Cerca

Under 17

Juvenilia-AC Leon: Griffini ancora tu! Paleari festeggia un altro successo in extremis, è aggancio in vetta al Varedo

L'esterno del Fiammamonza si ripete dopo il gol-vittoria nel derby e stende una Leon che ci ha creduto troppo tardi, ora a -8 dalle due capoliste

Juvenilia Under 17

Il capitano Filippo Somma e Ahmed Hassan, leadership e imprevedibilità nel successo biancorosso

Missione compiuta per la Juvenilia, che vince 2-1 il big-match di categoria e affianca il Varedo in cima alla classifica del Girone B. La squadra di Paleari, imbattuta insieme ai gialloblù, vince un’altra partita in zona Cesarini e la firma, dopo il gol-vittoria al La Dominante, è ancora di Griffini. L’esterno biancorosso chiude al meglio un contropiede nato da calcio d’angolo a sfavore e mette otto punti di distanza con i rivali, quasi spalle al muro. Ai leoni di Lesmo non basta la rete del pari a opera di Marino, matura un altro ko negli scontri diretti che riduce i margini d’errore allo zero. In attesa di un po’ di fortuna a proprio favore, l’unica certezza sarà il fattore campo nel girone di ritorno, magra consolazione ma pur sempre dato di fatto.

Pesca grossa per la Rapp. In campo tra le due squadre ci sono quattro giocatori convocati in Rappresentativa per le selezioni al Torneo delle Province, segno che entrambe hanno lavorato bene in questi mesi post-ripartenza. In casa Juvenilia ci sono alcuni cambi e assenze rispetto al derby vinto, tuttavia la profondità e l’omogeneità qualitativa della rosa fanno stare Paleari al sicuro. Galbiati si affida invece alla formazione standard, soprattutto dal centrocampo a salire. Complessivamente si intuisce che l’undici arancionero ha doti tecniche superiori, eppure alla lunga paga la tranquillità messa in campo dai padroni di casa, magari poco spumeggianti ma sempre sul pezzo. La prima chance è per Nicoletti, una punizione invitante calciata sul secondo palo senza inquadrare lo specchio, poi è il momento della Juvenilia. In particolare un piazzato di Meregalli non trova destinatari sul secondo palo, con i gemelli Di Milo che mancano l’impatto da due passi. Le migliori letture si concretizzano sul primo punto di svolta, vale a dire il rigore concesso ai biancorossi: il lancio di Somma trova un buco tra i centrali della Leon su cui il “Toro” Di Milo si fionda, prima del più classico degli incroci tra le gambe con D’Adda. Dal dischetto va il capitano Somma che viene ipnotizzato dal rapido Morano, bravo a scegliere il palo giusto. Il contraccolpo si avverte ed è la squadra di Galbiati a condurre la parte finale di frazione, sia dalla distanza (attento Bendinelli) sia con calci da fermo (Pirola e Chaoui lisciano lo spiovente), pur senza riuscire a sfondare.

Tutto nella ripresa. Il pareggio non servirebbe a nessuno, in particolare ai viaggianti che capiscono di dover prendere con convinzione in mano la sfida. Subito due cambi per Paleari che rintuzza il centrocampo con l’ingresso di Nania e inserisce Hassan per dare aiuto a Marradi nei confronti di Chaoui. Nicoletti ha una nuova opportunità nei pressi del limite e ancora una volta viene chiuso da un nugolo di maglie rosse, sempre attente. Più efficace lontano dai pali il dirimpettaio Di Milo, che chiude uno scambio a Hassan prima che quest’ultimo faccia partite un diagonale precisissimo a bucare Morano nell’angolino. Lo stesso attaccante sfiora la soddisfazione personale prima di beccarsi un giallo gratuito a secondi della sostituzione. A questo punto Griffini diventa punta di riferimento, mentre Galbiati passa al 4-4-2 con l’innesto di Stucchi al posto del mediano Valioni. È però con il triplo cambio operato alla mezz’ora che la Leon finalmente si scuote, trovando il gol del pareggio. Sponda di Nicoletti per Pirola, giro palla rapido verso destra con il neoentrato Marino che vince il rimpallo su Somma e trafigge Bendinelli sul legno di competenza. La rete carica emotivamente gli ospiti, che dimostrano ancora una volta di essere fortemente umorali come a Varedo, ma la doccia gelata si ripete nuovamente. Da situazione di corner a favore, la Juvenilia riparte sulla sinistra con Brown che sceglie benissimo modi e tempi nel suggerimento a Griffini, rigore in movimento piazzato alla sinistra di Morano per il 2-1. L’ultima parola spetta alla Leon, o meglio al direttore di gara che annulla il 2-2 di Maglioni per una posizione di fuorigioco attivo di un compagno in maglia bianca, facendo esplodere le proteste e un accenno di rissa, ben sedato dalle rispettive panchine.

IL TABELLINO

Juvenilia-Ac Leon           2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 16' st Hassan (J), 33' st Marino (A), 42' st Griffini (J).
JUVENILIA (4-2-3-1): Bendinelli 6.5, Ausilio 8, Somma 7.5, Vinci 7 (1' st Nania 7), Galimberti 7, Marradi 7, Quinde 6.5 (1' st Hassan 7), Di Milo A. 7 (22' st Federico 7), Di Milo S. 7 (25' st Brown 7), Meregalli 6.5, Griffini 7.5. A disp. Sorour, Ciconte. All. Paleari 7.
AC LEON (4-3-3): Morano 7, Fagnani 7, Verderio 6.5 (30' st Citterio sv), Valioni 6.5 (20' st Stucchi 6.5), D'Adda 7, Testa 7, Ruscelli 6.5 (30' st Monguzzi 6.5), Pirola 6.5, Nicoletti 6.5 (36' st Carbonetti), Maglioni 6.5, Chaoui 6.5 (30' st Marino 7). A disp. Santoni, Sacconi, Rovaris, Priano. All. Galbiati 6.5.
ARBITRO: Contiero di Seregno 6.5.
AMMONITI: Di Milo A. (J), Di Milo S. (J), D'Adda (A), Pirola (A).

