Cerca

Under 17

Cassina Calcio-Pozzuolo: Natale da imbattuti per i bianconeri, Castro e Fumagalli portano il primato sotto l'albero bianconero

Il maggior tasso tecnico dei ragazzi di Sottocorno fatica a prevalere sullo spirito del Cassina, che paga la poca precisione sotto porta

Pozzuolo Under 17

Matteo Cesare, laterale mancino e vicecapitano del Pozzuolo

Continua la marcia trionfale del Pozzuolo, che riesce ad avere la meglio alla distanza su un Cassina alquanto volitivo. Lo 0-3 al triplice fischio è eccessivamente severo a scapito dei rossoverdi, che hanno rischiato molto nel primo tempo ma sono ugualmente riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Horbeek. Tutte le reti bianconere arrivano nella ripresa, la prima di Castro è determinante per rompere gli equilibri mentre l’autogol sfortunato di Tresoldi segna la contesa chiusa da Fumagalli in ripartenza. Nove su nove alla pausa natalizia per la compagine di Sottocorno, che conferma ulteriormente la sua forza se mai ce ne fosse voluto bisogno. Sull’altro lato i ragazzi di Braglia si giocheranno verosimilmente il secondo posto insieme alla Nuova Frontiera ma possono ugualmente essere soddisfatti di quanto fatto fin qui.

Arrembaggio Pozzuolo ma il Cassina è presente. Il Pozzuolo deve rinunciare ad alcune pedine rimaste in Piazzale Nenni per lo scontro di alta classifica dell’Under 18 contro il Segrate. Cassina sostanzialmente al completo e in maglia nera a striscia verticale rossoverde. L’avvio dei viaggianti è roboante, con Di Cianno che ha tutte le intenzioni di regalarsi l’ennesima domenica di festa. L’attaccante bianconero è incredibilmente lucido e un po’ sfortunato al primo tentativo, pallonetto che accarezza il palo dopo aver eluso la marcatura provvisoria di Astolfi. La seconda opportunità si trasforma in assist dopo una discesa sulla destra, pallone che diventa buono per Nebuloni il quale calcia in bocca a Tresoldi. La difesa locale viene portata fuori dall’area e spesso scavalcata, ma anche nel fraseggio c’è qualche difficoltà di contenimento. Il Pozzuolo, tuttavia, commette il più classico degli errori di presunzione nella costruzione dal basso e regala sottoporta almeno un paio di ghiotte chance. Comi manda alto un ottimo recupero palla di Herrera da posizione centrale (errore in uscita di Simone), ma finalmente il Cassina riesce a trovare spazi sulla trequarti per creare pericoli. Sottocorno ridisegna i ruoli di alcuni calciatori per trovare un assetto migliore, e i bianconeri tornano a bussare con veemenza dalle parti di Tresoldi. Simone manda sull’esterno della rete da calcio d’angolo, poi su situazione analoga Invernizzi rischia l’autorete. Castro viene neutralizzato da Tresoldi prima che lo stesso portiere rossoverde si aiuti con la traversa per sventare l’ennesimo corner insidioso di Fumagalli. Alla pausa i padroni di casa rischiano ma reggono l’urto.

Crolla il castello rossoverde. La maggior qualità dell’undici in maglia bianca riprende il filo nella ripresa con il destro alto di Pasquariello. Alla fine la resistenza locale è vinta, con Di Cianno bravo a vincere il duello fisico su Biesso e a centrare sul dischetto dove Castro corregge in porta beffando il duo Lampugnani-Invernizzi. Un’altra distrazione tra Simone e Redaelli rischia di costare cara al Pozzuolo, salvato dal secondo errore incredibile di Comi a tu-per-te con Horbeek. Sottocorno ristabilisce l’ordine difensivo, mentre Braglia svuota la panchina nel tentativo di sfruttare il fattore freschezza. Pasquariello sceglie la potenza invece della precisione su piazzato, poi è il solito Comi a provarci dalla distanza, para Horbeek. La rocambolesca seconda rete del Pozzuolo mette il sigillo virtuale alla gara: Tresoldi gestisce in maniera imprudente un pallone, il suo rinvio trova Fumagalli che pensa subito al pallonetto e trova il più canonico degli autogol dei portieri, con la sfera che carambola dopo aver toccato la traversa. L’esterno di Sottocorno sigla anche il punto esclamativo prima del cambio, ribadendo in tap-in una ripartenza in superiorità numerica. Festa a ritmo di musica degli spogliatoi per il Pozzuolo, che ha comunque rischiato al netto di una grande mole di gioco al cospetto di un Cassina amareggiato ma che deve saper vedere il bicchiere mezzo pieno.

IL TABELLINO

Cassina Calcio-Pozzuolo               0-3
RETI: 5' st Castro (P), 26' st aut. Tresoldi (C), 42' st Fumagalli (P).
CASSINA CALCIO (4-2-3-1): Tresoldi 7, Remonti 7 (32' st Vicario sv), Lampugnani 6 (5' st Grossi F. 6.5), Astolfi 6.5, Invernizzi 7.5, Biesso 7, Herrera 6.5 (26' st Pronzani sv), Caputo 6 (9' st Jimenez Delgado 6.5), Mandelli 6 (16' st Armato 6.5), Comi 7 (32' st Grossi A. sv), Monaco 7 (32' st Pizzati sv). A disp. Brescia, Di Mascio. All. Braglia 7.5.
POZZUOLO (4-4-2): Horbeek 6.5, Castro 7.5, Cesare 7, Intemperante 7, Magri 6.5, Simone 7, Fumagalli 7.5 (43' st Oleksandr sv), Redaelli 6.5 (11' st Politi 7), Di Cianno 7.5, Nebuloni 6.5 (14' st Dedaj 6.5), Pasquariello 7. A disp. Fasiello, Rota, Tomeo. All. Sottocorno 7.5.
ARBITRO: Corbetta di Monza 6.5.
AMMONITI: Remonti (C), Biesso (C), Grossi F. (C), Jimenez D. (C), Cesare (P), Fumagalli (P).

