Cerca

Under 17

Luca Orlandi, bandiera e goleador del Varedo, il capocannoniere nato e cresciuto nel club ora trascina i gialloblù con le sue 12 reti

Da sempre con questa maglia, l'attaccante che si ispira a Lautaro Martinez si dimostra determinante nella corsa al primo posto della squadra del tecnico Torricelli

Luca Orlandi

Al centro, Luca Orlandi, attaccante e capocannoniere del Varedo Under 17

Il Varedo Under 17 può contare su un attaccante dalle mille soluzioni. I suoi 12 gol nel girone di andata che gli sono valsi il titolo di capocannoniere non arrivano infatti per caso. Un inizio di stagione così positivo è il frutto di un lavoro di squadra che la squadra allenata dal tecnico Elio Torricelli ha messo in atto negli mesi autunnali, ma soprattutto dalla grande flessibilità che il giocatore ha saputo mostrare. Orlandi, che per tutta la sua carriera ha giocato con la maglia del suo Varedo, ormai considera una seconda casa la società brianzola, nella quale è cresciuto fin da quando giocava nei Pulcini.

«Sono qui da una vita intera e sono orgoglioso di aver fatto così bene in questo inizio di campionato» commenta l'attaccante dell'Under 17. Nel modulo del suo allenatore, che lo allena da ormai due stagioni, Orlandi gioca spesso da prima punta, ma non è raro vederlo spaziare per tutta la tre quarti offensiva. «Mi piace venire incontro al pallone e abbassarmi per aiutare i compagni» afferma entusiasta il classe 2005 che grazie alla sua tecnica riesce a far salire la squadra e spesso anche a dispensare assist. Un doppio compito infatti quello di Luca Orlandi, che non sembra pesargli, ma anzi lo esalta ancora di più.

Le 12 reti arrivate nel girone di andata confermano le sue qualità da attaccante puro, che spesso segna anche di rapina come un vero numero nove. «So che posso migliorare ancora» dice Orlandi, che continua: «Voglio migliorare nell'uno contro uno quando mi trovo davanti al portiere». Orlandi infatti è determinato a lavorare sulla sua concentrazione sotto-porta, una qualità che gli potrebbe permettere di segnare ancora di più. Imparare dai migliori è importante e Orlandi vede nell'attaccante interista Lautaro Martinez un punto di riferimento. «Mi piace la sua grinta e l'aggressività nel cercare la porta» infatti commenta l'attaccante del Varedo. La sua guida più vicina però è sicuramente il suo allenatore Elio Torricelli.

«Se giochiamo senza dare punti di riferimento mi affido a lui per la punta centrale» dice il tecnico dei gialloblù. I suoi movimenti non danno vita facile agli avversari che devono fare attenzione poi alla sue incursioni. Torricelli continua descrivendo le caratteristiche del giocatore definendolo un centravanti atipico che sa svolgere anche altri ruoli: «Nel mio 4-2-3-1 spesso Luca gioca dietro la punta centrale. Se gioca più arretrato è capace di mettere palloni interessanti che danno vita alle nostre azioni più pericolose». Orlandi di dimostra così un attaccante che ama tanto gettarsi nello spazio quanto giocare il pallone provando spesso l'assist per i compagni di squadra.

Elio Torricelli ha solo parole positive per il suo attaccante: «È un giocatore con un'ottima tecnica e una buona visione della porta» racconta il tecnico del Varedo che continua: «Una visione di gioco come la sua è di certo superiore alla media della sua categoria". Orlandi dice di trovarsi bene con Torricelli, con il quale tutto il gruppo squadra sembra aver trovato un ottimo rapporto. «Lo spogliatoio è unito, molti di noi sono della vecchia guardia e ci conosciamo da tempo. Con il mister abbiamo trovato una buona chimica sia in campo che fuori e questo inizio di campionato lo dimostra» afferma entusiasta l'attaccante, che è consapevole di poter lottare fino all'ultimo per il titolo con i suoi compagni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400