 6.5 Compie spesso scelte sbagliate nella ripresa del gioco, mettendo in difficoltà i compagni. Ci sono comunque anche belle parate che salvano la squadra.
Mauri 7 Lotta e combatte nella prima mezz'ora, ben aiutato dai compagni. Nella ripresa, da esterno puro, scatena i cavalli con maggiore irrefrenabilità.
Scarsi 7 Rispetto al compagno di fascia è anche più continuo, come in occasione del gol dove è bravo a crederci. In difesa qualche lacuna ma nel complesso è tra i migliori.
Lazzari 7 Sui primi due gol avversari non riesce a coprire lo spazio con i centrali, consentendo al rivale di calciare in porta. Ripresa da motivatore per animare la rimonta.
Motta 7 Un paio di chiusure con i fiocchi per tenere a galla la baracca ma a lungo andare soffre la pressione.
Canzi 7 Anche per lui una buona partita condita da diverse chance in zona-gol dove poteva fare meglio.
Ravasi 7 Generoso ma con le idee un po' appannate, vedendo bene l'area di rigore. Poi da qui è buio pesto e da prima punta leggera punge poco.
Medici 6.5 Partecipa attivamente alla fase offensiva senza remore, così però in copertura risulta in ritardo.
1' st Ciabattoni 6.5 Nel complesso non delude, anche se lascia alcuni buchi un po' eccessivi.
Arzu 5 Il suo comportamento priva la squadra di un riferimento offensivo utile.
11' Nappa 6 Più che "giornata no" paga una condizione psicologica poco serena. Vuole risolverla da solo contro il muro biancorosso.
Foligno 6.5 Il penalty certifica una mattinata dove si rende conto tardi di ciò che accade, suo malgrado.
33' st Fazio 6.5 Dà qualche centimetro in più da punta vera e nel poco tempo disponibile dà alla causa.
Cuffari 6.5 Braccato a uomo da Affatato riesce a sgommare solo all'inizio, poi si innervosisce finendo espulso.
1' st Serratore 7 Il suo ingresso è in parte legnoso ma ha il merito di lottare sui palloni e viene giustamente premiato.
All. Tallarita 7 Più che un problema tecnico-tattico la squadra palesa una fragilità emotiva comprensibile. Ora tocca a lui ricomporre i pezzi.

ARBITRO
Beretta di Monza 6.5 Bravo a resistere nonostante le noie muscolari, che però un po' lo debilitano nella corsa. Non ravvede il fallo di mano di Brunello da cui nasce l'azione che porta al 4-3.

LE INTERVISTE

Garofalo, all. Concorezzese: «Una partita difficile contro una squadra forte e organizzata che ho avuto modo di vedere settimana scorsa. Ragazzi semplicemente fantastici, hanno fatto quello che dovevano». «Tatticamente l'ho preparata ad-hoc per l'avversario e abbiamo letto correttamente tutte le situazioni di gioco».

Tallarita, all. Biassono: «Siamo in un periodo dove fatichiamo a esprimerci e dobbiamo affrontare squadre toste che danno sempre qualcosa in più. Loro avevamo davvero molta fame ma noi siamo stati bravi a recuperare tre volte il risultato mescolando le carte». «Abbiamo alcuni giocatori nuovi che devono ancora integrarsi, anche recependo certi messaggi. Dobbiamo metterci a lavorare in vista della prossima sfida»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400