LE PAGELLE

CASSINA CALCIO
Tresoldi 7 Nel primo tempo è eccezionale in alcuni interventi che salvano la squadra, il destino crudele lo beffa dopo averlo salvato nella prima circostanza.
Remonti 7 Prestazione di grande generosità sia difensiva che offensiva senza mai concedere nulla facilmente. (32' st Vicario sv).
Lampugnani 6 Paga inevitabilmente a livello di leve ma sono le letture nelle scelte a non convincere.
5' st Grossi F. 6.5 Entra per spostare Invernizzi a sinistra, mossa che serve a dargli qualche minuto dove soffre la mobilità avversaria.
Astolfi 6.5 Uno dei più in palla sul lato fisico, non si cura granché di stringere sui centrali e in impostazione fatica ad avere libertà di manovra.
Invernizzi 7.5 Al netto di qualche errore abbastanza banale è una prestazione confortante, sia da centrale che da terzino sinistro.
Biesso 7 Insieme al compagno inizia ballando e chiude più in equilibrio, sebbene venga superato sul primo gol. Comunque pochi rimpianti.
Herrera 6.5 Da esterno non riesce a dare molto se non in fase di pressing, molto meglio da centrale di centrocampo. (26' st Pronzani sv).
Caputo 6 Partita in cui soffre dal primo all’ultimo minuto, in ritardo sulle marcature e poco presente durante la costruzione.
9' st Jimenez Delgado 6.5 Ci mette tanto tempo a capire come pungere Cesare e una volta prese le misure combina un paio di spunti validi.
Mandelli 6 Lì davanti paga gli scarsi rifornimenti ma se non altro non pesta i piedi ai compagni aprendo varchi centrali. (16' st Armato 6.5).
Comi 7 Vogliamo premiare la personalità e le tante cose positive fatte fin qui, ben affermando che i due gol sbagliati pesano. (32' st Grossi A. sv).
Monaco 7 Il più intraprendente nelle battute iniziali, anche se non è sempre lucido nello sfruttare i vantaggi. (32' st Pizzati sv).
All. Braglia 7.5 La gara arriva nel momento giusto per valutare i progressi fatti (che sono evidenti), nessun punto raccolto ma grandi consapevolezze.

POZZUOLO
Horbeek 6.5 Bacchettato a più riprese dal suo allenatore per la gestione dei rinvii, risponde presente nella ripresa alle sollecitazioni.
Castro 7.5 Dà il meglio quando viene alzato esterno a tutta fascia, senza timore di avanzare verso la porta avversaria, come in occasione della rete.
Cesare 7 Una piccola belva che non fa passare praticamente nulla, solo nel finale gestisce con sufficienza alcuni rinvii.
Intemperante 7 Polmone della mediana bianconera, ha il demerito di prendere spesso la targa a Comi che gli sfugge, ma dà grande quantità ed equilibrio.
Magri 6.5 Da centrale si fa notare in negativo per il dribbling subìto da Comi, da terzino è poco impegnato nel complesso.
Simone 7 Alcune sbavature insolite alternate a certezze in fase di rinvio di testa e proiezioni offensive indisturbate.
Fumagalli 7.5 A destra si ritaglia il suo ruolo senza soffrire la presenza di Di Cianno, ma è a sinistra che accompagna con puntualità la manovra facendo al meglio anche il non-possesso. (43' st Oleksandr sv).
Redaelli 6.5 Da mediano si limita a mettere ordine senza strafare, da centrale è più in difficoltà.
11' st Politi 7 Porta sostanza dentro la gara mettendoci l’intensità che serve per dare la scossa ai compagni.
Di Cianno 7.5 Non segna ma crea tanto e non si ostina a ricercare la rete, aspetto da non sottovalutare per gli attaccanti puri. Svaria con intelligenza sul fronte offensivo.
Nebuloni 6.5 Sorriso a metà, ok nello stretto il dialogo con Di Cianno, si adatta anche da punta all’occorrenza. (14' st Dedaj 6.5).
Pasquariello 7 L’asso nella manica sono le punizioni, dove è pericoloso. Velenoso in corsia nell’uno-contro-uno, più addomesticato in mezzo al campo.
All. Sottocorno 7.5 Esce dal campo con una manciata scarsa di soddisfazione per la prestazione offerta, ma lo score parla chiaro ed è difficile pretendere di più in un girone di questo calibro.

ARBITRO
Corbetta di Monza 6.5
La gara è davvero semplice da gestire e forse eccede nello sventolare i cartellini.

LE INTERVISTE

Braglia, all. Cassina: «Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene tenendo testa a una squadra fortissima. Siamo riusciti a prendere il campo ma abbiamo sbagliato tecnicamente l’ultimo passaggio». «Nella ripresa abbiamo avuto la possibilità di pareggiarla ma abbiamo sbagliato e si è abbassata la tensione, poi dopo il secondo gol siamo calati definitivamente. Questa partita conferma ugualmente i passi avanti che abbiamo fatto in questi mesi».

Sottocorno, all. Pozzuolo: «Abbiamo la fortuna di avere un gruppo di 2005 davvero folto, qualcuno integrato nella rosa della Juniores e della Prima Squadra, sicuramente è un’annata per noi piuttosto di valore. Oggi non abbiamo disputato una grandissima partita, il Cassina ha giocato bene e meritava anche di pareggiare. Forse abbiamo pagato la mancanza di allenamenti dovuta alla neve».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400