LE PAGELLE

JUVENILIA
Bendinelli 6.5 Il range d’azione degli attaccanti arancioneri è lontano dalla sua porta ma lui è comunque pronto, anche se viene bucato sul suo palo.
Ausilio 8 Eccellente partita del centrale biancorosso che non si fa intimorire dalla stazza di Nicoletti e copre con sicurezza le iniziative di Somma.
Somma 7.5 Festeggia la convocazione in Rappresentativa con l’ennesima prova di spessore, macchiata in parte dal penalty fallito.
Vinci 7 Parte molto aggressivo sulle caviglie dei mediani lesmesi, poi un colpo al volto probabilmente lo frena nei tackle.
1' st Nania 7 Entra per dare garra e contrastare la manovra avversaria, non si tira mai indietro facendosi anche vedere in proiezione offensiva.
Galimberti 7 Nell’uno-contro-uno statico non si fa mai superare da Ruscelli, più in difficoltà sui palloni lunghi dove pesta i piedi ai centrali.
Marradi 7 Sulla sua corsia si sviluppa spesso il gioco della Leon e nonostante le lunghe leve resiste ai dribbling di Chaoui.
Quinde 6.5 Buona frazione per l’ex-Gerardiana che non si fa mai pregare per attaccare il fondo e scodellare qualche cross.
1' st Hassan 7 Dopo un primo pallone steccato ecco l’azione semplice ma efficace per il vantaggio. Per il resto tiene con precisione il campo.
Di Milo A. 7 Netto passo in avanti rispetto al derby con la Domi, più vicino al gemello e presente sui palloni alti con i suoi centimetri. (22' st Federico 7).
Di Milo S. 7 Insinua immediatamente qualche crepa nella retroguardia in maglia bianca, procurandosi il penalty. Lesto sull’1-0 nel chiudere il triangolo. (25' st Brown 7).
Meregalli 6.5 Le qualità del ragazzo non si discutono, eppure è un’altra giornata in chiaroscuro. Bravo a resettare mentalmente dopo un errore commesso.
Griffini 7.5 Finora è l’uomo del destino negli scontri diretti, mortifero e letale nei pressi del gong. Lucido sottoporta quando sembrava al culmine dello sforzo.
All. Paleari 7 Un altro tassello a comporre il puzzle, la squadra è solida e ha personalità nel prendersi il risultato se ci sono i margini.

AC LEON
Morano 7 Così come il collega gode di una valida protezione davanti a sé e anche quando deve salire in cattedra come sul penalty si rivela felino.
Fagnani 7 Esegue con pregevole duttilità le due fasi, ben sapendo che in area c’è sempre Nicoletti. Dietro compie un paio di diagonali puntuali.
Verderio 6.5 Buon duello con Quinde sulla fascia, dove non concede mai nulla facilmente. Offensivamente lascia troppo solo Chaoui. (30' st Citterio sv).
Valioni 6.5 La catena di destra arancionera non produce granché e anche in fase di inserimento manca qualcosa. (20' st Stucchi 6.5).
D'Adda 7 Nonostante il rigore provocato è tra i migliori dei suoi, con interventi efficaci sia di testa che di piede.
Testa 7 In sintesi valgono le stesse considerazioni di D’Adda, per lui un crescendo dopo un inizio con qualche titubanza.
Ruscelli 6.5 La scarsa precisione tecnica dei mediani lo eclissa dalla manovra, anche se lui non fa molto per chiedere più palloni. Ok in ripiegamento. (30' st Monguzzi 6.5).
Pirola 6.5 Il suo nervosismo può essere un segnale di attaccamento e scossa per i compagni, buona la giocata da cui si sviluppa il momentaneo pari.
Nicoletti 6.5 Al cospetto di una difesa più rapida che fisica patisce qualche controllo non impeccabile, tuttavia fa il massimo nelle sponde. (36' st Carbonetti sv).
Maglioni 6.5 Ci mette un tempo prima di prendere in mano le chiavi della regia, accendendo la luce con alcuni piazzati insidiosi.
Chaoui 6.5 Un giocatore con il suo passo non può restare bloccato così tante volte, attivo non reattivo. (30' st Marino 7).
All. Galbiati 6.5 Alla squadra sembra mancare un po’ di fortuna e di concentrazione sui novanta minuti, con gravi danni in termini di frenesia nell’impostazione.

ARBITRO
Contiero di Seregno 6.5
La presenza dell’osservatore non lo intimorisce, anche se nel momento clou c’è qualche svista sul fuorigioco. Ok i cartellini, grande personalità nell’annullamento del gol alla fine.


LE INTERVISTE

Paleari, all. Juvenilia: «I ragazzi sono stati bravi ad adottare il giusto approccio mentale in avvio, conoscevano la posta in palio e sapevano di dover lottare su tutti i palloni. Ci siamo un po’ disuniti dopo il rigore sbagliato ma abbiamo ripreso bene il filo a inizio ripresa e alla fine credo abbiamo meritato la vittoria». «La nostra forza è nel collettivo, sono tutti forti e tutti meritano di poter essere titolari la domenica per ciò che mostrano in allenamento».

Morano, dir. AC Leon: «Siamo stati forse troppo frenetici in avvio nel tentativo di giocare palla a terra come siamo abituati a fare, c’è grande amarezza per il modo in cui abbiamo subìto il 2-1 anche perché meritavamo almeno il pareggio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400